Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “New Thing” as Want to Read:
New Thing
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

New Thing

3.76  ·  Rating details ·  218 ratings  ·  24 reviews
Brooklyn, primavera 1967. Dopo le morti violente di alcuni musicisti dell'avanguardia jazz, la vox populi afroamericana diffonde la leggenda (o la storia vera?) dell'assassino noto con il nomignolo di "Figlio di Whiteman". Esiste davvero? E se si, è un agente dell'FBI o di qualche altro settore dell'establishment? Quasi quarant'anni dopo, una pletora di personaggi, intervi ...more
Paperback, Stile Libero Big, 218 pages
Published October 25th 2004 by Einaudi (first published 2004)
More Details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about New Thing, please sign up.

Be the first to ask a question about New Thing

This book is not yet featured on Listopia. Add this book to your favorite list »

Community Reviews

Showing 1-30
3.76  · 
Rating details
 ·  218 ratings  ·  24 reviews


More filters
 | 
Sort order
GloriaGloom
Nov 18, 2010 rated it really liked it
Shelves: italiani
Il rischio nell’affrontare la lettura di un libro di Wu Ming( collettivo o singoli ) è ormai quello dell’acriticità, dell’imparzialità o ancora peggio della banalizzazione, o si è con i beati costruttori di storie oppure beccatevi Baricco. E’ difficile, e forse anche improprio, isolare il prodotto finito da tutti i riferimenti extraletterari che il mondo Wu Ming comporta, ma è proprio qui che il meccanismo si fa perverso, nella ricerca della preminenza del testo si genera la mitologia dell’autor ...more
ferrigno
Sep 27, 2012 rated it it was ok
Ideologico

La tecnica narrativa è interessante, il narratore è (ma più che altro sembra) completamente assente e la storia è raccontata attraverso i personaggi, che sembra rispondano a domande di un intervistatore.
Il mondo raccontato è molto suggestivo e la storia è una di quelle che *va* raccontata.
Però, se è vero che il narratore è *formalmente* assente, non lo è di fatto. Il suo credo politico dell'autore fa capolino in tutti i personaggi, con esiti assurdi e ridicoli. Il cialtrone che commett
...more
Corinna
All That Jazz

C’è New York, ci sono i locali in cui risuonano le note della Nuova Cosa, ci sono la ribellione contro il razzismo e l’assurdità dell’intolleranza e poi c’è la musica, la musica, la musica ancora. E i musicisti, quelli che fanno l’amore con il loro strumento, che suonano come se non ci fosse un domani ed effettivamente per molti di loro non c’è visto che c’è un assassino che li sta uccidendo sistematicamente uno dopo l’altro.. E poi c’è Sonia, con il suo registratore che assorbe not
...more
Laura Testoni

"Le Pantere ascoltano la nostra musica. Siamo tutti una cosa sola. La Cosa nuova" (p. 17)

Un oggetto narrativo piuttosto intrigante New Thing, libro di uno degli autori del collettivo letterario Wu Ming, cioè Wu Ming 1, alias Gianni Bui.

Intriga nella forma: non c'è un "io" narrante ma piuttosto un coro di interventi, di prese di parola, ritagli di giornale, dove ognuno racconta un pezzo di storia, con i suoi stilemi linguistici (o il suo flusso di coscienza).

L'ambiente: siamo nella Brooklin degli
...more
Alessandro
Mar 07, 2014 rated it it was ok
Da: http://sax-appeal.blogspot.it/2014/03...

Ho letto "New Thing" animato da vaghi pregiudizi (tipo "Sarà una palla allucinante"). Sono stato felicemente smentito. "New thing" è un giallo grazioso il cui impianto idelologico è giustificato dall'ambientazione (la New York degli anni '60). Anche se non riesco a perdonare a quel personaggio che parla sprezzantemente di Stan Getz (cosa che credo nessun sassofonista abbia mai fatto, e pour cause), anche la parte del libro che riguarda la musica è info
...more
Irene
Jul 12, 2012 rated it liked it
Shelves: contemporanea, storia
Tre stelle e mezzo, ma arrotondate a tre perché, dopotutto, qualcosa nel finale della vicenda non mi è andata proprio a genio.

