Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Dimentica il mio nome” as Want to Read:
Dimentica il mio nome
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Dimentica il mio nome

4.35  ·  Rating details ·  3,426 ratings  ·  199 reviews
Quando l'ultimo pezzo della sua infanzia se ne va, Zerocalcare scopre cose sulla propria famiglia che non aveva mai neanche lontanamente sospettato. Diviso tra il rassicurante torpore dell'innocenza giovanile e l'incapacità di sfuggire al controllo sempre più opprimente della società, dovrà capire da dove viene veramente, prima di rendersi conto di dove sta andando. A metà ...more
Hardcover, 236 pages
Published October 16th 2014 by Bao Publishing (first published 2014)
More Details... Edit Details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Dimentica il mio nome, please sign up.

Be the first to ask a question about Dimentica il mio nome

Community Reviews

Showing 1-30
Average rating 4.35  · 
Rating details
 ·  3,426 ratings  ·  199 reviews


More filters
 | 
Sort order
Start your review of Dimentica il mio nome
Carmine
Oct 24, 2015 rated it really liked it
Ritornare al passato

"Che ne sanno loro di quanto dolore si può accumulare negli anni?"

Delicato e sensibile come il miglior Zerocalcare ci ha abituato nel corso del tempo.
Mi ci sono voluti ben tre anni dalla prima lettura per poter rivalutare positivamente un titolo che, ipotesi, abbia pagato un po' il fatto di essere arrivato fino in fondo al premio Strega.
Vivere il proprio mondo d'infanzia rende refrattari e ciechi al contesto adulto già formato: i genitori ti contendono a suon di promesse ma
...more
zumurruddu
Oct 11, 2018 rated it really liked it
Tre stelle perché non mi ha convinto esteticamente l’elemento soprannaturale/simbolico in questa storia o quattro per l’affetto a Zerocalcare? Questo è il dilemma.

“Quanto lo rimpiango lo status symbol del nonnopartigiano, oggi che ti dicono che pure se tuo nonno era un torturatorefilonazista era lo stesso un brav’uomo perché portava a pisciare il cane e cambiava la sabbia al gatto” (Ecco, e notare che, come te Calca’, non ho nessun parente partigiano. Ahimè, vengo da una famiglia di solida trad
...more
Anna [Floanne]
Attualmente in preda a un nuovo crush letterario (e a me i fumetti non sono mai piaciuti!!!)
Matteo Fumagalli
Nov 05, 2017 rated it really liked it
Shelves: illustrati, bao
Tanabrus
Oct 13, 2014 rated it really liked it
Shelves: fumetti, bao
Quinto libro di Zerocalcare. Un libro che mostra la sua maturazione ed evoluzione stilistica. E che, dopo l'esperimento postapocalittico (a mio avviso fallito) de I Dodici, torna a divertire e a commuovere producendo un'altra ottima opera.

Torniamo alle atmosfere familiari e sperimentate di Rebibbia e dell'intimismo di Zerocalcare.
E questa volta il tema è pesante, molto pesante. La morte della nonna materna, una nonna con cui il bambino Zerocalcare aveva avuto un rapporto particolare vivendo da l
...more
erigibbi
Feb 11, 2019 rated it it was amazing
Con Dimentica il mio nome Zerocalcare si è superato. Un fumetto dedicato alla nonna Huguette, morta nel 2014, tramite cui Zero ripercorre la storia di questa importante figura, che a sua volta gli consente di ripercorrere e conoscere la storia di sua madre, Lady Cocca, e la sua.

Si intreccia così una vita familiare tra riferimenti autobiografici e fantasia galoppante. Dove termina uno e inizia l’altro è difficile dirlo, e forse anche questo è il bello di Dimentica il mio nome.

E così un po’ alla v
...more
Roberta
Oct 18, 2015 rated it it was amazing
Uno dei più belli, finora. Mi ha fatto ridere, identificare, emozionare, commuovere. Direi che le sue sono le uniche graphic novel che leggo con amore e senza nessuna ambivalenza. Vagoni di plumcake per Zerocalcare!
Utti
Jun 29, 2018 rated it it was amazing
Shelves: graphic-novel
Quello che Zerocalcare riesce a raccontare tramite i fumetti è incredibile, riesce ad affrontare questioni spinose e difficili con il giusto grado di ironia senza mai perdere la lucidità e il brio.
Dimentica il mio nome è forse il più incredibile di tutti. Meraviglioso.
Virginia
May 06, 2020 rated it really liked it
Se noi siamo qui oggi è perché abbiamo avuto qualcuno su cui contare
Clawhodia
Jan 07, 2019 rated it it was amazing
“Se noi siamo qui oggi, è perché abbiamo avuto qualcuno su cui contare.”
LaCitty
Feb 28, 2019 rated it it was amazing
Questa graphic novel mi è piaciuta tantissimo, forse è la migliore che ho letto di Zerocalcare. Parzialmente autobiografica, racconta il suo rapporto con la nonna, gli ultimi anni della sua vita, ma anche il mistero che avvolge le sue origini russe, il matrimonio con un inglese e come è arrivata a Rebibbia!
E' una storia leggera, divertente, ma allo stesso tempo tenera e a tratti commovente. La metafora dell'uomo/montagna plasmato dalle brezze marine/gli eventi della vita è molto bella ed efficac
...more
Manuel Chiofi
Oct 18, 2014 rated it really liked it
Quando Zerocalcare scrive storie più ampie di una tavola bisettimanale dimostra tutto il suo potenziale narrativo. Il libro fa meno effetto di Un Polpo alla Gola, ma la storia è comunque ben costruita e il mix di realtà e fantasia è ben riuscito.
Le paure, i blocchi psicologici, il bisogno di affetto acquistano finalmente un senso, un significato profondo che nelle tavole del blog può risultare poco chiaro e che, le mio gusto personale, a lungo andare stanca.
Battute ce ne sono, ma non sono il pun
...more
gio
Dec 04, 2015 rated it really liked it
A quanto pare questo volume sembra essere il preferito di molti. Io ammetto di avergli preferito nettamente L'armadillo, "purtroppo".

