Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Dissipatio H.G.” as Want to Read:
Dissipatio H.G.
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Dissipatio H.G.

4.02  ·  Rating details ·  322 ratings  ·  45 reviews
Ultimo romanzo di Morselli, di pochi mesi precedente la sua tragica scomparsa, Dissipatio H.G. (dove H.G. sta per Humani Generis) è anche il suo libro più personale e segreto, l’unico dove questo maestro del mimetismo ha scelto di porsi direttamente sulla scena. E lo ha fatto in modo così illuminante ed emblematico da far pensare a una confessione che valga da consapevole ...more
Paperback, Fabula, 154 pages
Published October 1st 1985 by Adelphi (first published 1977)
More Details... Edit Details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Dissipatio H.G., please sign up.

Be the first to ask a question about Dissipatio H.G.

Community Reviews

Showing 1-30
4.02  · 
Rating details
 ·  322 ratings  ·  45 reviews


More filters
 | 
Sort order
Evi *
Mar 24, 2018 rated it really liked it
Distopie con unico sopravvissuto in letteratura non mancano, Io sono leggenda di Matheson per esempio ma il tema è la lotta contro gli zombie (tutt'altro piano speculativo rispetto al profondo Morselli)
Anche i libri sul suicidio non si contano, ce n’è pure uno in chiave ironica Piccoli suicidi tra amici di Aarto Paasilinna, dove viene addirittura pianificato da un’agenzia specializzata un suicidio di gruppo, con tanto di torpedone da lanciare al momento opportuno giù da un precipizio.
Immancabil
...more
Dimitri
Apr 30, 2018 rated it really liked it  ·  review of another edition
Quella notte, era deciso, io mi sarei ammazzato. Perché. Per il prevalere del negativo sul positivo. Nel mio bilancio. Una prevalenza del 70 per cento.

Ma all’ultimo momento il protagonista desiste dal suo tentativo. E quando torna a casa, scopre che sono scomparsi tutti. Evaporati. Alla faccia degli industriali della diagnosi precoce. E non solo nella sua città, ma in tutto il mondo. Le uniche voci umane sono quelle che ascolta al telefono: l’Ora Esatta (che ricordi!) e le segreterie telefoniche
...more
Cosimo
Feb 14, 2016 rated it it was amazing
Se fossi l'ultimo

“Andiamo, sapienti e presuntuosi, vi davate troppa importanza. Il mondo non è mai stato così vivo, come oggi che una certa razza di bipedi ha smesso di frequentarlo. Non è mai stato così pulito, luccicante, allegro”.

Questa è una storia indecidibile e imperscrutabile, giocata su sdoppiamento e capovolgimento, con una conclusione che trova la propria forza nell'immaginare l'impensabile e l'inspiegabile, oltre la tragedia. Morselli crea un protagonista ultimo, prescelto o escluso,
...more
Josef Del Processo
Mar 06, 2019 rated it it was amazing
Cacchio che libro! Era da un po' che non assegnavo un bel 5 stelle con tanta soddisfazione.
Devo dire che GR (e per onestà anche ahinoi prima della catastrofe) mi ha regalato un sacco di belle letture che non avrei mai immaginato.
Comunque mi rendo conto che ho sempre più bisogno di una componente onirica, o almeno che abbia qualcosa di sorprendente, questa sorta di verismo contemporaneo che mi sembra spopolare proprio mi annoia (e mi sembrano pure tutti uguali alla fine)
della serie non l'ho lett
...more
soulAdmitted
Dec 23, 2017 rated it it was amazing
"Questo vertice terminale sono io"

Sempre caro mi fu quest'ermorselli anche se - o esattamente perché - leggendolo, ho fatto fatica a capire, nell'ordine:
- dove andare a nascondermi per non essere sopraffatta dalla claustrofobia dell'inevitabile
- come rimparare il respiro nonostante l'immedesimazione obbligatoria
- come conciliare i pareri di Cartesio e di Durkheim su di lui (Cartesio: "M. è un eretico". Durkheim: "M. è un eretico").

