Paolo Nori

“«Ma a te ti sembra di fare un libro che è piano di cose che hai anche già scritto?»
Ecco, a una domanda del genere la mia risposta sarebbe Sì, a me mi sembra, e il motivo per cui mi sembra è l'effetto Kulešov, che è un regista sovietico che in un libro del 1941, Fondamenti della regia cinematografica, parla di un esperimento che ha fatto filmando quattro sequenze: qualche secondo del primo piano di un attore, che si chiama Mozžuchin, che guardava il paesaggio; qualche secondo di una zuppa fumante; qualche secondo di un bambino steso, come se fosse morto, dentro una bara; qualche secondo di una ragazza distesa su un divano.
Poi Kulešov, il regista, aveva montato le sequenze in questi tre modi: primo piano dell'attore - zuppa; primo piano dell'attore - bambino nella bara; primo piano dell'attore - ragazza sul divano.
E la faccia dell'attore Mozžuchin nel primo montaggio sembrava affamata, nel secondo una faccia disperata e nel terzo una faccia innamorata, e la faccia era sempre quella, e l'esperimento di Kulešov dimostra, ammesso che sia possibile dimostrare qualcosa, che il significato che si attribuisce a una cosa cambia a seconda delle cose che la circondano.”


Paolo Nori, La piccola Battaglia portatile
Read more quotes from Paolo Nori


Share this quote:
Twitter icon

Friends Who Liked This Quote


To see what your friends thought of this quote, please sign up!

0 likes
All Members Who Liked This Quote

None yet!


This Quote Is From

La piccola Battaglia portatile La piccola Battaglia portatile by Paolo Nori
19 ratings, average rating, 7 reviews

Browse By Tag