Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Arrivederci amore, ciao” as Want to Read:
Arrivederci amore, ciao
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Arrivederci amore, ciao

(Giorgio Pellegrini #1)

3.66  ·  Rating details ·  584 ratings  ·  83 reviews
In questo romanzo che racconta il cuore nero del Nordest e, più in generale, dell'Italia patinata ed "emergente", Carlotto "mette a frutto" le pessime conoscenze che ha fatto in carcere, nel mondo criminale e anche tra i personaggi delle istituzioni e ci dà uno sconvolgente ritratto dell'Italia nera dei nostri anni. Il giovane e bel protagonista del romanzo ha un solo scop ...more
Paperback, Tascabili E/O #150, 175 pages
Published 2002 by e/o (first published 2001)
More Details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Arrivederci amore, ciao, please sign up.

Be the first to ask a question about Arrivederci amore, ciao

Community Reviews

Showing 1-30
3.66  · 
Rating details
 ·  584 ratings  ·  83 reviews


Filter
 | 
Sort order
Orsodimondo
Mar 28, 2019 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: italiana, noir
CUORE NERO NON AVRAI IL MIO SCALPO


Giorgio Pellegrini

Il Patrick Bateman di America Psycho una decina d’anni dopo aver fatto la sua strage nella Grande Mela, vera o immaginaria che sia, si trasferisce nel Nordest italiano, molto probabilmente in quel di Padova, cambia nome e assume quello di Giorgio Pellegrini.
Ma prima di darsi alla bella vita a Manhattan è stato un terrorista rosso in Italia, poi è scappato in Sud America, per nascondersi imboscarsi rifarsi una vita. Elimina amici compagni alleat
...more
Barry Pierce
Ugh. Former criminal-turned-fiction writer Massimo Carlotto is the literary equivalent of Guy Fieri’s hair. His blocky, uber-masculine, prose is reminiscent of an angsty teen boy’s short story about his “total bitch” of an ex-girlfriend and drinking Coors Light with his bros. This novel is fucking detestable. From its sexual politics to its clunky plot. The female characters are reminiscent of Beaker from The Muppet Show, relegated to bleating noises and too stupid to be human. Good god I must b ...more
miledi
Oct 02, 2018 rated it liked it
Divorato in fretta e furia perché breve ed appassionante, ma anche dimenticabile.
Il protagonista, Sergio Pellegrini, è un bastardo, una canaglia, un perfetto figlio di puttana. Troppo bastardo, troppo canaglia, troppo perfetto figlio di puttana. E il troppo, è risaputo, stroppia.
Ho preferito i (tragici) chiaroscuri dei protagonisti di "L'oscura immensità della morte" e mi sono divertita con l'Alligatore. Questa volta, invece, Carlotto non mi ha convinta.
Sabrisab
Jan 21, 2019 rated it it was ok  ·  review of another edition
Romanzo adatto a chi piace leggere di personaggi laidi, perversi, che delinquono soddisfatti. Scrittura scorrevole, la psicologia del personaggio appunto si spiegava attraverso le sue azioni.
Paul
Jun 27, 2014 rated it liked it  ·  review of another edition
Recommends it for: Hard to say.
Shelves: noir, hard-boiled
The Goodbye Kiss by Massimo Carlotto

This is really a novelette, numbering 114 pages in my paperback copy. It's the first installment of two books with Giorgio Pellegrinin as the main character. The second installment is 'At the End of a Dull Day'.

The Plot:

Giorgio Pellegrini is an unscrupulous womanizer, an amoral sociopath, prepared to do whatever it takes to secure himself the guise of respectability & he is willing to go as far as murder. And beyond.

He was once full of idealistic fervor,
...more
John
Aug 11, 2017 rated it liked it  ·  review of another edition
I was pretty conflicted about this.

On the one hand I admired it as an eminently readable example of nihilistic Jim Thompson-style noir, although its narrator and protagonist -- Giorgio Pellegrini, ex-terrorist, multiple murderer, multiple rapist, sadistic abuser of the women who're fool enough to fall for him -- is even more degenerate and vile than any Thompson protagonist ever was.

