Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Che animale sei?: Storia di una pennuta” as Want to Read:
Che animale sei?: Storia di una pennuta
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Che animale sei?: Storia di una pennuta

3.52  ·  Rating details ·  468 ratings  ·  41 reviews
Un camion che sbanda nella notte di Natale e un'anatroccola che nasce rotolando in curva, sbalzata da quel camion fin dentro una pantofola abbandonata vicino a un bidone della spazzatura...L'anatroccola non sa di vivere dentro una pantofola e, a dirla tutta, non sa nemmeno di essere un'anatroccola...Anzi, si convince di essere una pantofola. Inizia così per lei un ...more
Hardcover, Le Gabbianelle, 204 pages
Published 2013 by Guanda (first published 2005)
More Details... Edit Details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Che animale sei?, please sign up.

Be the first to ask a question about Che animale sei?

This book is not yet featured on Listopia. Add this book to your favorite list »

Community Reviews

Showing 1-30
Average rating 3.52  · 
Rating details
 ·  468 ratings  ·  41 reviews


More filters
 | 
Sort order
Start your review of Che animale sei?: Storia di una pennuta
Emir Ibañez
La editorial Duomo publicó este libro en español bajo el título: Dime qué soy (y te diré qué eres). Pero no existe su ficha en Goodreads.

Este libro me sorprendió.
Es una historia muy peculiar: sigue la vida de un ser que no sabe qué es lo que es (pese a que por su descripción todos sabemos que es una pata) y su búsqueda por descubrirlo.
Narrada a modo de fábula todos los personajes de este libro son animales y contiene muchísimos elementos filosóficos que tienen como eje principal la identidad: su
...more
Paola
Oct 30, 2018 rated it it was ok  ·  review of another edition
Shelves: arsrc18, e-book
Di sicuro questo non è un libro per bambini. Un bambino non potrebbe mai capire che le parti in cui l'autrice insiste sulle convenzioni sociali, sugli "obblighi" familiari ecc hanno lo scopo di farci riflettere su quanto siamo ingabbiati, i bambini vedrebbero solo una conferma che, ad esempio, non puoi deludere il papà, che se tutti fanno una cosa la devi fare anche tu.
Leggendolo da adulta devo dire che non mi ha entusiasmata, è talmente farcito di stereotipi di ogni tipo che si fatica a
...more
Elisabetta
Deliziosa storia sulla ricerca di se stessi.
In poche parole questo libro è una ricerca, ma è anche di più. è una storia di forza e di coraggio, ma soprattutto è una storia divertente e come potrebbe non esserlo il racconto di un anatra che si crede una pantofola??

