Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Johnny The Partisan” as Want to Read:
Johnny The Partisan
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Johnny The Partisan

3.95  ·  Rating details ·  1,224 ratings  ·  51 reviews
A semi-autobiographical account of an episode in the war when the partisans briefly, and against all logic, 'liberated' a mountainous zone in Northern Italy. Translated by Stuart Hood.
Published (first published June 1968)
More Details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Community Reviews

Showing 1-30
3.95  · 
Rating details
 ·  1,224 ratings  ·  51 reviews


Filter
 | 
Sort order
Sandra
Jan 26, 2018 rated it it was amazing  ·  review of another edition
E’ colpa mia, ho trascinato la lettura per oltre due mesi, abbandonandolo spesso e poi riprendendolo dopo lungo tempo. La lettura è difficile, scoraggiante, l’uso costante dell’inglese soprattutto nella prima parte ha creato ulteriori difficoltà.
Però, nonostante tutto ciò, penso che lo sguardo di Fenoglio sul mondo dei partigiani, sull’epoca della storia italiana più confusa, insicura, sbandata e dolorosa sia così reale che diventa inutile leggere le altisonanti parole dei libri di storia, perc
...more
Dagio_maya
“Ragazzi, teniamo di vista la libertà”


“Johnny stava osservando la sua città dalla finestra della villetta collinare che la sua famiglia s’era precipitata ad affittargli per imboscarlo dopo il suo imprevisto, insperato rientro dalla lontana, tragica Roma fra le settemplici maglie tedesche.”

Eccomi subito immersa in questo tempo d’attesa dopo l’8 settembre.
Johnny ha disertato e si nasconde; i sensi sono in allerta, però, non solo per timore di essere scoperto ma per l’insorgere di un desiderio
...more
zumurruddu
L’uso del linguaggio di Fenoglio in questo romanzo è semplicemente prodigioso. Sapientemente egli lo plasma, lo crea, impastandolo con pezzi di inglese, con termini desueti, con espressioni nuove che disinvoltamente fioriscono da vocaboli comuni, e soprattutto con una poesia intensa, dura, passionale.
Ma intendiamoci, ci ho messo 200 pagine almeno per capirlo, per cogliere la poesia di questo modo nuovo di esprimersi, per allinearmi con quello sguardo che inchioda le cose del mondo con un’intensi
...more
Leka
May 30, 2012 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Anche solo per l'uso della lingua (o dovrei dire, meglio, delle lingue?) merita, ancora prima di arrivare in fondo alla storia, un inchino e uno sventolio di cappello. Regale.
Procyon Lotor
Feb 01, 2018 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Come romanzo di guerra vale "il nudo e il morto".

Come narrazione di una delle Resistenze è superato solo da sé stesso in "una questione privata".

Che però se vince nella sintesi non restituisce quell'essere in balia della natura non meno che dei nazifascisti. E' pure un romanzo di formazione ed un romanzo storico.
Johnny parte filoanglosassone, inframmezzando il suo racconto di frasi inglesi (semplici: è l'inglese dei Beatles) e man mano che prende fucilate, freddo, sporco, pulci, calli e vesci
...more
Roberta
Apr 21, 2015 rated it liked it  ·  review of another edition
Shelves: italiani
Uscito postumo nel 1968, dopo una travagliata vicenda editoriale e con un testo non del tutto accertato [...]

Ecco, appunto. Questo libro mi ha fatto molto riflettere sull'opportunità di pubblicare opere dopo la morte dell'autore, specie se è noto che l'autore non le considerava compiute.
Non sono un'esperta di Fenoglio, ma mi piace leggere della resistenza. Qui ho fatto fatica, principalmente per l'abuso dell'inglese. Io parlo molto bene la lingua d'Albione e sono consapevole che le lingue modern
...more
Arwen56
Sto leggendo ora, con colpevole ritardo, questo famoso romanzo incompiuto di Fenoglio. Ma debbo confessare che arranco parecchio nella lettura, non tanto per il tema trattato, perchè ne ho già letti tanti di libri al riguardo, quanto per il tipo di scrittura. Non mi è facile spiegare di che natura siano gli inciampi che trovo.