L'autore ha scritto in un modo brillante... Leggendo altre recensioni mi sono trovata d'accordo sul fatto che WM1 ha scritto il romanzo come un jazz: ci sono più punti di vista che si rincorrono, si associano, si dividono, discordano proprio come la musica di Coltrane e Davis e Ellington, per citare i più conosciuti - che poi sono quelli che ascolto di più.
Come sempre, i
...more
H.d.
Feb 16, 2013 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Ficção polifônica, onde uma série de assassinatos de jovens músicos negros de Free Jazz são o plot, com toda tensão política, riqueza cultura e vertigem social dos anos 1960 nos EUA. Livro pra ler de uma sentada só :)
A escrita do Wu Ming 1 é toda baseada em copy & paste de varias fontes, referencias, ideias, diálogos, o coletivo por si só como representante da literatura contemporânea, do Copyleft e do reconhecimento do envelhecimento das práticas de copyright, já é motivo fundamental para s
...more
Luciano Zorzetto
Jul 29, 2011 rated it liked it
A series of homicides strikes the New York city of the late John Coltrane, Black Power, racial conspiracy theories.
It's a book full of free jazz atmospheres and written sometimes like a jazz solo, sometimes like a journalist-detective's notepad. The facts are seen through fragments of interviews of musicians, friends of the victims, other journalists.
Short and lively, capable of turning a couple of 3-hour train trips into an intense immersion into the restless America of the late 60s.
It's in Ita
...more
Tiny
Jun 13, 2013 rated it it was amazing
Absolutely fantastic. Or at least my kind of book - great story that keeps you reading; full of suspense and interesting, believable characters; thoughtful and provocative without being pedantic. The Wu Ming gang (who also wrote the amazing Q under the name of Luther Blissett) deal with important issues, in this case racism, and really help us question the world we live in but in a really enjoyable way.

I read it in Italian, so don't know what the English translation is like, but it's definitely
...more
Samanta T
I have to admit it: I love the subject, I love jazz and I'm much too interested in 20th century U.S. history not to love this book. But even if you are not like me, you'll love the book. The vibrant, choral telling of the story immerses you in the atmosphere of the Brooklyn avant-garde jazz scene and of the black protest in the Sixties, while you gradually pick up the clues that will lead you to a possible solution of the murders committed by the so-called "Whiteman's son". And don't hold it aga ...more
Pepe
Sep 20, 2014 rated it really liked it
Il voto è gonfiato leggermente, un mezzo punto in più. Infatti ho trovato interessante la costruzione del libro, a più voci (polifonico) ciascuna delle quali porta avanti la propria storia (e in tal senso politematico), mai tuttavia confuso, anche se così a una lettura superficiale e distratta potrebbe sembrare - come ben si addice a uno scritto che tratti della new things e delle lotte degli afroamericani negli anni '60. Un po' meno convincente la Storia che pian piano emerge dalle voci e attor ...more
Mario Incandenza
Mar 27, 2014 rated it did not like it
Libro scritto solo da Wu Ming 1, liro che narra le vicende chre ruotano attorno al mondo del Jazz americano anni pre 68, vicende che vedono la scomparsa di Sonia Langmut. Anni carichi di razzismo in cui muoinono misteriosamente svariati jazzisti afroamericani.

Non mi �� piaciuto, il primo buco nell' acqua dell'arte Wu Ming. Non decolla mai, la storia rimane confusionaria mi �� sembrato che l'autore volesse pi�� mettere in mostra la su cultura jazz la sua passione per Coltrane, piuttosto che costr