On the other hand I detested it precisely because its protagonist is even more degenerate and vile than any Thomps
...more
Tony
Apr 06, 2009 rated it really liked it  ·  review of another edition
Carlotto, Massimo. THE GOODBYE KISS. (2000; US-2006). ****. Again, another new author for me. Carlotto was born in Padua and now lives in Cagliari. He is one of Italy’s most popular authors and a proponent of Medeterranian noir. He has been compared favorably with many of the most important American hardboiled crime writers. Several of his novels have been made into highly acclaimed films. In this novel we are introduced to Georgio Pellegrini. He is wanted in Italy for a series of crimes linked ...more
Procyon Lotor
Soggetto sveglio e accorto, abile a perseguire il suo a scapito dell'altrui Un rivoluzionario, intimamente pervaso delle sue convinzioni politico-sociali, spazza via compagni e affini per intraprendere una carriera nel crimine, per quanto fecale o putrefatta sia la societ� che incontra, lui a ogni gradino lo � di pi�. Convinto di praticare un'ascesa scende il suo inferno personale fino a non vederne pi� la differenza. (I. Calvino) Ma come, obietta il signor Simplicio, un rivoluzionario convinto ...more
Wu Ming
Dec 29, 2010 rated it it was amazing
WM1: In Italia si definiscono "neri" un sacco di romanzi color cacchetta, fumo-di-londra, testa-di-moro etc. Questo � N-E-R-O veramente, come quelle foto dei libri di medicina, che mostrano polmoni incatramati e cancrenosi, e infatti ti accorcia il respiro e ti va di traverso e ti fa tossire mentre lo leggi, ma prosegui fino alla fine. L'io narrante ti costringe a identificarti con un personaggio putrido, stomachevole, e scopri che c'� un po' di Giorgio Pellegrini anche dentro di te, come dentro ...more
Auntie Pam
Feb 13, 2013 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: 2013, regioni
Un romanzo crudo e affascinante. Ho letto alcune recensioni e non capisco perchè qualcuno abbia avuto il coraggio di abbadonare la lettura di questo libro solo per la violenza che ne esce dalle pagine. Allora dovremmo smettere di leggere i romanzi noir o cosa? Carlotto scrive in maniera semplice ma efficace, ti cattura con il suo linguaggio da strada e ti coinvolge in ogni azione del protagonista. La domanda che mi sorge dopo la lettura è: si può riuscire davvero a cambiare quello che siamo per ...more
Paola
Jun 11, 2012 rated it did not like it
NOnonononononoNO! Troppa violenza, crudeltà, perversione, cattiveria, prevaricazione. Viene dal riciclo e ci tornerà velocemente. MC ed io non abbiamo affinità, leggere di fatti brutti e persone brutte dentro e fuori non fa per me. Di tutto questo ce n'é già abbastanza nella vita reale.
Abbandonato.
Moloch
Nov 18, 2010 rated it liked it
Già prima di leggere questo romanzo sapevo purtroppo qualcosa sulla trama, oltre alle informazioni basiche reperibili nella quarta di copertina, e cioè che il protagonista non muore: il nuovo libro di Carlotto, Alla fine di un giorno noioso (2011), è infatti il seguito di questo. In effetti, anche senza averne la certezza, lo si poteva intuire fin dalle prime righe visto che il protagonista di Arrivederci amore, ciao (scoprirete leggendo in che modo crudelissimo viene citato il verso della famos ...more
Thomas
Apr 22, 2018 rated it liked it  ·  review of another edition
I would give Carlotto more stars, but his character's treatment of women makes it hard stomach at times, hardboiled or not.
Spiros
While waiting for Driftless Area to hit the shelves, I decided to reacquaint myself with Giorgio Pelligrini, the protagonist of The Goodbye Kiss, self confessed stool pigeon, former radical, and all around "bad egg" (n.b.: does this strike anybody else as a conflation of the terms "rotten apple" and "good egg"? I don't recall ever coming across the term before, and I've certainly never heard of a "good apple". Your input is, as always, eagerly solicited). As before, I found it to be a thoroughl ...more
Stefano Zorba
Ti leggi la trama e dici: figo!
Ci dovrebbe essere terrorismo, corruzione, criminalità, tensione, morti ammazzati, stupri... Il tutto in contrasto con la dolcezza del titolo "Arrivederci, amore, ciao!", citazione di Caterina Caselli.
Scordatevelo, perchè non c'è nulla di tutto questo.
Breve, quasi distratto, il protagonista non viene definito, approfondito, spiegato, è diafano; racconta come se parlasse della lista della spesa (non da nemmeno l'idea di freddezza, da l'idea di noia), le parti che do
...more
piperitapitta
s��, insomma, questa nordest connection non mi ha convinta pi�� di tanto. per una volta il film prende il meglio del libro e butta via tutto il superfluo, riuscendo a tirarne fuori una storia accattivante. nel libro �� tutto troppo: troppo delinquente, troppo cattivo, troppo fortunato, troppo bello.<br />e poi, sembra che carlotto abbia un po' la fissa dei ristoranti: in questo romanzo il protagonista cerca con l'avviamento di un ristorante di lusso non solo il posto dove investire i propr ...more
David Tykulsker
Dec 10, 2007 rated it really liked it  ·  review of another edition
Great social criticism in the guise of a detective novel of the milieu of the Northern League, with a few shots at my friends on the ultra-left. The robbery itself was a bit tedious, and the last conversation with his fiance could have been omitted. But the rest of the book moved with great speed, and was quite chilling.
Mark
Mar 16, 2007 rated it liked it  ·  review of another edition
He's mostly a narrator and his books read more like film treatments than actual novels — which is actually kind of ok, provided that they lead to movies as gloriously skeezy as the one derived from this book.
Jim Coughenour
Carlotto, the "master of Mediterranean noir." Narrated by a bad, evil-tongued criminal, it's got the kick of a hot espresso. Nasty, unadulterated pleasure! Carlotto reminds me of Patricia Highsmith, but with a superior sense of fun. Handsomely published by Europa Editions.