Conosco l'italiano, poichè italiana sono, e conosco l'inglese, perchè l'ho studiato. Tuttavia, questa commistione tra le due lingue mi risulta ostica. Non è che la giudich
...more
Ubik 2.0
Jun 14, 2013 rated it really liked it  ·  review of another edition
There were three of us this morning, I’m the only one this evening, but I must go on (non è fenglese ma Leonard Cohen [“The Partisan”])

“Il partigiano Johnny” è un’opera che, a quasi 50 anni dalla pubblicazione postuma e a 70 dagli avvenimenti narrati, mantiene pressoché intatto il suo valore. L’affermazione può apparire pleonastica quando si ha a che fare con i cosiddetti “classici” che tuttavia, almeno per quanto mi riguarda, spesso lasciano trasparire una patina di fastidioso anacronismo e vis
...more
Alexandra Bradan
May 22, 2015 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Shelves: classic
Inizialmente restia a leggere questo romanzo (non lo reputavo di mio gusto, parlando di temi bellici, a me così ostili), ho mutato idea con il procedere della narrazione, e da indifferente lettrice, me ne sono innamorata perdutamente. Magistrale la bravura di Fenoglio, che ha saputo descrivere minuziosamente e dettagliatamente il luogo di ambientazione della storia, le vicende dei partigiani e il clima appesantito della guerra, che ha impregnato ogni pagina del libro. Per un'appassionata di neor ...more
Roberto
Oct 26, 2017 rated it really liked it  ·  review of another edition
Di quando c'era ancora da raccontare

Sono estremamente grato al fato che mi ha fatto incontrare Fenoglio e la vicenda di Johnny partigiano nelle Langhe nevose del 1944. Per più di un motivo, ma in particolare per la sue dimensioni storica, personale e letteraria.

In primis dunque per l'ambientazione storica, perché non conoscevo molte delle cose descritte, e forse altri con me. Come la divisione tra partigiani Badogliani 'azzurri' sbandati con l'8 Settembre e comunisti 'rossi' in attesa delle trup
...more
Dvd (SuntLacrimaeRerum)


