Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Saltatempo” as Want to Read:
Saltatempo
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Saltatempo

4.05  ·  Rating details ·  1,514 ratings  ·  63 reviews
Lo incontriamo da ragazzino mentre una mattina di fine inverno "scarpagna" verso le Bisacconi (le scuole elementari del paese, un cubo giallo vomito dentro un giardino di erbacce barbare). Canticchia "Se mi vuoi lasciare dimmi almeno perché". Sono gli anni cinquanta e mentre ruba in una vigna un grappolo di schizzozibibbo, Lupetto, così lo chiamano, vede un uomo, alto come ...more
Kindle Edition, Universale economica, 272 pages
Published November 22nd 2013 by Feltrinelli (first published October 1st 2001)
More Details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Saltatempo, please sign up.

Be the first to ask a question about Saltatempo

This book is not yet featured on Listopia. Add this book to your favorite list »

Community Reviews

Showing 1-30
4.05  · 
Rating details
 ·  1,514 ratings  ·  63 reviews


More filters
 | 
Sort order
Tanabrus
Ho trovato il mio nuovo libro preferito di Benni.

In questo libro è sempre presente l'umorismo satirico e travolgente dell'autore, ma abbiamo anche una storia più seria, più reale, più ancorata al territorio.

E la parte surreale diventa un pretesto, più che in altri libri, per raccontare una storia.
La storia di Saltatempo, un bambino di un paesino di montagna, innocente e ingenuo, che un giorno incontra una divinità bonaria (sarebbe Dio, ma passerà il tempo a vedere gnomi, divinità del denaro, osc
...more
Camilla P.
Nov 21, 2010 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Questo, come invece potrebbe far pensare la quarta di copertina, non è un romanzo di viaggi nel tempo. Non parla di mirabolanti avventure in epoche andate o ancora a venire, e di certo non ha un incredibile protagonista che sa saltellare attraverso le maglie del tessuto spazio-temporale.
Saltatempo è un meraviglioso miscuglio di mille generi: è un romanzo storico, un romanzo rosa, un romanzo di formazione e un romanzo introspettivo, in cui la possibilità del protagonista di poter "vedere" cosa s
...more
Simona
Oct 15, 2012 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Sapevo che leggere Benni non mi avrebbe deluso, ma non credevo che mi sarebbe potuto piacere così tanto.
Saltatempo è la storia di Lupetto e di un orobilogio che gli viene donato mentre scarpagna nel bosco. E' la storia di Lupetto dalle elementari all'università, ma è anche la storia dell'Italia che cresce e si trasforma, è la storia dell'Italia da metà degli anni '50 agli anni '60 fino alla strage di Piazza Fontana.
"Saltatempo" può essere considerato a tutti gli effetti un romanzo di formazion
...more
claundici
sempre in lizza come libro più bello del mondo. che sofferenza, e che risate.
Francesco Luchetta
Libro molto particolare, anzi veramente unico.

Direi che è quasi impossibile assegnargli un genere, romanzo di formazione, romanzo storico-culturale, romanzo soft-erotico, romanzo di paese, ecc...
Anche il registro linguistico è veramente caratteristico, un curioso misto ti espressioni volgari e termini aulici.

La prima parte devo dire, l'ho trovata un po' noiosa, ma vale sicuramente la pena tener duro perché la seconda e la terza compensano ampiamente.
Lupurk
Jun 01, 2016 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: 2016, biblioteca
"Devi solo promettermi che conserverai gli orologi come una cosa importante e preziosa, non tradire né l'uno né l'altro. Quello della fatica quotidiana e quello dei mondi possibili, quello che conta i tuoi passi e quello che misura i tuoi sogni. Quello che scorre e quello che gira. Quello che ti ruba le persone e quello che te le riporta."