Marilia Ramos
Apr 30, 2016 rated it really liked it
Shelves: acervo-pessoal
Um livro, narrado por um crápula, contando sua história, não dá vontade de parar.
Daniel Ágreda-Sánchez
Si uno se sacude la moralina, puede pasar un excelente rato leyendo este libro. Personalmente no lo encuentro a la altura de un Chandler o un Simenon, pero lo cierto es que hay diferencias sustanciales de fondo y forma.

La trama: Un exguerrillero de extrema izquierda, perseguido por la justicia a causa de una serie de crímenes que incluyen asesinatos y atentados terroristas, busca reintegrarse a la sociedad, hacerse ciudadano y encontrar la tranquilidad de una vida promedio. En el camino da rien
...more
Diego González
Sorprende que Massimo Carlotto no haya tenido más éxito en España, quedando reducido al circuito de compradores compulsivos de novela negra. Novela negra, en este caso, no se refiere sólo al género del libro (librito, en realidad; se lee en una hora y media), sino a la oscuridad abisal de sus personajes, lo sombrío de sus historias, lo tenebroso de sus almas. Son ese lado oscuro de la humanidad que todos sabemos que existe pero que ignoramos porque el mero hecho de pararnos a pensar en él probab ...more
byAx
Jun 03, 2018 rated it liked it
Shelves: noir
Nero sbiadito

Mi sono accorto di leggere Carlotto mosso da pregiudizio. Oramai posso tranquillamente confessarlo a me stesso: ne ho avuto conferma con il suo terzo romanzo. Quello che mi manca capire è il perché.

In realtà non ho nessun reale e cosciente motivo. Di lui, come autore, fino a qualche mese fa sapevo poco, non me ne ero mai interessato.
Eppure, ogni sua pagina letta sino ad ora mi ha sempre lasciato una sensazione di artificioso, una diffidenza che non mi spiego ma che esiste, a inibire
...more
Jan
May 16, 2018 rated it liked it  ·  review of another edition
A very grim view of Italian life and criminality.

The lead character seems utterly lacking in any kind of conscience or morals and whilst perhaps you are supposed to feel sorry that he was unable to finally break away from his past, his enjoyment of violence and readiness to kill seemed a little too easy and it was hard to believe he could ever have stuck to the clean life.

I will try another by this author but not sure "Italian Noir" is really my thing.
Stefano Mastella
Jan 14, 2018 rated it really liked it  ·  review of another edition
Il personaggio principale ricalca il cliché di Carlotto anche se mostra un maggiore ciniscmo e una lucida crudeltà.
Lo stile è asciutto, diretto, senza fronzoli e avvincente.
Noir da leggere tutto d'un fiato.
Diabolik77
May 18, 2018 rated it liked it  ·  review of another edition
Shelves: owned
La storia di un figlio di buona donna, misogino ed opportunista all’estremo.
Parte finale consumata in poche pagine... peccato.
ChadBroChill
Jun 16, 2017 rated it really liked it  ·  review of another edition
At times I found it hard to relate to the main character
Francesco Sapienza
Jan 02, 2019 rated it it was amazing
Le notti insonni permettono (ri)letture folgoranti.
Gerardo
Dec 31, 2016 rated it really liked it  ·  review of another edition
La scrittura di Carlotto è molto interessante: asciutta in maniera magistrale, il racconto è serrato e ricco di avvenimenti, descritti senza troppi fronzoli in maniera rapida e precisa, quasi chirurgica. Ogni dettaglio è finalizzato allo svolgimento della trama, che però non è incentrata sulla soluzione di un mistero.

Secondo elemento di interesse è il fatto che il testo sia scritto in prima persona: siamo direttamente nella testa di Giorgio Pellegrini, terrorista di estrema sinistra per caso, c
...more
Jack Heath
Synopsis: an unscrupulous womanizer returns to Italy where he is a wanted man. To earn respectability, he is willing to go as far as murder.
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • Mi fido di te
  • Romanzo criminale
  • Almost Blue
  • Total Chaos
  • Il giorno dei morti. L'autunno del commissario Ricciardi
  • Todo modo
  • Venere privata (Duca Lamberti, #1)
  • The Midnight Choir
  • La briscola in cinque
  • Attenti al gorilla
  • The Accidental Woman
  • La prima indagine di Montalbano (Commissario Montalbano, #8.5)
  • Dog Day (Petra Delicado Mysteries, #2)
158 followers
Massimo Carlotto è nato a Padova il 22 luglio 1956. Nel 1976, giovane universitario e militante di L.C., scopre casualmente a Padova il cadavere senza vita di Margherita Magello, colpita da 59 coltellate, e viene accusato dalla polizia dell’omicidio dopo essersi recato volontariamente a testimoniare.

Other books in the series

Giorgio Pellegrini (4 books)
  • Alla fine di un giorno noioso
  • Gang of Lovers
  • Blues per cuori fuorilegge e vecchie puttane