Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Venere privata” as Want to Read:
Venere privata
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Venere privata (Duca Lamberti #1)

3.84  ·  Rating details ·  648 Ratings  ·  78 Reviews
Duca Lamberti è appena uscito di prigione dopo essere stato radiato dall'Ordine dei medici e condannato al carcere per tre anni. Grazie alle amicizie paterne trova subito un lavoro, miserabile quanto la sua attuale condizione: strappare all'alcolismo Davide Auseri, figlio di un industriale milanese. E per riuscirci, Lamberti dovrà indagare sul passato di Davide, cercando d ...more
Hardcover, I Libri di Giorgio Scerbanenco, 252 pages
Published by Garzanti Libri (first published 1966)
More Details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Venere privata, please sign up.

Be the first to ask a question about Venere privata

Community Reviews

(showing 1-30)
Rating details
Sort: Default
|
Filter
Dagio_maya
Nov 23, 2017 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: italiana, gialla
” Lui aveva la specialità delle operazioni ideologiche: eutanasia, redenzione e salvataggio di giovani malati nello spirito.”

PROLOGO PER UNA COMMESSA.


«Come si chiama lei?»
«Marangoni Antonio, io sto lì, alla Cascina Luasca, sono più di cinquant'anni che tutte le mattine vado a Rogoredo in bicicletta.»


Così viene trovato il cadavere della giovane Antonia Radaelli, ventitré anni commessa abito celeste, capelli scuri ma non neri, occhiali rotondi . Una ragazza come tante in un lago di sangu
...more
Fil
Apr 30, 2016 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Recommends it for: chi ama personaggi complessi
I romanzi con Lamberti sarebbe meglio leggerli nell'ordine giusto, ma gli spoiler sono tollerabili. Chi ha letto gli altri libri può comunque leggere questo primo libro senza problemi.

Un altro piccolo avvertimento: l'ottima introduzione scritta da Luca doninelli sarebbe meglio leggerla dopo.

"Niente e' meno poliziesco e meno thriller..." e viene dimostrato spoilerando tutta la trama. Chi vuole godersi anche la trama deve saltare questa introduzione.

Finalmente passo al libro :-)

Questo scrittore u
...more
piperitapitta
La neve dentro.

Avevo lasciato il mio primo Scerbanenco senza stelline né commento in attesa di partecipare al mio primo "Legigamo Noir", partecipazione che poi non c'è stata.
Mi è piaciuto, soprattutto per quell'aspetto che solitamente a me, che giallista non sono, piace nei gialli: alla fine quello che meno conta è chi sia l'assassino.
Conta l'ambientazione, una Milano che fa freddo solo a pensarla, quella Milano che, contrariamente alla Roma in cui vivo, vede la sua vita svolgersi più nelle case
...more
Ubik 2.0
E’ andata così e basta!

Subissati da miriadi di “polizieschi” contemporanei che iniziano tutti allo stesso modo, salvo cercare di rifarsi accumulando pseudo colpi-di-scena-finali in quantità e ben oltre la soglia della credibilità, si prova uno strano sottile piacere nello scoprire (o riscoprire) l’originalità stilistica di autori di mezzo secolo fa ed oltre (penso a Durrenmatt e Simenon oltre a Scerbanenco, tre scrittori che ho avuto modo di (ri)apprezzare negli ultimi mesi).

Almeno fino ad d
...more
Dvd (achtung, piovono feic-nius)
Eh signori, qui siamo in zona Fruttero&Lucentini. Non solo come genere e ambientazione (lì Torino anni '70, qui Milano anni '60, ma cambia veramente poco o niente), ma anche come qualità del testo e strutturazione del racconto.

