Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “La metà di niente” as Want to Read:
La metà di niente
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

La metà di niente

by
3.48  ·  Rating details ·  730 ratings  ·  59 reviews
Dublino. Siamo a casa di Rose e Ben. Lei è in cucina, lui sta per uscire, come tutte le mattine. Ma questo è un giorno diverso dagli altri, perché Ben non è diretto in ufficio: sta lasciando Rose e i tre figli, sbattendo la porta in faccia a più di vent'anni di matrimonio. Tornerà? E quando?
Dopo una convivenza che fino a ieri credeva felice, Rose si ritrova di punto in bia
...more
Paperback, Narratori della Fenice, 304 pages
Published 1998 by Guanda (first published 1997)
More Details... Edit Details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about La metà di niente, please sign up.

Be the first to ask a question about La metà di niente

This book is not yet featured on Listopia. Add this book to your favorite list »

Community Reviews

Showing 1-30
Average rating 3.48  · 
Rating details
 ·  730 ratings  ·  59 reviews


More filters
 | 
Sort order
Start your review of La metà di niente
Orsodimondo
Jan 17, 2021 rated it liked it
Shelves: irlanda
I GIORNI DELL’ABBANDONO


Kintsugi=riparare con l'oro. Cicatrici d'oro.

Quando Mario lascia Olga nel romanzo I giorni dell’abbandono di Elena Ferrante (uscito cinque anni dopo questo della Dunne) si nasconde dietro un’espressione fumosa: “vuoto di senso”.
Qui, invece, quando all’inizio della storia, una mattina, in cucina, Ben lascia la protagonista Rose, è più diretto ed esplicito: “non ti amo più”, dice. Ahia, il vuoto di senso forse si potrebbe riempire: ma la fine di un amore come si ricuce?

