La Stamberga dei Lettori discussion

The Catcher in the Rye
This topic is about The Catcher in the Rye
34 views
Articoli e notizie librarie > Torna ‘Il giovane Holden’ in un nuovo romanzo

Comments (showing 1-7 of 7) (7 new)    post a comment »
dateDown_arrow    newest »

Sakura87 | 1754 comments Mod
Articolo di Andrea Bressa su panorama.it (http://cultura.panorama.it/libri/il-g...):

Il personaggio di Salinger sembra tra i più gettonati nell’universo dei sequel: ci avevano già provato nel 2009, ora tocca alla scrittrice Mary O’Connell

Non ci sarebbe nemmeno bisogno di presentarlo: Holden Caulfield è il più famoso personaggio nato dalla penna di J.D Salinger, protagonista de Il giovane Holden (Einaudi), uno dei romanzi fondamentali della letteratura americana. A distanza di sessant'anni tornerà in scena in un nuovo lavoro, firmato dalla giovanissima scrittrice statunitense Mary O’Connell .

Il libro si chiamerà The Rye, in un chiaro rimando al titolo originale The Catcher in the Rye,e sarà pubblicato dalla Amy Einhorn Books, casa editrice che fa capo alla Penguin.

Il ruolo assegnato al personaggio dalla O’Connell è comunque abbastanza singolare. Nel romanzo, infatti, si raccontano le vicende di una studentessa all’ultimo anno di liceo, che si avventura a Manhattan alla ricerca del suo vecchio insegnante di letteratura. E proprio dalle pagine di The Catcher in the Rye compare Holden Caulfield, come un moderno Virgilio che, dall’alto della sua esperienza (basta ricordare la trama dell’opera originale), va ad accompagnare la giovane nel suo viaggio.

Mary O’Connell sembra quindi dare a Holden un ruolo da mentore, che forse i più appassionati del romanzo di Salinger in qualche modo non faticano ad attribuirgli.La stessa autrice ha infatti affermato sul sito Random Buzzers : “Ho letto Il giovane Holden a 13 anni, e fu un’esperienza così intensa che mi convinse a diventare una scrittrice”.

Ma non è la prima volta che Holden Caulfield rivive sulle pagine di un’opera diversa dall’originale. Già nel 2009 lo scrittore svedese John David (alias Fredrik Colting) scrisse il sequel 60 Years Later: Coming Through the Rye (Nicotext), pubblicato però solo in Inghilterra. Il libro, infatti, venne bandito dal suolo americano per questioni legali riguardanti diritti d'autore e accuse di plagio, nelle quali ebbe parte importante lo stesso J.D. Salinger (morto nel gennaio 2010).


Cosa ne pensate?


message 2: by Arwen56 (last edited Oct 21, 2012 02:19PM) (new) - rated it 3 stars

Arwen56 | 522 comments Mah, io già detesto i sequel di mio ...

Diversa sarebbe la questione se il romanzo fosse un semplice omaggio allo scritto di Salinger. Dipende, dunque, da come verrà sviluppata la trama. Però, onestamente, Holden nei panni di un novello Virgilio ce lo vedo poco.


Tancredi (Rainbowarrior) | 347 comments Che blasfemia...


message 4: by Claire (last edited Oct 21, 2012 02:42PM) (new) - rated it 5 stars

Claire (ClaireN) Arwen56 wrote: "Mah, io già detesto i sequel di mio ...

Diversa sarebbe la questione se il romanzo fosse un semplice omaggio allo scritto di Salinger. Dipende, dunque, da come verrà sviluppata la trama. Però, one..."


Sono d'accordo in tutto e per tutto.
Va bene che Salinger è morto, ma non capisco come i suoi eredi, conoscendolo, lascino fare.

edit: ma forse ho capito male. Holden è effettivamente un personaggio del libro o semplicemente la protagonista usa Il giovane Holden per visitare gli stessi luoghi citati nel romanzo?


charta | 1 comments I sequel letterari se sono farina di un unico sacco possono anche andare bene. A volte pure meglio.
Ma se di un altro autore al mio naso sanno di plagio, scarsa inventiva e pigrizia: le torte preconfezionate sanno cucinarle tutti.
Non che l'abitudine sia recente. Cervantes scrisse la seconda parte del suo capolavoro dopo il sequel pubblicato da tal Avellaneda. Salinger purtroppo è morto, invece.


Chiara | 2 comments Neanche a me piacciono tanto i sequel, ma a dir la verità io ho detestato Holden, leggendo il libro...

vi prego non fatemi del male..


Claire (ClaireN) Io è tanto che non lo rileggo ma ho la sensazione che invecchi male...


back to top

unread topics | mark unread