Alessandra's Reviews > Murder on the Orient Express

Murder on the Orient Express by Agatha Christie
Rate this book
Clear rating

by
4836563
's review
Jul 05, 12

Read in July, 2012

Sono appena scesa dalle porte del treno più rinomato e famoso della storia della letteratura inglese e mondiale, frutto dell'inventiva di una signora che io immagino avvolta al di sotto del collo fino alle forti ginocchia dal tepore di un semplice abito giallo, ovviamente, con degli occhialetti lucenti posti sulla punta del naso ed i capelli avvolti in un crocchia all'estremità della nuca, sempre attenta e pronta, astuta e dotata di un'intelligenza di straordinaria efficacia: Agatha Christie.
Ho percorso la tratta seguita dalle rotaie percorse dall'Orient Express in bilico tra un sentimento che oscillava dalla dolce tranquillità delle prime pagine all'ansia più totale del fulcro della vicenda, tipica emotività dovuta alla lettura di un qualsiavoglia libro dell'acuta scrittrice.
Il treno che ho preso, non è stato - al contrario di quanto si possa pensare - fermato da alcun clima rigido e freddo tipico della zona orientale della nostra Europa, ma il mio è stato un viaggio oltre ogni confine, un viaggio lungo la bellezza di duecentoquindici pagine, uno di quelli che durano troppo poco per rendersi conto di quanto accade mentre si è saltati sù.
Ed è proprio questo ciò che mi è capitato: salita sul convoglio ferroviario le cose mi sembravano abbastanza chiare, le dodici persone che avevano scelto la mia stessa tratta, non erano, a parte alcune eccezioni, delle figure rilevanti, non erano nemmeno persone sospette, si trattava semplicemente di persone che dovevano assolutamente recarsi dall'altra parte dell'Europa per lavoro o per motivi strettamente personali.
Ma è proprio nel momento in cui tutto sembra perfetto, come è solito, che le cose si complicano, si ingarbugliano e ci si chiede come si è potuti rimanere inermi, senza avere il minimo sospetto di ciò che sarebbe potuto accadere e ci si arrovella sul perché non si è rimasti in guardia. Non è questo, però, il caso. In mia compagnia e delle dodici persone che animano il treno, si trova, guarda caso, il signor Poirot, un investigatore belga dalla fama pressoché indiscutibile. La notte prima, infatti, in nostra compagnia sul treno si trovava un acuto assassino che, approffittandosi del clima freddo e rigido e del treno bloccato dalla neve, sferra un duro colpo al signor Ratchett, uno tra i viaggiatori provenienti dagli Stati Uniti che, per sua sfortuna, non ne uscirà vivo.
Sarà proprio l'impareggiabile Poirot, come suo solito, a risolvere sagacemente il mistero del delitto e a fare in modo che tutto possa volgere al termine.

E', appunto, un viaggio senza fine quello che ho intrapreso poche settimane fa in compagnia dell'adorabile genio di Agatha Christie con Dieci piccoli indiani, che si è esteso ed ampliato con la lettura di questo Assassinio sull'Orient Express e che, grazie all'ineffabile abilità della stessa scrittrice si dilungherà, appunto, all'infinito.
1 like · likeflag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Murder on the Orient Express.
sign in »

No comments have been added yet.