Benni ci regala pagine di poesia e divertimento, come sempre. Ho faticato un po' a entrare nel romanzo, la sua scrittura è sempre particolare e ci vuole un att
...more
Malacorda
Jul 29, 2017 rated it really liked it  ·  review of another edition
A mio avviso, il miglior Benni, a pari merito con Achille piè veloce.
Un dipinto neorealista dell'Italia anni 60 di rare semplicità e nitidezza.
Kia76
Niente da fare! Ho voluto dare un'altra chance a Benni, di cui avevo letto qualcosa anni fa senza grande entusiamo, ma devo purtroppo confermare la mia opinione: non riesce proprio a piacermi!
Maria
Sep 20, 2015 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Fantastico!
Gabriella
Secondo me non è il suo libro migliore, ma è un romanzo di formazione dove racconta le storie di un adolescenze , le sue paure, i suoi dubbi e i problemi legati a quell'età.
Dalì
Dec 29, 2018 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Shelves: favorites
Recensione completa: https://conilibriinparadiso.wordpress...

Forse la trama in quarta di copertina porta un po’ fuoristrada, o almeno a me aveva fatto immaginare una storia più surreale, di viaggi fisici nel tempo. Invece quello dell’orobilogio è un espediente narrativo e la storia è estremamente reale. È reale Saltatempo, suo padre falegname, suo zio Nevio, Gancio e Osso e ogni singolo abitante così bello.
Definirlo romanzo di formazione è sicuramente riduttivo, ma rende bene l’idea del viaggio
...more
Dolceluna
Sep 01, 2017 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Pensavo che “Margherita Dolcevita” fosse stato un colpo di fortuna, l’opera più riuscita dello scrittore.
E invece ora che ho letto “Saltatempo” devo ammetterlo.
Sono ufficialmente innamorata di Stefano Benni.
La sua scrittura è uno spettacolo pirotecnico, un arcobaleno di luci e colori, frizzante, geniale, irresistibile qualunque sentimento regali: l’umorismo, l’ironia, la dolcezza, la nostalgia.
Dimenticate un po’ la trama, che d’impatto, è un po’ fuorviante e lascia presagire qualcosa a cavallo t
...more
Kat
Sep 05, 2018 rated it liked it  ·  review of another edition
In this comic satire about serious things, a boy from a village in northern Italy is granted the power to skip through time, and thereby gets sobering glimpses of the future. But most of the novel's pages deal with Timeskipper's present, that is to say, in the 1960s. It's a coming-of-age novel as well as a commentary on the destructive aspects of "il boom," which tore up mountain and forest to connect Italian cities to one another. It's interesting and entertaining with a somewhat digressive sty ...more
Giulia
Apr 10, 2019 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Sono arrivata all'ultima pagina impreparata, d'altronde fosse stato per me avrei continuato per sempre. Saltatempo, grazie per i sorrisi che mi hai regalato, per aver reso la realtà in modo così vivido e poetico e immaginario, per la saggezza e la spensieratezza, per la scrittura scorrevole come il tuo fiume, con le sue pozze calme ma anche la corrente impetuosa, per le tue metafore impareggiabili.
Sono tra le 5🌟 più sentite che io abbia mai dato.
Gaia Amman
Saltatempo è un sognatore, intelligente, emotivo. Cresce in un paese di montagna e osserva orrificato i cambiamenti imposti dal progresso armato di poesia, sogni, e con l'aiuto di gnomi del bosco pieni di umorismo.

Benni stupisce. È sempre stato un gran scrittore, uno scultore della parola, e con questo libro raggiunge l'apice della sua creativitá mischiando amore, umorismo, e magia al contesto dei moti del '68, dell'industrializzazione, del crescere, perdersi per poi finalmente trovarsi.

