Piero Olmeda

Goodreads Author


Born
Italy
Website

Twitter

Genre

Member Since
May 2015


PIERO OLMEDA has collaborated in numerous poetry projects, among which Odio la Poesia (I Hate Poetry), a live performance where he destroyed an unspecified number of cathode ray tube televisions, Deus ex Machina in which the actions of two actors on a stage were piloted by a computer program via radio, Leopardi Express, with his impersonation of the poet Giacomo Leopardi, whom he brought back from the dead in time for Man’s first landing on the Moon, Faust, a series of monologues by famous poets he brought to conclusion by falling through a trapdoor surrounded by flames, and Black Hole, with seven ballerinas dancing in the dark and a labyrinth of luminous wires.
At Padova University’s Computational Sonology Center, he wrote the poems Zero an
...more

Average rating: 3.67 · 3 ratings · 3 reviews · 5 distinct works
La Bellezza e la Bestia

really liked it 4.00 avg rating — 2 ratings — published 2015 — 2 editions
Rate this book
Clear rating
Un Giorno Verde

liked it 3.00 avg rating — 1 rating — published 2015 — 2 editions
Rate this book
Clear rating
La prima di tutte le donne ...

0.00 avg rating — 0 ratings
Rate this book
Clear rating
Fata Morgana

0.00 avg rating — 0 ratings — published 2015 — 3 editions
Rate this book
Clear rating
Of Time and Goats

0.00 avg rating — 0 ratings — published 2015 — 5 editions
Rate this book
Clear rating
More books by Piero Olmeda…

Gianluca AmoreCon Ti amo ti odio e Sette vite io vorrei continua l’impegno per una canzone che dia la massima importanza alla qualità del testo, seguendo quella tendenza verso una canzone d'autore estrema per i temi trattati e la maniera di presentarli, che si era già delineata nei precedenti lavori della raccolta Canzonepoesia e successivamente nelle canzoni Vado viaSe il mondo finisse dom... Read more of this blog post »
 •  0 comments  •  flag
Twitter icon
Published on November 26, 2017 16:14 • 20 views

Upcoming Events

No scheduled events. Add an event.

Piero’s Recent Updates

Piero Olmeda wrote a new blog post




Gianluca AmoreCon Ti amo ti odio e Sette vite io vorrei continua l’impegno per una canzone che dia la massima importanza alla qualità del testo, se... Read more of this blog post »
" Ho pubblicato un articolo sulla canzonepoesia dal titolo "Vi diremo le parole che non volete sentire" http://pieroolmeda.blogspot.it/2016/1...
per iniz
...more "
La Bellezza e la Bestia by Piero Olmeda
"Ho ricevuto questo libro attraverso un giveaway di goodreads.
É stata una lettura veloce e piena di significato. Ho trovato lo stile molto poetico, il che mi é piaciuto tanto, e i temi trattati sono molto forti. Consiglio questo romanzo breve davve..." Read more of this review »
Piero Olmeda finished reading
La prima di tutte le donne - parte prima by Piero Olmeda
Rate this book
Clear rating
" Offerta di lancio: La prima parte GRATIS su Amazon fino al 17 Luglio.
http://www.amazon.it/dp/B01GG0RU8C
Un vecchio ripete sempre le stesse azioni. D'un
...more "
" La Prima di Tutte le Donne è ora in offerta di lancio gratis dal 13 al 17 Luglio
http://www.amazon.it/dp/B01GG0RU8C/
...more "
Piero Olmeda shared a quote
La prima di tutte le donne - parte prima by Piero Olmeda
“Questa è una storia che come tutte le storie non ha inizio. E questa è una storia che come tutte le storie ha una fine. Facile sarebbe e più veloce balzare alla conclusione immediatamente e tralasciare tutta l’intricata ragnatela degli eventi, magari pensando che nella fine c’è tutto il senso di ogni cosa. Che la fine si svela come un fiore a lungo trattenuto dal gridare. Ma non è così. Nella fine non c’è nulla di niente al di là del punto. Così il fantasticare oltre o sul suo significato è solo una fantasia che l’alba del mondo ci ha regalato come una dolce favola per bambini. Invece è con mano tremante che le dita battono sui tasti alla ricerca di un inizio. Ma già solo il primo tentativo ci vede persi in biforcazioni, rivoli e diramazioni successive in un labirinto inestricabile tale da far esitare la mente di fronte al trionfo del possibile. Perché di questo si tratta: l’inizio non c’è se non come la sorgente di un Nilo della mente.”
Piero Olmeda
" Spero di fare cosa gradita allegando il comunicato stampa dell'uscita di "Forse ti ho inventato". La versione recitata può essere ascoltata in forma i ...more "
Piero Olmeda rated a book liked it
Leviathan. Il Risveglio by James S.A. Corey
Rate this book
Clear rating
Piero Olmeda shared a quote
14038972
“Oggi è un'altra vita, figlio mio
la pelle calda e bagnata che ti brucia
dell'impossibile possibile meraviglia
di essere, di essere, di esistere"

