Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Le finestre di fronte” as Want to Read:
Le finestre di fronte
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Le finestre di fronte

3.67  ·  Rating details ·  184 ratings  ·  23 reviews
"Scritto intorno agli anni Trenta da un genio, questo breve capolavoro è il romanzo della polizia, del controllo, dell'annullamento totale dell'uomo sotto la più potente, importante e demiurgica dittatura poliziesca che l'uomo moderno abbia mai conosciuto. Ha un predecessore altrettanto profetico: Franz Kafka... Simenon con pochi tratti, come un grande pittore appunto, cos ...more
Paperback, Gli Adelphi #205, 176 pages
Published 2002 by Adelphi (first published 1933)
More Details... Edit Details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Le finestre di fronte, please sign up.

Be the first to ask a question about Le finestre di fronte

This book is not yet featured on Listopia. Add this book to your favorite list »

Community Reviews

Showing 1-30
Average rating 3.67  · 
Rating details
 ·  184 ratings  ·  23 reviews


More filters
 | 
Sort order
Start your review of Le finestre di fronte
Vittorio Ducoli
Apr 27, 2018 rated it really liked it  ·  review of another edition
L'altra metà di Simenon

La sterminata produzione letteraria di Georges Simenon è ancora oggi, nel nostro immaginario collettivo, indissolubilmente legata alla figura del suo più celebre personaggio, il commissario Jules Maigret. Già a partire dagli anni '30, però, Mondadori aveva iniziato a pubblicare un buon numero degli altri romanzi di Simenon, pubblicazione che era proseguita sino agli anni '60. È però essenzialmente merito di Adelphi se, da circa trent'anni a questa parte, l'autore belga è usci
...more
Ubik 2.0
Nov 07, 2015 rated it liked it
Kafka sul Mar Nero

Mi sembra (e forse mi ripeto…) che i romanzi di Simenon ambientati al di fuori del contesto franco-belga risentano di un handicap, la rinuncia ad uno degli elementi di maggior fascino della sua narrativa: quell’atmosfera così straordinariamente evocativa nel dipingere i luoghi, le persone, gli ambienti dove l’autore nacque e crebbe.

“Le finestre di fronte” addirittura si svolge interamente in una località russa sul Mar Nero (oggi Georgia) ben lontano dagli abitu
...more
Jayaprakash Satyamurthy
Simenon's novels are often compared to film scripts with their economy and precision, but this one in particular seems especially well suited to the screen. Like a Graham Greene novel it moves from scene to scene with no wasted time or extraneous digressions. A stark, yet well peopled novel set in a Georgian town during the days of the USSR, the novel plunges us into a world of immovable squalor and ever present, oddly dull but nonetheless monstrous intrigue. Adil Bey is an unusually sympathetic ...more
Filippo Bossolino
Nov 23, 2014 rated it liked it
Una prima parte dalle intense sensazioni rappresentate dalla descrizione del nuovo mondo a cui è destinato il protagonista, con elementi quasi surreali. Poi l'enorme ansia, angoscia e tormento che Adil Bey non riesce a gestire, anzi per cui si fa sopraffare e infine (purtroppo) un finale a mio avviso troppo piatto e rapido. Quindi, per me, un Simenon sotto tono, ma a cui va dato atto, come sempre, di aver reso in maniera perfetta quelle che possono essere le caratteristiche di un paese russo, gi ...more
Carloesse
Sep 21, 2017 rated it it was amazing  ·  review of another edition
Il mio primo Simenon non-Maigret. Un'atmosfera tanto densa da tagliarsi col coltello.
Rimasi sorpreso e affascinato dalle capacità narrative di uno scrittore che fino ad allora credevo fosse stato solo un eccellente "giallista".
Phoebes
Nov 07, 2019 rated it really liked it
Shelves: scaffale
Prima di iniziarlo ricordavo di questo libro solo che avevo già provato a leggerlo e mi ero fermata alle prime pagine. Lo avevo talmente rimosso che ero convinta che fosse un romanzo con Maigret, invece non è nemmeno un giallo. Però mi è piaciuto veramente tantissimo, e non saprei neanche bene spiegare perché, forse perché è semplicemente così che sono i classici, ti raccontano una cosa qualsiasi, una piccola storia riguardante un paio di persone, eppure ti raccontano tutta la vita.
In quar
...more
Roberto
Dec 21, 2014 rated it liked it
Shelves: francia, thriller
“Le finestre di fronte” racconta la storia di un console turco che arriva in una cittadina russa per sostituire il suo predecessore, morto prematuramente in circostanze misteriose. Il nuovo console scopre lentamente di essere in un mondo completamente diverso dalla sua Turchia. La polizia vigila incessantemente su tutto e tutti e il regime sorveglia ogni cosa. Anche la segretaria che gli viene affidata, e che diventa tra l’altro la sua amante, si dimostra essere una spia.
In uno scenario sp
...more
Sandra
Sep 02, 2012 rated it really liked it
Shelves: francia
Per uno straniero, anche se console, vivere in una città della Russia durante il regime staliniano è estremamente difficile, il regime ha instaurato una fitta ed opprimente rete di controlli che non si limitano a sorvegliare la vita pubblica, ma sono così penetranti da invadere anche la sfera privata, emblematicamente rappresentati dalle finestre di fronte alla sua abitazione, costantemente spalancate come occhi che scrutano i movimenti di Adil bey, giovane console turco alla prima missione dipl ...more
Elia Reds
Jan 02, 2019 rated it really liked it
How does it feel to be in URSS during the 30s? This is the nice story of a consule who gets an assignment in Batumi, on the dead sea and spends his days fearing the regime, represented by the presence of Sonia, his secretary. Their work relationship becomes an obsession which will follow Adil Baj through the whole tale, until he leaves.
Mikee
Mar 27, 2019 rated it it was amazing  ·  review of another edition
I really didn’t want to read this book, even though it took me forever to find. It’s not like any other Simenon I’ve ever read. It takes place in Russia in the 1930s. Grim. Gloomy. Terrifying. The only “standard” character is the cynical debonair newspaper guy. The Turkish counsel has just arrived in Baku and knows nothing. Knows no one. Speaks no Russian. He is consumed by the place (in more ways than one). The ending is inevitable.
Dustin Riccio
Another slow burn thriller from Simenon. Takes a while to get going (and the description on the back spoils the big twist) but I really dug the early Soviet setting.
Juan Jiménez García
Georges Simenon. Espejismos

