Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Il cavaliere e la morte” as Want to Read:
Il cavaliere e la morte
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Il cavaliere e la morte

3.70  ·  Rating details ·  265 ratings  ·  16 reviews
Il protagonista di questo romanzo è un commissario di polizia, il cui solo nome qui è Vice: sostituto, forse di qualcosa che non c’è affatto, supplente di una realtà già scomparsa, o dilatata fino a diventare irreale, come la moneta in tempo di inflazione. Nella mente di Vice, molto malato, sembra svolgersi la storia che leggiamo: storia di un biglietto minaccioso e mister ...more
Paperback, Gli Adelphi #307, 91 pages
Published May 9th 2007 by Adelphi (first published 1988)
More Details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Il cavaliere e la morte, please sign up.

Be the first to ask a question about Il cavaliere e la morte

Community Reviews

Showing 1-30
3.70  · 
Rating details
 ·  265 ratings  ·  16 reviews


Filter
 | 
Sort order
Ginny_1807
Jan 03, 2013 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Shelves: romanzi
- Chi apprezza il « giallo deduttivo » legga i romanzi di Arthur Conan Doyle o di Agatha Christie.
- Chi si appassiona all'approfondimento delle inchieste sui delitti irrisolti, segua « Quarto grado ».
- Chi alle soluzioni degli enigmi antepone la denuncia sociale, ama le emozioni della vera letteratura e si appassiona ai grandi interrogativi dell’Uomo, scelga Leonardo Sciascia.

description
Albrecht Dürer - Il Cavaliere, la Morte e il Diavolo - 1513

«L'aveva sempre un po' inquietato l'aspetto stanco della Morte
...more
Ema
„Cavalerul și moartea” se citește foarte repede - are doar 90 și ceva de pagini, plus postfața, care aduce multe informații interesante -, dar asta nu înseamnă că este o carte simplă și ușurică. Trama de roman polițist este doar un ambalaj care îmbracă o poveste mult mai profundă, cu pronunțate implicații sociale și politice.

Protagonist este Vicele, un polițist care investighează moartea unui avocat. Indiciile par să ducă spre Președinte, un „baron local” puternic și influent, însă acesta are oa
...more
Andrea
May 23, 2017 rated it it was amazing
Questo libro è circondato da un'aura di stanchezza e di ineluttabilità tale che l’accostamento all'omonima incisione di Dürer, con quell’arrancare implacabile, è più che perfetto. Lo stile è essenziale come non mai, nella duplice accezione di minimale e indispensabile; non c’è una riga che possa essere letta con approssimazione, e persino le numerose divagazioni letterarie avvicinano più che allontanare. Ho letto molti romanzi di Sciascia, quasi tutti, e questo è decisamente il mio preferito. Lo ...more
Gattalucy
Aug 28, 2017 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Sciascia mi lascia sempre senza parole, ma con una serie di sollecitazioni a cui seguono infinite riflessioni.
Sarà per quella sua capacità di descrizioni sintetiche perfette:
La mattinata era di vitrea luminosità, gelida; e di gelidi aculei nelle ossa, nelle giunture.

O per quell'abilità nel delineare con poche pennellate personaggi che escono dalle pagine:
Aveva un volto intelligente, bellissimi occhi in cui sembrava vagare una luce ironica e divertita. Tutt'altro che brutta...e chi la diceva
...more
Louise
This is a 'two-book' book, and I was mostly interested in the first book - The Knight and Death - but having said that, I'm now 1/2 way through the 2nd book.
The Knight and Death is short, and not too sweet. Although billed as a thriller, I felt it was more of a dying policeman's journey, with a murder thrown in for scenery. Maybe it lost somewhat in the translation from the original Italian? The premise was good, and I would have enjoyed it as a full-length novel which would give equal space to
...more
Nicole Favero
Jul 27, 2015 rated it did not like it
Shelves: school
Praticamente l'unica cosa bella e positiva di questo libro è stata che era composto di sole 91 pagine. Non ho altro da dire se non che l'ho letto perché dovevo e ci ho capito quasi zero.
L'ho trovato confusionario e con troppi riferimenti ad altre cose (e per di più il titolo non c'entra un'acca, come si suol dire).

Ho impiegato più tempo a leggere questo libricino che non altri libri, enormi al confronto
Maurizio Manco
Oct 08, 2017 rated it really liked it
"La morte come un quid, un quantum, che girava nel sangue tra ossa, muscoli, ghiandole: finché non trovava il piccolo anfratto in cui esplodere, la nicchia, la culla. Una piccola esplosione, un punto di fuoco, una brace, dapprima intermittente, poi di continuo e invadente dolore; e cresceva, cresceva al punto che il corpo sembrava non più contenerlo: e traboccava intorno su ogni cosa. Soltanto il pensare gli era nemico, con piccole, momentanee vittorie. Ma c'erano momenti, lunghi, interminabili, ...more
Francesco Sapienza
Jan 02, 2019 rated it really liked it
Leggere Sciascia significa addentrarsi in pagine che valicano i contorni di un giallo tradizionale per navigare in significati nascosti, citazioni letterarie e artistiche, considerazioni filosofiche e sociologiche. Un viaggio asciutto e secco come le parole che lo narrano, non privo di ironia e davvero mai scontato nonostante i temi spesso si richiamino di libro in libro: la lotta impari e vana dell'uomo contro il Potere, la ricerca della verità, la manipolazione dell'informazione, l'ineluttabil ...more
Chiara of Green Gables
Mar 10, 2017 rated it really liked it
"Occorre che ci sia il diavolo perché l'acqua santa sia santa."

