André Lamaze Quotes

Quotes tagged as "andré-lamaze" (showing 1-30 of 61)
Chiara Cilli
“Nel momento in cui parlò, il suo alito mi lambì le labbra e mi ritrovai a schiuderle per respirarlo.
Per respirarlo, maledizione.”
Chiara Cilli, Per Addestrarti

Chiara Cilli
“«Sei fortunata a non essere mia» mi disse, in tono basso e sibilante e inquietante. «O avrei appena mandato a puttane la mia vendetta personale, conficcandoti un pugnale in gola seduta stante per la tua patetica minaccia».”
Chiara Cilli, Soffocami

Chiara Cilli
“«Perché non mi hai ancora fatto fuori?» mi chiese, a bassa voce. «Ti sei sbarazzato di altre per molto meno. Perché io sono ancora qui?»
Rimasi impassibile. Dovetti, perché avevo percepito un tumulto nel petto.
Un tumulto che mi aveva sconcertato.
Un tumulto che mi aveva irritato.
«Ho visto qualcosa in te».”
Chiara Cilli, Per Addestrarti

Chiara Cilli
“Le strinsi l’avambraccio a mia volta, lo sguardo lontano dal suo. Era stata la mia allieva migliore, l’unica di cui fossi veramente fiero, anche se non gliel’avevo mai detto. Era stata quanto di più vicino a un’amica avessi mai avuto.
E ora ci stavamo dicendo addio.
Senza parole.
Senza guardarci.
Con una semplice, grande stretta.”
Chiara Cilli, Per Sconfiggerti

Chiara Cilli
“Tacque, fissandomi come se volesse sondare la mia mente. «Per capire che la tua vita è finita». Batté le nocche contro la porta davanti alla quale ci eravamo fermati, facendomi sussultare.”
Chiara Cilli, Soffocami

Chiara Cilli
“La guardai a lungo, cercando di carpire ogni suo più piccolo pensiero attraverso il suo sguardo spaventato, ma così ammaliatore.
Fu allora che lo vidi.
Il pericolo.
Un enorme, sinuoso, allettante pericolo.”
Chiara Cilli, Per Addestrarti

Chiara Cilli
“Mi riempii i polmoni di ossigeno e tornai a guardarla dall’alto in basso, impassibile. «Voglio parlare con la campionessa.»
Sorpresa e astio balenarono sul suo viso, il suo sguardo vagò in tutte le direzioni. «Non qui», replicò, la voce improvvisamente rauca.
Indietreggiò, il respiro sempre più trafelato.
«Sì», feci spietato. «Qui.»”
Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
“«Tu ci hai tolto la vendetta più importante, e non l’hai fatto per noi. L’hai fatto per te, per non sentirti più così in colpa.» Sporsi il viso verso il suo, lo sguardo traboccante di rancore troppo a lungo taciuto. «Ma io non dimenticherò mai che, quando ti ho gridato di aiutarci, tu ti sei voltato dall’altra parte.»
Lui chiuse le palpebre per una frazione di secondo. Quando le riaprì, il suo sguardo era duro come il granito.
Come il mio.
«Io non dimentico, fratello», conclusi, aspro.”
Chiara Cilli, Per Sconfiggerti

Chiara Cilli
“E soprattutto, nessuno si sarebbe mai più avvicinato a me.”
Chiara Cilli, Per Addestrarti

Chiara Cilli
“Volevo tornare nel buio e non provare più nulla e non volere più nulla.
Invece provavo tutto.
Invece volevo Nadyia.”
Chiara Cilli, Per Addestrarti

Chiara Cilli
“Emisi un gemito mentre, supino, flettevo un ginocchio. «Perché lo stai facendo?» le chiesi.
«Perché sono pronta.»
Mi girai su un fianco e poi, lentamente, mi sollevai fino a sedermi sui calcagni. La guardai con un misto di sconforto e rabbia. «Per cosa?»”
Chiara Cilli, Per Sconfiggerti

Chiara Cilli
“«Tu muori, io muoio», bisbigliai sinistro.”
Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
“Perché non avevo il dominio delle mie emozioni, quando ero con lei?
Perché le appartengono.
Tu le appartieni.
Non puoi nasconderti.
Non puoi fingere.

Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
“Guardai Nadyia.
La mia luce.
Il mio inizio.
La mia vita.
La mia fine.”
Chiara Cilli, Per Sconfiggerti

Chiara Cilli
“«Vivi per me», sussurrò, «e te lo dirò.»”
Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
“«Risorgi dalle tue penose ceneri e splendi, fenice.» Gli sbattei il grosso plico che mi aveva dato Armand contro il petto. «Ho un regalo per te.»
Henri buttò via la salvietta e diede un’occhiata al contenuto dei documenti. Appena realizzò cosa aveva tra le mani, saettò con gli occhi su di me. Vedere una scintilla animarli per una frazione di secondo fu il massimo per me.
«Fai le valigie», gli ingiunsi guardandolo intensamente. «Andiamo a riprenderci il tuo equilibrio.»”
Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
“«Chiaramente, i medici avrebbero dovuto controllare che non ci fossero anche danni cerebrali».”
Chiara Cilli, Uccidimi

Chiara Cilli
“«Mi hai abituato a correre con te».
I suoi occhi guizzarono nei miei, letali come un laser. «Non correrai mai più con me, Nadyia».
Avevo l’impressione che il mio cuore si stesse sgretolando. «Potrei, se tu mi tenessi con te».
«E perché dovrei?» replicò, aspro.
«Perché lo vuoi».”
Chiara Cilli, Per Addestrarti

Chiara Cilli
“«Non puoi lasciarmi!»
Rimanemmo pietrificati dinanzi alle mie parole.
Così disperate, così laceranti.”
Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
“Quando André lo interruppe, mi sfiorò un’ultima volta le labbra con le sue. «Vivi per me», sussurrò, «e te lo dirò.»”
Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
“«Ho ucciso Nadyia,» ripetei, «e ora lei verrà a uccidere me.» Una lacrima mi scivolò sulla guancia. «E io glielo lascerò fare.»”
Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
“Potei quasi avvertire la sofferenza di Nadyia: era come fumo che si addensava nell'aria.”
Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
“«Hai paura?» mi domandò d’un tratto Neela, la voce appena udibile.
Le scoccai un’occhiata torva da sopra la spalla. «E tu?»”
Chiara Cilli, Per Sconfiggerti

Chiara Cilli
“«Ora sei tu a rinunciare a noi.»”
Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
“Desideravo il suo sangue. Lo volevo dovunque. Volevo che inzuppasse le lenzuola in cui poi ci saremmo arrotolati. Volevo che ci inondasse. Volevo prenderlo, come lei si era presa la mia ragione, la mia anima.”
Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
Le appartieni.
Non puoi nasconderti.
Non puoi fingere.

Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
“La baciai.
La ghermii per i capelli e la baciai come se avessi voluto sbranarla viva. Ero furibondo.
Perché lei era dove non doveva essere.
Perché mi stava rallentando.
Perché rischiava di mandare a monte i miei intenti.
Perché, improvvisamente, non riuscivo a pensare a nient’altro che a lei, al suo sapore, al suo odore.
A noi.”
Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
“Il suo cuore batteva con il mio, potente e forsennato.
Il suo respiro seguiva il mio, pesante e smanioso.”
Chiara Cilli, Per Combatterti

Chiara Cilli
“L’abito di seta sembrò scivolare sulle sue forme come una colata di sangue.”
Chiara Cilli, Per Addestrarti

Chiara Cilli
“Le premetti la lama piatta sulla bocca, facendola sussultare. Il naso che sfiorava il suo, bisbigliai: «Trattieni il respiro».”
Chiara Cilli, Per Addestrarti

« previous 1 3