Sapevo che Scerbanenco andava letto, soprattutto dopo aver adorato e divorato i capolavori noir del formidabile duo torinese: avevo la sensazione (alimentata da pacati consigli di intenditori) che fossimo sullo stesso livello. Non si sbagliava il mio intuito, non si sb
...more
Sandra
Sep 15, 2012 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: italia
"Ma i bari no, li odio e li disprezzo.Oggi ci sono i banditi con l'ufficio legale a latere, imbrogliano, rubano, ammazzano, ma hanno già studiato la linea di difesa con il loro avvocato nel caso fossero scoperti e processati e non vengano mai puniti abbastanza. Vogliono che gli altri stiano al gioco, alle regole, ma loro non ci vogliono stare. Questo non mi va, questa gente non la sopporto, quando me la trovo intorno o ne sento solo l'odore, mi vengono i nervi".
Le parole di Duca Lamberti, medico
...more
Jim Coughenour
On the cover of this new translation of A Private Venus, Giorgio Šerbanenko is hailed as “the godfather of Italian noir.” Until about 2003 I had no idea the genre existed, but thanks to the efforts of small publishing houses like Europa Editions, Bitter Lemon Press and Melville House I soon made the acquaintance of Carlo Lucarelli, Maurizio de Giovanni, Gianrico Carofiglio, and my favorite Massimo Carlotto. Šerbanenko (like Leonardo Sciascia) precedes them all. I was tipped off to this book by J ...more
Filippo Bossolino
Romanzo di cinquanta anni fa con un'azione e un ritmo frenetico e intenso che tanti contemporanei possono sognare. Duro e violento. Diretto ed essenziale. Non c'è una parola di troppo. Perfetta caratterizzazione del protagonista Duca Lamberti e dei personaggi secondari. Il mio rammarico è di aver letto soltanto oggi un autore di cui sento parlare praticamente da sempre. Ma adesso recupero con gli altri
Maria Beltrami
Ci sono libri che alla seconda lettura mostrano la loro più intima essenza, e questo di Scerbanenco è uno di questi.
La prima lettura dipana la storia, quella di un reietto della società, un medico radiato, che mostra un inestimabile fiuto di investigatore scoprendo il delitto dietro il banale problema di alcoolismo del suo protetto, un gigante bambino che, molto simbolicamente, si chiama Davide.
La seconda lettura svela la complessità della psicologia, l'attenzione al dettaglio, la profonda conos
...more
SCARABOOKS
Apr 30, 2013 rated it really liked it  ·  review of another edition
Giallo imperfetto con un protagonista imperfetto.
Per certi libri vale quel che penso su certe donne.
Sono i difetti, le imperfezioni di certi dettagli, che le farebbero preziose.
Solo che, al contrario di quasi tutte le donne, Scerbanenco non fa niente per truccarsi, per nascondere.
Credo di aver trovato un amico.
Gaetano
Jun 19, 2017 rated it really liked it  ·  review of another edition
Inizia con questo libro la serie di romanzi di Giorgio Scerbanenco con protagonista Duca Lamberti, intenso ed inquietante personaggio della Milano degli anni ’60.

Uno strano inizio, quasi un flash di cronaca nera e poi inizia la storia; lo svolgimento sembra lento, ma le scene e le parole usate sono come lame affilate che scorrono sulla pelle, al buio.

Duca è un personaggio tutto d’un pezzo si direbbe una volta, capace di farsi tre anni di galera per un principio, capace di non dormire per svelare
...more
Laura
Oct 06, 2015 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Questa non è propriamente recensione, è molto una pagina di diario :)
Da qualche tempo leggo bei libri o libri bruttini senza trovare qualcosa che mi faccia davvero attaccare alle pagine, incapace di staccare, un libro tale da non accorgermi che è diventato buio ed è ora di preparare la cena se non quando suona il citofono e arrivano quelli che pensano che la cena sia pronta .. Alla fine l'ho trovato: questo sig. Scerbanenco mi ha ammaliata per come scrive e per motivi del tutto personali.
Inizial
...more
Cloudbuster
Jun 17, 2013 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: noir
Fa un po’ sorridere la lettura di questo romanzo in cui si parla di pederasti, invertiti e passeggiatrici, non c'è neanche una parolaccia e gli inseguimenti e i pedinamenti si fanno con delle Giuliette o delle Mercedes 230. Letta con gli occhi di oggi la storia appare debole e completamente superata dalla realtà ma comunque Scerbanenco si conferma come uno dei padri del filone noir italiano ed ancora oggi una delle migliori espressioni del genere.

Secondo me, la cosa più bella del romanzo sono i
...more
Damiano Battaglia
Jan 10, 2013 rated it really liked it  ·  review of another edition
Sono arrivato a Scerbanenco tramite i classici del poliziottesco. E ora so di aver imboccato il sentiero dal lato sbagliato: qui è dove tutto ha inizio.