A me qu
...more
Martina
Stefano Benni non è solo uno scrittore per ragazzi, ma può e sa aprire numerosi spunti per lettori di ogni età, ed è commovente l'italianità ruspante di questo romanzo. Tuttavia l'impressione che se ne trae è che sia un centometrista che nella maratona si perde un po'.
Adriano Pugno
Jun 15, 2019 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Saltatempo è uno dei romanzi italiani più belli che abbia mai letto. C’è dentro di tutto: il Benni più scanzonato, la Storia e le storie, la nostalgia, l’evoluzione. Benni riesce con poche pennellate a creare un universo di personaggi memorabili, per cui è impossibile non affezionarsi.
Dionisia
Mar 20, 2017 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Shelves: favorites
This review has been hidden because it contains spoilers. To view it, click here.
Roberta Castelli
Jan 03, 2019 rated it really liked it  ·  review of another edition
Bello!
Nikmaack
Dec 31, 2017 rated it did not like it  ·  review of another edition
I give up. Too many characters. Too much for me. Note sure what happened. I just put the book down and found no desire to pick it up again.
Valerio Fiore
Feb 17, 2019 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Benni al suo meglio. Capolavoro che mi ha fatto avvicinare alla lettura
Redballoon
Aug 20, 2018 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Ad un primo sguardo, un libro leggero, dal tono scanzonato ma che cela un'anima profonda. Ricco di riflessioni sul mondo che è e quello che è stato. Commovente.
Claudio Iannoni
Aug 08, 2017 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Romantico. Dolce. Leggero.
Renato Mite
Feb 13, 2015 rated it it was ok  ·  review of another edition
Shelves: svago
Il protagonista di questa storia è Saltatempo, un ragazzo che cresce durante i grandi cambiamenti politici, tecnologici e sociali che cambiano il volto ai paesi tramutandoli in città.
In una sorta di biografia strampalata, Saltatempo vive con due tempi, uno naturale e l'altro dell'orobilogio, dono di un Dio eccentrico. Saltatempo così vede cosa succederà nel futuro e può ritornare a momenti del passato, ma non può esimersi dal vivere tutte le esperienze cui va incontro nel presente. Tra amori e s
...more
Virginia
Jun 29, 2013 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: 2009
E finalmente ho "conosciuto" Benni.
Il primo contatto è stato leggermente traumatico. Abituata il più delle volte a uno stile di scrittura rilassato, ponderato e pieno di pause, mi è caduto fra capo e collo un modo di scrivere del tutto diverso.
Un intreccio multiplo (carpiato) di neologismi, soprannomi, dialoghi, frasi baldanzose, divertenti e fantasiose: tutto all'interno di un ritmo teso e sostenuto.
Un delirio praticamente.
All'inizio mi recava un leggero disorientamento. Non riuscivo a "berlo"
...more
Zioluc
Sep 15, 2014 rated it liked it  ·  review of another edition
Shelves: narrativa
Mentre il piccolo Saltatempo cresce percorriamo la storia del suo paesello emiliano e quella dell'Italia dagli anni '50 fino al fatidico 1968, sotto la minaccia dei fascisti e del denaro. Benni gioca con le parole, mette molto di sé nel protagonista, azzecca qualche passaggio ma la favoletta a un certo punto deve diventare più seria, altrimenti tutto quel che passa è una ingombrante e inutile nostalgia per il passato agricolo, dato che i personaggi son solo delle macchiette.