Non i
...more
Sara Booklover
Jul 25, 2012 rated it it was ok
Shelves: adult, drama
Allora, partiamo subito dai pregi del libro (purtroppo pochi): la scrittura è semplice e scorrevole, lo si legge velocemente, i capitoli sono brevi e ciò porta ancora di più ad una narrazione dinamica.
E ora i difetti: manca di sentimento. La protagonista, che dovrebbe essere l'emblema della disperazione, non trasmette NULLA! E poi, i risvolti della storia sono parecchio banali e a tratti surreali (o forse sarebbe meglio definirli semplicistici e fantasiosi?). Faccio un esempio per farvi capire
...more
Anna [Floanne]
Jul 09, 2017 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: _uk-ire
È la storia di Rose, che un giorno, dopo vent'anni di matrimonio e tre figli, si ritrova piantata dal marito Ben che, semplicemente, dice che non l'ama più.... Ho letto critiche molto dure e recensioni contrastanti. A me personalmente è piaciuto molto, forse perché ha toccato corde del mio passato (purtroppo) che non hanno potuto evitare che mi immedesimassi con Rose e i suoi figli, vivendo la stessa rabbia e la stessa amarezza del tradimento, dell'abbandono, la stessa paura di un futuro divenut ...more
Emanuela
Una storia attualissima, uno stile fluido, una lettura gradevole, scorrevole e coinvolgente. Mi è piaciuta la scelta di capitoli brevi ed il loro altalenarsi con flashback che mettono apposto alcuni pezzi del puzzle e rendono decisamente più interessante il romanzo, che altrimenti sarebbe riuscito troppo piatto. Ho apprezzato un po’ meno la parte finale che poteva esser approfondita un po’ di più. Vincenti i personaggi femminili... un po’ meno quelli maschili.
Sandra
Sep 02, 2012 rated it liked it  ·  review of another edition
Shelves: gran-bretagna
Al contrario degli altri ho letto prima il seguito di questo libro, comunque il risultato non cambia molto. Non posso dire che non mi sia piaciuto, ma non mi ha certo entusiasmato. A me queste donne che si sono annullate per anni durante il matrimonio vivendo solo per far felice il marito, per farlo sentire un sultano in casa danno veramente fastidio. Poi una cosa che mi ha colpito molto in questo libro e anche nel suo seguito è che nei momenti di difficoltà, per far fronte alle situazioni di em ...more
Claudia Sesto
Jun 23, 2014 rated it really liked it
"Piano, piano. Ogni giorno ha la sua pena. Quanto basta per arrivare a sera."
Una mattina, mentre Rose sta preparando la colazione il marito Ben, improvvisamente, le annuncia che il loro matrimonio è finito, lui la lascia, senza spiegazioni e chiudendosi la porta alle spalle.
La vita di Rose le crolla addosso, ha tre figli a cui accudire, non lavora ed era certa che tutto questo non le sarebbe mai accaduto, dopo un fortissimo schock iniziale, raccoglie tutte le sue forze, aiutata dalle sue amiche
...more
Ginny_1807
Jun 21, 2012 rated it really liked it  ·  review of another edition
Ben scritto, tenero e commovente.
Rose, la protagonista, è sempre vissuta per gli altri soffocando i propri bisogni, finchè un bel giorno il marito la pianta in asso per un'altra donna e lei si ritrova ad essere, come recita il titolo, la metà di niente.
Il romanzo descrive il suo sgomento, la sua amarezza, le sue paure, ma anche il suo cammino, piano piano, giorno per giorno, a piccoli ma inarrestabili passi, verso la libertà, l’autonomia e l’autostima, insomma verso una vita vera.
...more
Lia Valenti
Apr 04, 2018 rated it really liked it
Primo libro della Dunne che leggo.
Storia quasi banale ma scritta bene .
Anna Rossi
May 26, 2014 rated it it was amazing
Una storia piena di sentimenti e di sentimento. L'anatomia di una crisi familiare viene affrontata passando per i gesti quotidiani svuotati del loro senso o pregni di significato, mentre dal dramma dell'abbandono si passa alla certezza di una crescita, di una riscoperta, di una rinascita con la netta sensazione che la vita riserva sempre meravigliose sorprese se solo si ha il coraggio di affrontare gli ostacoli che si incontrano lungo il percorso. ...more
Heathcliff Earnshaw
Oct 19, 2015 rated it did not like it
Un romanzo scritto con la stessa grammatura stilistica di un atto notarile: piatto e senza pathos, dal principio fino alla fine. Non c'è uno snodo, una evoluzione, una catarsi. La protagonista è priva di ogni spessore, un pollo freddo. Il motivetto "ogni giorno ha la sua pena, quanto basta per arrivare a sera" è riproposto fino allo sfinimento. Insomma, una minestra riscaldata. ...more
Fil
Feb 11, 2020 rated it really liked it
Lo stile è buono, molto scorrevole. La tematica è poco originale (crisi della coppia causa tradimento) però è trattata bene. I punti di vista sono soprattutto femminili: la protagonista è molto ben delineata
Laura Sannini
Apr 15, 2020 rated it it was amazing
Conosci una persona per ventitré anni e credi di non avere più nulla da scoprire al riguardo, sui tuoi sentimenti per le sue azioni, su come parlare in sua presenza e a che ora vuole trovare i vostri figli vestiti per la colazione.

Poi questa persona ti sorprende: un lunedì mattina si presenta in cucina con una valigia piena e l’annuncio che sta andando via per sempre perché non ti ama; il terreno ti crolla da sotto i piedi, non sai come gestire i ragazzi che vorranno una spiegazione, soprattutto
...more
Ella Endif
Jun 20, 2012 rated it liked it
Tre stelline e mezzo.
L’atmosfera cupa che aleggia in tutto il libro, dall’inizio alla fine, ha penalizzato un po’ la valutazione generale. La storia è scritta bene, il linguaggio è scorrevole, interessante la sovrapposizione temporale del presente (narrato al passato) e dei ricordi (narrati al presente). D’altro canto è anche vero che l’argomento trattato è parecchio scomodo: induce a porsi delle domande che per amor di serenità forse è più semplice evitare, ma non utile.
Tutta la trama ruota int
...more
Dierregi
Apr 10, 2016 rated it did not like it
Shelves: waste-of-time
Ci sono libri scritti con uno stile talmente affascinante da far scordare la banalità della trama e altri, dalla trama rigogliosa che fa scordare la piattezza dello stile. Il libro di esordio della Dunne non appartiene a nessuna delle due categorie.