da "Oggi il futuro ti racconto", canzonepoesia di P. Olmeda S. Saccocci”
Piero Olmeda
More of Piero's books…
“Dobbiamo creare autori che abbiano coraggio e lettori che abbiano lo stesso coraggio”
Piero Olmeda

“To count the stones losing count
is the sense of our life: the algebra
of our displacements.
To follow paths losing sense
is the circumvolution, the evolution: the logic
of our moments. But. No.
There is no symmetry in our acts.
Never the chance of steps that surprise us
to salt.
Our time machine. Forward.
Never backward the meat machine.
No turning back. No turning back.
There is no remedy: death
is an incurable asymmetry.
Huge is the ticking of the Clock but
but our time has the clutch, the vortex
the saltwater of a wave that covers us.
It reshapes and hollows out the face, like sand
robs us of our flesh.”
Piero Olmeda, Of Time and Goats

“Contare i sassi perdendo il conto
è il senso della nostra vita: l'algebra
dei nostri spostamenti.
Seguire percorsi perdendo il senso
è la circonvoluzione, l'evolversi: la logica
dei nostri istanti. Ma. No.
Non c'è simmetria nei nostri atti.
Mai il caso dei passi ci sorprenderà
di sale.
La nostra macchina del tempo. Avanti.
Mai indietro la macchina di carne.
Indietro non si torna. Indietro non si torna.
Non c'è rimedio: la morte
è un'asimmetria inguaribile.
Enorme il ticchettio dell'Orologio ma
ma il nostro tempo ha la stretta, il vortice
l'acqua di sale di un'onda che ci copre.
Rifà ed incava il viso, come sabbia
ci porta via la carne.”
Piero Olmeda, Sul Tempo e le Capre

“To count the stones losing count
is the sense of our life: the algebra
of our displacements.
To follow paths losing sense
is the circumvolution, the evolution: the logic
of our moments. But. No.
There is no symmetry in our acts.
Never the chance of steps that surprise us
to salt.
Our time machine. Forward.
Never backward the meat machine.
No turning back. No turning back.
There is no remedy: death
is an incurable asymmetry.
Huge is the ticking of the Clock but
but our time has the clutch, the vortex
the saltwater of a wave that covers us.
It reshapes and hollows out the face, like sand
robs us of our flesh.”
Piero Olmeda, Of Time and Goats

“Contare i sassi perdendo il conto
è il senso della nostra vita: l'algebra
dei nostri spostamenti.
Seguire percorsi perdendo il senso
è la circonvoluzione, l'evolversi: la logica
dei nostri istanti. Ma. No.
Non c'è simmetria nei nostri atti.
Mai il caso dei passi ci sorprenderà
di sale.
La nostra macchina del tempo. Avanti.
Mai indietro la macchina di carne.
Indietro non si torna. Indietro non si torna.
Non c'è rimedio: la morte
è un'asimmetria inguaribile.
Enorme il ticchettio dell'Orologio ma
ma il nostro tempo ha la stretta, il vortice
l'acqua di sale di un'onda che ci copre.
Rifà ed incava il viso, come sabbia
ci porta via la carne.”
Piero Olmeda, Sul Tempo e le Capre