Libro complesso sia da valutare che da leggere. Il perché è presto detto: non esiste una versione finale, e questa stessa edizione è di fatto l'assemblaggio della prima (cap.1-20) e della seconda (cap.21-39) revisione del romanzo. Il problema non sta tanto in eventuali discrepanze di trama, ma nello stile proprio di Fenoglio in fase di scrittura. La trama è invece nota e racconta del giovane Johnny che dopo l'8 settembre'43 si fa partigiano sulle colline delle Langhe, combatte durante la conquis
...more
Giuseppe D
Apr 12, 2013 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Una neolingua fatta di contaminazioni, di immagini, di personificazioni. Da leggere il saggio di Dante Isella riportato alla fine del libro. Altro che berlusconismo come dice la Gelmini, riportiamoci Fenoglio nelle scuole!
Inertiatic85
Jul 27, 2017 rated it really liked it  ·  review of another edition
Ho fatto parecchia difficoltà all'inizio, a causa della varietà linguistica di Fenoglio, molto personale. Anche l'uso dell'inglese spezzava il ritmo del libro, che inizia con calma, si prende il suo tempo. Il romanzo va letto con pazienza, perché incompiuto, una sorta di miscuglio tra due bozze, e le cose meno rifinite sono sempre più complesse. Si viene ripagati dalle ultime 150 pagine, di un'intensità incredibile, di un inverno infinito e solitario in cui tutto può finire da un momento all'alt ...more
Pollapollina Books
Per lungo tempo, dal 25 aprile dello scorso anno, ho letto le avventure di Johnny, il partigiano delle Langhe, amante della lingua inglese, nel suo lento trascinarsi della vita sulle colline, tra nascondigli, lunghe attese, brevi conflitti e ancora attese, un inverno sconfinato, immobile e gelido, tra pochi volti più diffidenti che amichevoli. Un lungo romanzo, che non riuscivo a leggere più velocemente, anche io forse trascinata nell'insensatezza di quella logorante guerra. Ma forse adesso sent ...more
Vitani Days
Parlare de "Il partigiano Johnny" di Beppe Fenoglio non sarà affatto un'impresa facile. Si tratta, semplicemente, di uno dei romanzi più intensi che io abbia mai letto. Credo di avere detto già altrove che considero Fenoglio uno dei migliori narratori del Novecento, se non addirittura il migliore, e non smetterò mai di ribadirlo.
Quella di Johnny è l'epopea di un ragazzo ventiduenne alle prese con la guerra partigiana, un ragazzo di città, letterato, intellettuale, che per tutta la durata della s
...more
Gnuvolante
Apr 17, 2011 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: narrativa, storia
Nel romanzo di Fenoglio traspare come per magia tutta la bruttezza della guerra e tutta la precarietà della vita dei partigiani, uomini che fino a poco tempo prima di imbracciare le armi contro i nazi-fascisti erano uomini comuni, ginuflessi al dominio del prepotente despota. E nelle loro disgrazie e vittorie, nelle loro brevi fughe dalla realtà e nei pochi istanti conditi di parvenza di vita spensierata, a tratti monotona, non può non trasparire la disorganizzaione del movimento, con le insoffe ...more
Ettore.bilbo
Nov 16, 2010 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Shelves: da, rileggere, romanzo, my, favorite
Uno tra i libri più belli del dopoguerra italiano.
Lo stile di Fenoglio è denso ma affascinante.
Elena (theketterdamlibrary)
“Il partigiano Johnny” è un libro difficile. Molto. Non solo per il tema che tratta - la Resistenza in Italia - ma per come lo tratta. Questo romanzo è diviso in due parti. La prima è assolutamente illeggibile. O meglio, è leggibile, ma è molto lenta, molto difficile da capire e a tratti addirittura tediosa. Fenoglio mischia impunemente l’italiano all’inglese, scrive le frasi come vuole lui, nella lingua che vuole lui, nello stile che più gli aggrada. E tu sei lì, che vorresti disperatamente ama ...more
Bookworm
Apr 08, 2019 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Un libro complesso, che ho iniziato controvoglia (lettura assegnata, non scelta autonomamente) e che, superato lo scoglio delle prime cento pagine, ho divorato tutto d’un fiato. È un romanzo non facilmente digeribile, non tanto per gli argomenti trattati, quanto per la difficoltà della lingua, che mi ha reso la lettura molto più lenta di quanto altrimenti non sarebbe stata. A dispetto di ciò, credo che sia uno di quei libri che si devono leggere almeno una volta nella vita e che quasi sicurament ...more
Tania
May 09, 2017 rated it did not like it  ·  review of another edition
This review has been hidden because it contains spoilers. To view it, click here.
Francesca  Rovaris
Sep 10, 2017 rated it did not like it  ·  review of another edition
Riconosco il merito letterario-storico del romanzo, ma personalmente la storia è la scrittura non mi hanno per nulla stimolata, trasformando una lettura che mi aspettavo piacevolissima in un tedioso appuntamenti quotidiano
Gaetano Apicella
Non sento di voler scrivere molte parole.
Il punto è che questo libro va sullo scaffale insieme
all'Iliade e all'Odissea.
Massi
Feb 22, 2018 rated it really liked it  ·  review of another edition
3 1/2
Nobile
Jan 11, 2018 rated it really liked it  ·  review of another edition
Grande Johnny!
Antonio
Bello, molto bello per come presenta i personaggi. Scoprire cos'è stata VERAMENTE la resistenza mi ha aperto gli occhi, sfatare tanti miti e costruire altre verità migliori. Unico, grossa pecca, è difficile. è ostico a leggersi per tutte le frasi e le parole inglesi disseminate, è difficile a volte seguire i dialoghi per una punteggiatura non ideale. Consigliato ma non è una lettura semplice
William Kirkland
Like many such books --partly novelized autobiography-- this will appeal more to those interested in particular times and places, the behavior of men in battle, than to those looking simply for a good read. Fenoglio is acute and perceptive in his sketches of men but it is not a novel of deep psychology or a study of the human character. What he does bring, with rare gifts, is the unexpected turn of phrase, the image that sometimes, is so unique, that it distracts from the sentence or paragraph. ...more
Sofia
Aug 09, 2015 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Un capolavoro che racconta della Resistenza in Italia e della dura vita dei partigiani, fatta di privazioni e perdite. Fenoglio descrive a meraviglia il formarsi del movimento partigiano, la conquista della città di Alba e la sua successiva perdita, l'attacco dei fascisti alle colline, prima tanto sicure e familiari per i partigiani, ormai non possono più offrire loro rifugio ed il terribile inverno del 44, che riduce tutti alla solitudine e allo stremo.