Ma per me, la parte più esilarante è stata sicuramente la scelta dei nomi.
Ad esempio Pipi Strel, un piccolo pipistrello che non riesce a diventare perfettamente nero e resta grigio (ma che in fondo desidera essere arancione), figlio del
...more
Alessandra
Jun 03, 2016 rated it really liked it  ·  review of another edition
Letto in un pomeriggio di pioggia. Storia tenerissima di un'anatroccola senza mamma che vaga per il mondo alla ricerca della propria identità. Piacerebbe alla mia amica Paola M. ... anzi, penso che lei questo libro l'abbia già letto :)
La pennuta si chiama Princi.
Ho preso il libro in prestito in biblioteca e nel risvolto di copertina ho trovato un post-it a forma di cuore rosa con la scritta, a penna nera in stampato minuscolo: "La mia mammina è spunciosa ma tenera!" e il disegnino di un vasetto
...more
Francesca
Graziosa. Quella della Paperina che si crede ciabatta è veramente una storia graziosa. Senza pretese e garbata ... un respiro pacato. Niente di grandioso, nessuna emozione forte. Pane, acqua e zucchero, una cosa semplice e senza impegno. Ecco tutto.
Sandro Pasquini
Il libro è carino, si lascia leggere abbastanza bene, ma non mi ha entusiasmato.
L'idea di stigmatizzare alcuni comportamenti umani attraverso gli occhi e le parole di un'anatra che non sa chi è sua madre non è male.
Alcuni passaggi sono molto simpatici, ma per i miei gusti ho trovato il linguaggio e lo stile un po' troppo "infantili".
Comunque lo consiglio a chi si vuole leggere un libro breve e non troppo impegnativo, ma con buoni spunti di riflessione.
Sorairo
Dec 07, 2015 rated it it was ok  ·  review of another edition
Non mi ha convinta. Carino, a tratti irriverente e non del tutto per bambini, ma non ho avuto un minimo di piacere per la lettura. Non fosse stato per il gruppo di lettura non lo avrei facilmente letto.
Jennifer
Dec 29, 2015 rated it really liked it  ·  review of another edition
"I thought I was a panther - The story of a duck on the search of herself". A very sweet tale about the importance of finding ones identity - and of loosing it. A quick, fun read that made me laugh, cry and wonder.
Masha
Jan 11, 2012 rated it it was amazing  ·  review of another edition
In Croatian "Koja si ti životinja?".
Marta
Sep 10, 2019 rated it liked it  ·  review of another edition
2.5 stelline
Ero alla ricerca di un romanzo carino per giovani lettori e quando mi è capitato tra le mani questo ne sono rimasta da subito incuriosita.

La storia è carina però non mi ha convinto del tutto.
Tutto inizia quando la piccola papera, appena nata, cade giù dal camion che la stata trasportando e scambia una pantofola per sua mamma. Da qui dovrà cavarsela da sola ed incontrerà diversi animaletti nei quali cercherà di rivedersi ma dai quali capirà di essere molto diversa. La vediamo
...more
Bookishgirl
Jun 14, 2018 rated it really liked it  ·  review of another edition
Ich dachte, ich wär ein Panther Wenn man in einem Plüschpantoffel geboren wurde statt in einem Nest woher soll man als kleine Ente wissen, dass man eine Ente ist? Paola Mastrocolas kleine gefieder-te Heldin muss selbst herausfinden, wer sie wirklich ist: Ein Panther? Oder ein Biber? Das philosophische Märchen der preisgekrönten italienischen Bestsellerautorin Paola Mastrocola hat die Herzen der Leser im Sturm erobert: eine zauberhafte Geschichte über die schwierige Entdeckung der eigenen ...more