“Mi ero svegliato stanco come mi ero addormentato, una luce tagliente che entrava dalla finestra creando dal nulla nuvole dorate di polvere. Non era la luce di tutti gli altri giorni, non era bianca o rosa, allegra o triste, rinfrescante, bagnata o calda, ma era più potente di tutte le luci di tutte le albe che avevo vissuto, riusciva a entrare fin negli angoli più nascosti, riusciva a curvare e percorrere i disegni dei più oscuri labirinti fino a svelare quegli interstizi dove mai luce era arrivata, dove forse mai lo sguardo si era posato.
Guardando i suoi occhi neri e grandi non potevo fare a meno di pensare a quella luce verde che aveva inondato tutti gli oggetti, che era scesa dolorosamente negli occhi e che ora scorreva ineliminabile nelle vene. Di fronte al suo specchio di carne mi capitò di dire le cose verdi che non avrei mai pensato di poter dire e che forse non dovrebbero mai essere pronunciate”
Piero Olmeda, Un Giorno Verde

“Certe volte è difficile stabilire se è l'alba o il tramonto. Qui il sole è sempre lo stesso. Quando è vicino all'orizzonte comincia ad adagiarsi, come felice di una morte a lungo aspettata. Oppure, se lo guardiamo da un'altra angolazione, sembra una palla un po' sgonfia che sta per lanciarsi verso l'alto in un impeto elastico...
...
Mi incamminai verso la riva, misi i piedi nell'acqua. Era freddo. Cercai di immaginarmi T. Per la prima volta riuscivo a vederla come una persona umana, di carne, non come una vuota bambola di un film esistenzialista. La fisicità con cui la vedevo ora che era morta mi colpì con forza. A lei piaceva giocare con le parole. E capii che io non avrei dovuto giocare con lei, che non avrei dovuto giocare a fare un romanzo. Non avrei dovuto scherzare con la vita.”
J. Hole

“Cominciò a dire “Chi?...Che cosa?”, ma la risposta fu un rantolo prolungato, seguito da una serie di conati, mentre il corpo che teneva tra le braccia tremava in modo incontrollabile. Piano piano cominciò a notare il soprabito sporco di un colore indefinibile, i piedi nudi, i capelli raggrumati in configurazioni improbabili.
Allora, con estremo sforzo, con le due mani a metà tra le guance ed il collo provò a sollevare lentamente il viso di questo corpo. Vide due immensi occhi gialli, persi nel nulla, secchi, la pupilla nera dilatata all'impossibile. Le guance scavate con le ossa del cranio che premevano sulla pelle rinsecchita dove le rughe si diramavano dagli occhi e dalle labbra come le crepe di un deserto.
E ancora disse e continuò a ripetere: “Chi sei? Cosa vuoi? Perché?” Ma infine la risposta che non voleva accettare si fece strada nel caos. No, non era possibile. No, non era un mostro venuto dallo spazio, né l'incubo di qualcun altro, ma semplicemente era suo figlio.”
Piero Olmeda

30626 Goodreads Italia — 10833 members — last activity 1 hour, 24 min ago
Goodreads Italia è un luogo d'incontro per gli utenti italiani e italofoni della piattaforma Goodreads. Il gruppo, nato nel 2010 e in costante evoluzi ...more
45731 Ebook Italia — 885 members — last activity Sep 15, 2018 09:29AM
Il gruppo per chi legge in digitale (ma non solo), per condividere suggerimenti, opinioni, esperienze.
54220 Ebook Giveaways & Great Deals — 346 members — last activity Aug 01, 2018 07:34AM
A great place to find book giveaways and great deals!
40389 Fantascienza — 504 members — last activity Aug 31, 2018 11:45AM
Gruppo dedicato alla fantascienza* Don't panic! *Non fantasy, per quello c'è un il gruppo FantasYtalia (Fantasy Italia).
82559 Kindle Direct Publishing: Pionieri italiani — 77 members — last activity Jan 04, 2017 07:00AM
Il gruppo nasce nel Giugno 2012 da una idea di Tiziano con l'obiettivo di diventare il primo gruppo italiano esclusivamente dedicato agli autori indip ...more
62280 Reading Challenges — 1343 members — last activity 1 minute ago
Un luogo che raccoglie sfide personali di lettura, percorsi tematici, obiettivi da raggiungere per il solo e unico piacere di leggere.
More of Piero’s groups…



No comments have been added yet.