Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Femminili singolari” as Want to Read:
Femminili singolari
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Femminili singolari

4.14  ·  Rating details ·  727 ratings  ·  92 reviews
Sindaca, architetta, avvocata: c’è chi ritiene intollerabile una declinazione al femminile di alcune professioni. E dietro a queste reazioni c’è un mondo di parole, un mondo fatto di storia e di usi che riflette quel che pensiamo, come ci costruiamo.
Attraverso le innumerevoli esperienze avute sui social, personali e dell’Accademia della Crusca, l’autrice smonta, pezzo per
...more
Paperback, 227 pages
Published December 5th 2019 by effequ
More Details... Edit Details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Femminili singolari, please sign up.

Be the first to ask a question about Femminili singolari

Community Reviews

Showing 1-30
Average rating 4.14  · 
Rating details
 ·  727 ratings  ·  92 reviews


More filters
 | 
Sort order
Start your review of Femminili singolari
Rowizyx
Nov 16, 2020 rated it really liked it
Cattive abitudini che mi voglio togliere:

• il "la" davanti ai cognomi e ai nomi delle donne;
• gli automatismi sui lavori che parlando mi salgono spontanei al maschile, anche quando il soggetto è donna;
• la rassegnazione a correggere chi mi chiama signora o signorina in ambito lavorativo.

La ritengo una lettura molto stimolante, per chi si interroga sui femminili professionali o sulla questione femminismo e linguistica. Vera Gheno, salita alle cronache per un attacco social abbastanza triste a cui
...more
metempsicoso
Jun 20, 2021 rated it liked it
Questo è uno di quei libri per cui, a leggere alcuni dei messaggi social riportati da Gheno, ti vergogni non poco ad avere un pisello tra le gambe. Ché proprio ti viene dal cuore, quel rigurgito di disgusto, disagio e disperazione dato dall'appartenere al genere maschile.
È una sensazione scomoda, con cui tutti i femministi prima o poi devono fare i conti e che, sì, è una delle questioni basilari della necessaria rifondazione della - tra virgolette molto calcate - "mascolinità".
Sulla questione de
...more
Camilla Dalmazio
Jan 27, 2021 rated it really liked it
Sbattere in faccia questo libro a tutti quelli che: "ingegnera non si può sentire, orrore!"
Perché la salumiera come la chiami? Salumiere?
...more
Diletta
Nov 02, 2020 rated it it was amazing
Tenetevelo sempre sottomano che di questi tempi è bene avere la risposta pronta.
Mariaelena Di Gennaro
DIRETTORE O DIRETTRICE?

"La domanda è sempre la stessa: perché non vengono mai messe in dubbio le mille professioni di cui la donna è tradizionalmente presente (con il nome declinato al femminile), mentre laddove una donna non è stata fino a oggi abituale ci si appiglia alla neutralità della carica, del ruolo o della professione?
La regina Elisabetta non si è mai posta, credo, il problema della neutralità della carica di re".

"Da linguista mi chiedo perché maestra non sia ridicolo, ma ministra s
...more
Ilaria
Feb 19, 2022 rated it really liked it
“Il femminile non sottolinea una differenza, ne è semplice conseguenza.”