...more
SurferRosa
Dec 25, 2014 rated it really liked it
Shelves: italiana
Bellissimo. Il lavoro di limatura di Wu Ming 1 sulla lingua e il ritmo è in questo caso perfetto. Le tante "voci" che si intrecciano nel romanzo formano una struttura ed un amalgama che è come quella del free jazz, con una base ritmica, le variazioni, gli assoli, le improvvisazioni. Questa è la grande forza del libro.
Aries
Dec 28, 2014 marked it as ebooks-queue
Marco, stanco della "civiltà", si reca sull'Appennino e va a vivere in una grotta. Peccato che, per vivere il proprio sogno troglodita, abbia scelto il posto sbagliato. Ben presto, si ritroverà coinvolto in una complicata storia di crimine organizzato, combattimenti tra cani e incredibili scontri tra "ecoterroristi" e bracconieri.
Francesco Abeni
Aug 15, 2013 rated it did not like it
Nota bene: il mio giudizio è limitato.
Ho abbandonato la lettura dopo poche pagine, stufo dello stile narrativo troppo spezzettato tra varie voci. Non riuscivo a prendere il ritmo.
Quindi confermo che non mi è piaciuto, ma sottolineo che il giudizio non è sostenuto da una lettura completa.
pierpaolo
Jan 28, 2014 rated it really liked it
I romanzi di Wu Ming sono mille volte meglio di un libro di storia (ammesso e non concesso che si studino queste vicende a scuola). Bello lo stile dall'inizio fino ai titoli di coda.
Biel
Jan 07, 2015 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Crec que s'ha convertit en un dels meus llibre favorits.
Franco Vite
Apr 23, 2019 rated it it was amazing
Splendido libro per chi ama la musica, in generale; per chi ama il jazz, in particolare, ed è magari curioso verso quel fenomeno eccezionale, rivoluzionario, tellurico, che venne chiamato "New Thing", cioè il Free Jazz
Beñat Irasuegi
Aurkikuntza itzela izan da niretzat fikziozko erreportai/nobela beltz eder honen bitartez John Coltrane #Trane handiaren musika basatia ulertzea.
Bide batez, amaieran, irakurri dudan jabetza intelektualaren inguruko azalpen onena
#ccCP #OmniaSuntCommunia
Kamen
Feb 12, 2018 rated it it was amazing
Devenir Sonia Langmut. (((o)))
Luca Speciotti
Nov 07, 2016 rated it liked it
Sono bolognese ma i Wu Ming ahimè non mi convincono del tutto. I loro romanzi sono frutto di un’accurata documentazione, supportata da un sostegno ideologico e con una trama e dei personaggi che sono una conseguenza a tali premesse. Questo romanzo è diverso. E' scritto meglio e alcune pagine sono toccanti, tipo quelle dedicate a un Coltrane malato e onnipresente, come se stesse soprassedendo agli eventi. La materia è di mio interesse, non per niente si intitola “New Thing”, cioè il nome con cui ...more
Nonethousand Oberrhein
Musica libera per uomini liberi
Che cos'è questo libro? Un pezzo di storia moderna, romanzata come un giallo, strutturato come un’intervista multipla? Una jam-session dove gli strumenti musicali sono sostituiti da strumenti narrativi? Un altro capitolo “wuminghiano” sulla storia universale delle battaglie perse per la libertà e i diritti umani? La risposta è sì. A tutte le ipotesi. La narrazione investigativa, volutamente frammentata e dinamica, diventa vettore per una storia del free jazz associ
...more
Alessio Premoli
rated it really liked it
Sep 15, 2014
Messico76
rated it liked it
Nov 18, 2010
Chase Insteadman Mountbatten
rated it it was amazing
Sep 29, 2017
Don T.
rated it liked it
Jan 16, 2019
Simone
rated it really liked it
Apr 27, 2015
Luca
rated it liked it
Jan 08, 2018
Alessio Vernacotola
rated it liked it
Mar 04, 2018
« previous 1 3 4 5 6 7 8 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »

Readers also enjoyed

  • Stella del mattino
  • Manituana
  • Guerra agli umani
  • Metallo urlante
  • Hard Labor
  • L'ottava vibrazione
  • Pan
  • Milano Calibro 9
  • Un infinito numero. Virgilio e Mecenate nel paese dei Rasna
  • Tu, sanguinosa infanzia
  • Sillabari
See similar books…
27 followers
Wu Ming 1 is one of the four members of Wu Ming (extended name: 'Wu Ming Foundation'), a collective of writers based in Italy.
http://www.goodreads.com/author/show/...
No trivia or quizzes yet. Add some now »