Certezze poche, in ogni caso. Una, forse: "il reale, avendo dal
...more
trovateOrtensia
May 28, 2012 rated it really liked it
Shelves: italia
" Mi sento in dovere di riseminare (sì, riseminare) la specie, emblematicamente, col metodo di Deucalione. Il quale usò i sassolini che poi si trasformarono in esseri umani. Usando compresse di meprobamato, conto di propiziare una razza più calma, meno rissosa (di quella estinta).
(...) Le spargerò con parsimonia. E' una razza che ha l'abitudine di moltiplicarsi esponenzialmente. Non si sa mai."
lorinbocol
Jul 28, 2017 rated it really liked it
ho pensato che chiudere quest'anno di merda con un libro allegro sarebbe stato banale. così in una notte di mezza insonnia particolarmente opprimente (devono essere stati i ramen, io la carne di maiale la digerisco poco) ho finito di dissiparmi con morselli. bellissimo e devastante. però stamattina insieme al tè magari prendo un prozac.
GrauWolf
Jan 21, 2016 rated it really liked it  ·  review of another edition
È veramente difficile anche solo riuscire a trovare le parole per descrivere Dissipatio H. G., che è il testamento profetico di un intellettuale al suo tempo non riconosciuto ed estremamente anticonformista.
La trama non ha un ruolo davvero importante basti sapere che dopo la notte del due giugno, in cui il protagonista tenta il suicidio, l'intera specie umana (tranne lui stesso) scompare in una vera e propria dissipazione. Questo potrebbe sembrare uno spunto per un romanzo di fantascienza apocal
...more
pierlapo  quimby
Jul 12, 2012 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: italiani
Nella imprescindibile distopia filosofica di Morselli l'umanità si è biodegradata al 100% in un istante.
Suggerisco la location perfetta per esaltare il piacere della lettura: una delle prossime afose domeniche estive, in una spiaggia affollata, circondati dai nostri simili, sudati e appiccicaticci, nudi, starnazzanti.
Calandrino_Tozzetti
Mar 09, 2018 rated it it was amazing

Non posso aggiungere molto alla meraviglia di questo testo.
Non posso fare altro che stupirmi di nuovo.

All'ennesima rilettura, credo la quarta o la quinta, il romanzo non ha perso un briciolo della sua forza, della sua prepotenza metafisica, dello scompiglio misantropico che mi causò la prima volta.
Morselli è riuscito nell'impresa di declinare in chiave filosofico-saggistica uno dei più stretti topoi della letteratura di genere: il racconto fantascientifico è infatti qui soprattutto un pretest
...more
Roberto
Jan 09, 2017 rated it it was amazing
Shelves: italia

Vita: la materia quando inizia a soffrire

Dissipatio H.G. (Humani Generis) è ritenuto il romanzo più rappresentativo di Guido Morselli, che si tolse la vita pochi mesi dopo la sua terminazione.
Dicono che nessuno si uccida in preda a un raptus, ma che si tratti di un processo premeditato, di una lenta presa di coscienza. Anche per Morselli sicuramente sarà successo così, infatti certamente il romanzo contiene in sé gli spunti per tale processo.