Amarezza, disincanto e solitudine permeano tanto gli spazi quanto le persone. L'eroe fai-da-te Duca Lamberti è tormentato da un passato discutibile, che lo ha trasformato da uomo di principi in cittadino di serie B.
La via del riscatto è quella tracciata dalla machiavellica regola secondo cui "il fine giustifica i mezzi". Una regola cara, però, an
...more
Goodcarr
Aug 11, 2013 rated it really liked it  ·  review of another edition
Giorgio Scerbanenco mette in scena, con le sue grandi doti di ottimo narratore, una storia che sembra la descrizione di un episodio reale di vita vissuta.
La capacità dell’autore è quella di affascinare il lettore con il suo modo di raccontare, con la descrizione realistica dei personaggi e con l’abilità di ritrarre la Milano degli anni Sessanta.
Lo stile di scrittura è lineare, pulito, netto, semplice ma, allo stesso tempo, ricercato: chi legge rimane colpito dalla storia e la “vive” fino alla fi
...more
Sara
Jan 21, 2013 rated it really liked it  ·  review of another edition
Pensare che inizialmente ero scettica su questo libro, senza un motivo particolare, a pelle ero convinta che mi avrebbe ammorbato come la peste.
Invece è molto carino, in primis per l'ambientazione (la mia Milano che tanto amo e tanto odio), poi per il protagonista Duca Lamberti che per certi versi mi ha un po' ricordato un mix tra Coliandro e Dylan Dog, e anche la storia non troppo complicata ma nemmeno scialba.
Perfetto da leggere in un bar della Galleria Vittorio Emanuele, in un pomeriggio di p
...more
Dolceluna
Come per molti libri, è stato lui che mi ha fatto capire qual era il suo momento: mi ha "chiamata", dal fondo dello scaffale, dove era stato riposto da parecchio tempo e mi ha regalato una lettura meravigliosa, al di là delle aspettative, completamente appagante. E si è lasciato divorare ovunque fossi, come quelle storie delle quali poi però senti subito la nostalgia. Un noir realistico e a tinte fosche, che si muove in una società cruda, tristemente macchiata dal vizio, dall'omertà e dalla corr ...more
Moloch
Fra gli autori italiani ultimamente impazza il noir: se ci si fa caso, è uno dei generi più frequentati, e anzi ormai bisognerebbe dire “inflazionati”. Venere privata di Scerbanenco è stata allora una ventata di “aria fresca” in un panorama che ormai spesso rischia il “già sentito”. Sì, l’ironia è voluta, perché questo romanzo è uscito nel 1966, a dirla tutta è forse il capostipite del genere.

È anche il primo della serie dedicata a Duca Lamberti, personaggio con un’interessante storia alle spall
...more
Nancy Oakes
Scerbanenco isn't new on the scene of Italian crime fiction, but he's new to me and I hope that the powers that be at Hersilia will consider publishing more of his books. A Private Venus is the first of a series featuring Dr. Duca Lamberti, a physician who at the start of this novel has just been released from prison. Lamberti was sent away for three years for helping a terminally ill patient to die with some amount of dignity and free her from her terrible pain. Now he's back and has been taken ...more
J
Jul 06, 2017 rated it really liked it  ·  review of another edition
Taut like the best noir novels you've already read a dozen times, but by a name that doesn't easily come to mind (or to the lips). The first book in a series of four, but unfortunately, so far, I'm only able to track down the first two in translation.
Dorothy
Giorgio Scerbanenco was born in Kiev to a Ukrainian father and an Italian mother, but at an early age, his family emigrated with him to Rome. He wrote in Italian and in the 1960s, which seems to have been a very prolific and creative period of the mystery genre, he essentially founded the the school of Italian noir fiction. Private Venus was the first entry in that new field of fiction.

This book was the first in a series known as the Milano Quartet. Other books in the series are Betrayers of All
...more
aPriL does feral sometimes
'A Private Venus' is the first book in the first Italian noir mystery series ever written, with dark doings around every corner in a stilted, rather arch, translation. There is nothing sunny in this 1966 novel, with prostitution, pornography and sexual exploitation lurking in the shadows of Milan, the same as in the manner of American noir, but there is a distinct flavor of foreign sensibilities. It is a book of its time, so certain earlier cultural opinions accepted by society may grate unexpec ...more
Procyon Lotor
Jan 27, 2014 rated it it was amazing
storie di un italiano Chi � Duca Lamberti, il medico radiato dall'albo? E' giovane, intelligente, disilluso, solo, con tutti e due gli occhi bene aperti, non ha ideologie solo idee ed � un uomo talmente morale da aver rischiato del suo per togliere dolore altrui. Questo gli cost� la radiazione (e la galera). Per dare qualche chance di stabilit� al personaggio, lo dota di famiglia borghese e stimata. E' spessissimo persona pi� che personaggio e questa invenzione con queste qualit� quarant'anni fa ...more
Caroline
Jul 28, 2014 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: mysteries, italian
You mustn’t read this series out of order. I did (read the third in the series last month), which means I realized what was coming about 40 pages from the end of this first book of four in a quartet from the 1960s. I couldn’t face it and put it aside for almost a month, but tonight I finished it. Scerbanenco’s Milano Quartet is known as the start of Italian noir, and it is very dark, very much a part of a country that houses the Mafia. This story is only peripherally connected with the Mafia, bu ...more
Fabio Pontiggia
Primo incontro con Scerbanenco e il suo Duca. Non ho molta esperienza con gialli e thriller, quindi mi riesce difficile inquadrare l'opera all'interno del genere, ma ne posso comunque intuire la rilevanza storica ( per temi toccati, anno d'uscita, caratterizzazione dei personaggi... ).