Avrei dovuto leggere la trama e rendermi conto prima di iniziare che Dimentica il mio nome non era il volume adatto da leggere sotto esami. Si legge comunque velocemente, ma avrei preferito non aggiungere la tristezza alle mie ansie, ecco.

Comunque promosso (è pur sempre Zerocalcare su), ma mi aspettavo un poco di più.
Gianfranco Mancini
"Allora che dovemo cerca'? Un anello?" "Si, mia nonna ci teneva, ce l'aveva da un sacco di anni..." "Ammazza ma che era Gollum tu' nonna?" XD
Giorgia
Dec 11, 2017 rated it liked it
Una storia molto tenera e ricca di simbolismi. L'approdo al "fantastico" all'inizio non mi stava soddisfacendo,a poi, entrando nell'ottica ho iniziato ad apprezzare questa piega che la storia stava prendendo.

Per ora, il mio preferito rimane La profezia dell'armadillo
Brunella
May 06, 2020 rated it really liked it
Piantini
beesp
Mar 16, 2018 rated it it was amazing
5 stelle e l’ho messo tra i preferiti, e questo continua a non essere abbastanza per spiegare la bellezza dei racconti di Zerocalcare, la facilità con cui sembrano trovare questa comunicazione immediata e la stratigrafia di immagini e cultura che poi si può analizzare.
“Dimentica il mio nome” è una storia di famiglia, personale. Per quanto sia una storia peculiare e fuori dal comune, la bravura di chi sa narrare è quella di raccontare in modo che chi è spettatore possa riconoscere qualcosa che ha
...more
Lisachan
Sep 23, 2015 rated it it was amazing
Shelves: favorites
Non voglio perdere troppo tempo a spiegarvi quant'è bello perché non ho ancora trovato un essere umano al mondo che abbia letto Dimentica il mio nome e ne sia uscito dicendo "minchia lammerda", quindi sospetto sarebbe un po' superfluo, però due parole volevo dirle. Una delle due parole è che la gente della mia generazione che parla alla mia generazione come fa Calcare la posso contare sulle dita di una mano. Una sola. E l'onestà straordinaria e senza giustificazionismi di sorta con cui lo fa Cal ...more
Sergio Frosini
Nov 11, 2014 rated it liked it
Troppo poche tre stelle? Probabilmente sì.
Sì, certo, l'ho letto in una sera tirando tardi a letto, quindi proprio così scarso non dev'essere.
Ma non so, qualcosa nel complesso non mi convince.
Sarà l'armadillo, particolarmente insopportabile in queste pagine; sarà che non ne posso più della difesa ad oltranza dell'indifendibile Rebibbia; sarà anche che il "finale", nonostante tutto non mi soddisfa.
O sarà semplicemente che a furia di sentire dei peana sul capolavoro di Zerocalcare, qualcoina di
...more
Vittorio Rainone
Sep 26, 2017 rated it liked it
Un bel Calcare, che ha il merito di trovare la sua seconda storia lunga esterna al blog, ma forse dovrebbe provare a smarcarsi dall'autobiografico e provare un timing più disteso, una minore concentrazione delle immagini, rinunciare magari agli spiegoni delle sue stesse battute (quelle vignettine che fanno ridere ma alla lunga lo identificano troppo). Per il resto: bel volume, lungo soddisfacente ed ennesimo viaggio nella mente di Reich. Da leggere.
Suni
Apr 19, 2015 rated it it was amazing
Poco dopo la morte della nonna materna Zerocalcare scopre che quel ramo della sua famiglia nasconde un passato avventuroso, "da romanzo".
E questo romanzo decide di raccontarlo anche a noi, con una graphic novel particolarmente ben riuscita, ispirata, commovente, fantasiosa nel rendere in forma di metafora fatti e situazioni che non si possono evidentemente rivelare, neanche dopo tanti anni.
5 stelline e tante lacrime sul finale.
Enn_oui
Apr 05, 2016 rated it it was ok
Si può crescere senza essere necessariamente vecchi