Saggio interessantissimo sull’uso dei femminili singolari, in particolare professionali, e su quanto l’utilizzo di parole come assessora, ministra, sindaca e via dicendo sia ancora bistrattato perché, e qui cito testualmente, si tratta di parole cacofoniche, brutte, che suonano male e bla bla bla. Scorrevole e molto semplice da leggere, mette però ben in luce tutti gli aspetti che invece dovrebbero spingerci a far entrare qu
...more
Elisabetta Felici
May 02, 2020 rated it it was amazing
Un'arma infallibile per chi, come me, spesso si mette a litigare su Facebook con sconosciuti sulle questioni di genere, in questo caso la declinazione delle professioni al femminile (sindaca, la presidente, assessora, ministra).
"anche stronzio è cacofonico, ma non oer questo lo chiamiamo magnesio".
...more
Virginia
Aug 03, 2020 rated it really liked it
Interessante e utile, molto carino il fatto che l'autrice abbia riportato i vari post degli utenti sui social rispondendo. Pur non essendo un libro brevissimo, l'ho divorato in due giorni. ...more
Silvia Girotto
Mar 28, 2020 rated it it was amazing
Shelves: gender-studies
Vera Gheno affronta un tema complesso in maniera chiara e argomentando le posizioni linguistiche con la quel pizzico di ironia che ti impedisce di staccare gli occhi dal libro. Mostrando i fattori linguistici del tema dei femminili di professione riesce a mostrare come il nostro linguaggio possa risultare davvero sessista nel modo in cui lo percepiamo. Ciò che più mi ha tenuto attaccata alle pagine è stato il fatto che l'autrice riporti fedelmente episodi presi dalle pagine social per mostrare c ...more
Adriano Pugno
Nov 24, 2020 rated it it was amazing
Che bello tornare ai libri di linguistica a undici anni dalla laurea, e che bello farlo con questo godibilissimo libro di Vera Gheno, che spiega concetti fondamentali come fossero elementari, con una serenità di vedute e di stile che riempie di ottimismo malgrado tutto ciò che di becero si legge sui Social. Per me è stato, oltre ad essere educativo, un toccasana.
Rosa, Leggo e Scrivo
Sep 24, 2020 rated it really liked it
Beh, ora c'è a disposizione di tuttx un prontuario con cui ribattere agevolmente alla disinformazione dilagante (non è e non è mai stata una questione di "-a"), e senza rimetterci la salute.
Da sorbire tutto d'un fiato.
...more
Erika sing
Mar 11, 2021 rated it it was amazing
Uno strumento utile da portarsi dietro, non solo metaforicamente parlando.
Jayden
Mar 11, 2022 rated it it was amazing
Shelves: feminism-lgbt
È stato veramente interessante leggere questo breve saggio in cui Gheno demolisce pezzo pezzo le varie argomentazioni maschiliste che vi sono intorno alla nostra lingua. Personalmente ho trovato vincente utilizzare i commenti sui social per spiegare il suo punto di vista, perché con concreti esempi ti mette davanti alle varie sfaccettature della misoginia italiana. Nonostante breve, lo reputo un saggio linguistico completo, dato che Gheno ha dedicato spazio anche al gender neutral e allo schwa ( ...more
GliScleriDiUnaFangirl
Jun 26, 2021 rated it it was amazing
A leggere tutti gli esempi raccolti in questo libro mi sono sentita sconfortata, più che rinfrancata. Gli esempi riportati, infatti, sono i più comuni e inflazionati tentativi di screditare qualsivoglia avanzamento di lingua verso un’evoluzione più inclusiva. Frasi al limite dell’irreale (basti pensare a pediatro) che comunque vengono usate continuamente come il prezzemolo, ripetute a macchinetta da orde di difensori della Vera Lingua Italiana, mortalmente preoccupati della sua eventuale evoluzi ...more
Lucia A Bordo Pagina
Apr 26, 2021 rated it really liked it
Avete un parente/amico/conoscente che si ostina a dire che "l'italiano ha il maschile estensivo ed è giusto così" oppure che "l'italiano non si deve snaturare ammettendo femminili dove non ci sono, che avvocato deve restare avvocato e bla bla bla"?
Benissimo: prendete questo libro, apritelo a qualsiasi pagina e sbatteteglielo in faccia.