En 1933 Georges Simenon realiza un viaje a la Unión Soviética. Siguiendo el Mar Negro, permanece ocho días en Odessa, lo cual le permite obtener un impresión bastante precisa de la situación en aquel momento (y mas a resultas de los problemas de su guía con las autoridades). A su regreso, publica por entregas aquella experiencia y también escribe una novela. Esa novela serán Los vecinos de enfrente, una novela que acaba siendo algo más que eso. Una toma de postura, un retrato na
...more
Paula Koneazny
Dec 13, 2010 rated it liked it  ·  review of another edition
Shelves: french
This review has been hidden because it contains spoilers. To view it, click here.
Antonio Fini
Jan 09, 2011 rated it really liked it  ·  review of another edition
Che angoscia!
Adil bey è il console turco, un uomo solo in una lontana landa della peggiore Russia staliniana immaginabile.
Un luogo opprimente, pauroso, malato, in cui nessuno sembra essere davvero quello che sembra, dove si deve sospettare di tutti per sopravvivere. Sullo sfondo, una pioggia incessante che mi ha ricordato, assurdamente, le atmosfere di Blade Runner!
Adil prova a immaginare un futuro diverso per sè e per la sua segretaria, con la quale intrattiene un rapporto a d
...more
Scrittevolmente
Oct 16, 2013 rated it really liked it
L’atmosfera è cupa, opprimente, esattamente quella che si doveva respirara nella Russia staliniana. Una riuscita cornice storica che rivela al suo interno un intrigo fitto: è l’intrigo che circonda Adil Bey e i suoi continui aumenti di peso, le sue occhiaie, le sue mani gonfie, ma è anche l’intrigo della sua psiche che comincia a lavorare febbrilmente senza riuscire a comprendere, se non alla fine, ciò che davvero sta accadendo attorno a lui.
Quello che circonda i gialli di Simenon di unici
...more
Ángel
Oct 26, 2014 rated it really liked it  ·  review of another edition
"Cualquier novela de Georges Simenon palidece ante la vida del autor. Podría bastar decir que este escritor belga en lengua francesa declaró no sólo haber escrito más de doscientas novelas, sino haberse acostado con más de treinta mil mujeres. Cuesta no pensar de qué forma debió compaginar ambas tareas para poder llevarlas a cabo.

(sigue) latormentaenunvaso.blogspot.com/2013/...
Jail Flanagain
This strange little novel shows how ahead of the curve Simenon was in many ways. The absurdist and mysterious narrative is reminiscent of many existentialist classics that were mostly published later. And the attack on Stalinist dissapearances in Russia comes at a time when most of his contemporaries were still enamored of Stalin. Ultimately the narrative is a bit slight but still worth reading.
Toushiro Hitsugaya
Me ha envuelto en una sensación de incertidumbre y de persecución. La miseria, el hambre y la indiferencia de las personas bajo el régimen de la URSS logran que una atmosfera opresiva y bastante triste. Un final que me ha dejado algo fría....no sé esperaba otro final un poco más esclarecedor.
Marica
Feb 08, 2016 rated it did not like it
noioso, poco avvincente...peccato Simenon in genere mi piace molto ma qui la storia non prende...
Eleonora Vittori
rated it liked it
Aug 14, 2011
Josef Del Processo
rated it liked it
Aug 04, 2017
Giovanni
rated it really liked it
Jul 29, 2017
Ilaria Sandri
rated it really liked it
Feb 28, 2017
Bruno
rated it really liked it
Aug 16, 2017
Mario
rated it really liked it
Oct 17, 2018
Licia Marianeschi
rated it really liked it
Jul 09, 2018
Maria Fadabini
rated it it was ok
Nov 28, 2017
Matteo
rated it liked it
May 11, 2017
Pietro
rated it really liked it
Sep 05, 2013
Miranda Dotta
rated it it was amazing
May 08, 2017
« previous 1 3 4 5 6 7 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »

Readers also enjoyed

  • Quichotte
  • The October Country
  • Saturday Night and Sunday Morning
  • Paris Nocturne
  • More Pricks Than Kicks
  • Non-Stop
  • Heavenly Breakfast: An Essay on the Winter of Love
  • Hellboy: The Lost Army
  • Divorare il cielo
  • Absolute DC: The New Frontier
  • My Disillusionment in Russia
  • Mary
  • The Adversary: A True Story of Monstrous Deception
  • La Nuit
  • Burning Chrome (Sprawl, #0)
  • Judge Dredd: The Complete Case Files 03
  • Les équinoxes
  • Songs of a Dead Dreamer and Grimscribe
See similar books…
1,138 followers
Simenon was one of the most prolific writers of the twentieth century, capable of writing 60 to 80 pages per day. His oeuvre includes nearly 200 novels, over 150 novellas, several autobiographical works, numerous articles, and scores of pulp novels written under more than two dozen pseudonyms. Altogether, about 550 million copies of his works have been printed.

He is best known, however
...more