Sciascia scrive gialli, ma sono gialli decisamente sui generis. Dove non importa chi ha ucciso, chi ha nascosto, chi ha rubato. Quello che importa è il resto, quello che porta all'omicidio, alla rapina.

E in questo libro, tutto accade a Vice, o nella sua testa, o nel suo dolore.

Sono tornata a Sciascia dopo tanto tempo. E mi è piaciuto esattamente come la prima volta.
Riccardo Mainetti
Il protagonista di questo romanzo di Sciascia è un poliziotto il quale viene identificato col solo soprannome di Vice. Si tratta di un uomo ormai vecchio, stanco ed estremamente malato che, dopo una vita passata a servire la Legge si trova ad affrontare un ultimo caso. Quello che vedo l'uccisione di un avvocato dopo un banchetto al quale costui aveva partecipato poche ore prima di essere ucciso e durante il quale si era intrattenuto in un ozioso e innocente giochino con un altro partecipante al ...more
Federica
May 05, 2014 rated it did not like it
Ditemi quello che volete, ma io i libri di Sciascia non li capisco. Saranno anche molto significativi ma nel momento stesso in cui leggo 1) non capisco ciò che sto leggendo; 2) mi distraggo come niente, nel giro di un paio di secondi. Ho impiegato più tempo a leggere questo libricino che non altri libri, enormi al confronto. Anche in questo libro è presente una indagine della polizia e, anche in questo libro, non sono riuscita davvero a immedesimarmi nella lettura
Valdemar
Jul 26, 2013 rated it really liked it  ·  review of another edition
"Hay un poder visible, nombrable, enumerable; y hay otro, no enumerable, sin nombre, sin nombres, que nada por debajo de la superficie. El poder visible lucha contra el sumergido, y sobre todo cuando éste se atreve a emerger valientemente, es decir en forma violenta y sanguinaria, pero de hecho lo necesita..."
Harry Dewulf
Aug 26, 2011 rated it it was amazing  ·  review of another edition
I found this a lot harder in Italian than other books by Sciascia - my italian is good enough to read La Repubblica - so I read it in English. And then re-read it. I've read it four or five times now, and every time I love it even more.
Mighelon
Nov 16, 2010 rated it really liked it
Un racconto, breve, l'indagine su un omicidio. Il Vice che segue la sua pista, vive la sua malattia, e si pone molte domande. Tantissime frasi bellissime, le ultime dieci pagine poi sono ricche di spunti su temi disparati, le critiche sociali e politiche sono attuali, valide anche oggi.
Maria
May 29, 2012 rated it it was amazing
La scrittura essenziale, secca, ma inesorabilmente carica di significato di Sciascia non tradisce mai. Bellissimo breve romanzo, quasi un testamento.
Andrea Torre
rated it really liked it
Jan 05, 2012
Anarco Surmolotto
rated it really liked it
Aug 10, 2018
Armin
rated it it was amazing
Apr 04, 2017
Emmapettitt
rated it really liked it
Jul 31, 2017
Manuela
rated it really liked it
Mar 14, 2014
rospe in frantumi
rated it it was amazing
Sep 21, 2018
Kate
rated it it was amazing
Jun 23, 2008
Federico Chiappetta
rated it really liked it
Nov 30, 2016
Adriana Vitan Balint
rated it it was ok
May 16, 2017
Francesco
rated it really liked it
Mar 05, 2016
Dani Morell
rated it really liked it
Jan 22, 2017
Stan Georgiana
rated it liked it
Jun 21, 2014
Giorgia
rated it really liked it
Feb 03, 2014
Schnier
rated it liked it
Oct 26, 2017
Mela
rated it it was ok
Dec 21, 2017
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • The Decameron, Volume II
  • La concessione del telefono
  • Il giorno del giudizio
  • Le ragazze di Sanfrediano
  • Il segreto del Bosco Vecchio
  • Argento vivo
  • La malora
  • Un anno sull'altipiano
  • Born Twice
  • Roderick Duddle
  • The Engagement
  • The Swedish Cavalier
  • The Professor and the Siren
  • Don Giovanni in Sicilia
  • Cinque storie ferraresi: dentro le mura
  • The Missing Head of Damasceno Monteiro
  • Enigma in luogo di mare
  • Crimini
211 followers
Leonardo Sciascia (1921-1989) wrote of his unique Sicilian experience, linking families with political parties, the treachery of alliances and allegiances and the calling of favours that resort in outcomes that are not for the benefit of society, but of those individuals who are in favour.

Sciascia perhaps, in the end, wanted to prove that the corruption that was and is endemic in Italian society h
...more