Un uomo decide di togliersi la vita in un lago posto i
...more
Anna Prejanò
Jan 10, 2013 rated it liked it
Sgradevole davvero questo Morselli. Chiunque abbia avuto la sciagura di frequentare dei veri depressi, nel senso clinico del termine, riconoscerà in lui e nella sua scrittura i segni della malattia, quella volontà autolesionistica di ispirare ripugnanza che porta gli altri a fuggirli e che in casi gravi sfocia nel suicidio. Il depresso è lontanissimo dalla grandezza del folle, che spesso si sente un dio e risulta attraente e magnetico agli occhi degli altri. Il depresso si sente ed è un mediocre ...more
dely
May 20, 2017 rated it did not like it  ·  review of another edition
Shelves: 0-italy, ebook
Di una noia mortale. Meno male che è un libro corto, altrimenti non l'avrei nemmeno finito. Leggendo la sinossi e varie recensioni pensavo di riuscire a percepire l'angoscia e gli stati d'animo altalenanti del protagonista, ma a me, sinceramente, non è arrivato niente. Il protagonista, dopo aver rinunciato al suicidio, scopre che l'umanità si è come volatilizzata. Lui, che vedeva il suicidio come una fuga dalle persone, si ritrova ad essere l'unico sopravvissuto a una "dissoluzione" misteriosa d ...more
Angela
Jun 29, 2018 rated it liked it  ·  review of another edition
Tra solipsismi e dissipamenti, mi ci sono trovata poco nel romanzo, e non mi ha lasciato niente.
Stephen
Jan 22, 2012 rated it liked it
Morselli’s final book, completed scant months before his suicide in 1973, is a variously rewarding and indisputably sophisticated thought experiment about the sudden, inexplicable end of the genus Homo as related by the world’s last man: an ascetic and self-described reactionary misanthrope who rather than turn forty elects to drown himself in a mysterious mountain cave, only to return to the world as its sole remaining human inhabitant. The novel contains much stimulating reflection on the phil ...more
♚ ember
Dec 04, 2015 rated it did not like it
nah.
semplicemente, non fa per me.
per quanto ami la filosofia, centocinquanta pagine di speculazioni e nomi di politici/filosofi/scrittori random non le posso stomacare. inoltre, il protagonista è quanto di più insopportabile ci possa essere: un disperato che infarcisce i suoi discorsi con francesismi inutili e che guarda arcignamente la società consumistica, sentendosi migliore di tutti gli 'altri'.
l'impressione generale è che morselli sia scivolato (o meglio, sprofondato) nel virtuosismo, riemp
...more
La lettrice controcorrente
Tre stelle e mezzo
Dissipatio H.G. di Guido Morselli (Adelphi) è un libro sull’apocalisse, sulla trasformazione e la distruzione del tempo. Sarò onesta, è stata una lettura molto difficile e ad oggi non credo di aver colto tutte le sfumature di questa breve ma intensissima opera.