Mi ha colpito la prosa asciutta e potente di Scerbanenco ( quanto c'è dell'Autore in Livia? ), la sensazione generale di oscurità, di imperfezione del genere umano. La figura di Duca, naturalmente, causa di chissà
...more
Tuck
Scerbanenco is a most prolific Italian writer (he churned out “romances” before going noir), who in the 1960’s broke the mold and used his fiction as an indictment of globalized mafia, dysfunctional modern life in Italy, and conflicts of a modernizing society with the medieval church, corrupt fascists and politicians, and breakdown of family in the face of industrialized economy. So a great classic noir, where the protagonists are morally “right” but socially and politically beyond marginalized. ...more
Azzurra
Il primo libro della tetralogia di Duca Lamberti parte piano, quel tanto che basta per farti appassionare alle vicende dello pseudo detective e di una Milano tanto misteriosa quanto affascinante. La trama pecca di spinte effettivamente coinvolgenti, a volta banale, a volte troppo ancorata a un passato ormai distante. Carino e piacevole.
Lis
Jan 02, 2016 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: ebook
La "nascita" di Duca Lamberti, la definizione dei personaggi principali (Livia, Carrua, Mascaranti) nella scrittura asciutta di Scerbaneco e immersi nella Milano di qualche decennio fa, tanto che sembra quasi di stare in macchina con loro...
Dave
Jun 17, 2017 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Giorgio Scerbanenco is considered to be the godfather of Italian noir, not that any of us here in the States ever knew there was such a thing as Italian noir. The prize that honors each years top Italian crime novel is named after Scerbanenco. Born in Kiev and having grown up in Rome and Milan, he became a successful writer with his creation of Dr. Duca Lamberti, a doctor who solves mysteries. In the publisher's blurb, A Private Venus is described as the beginning of Italian noir and a new type ...more
Marianna
Se la prima metà del libro è misteriosa, intrigante, e un capitolo tira l'altro, la seconda metà mi è sembrata meno coinvolgente: il racconto si fa più piatto e più "astratto", cosa che non amo particolarmente quando leggo un noir. Per questo genere mi aspetto sì approfondimenti socio-politici, ma trattati con un approccio più narrativo, non sotto forma di riflessioni di un singolo personaggio. Per non parlare dei commenti sugli omosessuali e gli appellativi "gentili" che vengono utilizzati per ...more
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • Almost Blue
  • La condanna del sangue: La primavera del commissario Ricciardi
  • Attenti al gorilla
  • Romanzo criminale
  • La donna della domenica
  • La cognizione del dolore
  • Alla fine di un giorno noioso
  • Le perfezioni provvisorie
  • Il birraio di Preston
  • Il filo dell'orizzonte
  • La chimera
  • Libera nos a malo
  • Mi fido di te
  • Per cosa si uccide
97948
Vladimir Giorgio Šerbanenko was an Italian journalist and writer of Ukranian origin.

He was born in Kiev, in what was then the Russian Empire, on 28 July 1911. At an early age, his family immigrated to Rome (Scerbanenco's father was Ukrainian, his mother was Italian), and then he moved to Milan when he was 18 years old.

He found work as a freelance writer for many Italian magazines, chief among them
...more
More about Giorgio Scerbanenco...

Other Books in the Series

Duca Lamberti (4 books)
  • Traditori di tutti (Duca Lamberti, #2)
  • I ragazzi del massacro (Duca Lamberti, #3)
  • I milanesi ammazzano al sabato (Duca Lamberti, #4)