Il saggio è davvero molto scorrevole, raccomandatissimo!
...more
Aki Penn
Feb 16, 2022 rated it really liked it
Il tema del testo è estremamente interessante, Gheno parla di linguistica spiegando in maniera semplice e smontando in particolare varie contestazioni dei femminili professionali, dando anche una visione storica sul dibattito.
Il libro tratta poi marginalmente anche l'uso della schwa e del femminismo in generale.
Dà inoltre dei begli spunti di riflessione anche per quanto riguarda il tema del dibattito in genere, che ho ritenuto molto apprezzabili.
Per quanto mi riguarda, ho comunque trovato un po
...more
Valentina
Jan 30, 2022 rated it it was amazing
Shelves: audiolibro
"Architetta è brutto, sembra tetta"
"Ministra / minestra ahahaha"
Fantastico, le obiezioni si fermano a critiche da terza media?

"I femminili suonano male, sono parole brutte"
Perché maestra, infermiera o cassiera non suonano male e ministra, ingegnera o assessora si?
E poi, se vogliamo parlare di estetica delle parole, secondo me palcoscenico, otorinolaringoiatrica, melanzana e sarcofago andrebbero tolte dal dizionario. Sono parole veramente brutte.

Un libro veramente meraviglioso. Forse, avendolo
...more
Eugenia Beccalli
Mar 30, 2021 rated it really liked it
Prima di interessarmi alla questione ero una di quelle persone che trovava cacofonici determinati femminili. Questo libro è un invito ad andare oltre la questione di pancia, per capire da un punto di vista squisitamente grammaticale come funzionano i femminili professionali e perché la "cacofonia" non è una caratteristica intrinseca della parola, ma il riflesso di una cultura che spesso tende a considerare più prestigioso il maschile. Non è un'opera prescrittiva, non è proselitista, ma rifiuta e ...more
Chiara Marchese
Mar 12, 2021 rated it really liked it
Shelves: saggistica
In libreria da un po', ma con la "rispolverata" della diatriba maschili/femminili professionali a Sanremo è stato quasi automatico prenderlo dallo scaffale. Gheno prende in considerazione le questioni socio-linguistiche legate alla tematica, esponendole in modo argomentato, chiaro e fornendo anche ottimi spunti per andare oltre le frasi fatte e i commenti "di pancia" (da una parte e dall'altra) sulla questione dei femminili professionali. Consiglio di lettura per chi è già convinto che la lingua ...more
Sonia
Jul 17, 2020 rated it really liked it
“Da un punto di vista linguistico, i femminili inediti sono forme previste dal sistema dell’italiano, che fino a tempi recenti erano come rimaste dormienti perché non servivano. Dunque forse è proprio fuorviante pensarli come neologismi.

Penso che usare i femminili professionali non risolva, di per sé, i problemi delle donne, ma possa aiutare a normalizzare la presenza delle donne in contesti professionali in cui prima erano quasi assenti.

Che la realtà influenzi la lingua lo sappiamo bene. [...]
...more
Hella
Jul 02, 2020 rated it really liked it
Libro molto interessante, di facile lettura, nessuna discussione troppo complicata o accademica sulla grammatica italiana, alla portata di tutti. Non solo un libro per riflettere sulla situazione dell'italiano ma anche per riflettere sulle resistenze verso una lingua più inclusiva, badate bene, senza nessuna forzatura, solo utilizzando parole già presenti nel dizionario e regole presenti nella grammatica italiana. ...more
Neve
Dec 11, 2020 rated it liked it
Utilissimo e illuminante anche per una “addetta ai lavori” come me, anzi ancora di più perché suggerisce scenari di discussione e argomentazione che vanno ben oltre la mera competenza linguistica. Una stellina in più infatti va all’autrice: ammiro e invidio la pacatezza con cui riesce a replicare ad ogni commento stupido, ignorante e ripetitivo.
Marti bradipalec
https://www.instagram.com/p/CZ90phSMt...

Vera Gheno con professionalità, equa divulgazione e ragionata argomentazione racconta il dibattito sui femminili professionali e più in generale della potenziale metamorfosi della lingua italiana.

Consigliato a chi vuole informarsi sull’inclusività del linguaggio, ma anche a chi ha uno sguardo scettico sulla situazione - e non per convincere a suon di implorazioni, ma per proporre un dialogo quanto più onesto e ampio possibile.