Ho comprato questo libro perché ancora una volta, sono stata consigliata dalla comunità facebook di Billy – il vizio di leggere. La recensione di Angelo Di Liberto mi ha incuriosito e sapevo che sarebbe stato un viaggio i
...more
dv
Aug 29, 2017 rated it liked it
Shelves: narrativa
La storia - evidentemente - non è nuova. E risulta appesantita da un intellettualismo di fondo che, a partire dal titolo, rende il tutto spesso fastidioso. Le citazioni filosofiche/letterarie/musicali, l'uso “colto” di termini in lingue straniere, metafore come “la ragazza dall’occhio nero” per figurare una pistola. Tutto ciò rende la prosa davvero poco scorrevole e il libro, prima edizione 1977, non potrebbe risultare più datato. Peccato.
Patrizia Galli
Jan 11, 2017 rated it it was amazing
Dissipatio H.G. è un libro linguisticamente e concettualmente molto complesso. Forte e moderno, è ricchissimo di spunti, rimandi e citazioni ad autori e filosofi del passato. È il primo autore italiano che leggo che tratta il tema di last man standing, come La Strada di McCarthy, solo che, a differenza di questo, la voce narrante è veramente dell’ultimo essere umano rimasto sulla faccia della Terra. Inoltre, non è proprio una storia di sopravvivenza, come quella di McCarthy, ma piuttosto la stor ...more
Procyon Lotor
Jan 27, 2014 rated it it was amazing
Il volumetto, riscoperto dopo decenni, contiene un curiosissimo romanzo. Le vicende culturali di quegli anni ci hanno fatto rischiare di poter leggere storie del genere solo nella collane che accolgono i figli deformi e mutanti delle letterature di genere come Urania (Robert Sheckley l'avrebbe trovato estremamente notevole) o di non poterle leggere pi�... Il libro non serve alcuna causa, partito, setta ideologia o religione. Non servendo, non � servo e pertanto in quegli anni di aggregazione fun ...more
Intortetor
Aug 13, 2017 rated it it was amazing
ma davero questo libro è stato rifiutatato da case editrici piccole e grandi? ma davvero nessuno ha potuto scorgere in queste poche, splendide pagine il genio assoluto?
ho comprato questo libro letteralmente a scatola chiusa, conscio giusto della fama dell'autore e delle voci che definivano questo romanzo il migliore della sua produzione: ho resistito alla tentazione di divorarlo in poche ore per centellinare le pagine, per gustarmi a poco a poco un libro semplicemente indefinibile (cos'è? fantas
...more
Azzurra Usher
L'ultimo libro prima del suicidio lascia trapelare premeditazione ed intravedere le elucubrazioni perpetue di un uomo duro e sensibile.
Non c'è pesantezza narrativa, ma malinconia dissacrante intervallata da sporadici ed ahimé inutili momenti di speranza. Il racconto si snoda sottoforma di diario dell'uomo che, prima di compiere il traguardo dei 40 anni, decide di sparire. Ma l'umanità lo precede e, dice bene Manganelli nella prefazione, i ruoli si invertiscono: il protagonista, morto dentro, è
...more
Guido
Aug 26, 2012 rated it really liked it
Autore incompreso in vita, Morselli scrisse questo libro pochi mesi prima del suo suicidio. Non lo si può affrontare ignorando questi elementi: il racconto contiene riferimenti autobiografici piuttosto espliciti, e inizia proprio con il tentativo di suicidio del suo protagonista (che, in prima persona, è più che un alter ego dell'autore) - il quale, tuttavia, alla fine non riesce nel suo intento, e tornando a casa scopre che nel frattempo l'umanità è scomparsa. Il mondo è ancora vivo, ci sono gl ...more
Mario_Bambea
Aug 02, 2017 rated it it was amazing
Shelves: italiani

Sprofondando nel proprio io in solitudine

Libro unico e irrinunciabile, la prova che è possibile affrontare distopie, avventure fantascientifiche, incubi del futuro senza scadere in una letteratura trita e ritrita. Morselli parte da un episodio alla base di altre opere come "Io sono leggenda" di Matheson, ma lo declina in una visione colta e riflessiva, dove non conta ciò che avviene, ma ciò che pensa il protagonista - una scrittura asciutta, icastica,, sarcastica fino a sfiorare il cinismo dis
...more
marco_izner
Jul 30, 2017 rated it really liked it  ·  review of another edition

Il suicidio di un inguaribile misantropo non va a buon fine.
Non appena si riprende, l'uomo si rende conto di essere l'ultimo umano rimasto sulla terra, cosa che per uno come lui dovrebbe equivalere alla realizzazione di un sogno.