Anto_s1977
Sep 14, 2018 rated it really liked it  ·  review of another edition
Molto carina questa favola moderna. E' la storia di una pennuta che, per caso, crede che la madre sia una pantofola a forma di topo all'interno della quale si è sistemata dopo la nascita.
Ovviamente la mamma pantofola non può insegnarle niente e lei non conosce niente di sé stessa e nemmeno del mondo che la circonda.
Poi un giorno la mamma pantofola scompare e la pennuta comincia la sua ricerca. Si imbatte in molte specie animali e ogni volta si convince di appartenere a quella specie, finché
...more
Luca Dofus
Non lo so... all'inizio sembravano solo una serie di frasette di filosofia spicciola, una sorta de Il Piccolo Principe venuto male, buttate li, senza spessore e senza colore. Poi a un certo punto si e' iniziato a riempire, il racconto e' diventato denso, si e' colorato ed ogni frase si e' tinta di una sfumatura emozionale, a volte anche forte. Peccato che non sia stato cosi' fino alla fine, quando invece, a mio avviso, il racconto e' ritornato sui toni piatti iniziali. Leggero' comunque il ...more
MonicaEmme
Dolce, sì dolce, perché è una favola anche se poi tanto favola non lo è considerato che spesso la piccola anatra pone domande alle quali non sappiamo rispondere! La piccola ci prende in giro con la sua semplicità, mostrandoci quanto siamo ridicoli!
Ci chiediamo sempre chi siamo? Da dove veniamo? Quali sono le nostre caratteristiche? Ma non troviamo risposte!
Lei si sente libera solo quando scopre di non essere nessuno, riflettiamoci!
Andrea Muraro
Forse ho letto il libro in un momento sbagliato, ma non ho trovato molto godimento in questa fiaba moderna. Tuttavia ho apprezzato le sottili e nemmeno troppo velate metafore della vita contemporanea e dei suoi problemi legati alla diversità e allaccettazione di sè. ...more
Tina
Sep 02, 2019 rated it really liked it  ·  review of another edition
Reading challenge - book 26 - "A book that includes a wedding"
Sarah Haas
Apr 23, 2019 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: fiction, funny, owned
Lovely novel about a duck searching for it's identity. Makes you think of your own identity.
Keksisbaby
Apr 13, 2012 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Shelves: borrowed, read-2009
Ihre Mutter ist ein Pantoffel mit einem Mäusegesicht und geboren wurde sie an einem heiligen Abend als der Laster auf dem sie sich befand von der Strasse abkam. Als sie alt genug ist beginnt sie mit ihrer Pantoffelmutter die Welt um sich herum zu erforschen. Mit jedem Stückchen des Weges erfährt sie ein bißchen mehr über sich und die Welt. Aber es ist nicht immer einfach, zu erkennen das die Erwartungen der anderen nicht dem entsprechen was man im inneren fühlt. Die kleine Ente gibt aber nicht ...more
Taaya
Feb 01, 2016 rated it really liked it  ·  review of another edition
Wenn man in einem Pantoffel geboren wird und lange Zeit nichts anderes kennen lernt, denkt man zwangsläufig, man wäre ein Pantoffel, oder? Zumindest, wenn einem jemand sagt, was das Ding ist, was man für seine Mutter hält.