La trama segue la separazione di una coppia borghese, banale quanto i loro nomi. Ben e Rose, sposati da vent'anni, con tre figli, sono una famiglia benestante e incredibilmente noiosa. Ben è il più vitale dei due, non necessariamente in maniera posit
...more
Leka
Oct 07, 2014 rated it liked it
Leggere un libro in due sere per me, in questo periodo, è una vera eccezione.
O il libro è di una rara bellezza e non mi consente tregua. O è talmente semplice, che scorre senza problemi.
Purtroppo questo appartiene alla seconda categoria.
E mi ha lasciato pure una vaga sensazione d'ansia e d'inadeguatezza.

...more
Liza M.  Jones
Jul 04, 2017 rated it it was ok
Recensione completa su www.pennaecalamaro.com

Un giorno Ben entra in cucina. Sta cercando Rose, che è occupata a bollire le uova.
«Rose.»
Ultimamente non l'ha quasi mai chiamata per nome, perciò lei alza lo sguardo sorpresa.
«Dobbiamo parlare.»
Il mondo crolla, anni e anni precipitano turbinando, vite vengono distrutte. Adesso Rose sa che tutte le venture sono state annunciate da quella frase. Dobbiamo parlare.
«Devo andar via per un po'. Penso che abbiamo bisogno di stare ognuno per conto proprio, so
...more
Alma
Dec 21, 2020 rated it liked it  ·  review of another edition
Per cominciare, ti dirò che mi piace tantissimo il titolo: “La metà di niente”, e perché? Semplicemente perché da senso a tutto quello che vive e sente la protagonista con il trascorrere dei giorni. Una mattina si alza come sempre, comincia a preparare la colazione per i suoi figli e marito, e questo, da punto in bianco la lascia, senza una spiegazione aldilà che il fatto che ha smesso di amarla... così, della notte al giorno. Lei poteva disperarsi, correre dietro di lui, chiedere spiegazioni, c ...more
Collezionedistorie
Aug 13, 2017 rated it really liked it
C'è chi ha scelto la [persona] sbagliata, e forse ha scelto per tutta la vita?
Ho amato molto Rose. Rose che non è perfetta, che ha sposato Ben anche quando c'erano parecchi campanelli d'allarme che avrebbero potuto insospettirla e indurla ad accorgersi che forse non era così adatto a lei. Rose che Ben l'ha sposato, e gli è rimasta fedele vent'anni, a differenza di lui. Quando Ben la lascia, con tre figli ed uno che ha perduto appena nato e al quale ancora pensa, Rose rinasce. L'ho amata per ques
...more
sarah de bartolomei
Aug 07, 2019 rated it it was ok
Primo libro che leggo di Catherine Dunne, La metá di niente, e non sará l'ultimo. Brevissima sinossi: la rinascita di una donna, moglie e madre di tre figli, dopo essere stata lasciata improvvisamente dal marito. La Dunne è molto psicologica, senza essere mai pesante; il testo risulta agile e spigliato grazie ai brevi capitoli, in cui vengono alternate le narrazioni del presente con quelle del passato. Un romanzo intimistico e piacevole. Non scioccano e non lasciani folgorati né lo stile né le c ...more
Georgiana 1792
Una storia purtroppo comune, che accade in Irlanda, ma che potrebbe accadere dovunque; di un uomo egoista che, dopo vent'anni in cui ha annullato la moglie - che non ha più amici e neanche un lavoro, ma si è dedicata solo a tenergli la casa ordinata come piace a lui e a occuparsi dei tre figli - si stanca di lei e si innamora di una donna meno passiva, proprio come non ha mai consentito a Rose di essere. E quello che è peggio, si comporta da bastardo persino con i figli.
Un libro che lascia in b
...more
Debora
Oct 15, 2019 rated it it was ok
Ogni volta che il libro sembra decollare... Ricade di nuovo nel baratro più profondo.
Spero che le donne che vengono lasciate non siano veramente così povere di spirito come rose in alcuni momenti (tipo quando sposta la macchina del marito nel parcheggio dell'aeroporto per fargli dispetto.... o non fai niente o gliela fai trovare girata sulla cappotta.... Spostargli la.macchina di qualche metro.non sposta di un solo cm la tua posizione di donna che non vale niente). Finale vuoto, la storia poteva
...more
Sandro Pasquini
I problemi della vita quotidiana resi romanzo
E' il secondo libro della Dunne che leggo e mi sono fatto l'idea che l'autrice abbia veramente una grande capacità di raccontare e trasformare in bei romanzi, storie di vita quotidiana più o meno problematica.
Il libro è ben scritto e la lettura è piacevole e a tratti coinvolgente.
...more
Sbarbies
Dec 28, 2018 rated it liked it
Sicuramente non è uno dei libri più belli io abbia letto ma è fra quelli che ho letto con più facilità e curiosità. Seppur le vicende ed i sentimenti della protagonista siano lontani dai miei, il modo semplice di narrazione permette comunque di identificarsi nella protagonista e proseguire con piacere la lettura.
Kristin Hogk
A nice first one. An easy read, constant, touching, but harmless, without huge surprises. Certainly not a new story, but a nice idea indeed, to tell parallely about the present and the past, both meeting in the end.
Emanuela ~plastic duck~
Jul 14, 2019 rated it really liked it
Shelves: contemporary
Mi lascio questa citazione:

"Gli avrebbe insegnato che c'erano scelte da fare, e non solo strade da seguire."
...more
Antonietta Buzzi
May 20, 2020 rated it liked it
Lettura scorrevole di una vicenda vissuta da molte coppie...niente di nuovo
Sarah
Nov 28, 2020 rated it liked it
3.5 ⭐️
DrSsa Valeria
Oct 30, 2020 rated it really liked it  ·  review of another edition
La crisi di coppia mette in crisi anche noi come persone. Intenso, mai lento. Arriva il dolore della donna ed è comprensibile il percorso che sta facendo per essere libera...
Virginia
3 stelline e mezzo!
Martina
Jan 03, 2021 rated it liked it
Carino ma sinceramente niente di che.
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 next »
topics  posts  views  last activity   
Goodreads Librari...: add book 6 190 Nov 19, 2015 04:13AM  

Readers also enjoyed

  • Mi sa che fuori è primavera
  • The Children's Train
  • La tentazione di essere felici
  • Borgo Sud
  • Three O'Clock in the Morning
  • Avrò cura di te
  • Fiore di roccia
  • L'amico ritrovato
  • Flowers Over the Inferno (Teresa Battaglia #1)
  • The Paris Library
  • Les Oubliés du dimanche
  • La misura del tempo (Guido Guerrieri #6)
  • The Hypochondriac's Pocket Guide to Horrible Diseases You Probably Already Have
  • L'isola dell'abbandono
  • The Attack
  • L'appello
  • Cambiare l'acqua ai fiori
  • Eva dorme
See similar books…
87 followers
Most writers serve a very long apprenticeship.

I became a fulltime writer in 1995, but I’ve been writing ever since I can remember. From short – very short – stories as a child to the usual excruciating poetry as a teenager: I’ve probably being putting words on paper for almost half a century now. What a thought.

As a child, it took me a few years to learn that there was a difference between reading
...more

News & Interviews

  Jenny Lawson is the funniest person you know. And if you don’t know her, just read one of her books and she becomes the funniest person you...
56 likes · 9 comments