Due passi avanti in mezzo a riflessioni sentite e spiazzanti, e quattro indietro quando cerca di riequilibrare le parti "serie" (e perché mai poi?) con leggerezza adolescenziale e spunti comici
Arwen56
Oct 28, 2014 rated it liked it
******
Maurizio Manco
Oct 01, 2017 rated it really liked it
"Ma poi quando si fa il passaggio da ragazzo a uomo? Possibile che non mi sono accorto che avevo finito il livello? Sicuro mi sono scordato di salvare." (p. 98)
Salvo
Jul 05, 2015 rated it it was amazing
B-E-L-L-I-S-S-I-M-O
5 stelle piene proprio come La profezia dell'armadillo, e ho detto tutto.
Francesco
May 13, 2020 rated it liked it
È la prima volta che leggo qualcosa di Zerocalcare e capisco perfettamente perché sia così amato, ma devo ammettere che non mi ha folgorato.

Dimentica il mio nome è considerato uno dei suoi migliori graphic novel e mescola l'esperienza reale dell'autore, che si ritrova ad affrontare la morte di sua nonna, con elementi di fantasia.

Ciò che più mi ha divertito sono stati tutti i riferimenti alla cultura pop anni '80/'90.

Mi è sembrato di fare un tuffo nel cervello del personaggio più che di leggere
...more
Wayne McCoy
Mar 16, 2018 rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: graphic-novels
'Forget my name' with story and art by Zerocalcare is a family story told with humans and animals. After finishing it, that decision sort of made sense.

Zerocalcare lives near Rebibbia prison near Rome with his mother and near his grandmother. After his grandmother's death, he cleans her apartment. He discovers secrets about her life before she lived in Rebibbia. At her funeral, a whole host of strange people show up to bid her farewell, each calling her a different name. Zerocalcare examines his
...more
LuLú
Apr 08, 2020 rated it liked it
Questo è stato, finalmente, il mio primissimo approccio all’incredibilmente osannato fumettista Zerocalcare e devo ammettere lontano dalle mie aspettative. Piacevole la trama e il risvolto morale, anche i disegni li ho trovati completamente coerenti con tutto lo stile generale, nonostante non sia il mio genere. La parte surreale e fantastica l’ho trovata molto interessante così come il finalone a sorpresa, un pizzico meno stuzzicanti invece le note autobiografiche e romanesche, forse un po’ trop ...more
Massimiliano Uva
Woow.
Zerocalcare è un grande!
Non avevo mai letto nulla, avevo sempre un astio verso i fumetti, ma mi sa che almeno per Zero devo ricredermi.
Non è infatti il classico comics di supereroi, qui esiste una vera trama, una costruzione, insomma, è davvero un'opera letteraria.
Penso proprio eggerò qualcosa d'altro di suo.
Karmakosmik
Apr 13, 2020 rated it really liked it
Shelves: fumetti
"Dimentica il mio nome" è un fumetto\romanzo che ben si distanza da quanto fatto in precedenza, in cui la sua vita privata, il fatto di partenza è la morte della nonna, si mescola all'ingegno\inventiva del fumettista di Rebibbia. Profonde riflessioni sulla morte e sul passato vengono allegerite dalle sue tipiche trovate comiche, incarnate come al solito dal suo amico Secco o dal riesumare oggetti o cose del passato, vedi il mitico Pisolone. Una grande prova di maturità.
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »

Readers also enjoyed

  • CineMAH presenta Il buio in sala
  • Cinzia
  • Mercedes
  • Cinquemila chilometri al secondo
  • LMVDM. La mia vita disegnata male
  • Il porto proibito
  • Quando tutto diventò blu
  • Residenza Arcadia
  • Pigiama Computer Biscotti
  • Ti chiamo domani
  • Il suono del mondo a memoria
  • Cinemah presenta: Il buio colpisce ancora
  • Nina che disagio
  • Due figlie e altri animali feroci: Diario di un'adozione internazionale
  • Guardati dal beluga magico
  • ...e noi dove eravamo?
  • unastoria
  • La giusta mezura
See similar books…
1,128 followers
Zerocalcare sul finire del 2011 ha quasi 28 anni e per un sacco di tempo ha fatto soprattutto fumettacci sulle fanzine fotocopiate e locandine per concerti punk hardcore. Oltre ad un numero sterminato di autoproduzioni nel circuito dei centri sociali, ha collaborato anche con il quotidiano Liberazione (pagina delle illustrazioni, ormai chiusa), il settimanale Carta (chiuso), i mensili XL di Repubb ...more

Related Articles

  Tech pioneer, co-founder of Microsoft, co-chair of the Bill & Melinda Gates Foundation, and author Bill Gates is an avid reader who has ...
504 likes · 136 comments
“Un uomo senza un segreto, è un uomo senza identità.” 22 likes
“Sono l'anello che si fa i cazzi suoi nella catena alimentare.” 10 likes
More quotes…