Da un inizio non molto scorrevole a causa
...more
Mimonni
Nov 04, 2012 rated it really liked it  ·  review of another edition
Tanto ho fatto fatica a leggerlo, e tanto mi è rimasto impresso.
Trama conclusa ma stesura non finita. Fenoglio era solito scrivere in inglese per poi tradurre in italiano nelle stesure successive fino alla definitiva.
Ne esce una nuova lingua, più d’una forse, affascinantissima quanto ardua da seguire ( soprattutto nei primi capitoli ). Poi si entra nel ritmo, nella nuova sonorità, da scrittura in prosa sembra quasi di passare a una scrittura in forma poetica. Molto interessante per approfondire
...more
Sara Sbaraglia
Aug 24, 2015 rated it did not like it  ·  review of another edition
Shelves: 1950-1999, italia
Ho arrancato parecchio nella lettura, che tra prendi e lascia e riprendi e "adesso lo abbandono del tutto" mi sono trascinata per più di un mese. La principale causa di questa fatica è stata lo stile, troppo particolare, pullulante di neologismi, arcaismi, frasi mezze in inglese e mezze in italiano che sicuramente non rendono la narrazione fluida. A questo si aggiunga che non mi ha preso per niente neanche la storia e il gioco è fatto. L'ho terminato solo per questa mania che ho di dover finire ...more
Clara Mazzi
Mar 19, 2014 rated it really liked it  ·  review of another edition
Bello, ma. Forse un po' troppo lungo e monotono, anche se va detto che questo libro Fenoglio se l'era tenuto nel cassetto e non si sentiva di ancora di pubblicarlo (è uscito postumo). Strabiliante però la sua lingua, così frammista all'inglese, così nuova e questo suo descrivere come un grand affresco l'inverno del 44 e la durezza delle condizioni anche dei partigiani, dipinti non come degli eroi ma come delle persone alla difficile ricerca di sè stessi, della loro giusta collocazione nel mondo. ...more
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 next »
topics  posts  views  last activity   
Add page number ISBN 9788806174668 1 8 May 29, 2011 09:10AM  
  • Uomini e no
  • La donna della domenica
  • Don Giovanni in Sicilia
  • Libera nos a malo
  • La cognizione del dolore
  • Il centravanti è stato assassinato verso sera
  • Il sergente nella neve; Ritorno sul Don
  • La vita agra
  • The Viceroys
  • Le confessioni d'un Italiano
  • Born Twice
  • The Quiet Man and Other Stories
  • Tempo di uccidere
  • La Compagnia dei Celestini
  • Il segreto di Luca
  • Malombra
  • 54
  • Romanzo criminale
62 followers
Beppe Fenoglio (born Giuseppe Fenoglio 1 March 1922, Alba (CN) - 18 February 1963, Turin) was an Italian writer. His work was published in a critical edition after his death, but controversy remains about his book Il partigiano Johnny (translated as Johnny the Partisan), often considered his best work, which was published posthumously (and incomplete) in 1968.
The works of Fenoglio have two main th
...more
“Era tremendamente eccitante, e pregnante, marciare al basso in quella sospensione di partigianesimo. Johnny si sentiva come può sentirsi un prete cattolico in borghese od un militare in borghese: le armi razionalmente celate sotto il vestito, il segno era sempre su di lui: partigiano in aeternum” 1 likes
“-Battuti. Io adoro gli uomini battuti.” 0 likes
More quotes…