Teils ein wenig unlogisch, aber sehr liebevoll und auch kindgerecht geschrieben nimmt uns ein kleines Etwas mit auf eine Reise, zu entdecken, wer oder was es denn ist. Dabei lernt es verschiedene Tiere kennen, fühlt sich aber nirgends so wirklich zuhause. Und je mehr es über
...more
Teresa
Contrariamente alle lodi lette online su questo libro, io non l'ho trovato per niente "bellissimo" e "da non perdere".
Una favola troppo ingenua per i grandi, troppo poco ingenua per i più piccoli. Per niente profonda, alcune parti sembrano forzate, altre messe un po così, la lettura non fila proprio liscia. La trama mi ha catturato, l'inizio era interessante, il finale è stato super-banale. Ci sono degli insegnamenti importanti sparsi, ma niente di straordinario. Forse mi aspettavo qualcosa in
...more
Elisa
Oct 14, 2011 rated it liked it  ·  review of another edition
Ho trovato questo libro molto carino, scritto in maniera molto facile e comprensibile. A volte sembra quasi una storiella per bambini forse... Il libro parla proprio di quest'anatra (perché è un'anatra), che essendo nata in condizioni particolari, non sa che animale sia.
Mi ha fatto un po pensare a come i pregiudizi ed i giudizi delle persone possano influenzare le altre. Alla fine quest'anatra continua a chiedere a tutti cosa lei sia e si attacca ad ogni giudizio che riceve, per poi rimanerne
...more
Vedriel
Well, it's a nice story, full of good philosophical metaphors. And of course it's a fairy tale, therefore not everything has to be taken 100% seriously. It was the writing stile that just didn't make it for me (or perhaps the translation?) It seems a bit very childish in the beginning though I do concede to the author that later she uses different stiles for different characters.
In sum nice to read, but not one of the book discoveries of the year for me.
Roberto Zanasi
Aug 04, 2010 rated it really liked it  ·  review of another edition
Una favola un po' surreale, una storia leggera che, qua e là, è farcita di perle di saggezza. Forse adatta a un giovane alle prese con le prime scaramucce d'amore? Dal commento in seconda di copertina: "...Perché sapere chi siamo è bello, è un pensiero che ci dà sollievo. Ma nel nostro mondo, una volta entrati, non è detto che ci sentiamo davvero bene. Occorre molta immaginazione, e qualche buon amico, e magari un Lupo Solitario che si innamora di te...".
Mailin
Feb 19, 2010 rated it it was amazing  ·  review of another edition
genial! wirklich nette geschichte über das suchen und finden der eigenen identität und des damit verbundenen glücks. dieses buch kann ich nur wärmsten all jenen weiter empfehlen, die sich ab und zu nicht so ganz in irgendetwas einordnen wollen oder können. denn mit dieser geschichte zeigt paola mastrocola, dass es egal ist wer man ist und was man repräsentiern sollte, wenn man sich von den aufgezwungenen rollen und statussen befreien kann.
Massimiliano Calamelli
Questo libro viene generalmente classificato come favola per bambini, ma obbiettivamente penso che possa essere letto e apprezzato dai più grandi, come ho fatto io. La storia è allo stesso tempo umoristica e commovente, e l'insegnamento che ci sta dietro è importante, e può essere utile nei momenti difficili. Bello.
Arianna Ferrero
Un bel libro da far leggere ai ragazzi nelle scuole (l'autrice infatti è un'insegnante). E' un libro che parla di insicurezze, parla di accettazione sociale, di volersi sentire uniformi al proprio gruppo di appartenenza, ma è proprio quando diciamo "basta!" che iniziamo ad essere più liberi, più sereni e iniziamo ad essere semplicemente noi stessi.
Elena
Jun 12, 2016 rated it really liked it  ·  review of another edition
Leggero e profondo allo stesso tempo. Una metafora della nostra ricerca di noi stessi e della felicità per mezzo di tanti simpatici animaletti. In realtà me lo aspettavo ancora più profondo, ne avevo sentito troppo parlare.
Silviia
May 22, 2012 rated it liked it  ·  review of another edition
Shelves: audiolibro
2,5/5*
Un libro che può esser letto ai più piccoli come favola oppure una lettura da affrontare da adulti con una visione più ampia di tutto ciò che viene trattato, però devo dire che non mi ha entusiasmato più di tanto.
Matteo Cesari
Libro scritto molto bene.
A prima vista sembra una fiaba per bambini, ma strizza l'occhio anche a un pubblico più adulto.
Non mi è piaciuta l'eccessiva "ingenuità" e "semplicità" con cui questo libro è vissuto, ma sono solo visioni del mondo da punti di vista diversi.
Ian
Jun 18, 2012 rated it liked it  ·  review of another edition
Shelves: fairy-tales, animals
Una fiaba più per adulti che per bambini, un po' cinica e un po' satirica, su un'anatroccola con una mappa pantofola in viaggio alla scoperta della sua identità e di un suo posto dove stare in un mondo popolato di gente strana e con mille incomprensibili aspettative.
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »

Readers also enjoyed

  • The Late Mattia Pascal
  • I Malavoglia
  • Mio fratello rincorre i dinosauri
  • Are We Human? Notes on an Archaeology of Design
  • Taking a Line for a Walk: Assignments in Design Education
  • Walkscapes: El andar como práctica estética/Walking as an Aesthetic Practice
  • Contro l'identità
  • L'ossessione identitaria
  • Finding Chika: A Little Girl, an Earthquake, and the Making of a Family
  • Il libro degli errori
  • Il rogo di Berlino
  • Novecento. Un monologo
  • Follow Your Heart
  • Due figlie e altri animali feroci: Diario di un'adozione internazionale
  • Tomie
  • Le luci nelle case degli altri
  • Point Omega
  • I Want My Hat Back
See similar books…
60 followers
Born in 1956, she works presently as high school teacher. She has won some of the most prestigious Italian literature prizes.

Related Articles

April is the most hopeful of months, promising warm days and sunshine just around the corner. The weather is a little unpredictable, sure, but tha...
62 likes · 12 comments