Da molto non leggevo
...more
Anna
Aug 04, 2014 rated it it was ok  ·  review of another edition
Che fatica!!Odio abbandonare i libri ma ammetto che questo mi ha messo a dura prova. Avevo iniziato con entusiasmo, dal momento che avevo da poco letto e stra apprezzato Achille pié veloce...ma niente, qui la scintilla non è scattata. Storia lentissima all'inizio, che comunque non mi ha preso, neanche ala fine sono riuscita ad affezionarmi ai personaggi. Sì, lo stile di Benni è molto particolare, divertente e dove vuole poetico, ma in questo libro per me non è bastato. Forse sono io che non ho c ...more
Filomena
May 17, 2014 rated it really liked it  ·  review of another edition
L’incipit di questo romanzo è particolare e non è stato immediato, come mi succede per altre storie, entrare in sintonia col ritmo e lo stile dell’autore ma una volta presa la via giusta è come lanciarsi per una ripida discesa a tutta velocità, i piedi sembrano estranei al corpo e alla volontà.
Per cui non ho potuto fare a meno di continuare a farmi trascinare nella storia che a tratti è commovente, a tratti irriverente o comica o romantica o ingenua…
C’è tutto un mondo in questo romanzo ed è il m
...more
Thais
Jul 21, 2015 rated it liked it  ·  review of another edition
Lo stile di Benni mi piace, ma nonostante un inizio molto promettente mi è sembrato che la storia fosse troppo tirata per le lunghe, ha finito per annoiarmi. L'espediente di far viaggiare il protagonista nel tempo non è stato sfruttato appieno, secondo me. Divertente a tratti, per certi versi caustico e accusatore, tra il nostalgico e il ribelle, Saltatempo è un bel romanzo ma speravo meglio. Mi ha ricordato Margherita Dolcevita, che però forse mi era piaciuto di più. Peccato.
Carlo Perasso
Mar 15, 2013 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Shelves: autori-italiani
Sicuramente il mio libro preferito del mio autore italiano preferito.
Ancora una volta Benni dimostra la sua abilità nel descrivere realtà attraverso la sua meravigliosa fantasia e ironia in questa sorta di autobiografia. La comicità e l'umorismo di alcune scene veramente geniali unite alle vicende romantiche/sessuali raccontate come si possono raccontare ad un amico rendono questo libro uno dei migliori dell'autore.
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »

Readers also enjoyed

  • Tornatrás
  • Un mese con Montalbano (Commissario Montalbano #4.5)
  • Un giorno dopo l'altro
  • In nome della madre
  • Macno
  • La neve se ne frega
  • L'isola dei morti
  • Mistero buffo. Giullarata popolare
  • Ultime notizie dalla famiglia
  • The Blue Flowers
  • La collega tatuata
  • Tu, sanguinosa infanzia
  • Persecution (The Friendly Fire of Memories, #1)
  • Romanzo criminale
  • Ogni maledetto lunedì su due
  • Milano Calibro 9
  • Il filo dell'orizzonte
See similar books…
442 followers
Stefano Benni (born August 12, 1947 in Bologna) is an Italian satirical writer, poet and journalist. His books have been translated into around 20 foreign languages and scored notable commercial success. He sold 2,5 million copies of his books in Italy.

He has contributed to Panorama (Italian magazine), Linus (magazine), La Repubblica, il manifesto among others. In 1989 he directed the film Musica
...more
No trivia or quizzes yet. Add some now »
“- E com’è fatto un orobilogio? -
- Non si può vedere, è fatto di tante parti insieme che mescolandosi diventano invisibili. Vuoi un esempio? La tua casa, la guardi dal di fuori e dici: questa è la mia casa. Ma la casa ha sotto la cantina, la tinaia buia con le botti, la muffa sulle pareti quell’odore di anni e secoli, ma in quel passato oscuro fermenta il vino e i formaggi maturano. Sopra c’è il granaio, con la farina, le mele, le noci e i pomodori secchi, e ci frullano i topi rosicchioni e i ghiri ladruncoli, lì ci sono le provviste per il futuro. Poi c’è la casa dove abiti, col camino caldo, la cucina che fuma e il cesso che scroscia, e il letto ti accoglie e prepara i sogni, ma anche gli incubi, e le lenzuola gelate d’inverno, e la febbre e le ore che non dormi la notte. E a volte tutto cambia: dal camino entra la notte, le faville dei fantasmi del passato, o la paura di ciò che sta dietro la porta, nella cantina il vino e il buio ti fanno immaginare viaggi e abbordaggi, nel granaio sbattono la testa uccelli imprigionati, come brutti pensieri. Ecco, questa è la tua casa, non quella che vedi dal di fuori, con le finestre, il portone e l’edera sul muro.”
4 likes
“Vidi che la banconota era tutta stropicciata, come l'assegno di Fefelli quel giorno a scuola, ma era una cosa diversa.
I soldi si trasformano, a seconda delle mani che li accolgono, pensai.
In certe mani diventano mattoni, in altre farfalle”
0 likes
More quotes…