Morselli scrive una sua personale variante del tema dell'ultimo uomo, ma da lui non c'è da aspettarsi un canonico romanzo di fantascienza, quanto un testo filosofico che sfrutta un topos tipicamente di genere per parlare (male) del genere umano, dell'esistenza, di tutt
...more
Massimo Magon
Dec 02, 2018 rated it really liked it  ·  review of another edition
Guido Morselli si suicidò alla fine del luglio del 1973, probabilmente sfinito dalla sequela di indifferenza e rifiuti che ricevette dai più importanti operatori editoriali del dopoguerra, Mario Pannunzio, Vittorio Sereni, Luciano Foà e Italo Calvino tra gli altri. Come ovvio, l'anno seguente avvenne la prima pubblicazione di una sua opera, "Roma senza papa. Cronache romane di fine secolo ventesimo". Pochi mesi prima del suicidio Morselli aveva completato "Dissipatio H.G.", la cui voce narrante ...more
Simona Friuli
Apr 26, 2018 rated it it was amazing
Dissipatio H.G.: discorso attorno
Un capolavoro, "Intemporel".
Ecco com'è possibile dialogare con un libro. Pagina 36.
-Io: "Ma è poi diverso, quest'assenteismo, questa latitanza dell'umano, rispetto all'Incomunicabilità che piaga l'uomo? "Dissipatio" è un "Castello" in cui a mancare non è il divino, ma l'umano.
Pagina 52
-Morselli: un qualsiasi abbonato al dogma dell'incomunicabilità, mi obietterebbe: sei sempre stato solo. - Storie.
Sprezzanti cenni di diniego, da parte dell'autore.
E ancora:
Pagina
...more
Héctor Genta
Aug 02, 2017 rated it really liked it
Shelves: italiani
Una lettura decisamente impegnativa, anche per le citazioni ed i richiami alla psicoanalisi freudiana, a McLuhan, alla sociologia, alla filosofia... tutti argomenti con i quali ho scarsissima dimestichezza, eppure una lettura decisamente importante. La storia di un uomo che dopo aver deciso di suicidarsi (o meglio, dissolversi senza lasciare traccia) rinuncia al suo intento ma il giorno dopo scopre che ad essere sparito, volatilizzato è il resto del genere umano, tutti tranne lui. Chi si è salva ...more
Nadia Z.
Jan 06, 2018 rated it liked it
Trattandosi di un romanzo scritto da un uomo che, di lì a poco, si sarebbe suicidato, il contenuto di questo romanzo (che poi in effetti romanzo non è) non mi ha sorpresa. Il protagonista, unico e solo di una vicenda narrata in prima persona, in un mondo che è letteralmente - e senza motivo? - scomparso lasciandolo solo, è una metafora chiara della percezione di un uomo depresso dinanzi alla presa di coscienza dell'inutilità e del non senso della sua vita. L'ho trovato molto inquetante, mi ha si ...more
Emilio Ics
Aug 23, 2019 rated it it was ok
Dissipatio H.G. è un libro che parte da un’ottima premessa, la scomparsa misteriosa del genere umano e da un protagonista che ha rinunciato al suicidio (eh già, qui pensare alla fine dello scrittore è bella tosta) e resta sulla terra come unico sopravvissuto. Tutto il genere umano è scomparso nel nulla e l’unico testimone di tutto ciò è l’emarginato che voleva farla finita prima dei quarant’anni, accompagnato dagli oggetti rimasti sulla terra con lui, “relitti fonico-visivi” che gli tengono comp ...more
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 10 11 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »

Readers also enjoyed

  • Centuria: One Hundred Ouroboric Novels
  • Diario notturno
  • Roderick Duddle
  • La cognizione del dolore
  • Il male oscuro
  • Il bell'Antonio
  • Night's Lies
  • Sessanta racconti
  • Lupo mannaro
  • Candido
  • Tutte le novelle. Volume I
  • Libera nos a malo
  • Aracoeli
  • Cinque storie ferraresi: dentro le mura
  • Il giorno del giudizio
  • L'odore dell'India
  • Malombra
  • La vita in tempo di pace
See similar books…
15 followers
Guido Morselli was an Italian novelist and essayist.
Guido Morselli was born in Bologna, the second son of a well-to-do family belonging to Bolognese bourgeoisie. Giovanni, his father, was a manager of Carlo Erba, a pharmaceutical firm, while his mother, Olga Vincenzi, was the daughter of one of the most prestigious lawyers in Bologna. The family moved to Milan in 1914. Morselli's childhood was qui
...more
“Ho paura dell'uomo, come dei topi e delle zanzare, per il danno e il fastidio di cui è produttore inesausto.” 4 likes
“Quello che abbiamo posseduto, ce lo possiamo mettere dietro le spalle, confinarlo nel passato, nel già-fatto.” 2 likes
More quotes…