“La diversità è bella.”

Nel
...more
SusyG
Aug 23, 2021 rated it it was amazing
Shelves: favorites, saggi
"Ma si dice sindaca o sindachessa?" "Ingegnera suona male, non si può usare" e a tanti altri di questi commenti risponde per filo e per segno Vera Gheno. Io mi svendo facilmente con i libri di linguistica ma questo è una vera bomba! Si fa una bella ripassata (o in alcuni casi si impara proprio qualcosa di nuovo) della nostra grammatica. Ho apprezzato tantissimo il capitolo sui femminicidi raccontati "male" dai giornali (e che purtroppo sono un argomento sempre attuale). STUPENDO! ...more
Yuri Tacconi
Nov 10, 2021 rated it it was amazing
(versione Femminili Singolari+)

Un libro fenomenale. Gheno fa un lavoro spettacolare lavorando come "entomologa del web" (cit. sua), dando basi solide, consigliando un metodo di lavoro e fornendo un kit antiscocciature e antiignoranti a prova di bomba. Più piratesse, difenditrici, pubbliche ministere e più ə!
...more
Martina Ceroni
Mar 16, 2022 rated it liked it
Tema molto interessante e ben spiegato, ma troppo ripetitivo
Veronica Rinero
Sep 22, 2021 rated it it was ok
Interessante, ma la parte centrale l'ho trovata un po' pesante: avrei preferito un saggio più discorsivo e consequenziale e meno esempi di posts con relativa risposta dell'autrice. ...more
Ilaria Aceto
May 22, 2022 rated it liked it
Shelves: audiolibro, saggi
3,5 ⭐
Veronica
Aug 18, 2020 rated it it was amazing
Un manuale dettagliato e pieno di esempi linguistici che risponde a tante domande che un parlante di lingua italiana normalmente incontra innumerevoli volte. L'autrice fornisce una serie di esempi e aiuti pratici per risolvere dubbi personali (il femminile di evasore?) e per rispondere a chi ancora oggi sostiene che i femminili non siano fondamentali e il maschile sia neutro. ...more
Cali
Apr 30, 2021 rated it it was amazing
Shelves: fem, it-l, ling, nonfic, it, celo
Imprescindibile, sentivo che mi sarebbe stato utile e l'ho adorato. Strasottolineato alla prima lettura, ora è tempo di sviscerarlo e prendere appunti ✨ ...more
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »

Readers also enjoyed

  • Brutta: Storia di un corpo come tanti
  • Stai zitta
  • Il capitale amoroso
  • Maledetta sfortuna
  • Il corpo elettrico. Il desiderio nel femminismo che verrà
  • Libri che mi hanno rovinato la vita e altri amori malinconici
  • Perché il femminismo serve anche agli uomini
  • Manuale per ragazze rivoluzionarie: Perché il femminismo ci rende felici
  • Cose, spiegate bene. Questioni di un certo genere
  • Campo di battaglia. Le lotte dei corpi femminili
  • Sex work is work
  • Niente di vero
  • Poverine: Come non si racconta il femminicidio
  • L'unica persona nera nella stanza
  • Rivoluzione Z: Diventare adulti migliori con il femminismo
  • Génie la matta
  • Eroine. Come i personaggi delle serie TV possono aiutarci a fiorire
  • Bastava chiedere!: 10 storie di femminismo quotidiano
See similar books…
122 followers
Vera Gheno è una sociolinguista. Nasce in Ungheria nel 1975. Si laurea e si addottora in Linguistica presso l'Università di Firenze, specializzandosi sulla comunicazione mediata dal computer. Insegna all'Università di Firenze (Laboratorio di italiano scritto), all'Università per Stranieri di Siena (Applicazioni informatiche per le scienze umane) e al Middlebury College, sede di Firenze (Sociolingu ...more

News & Interviews

Need another excuse to treat yourself to a new book this week? We've got you covered with the buzziest new releases of the day. To create our...
33 likes · 3 comments