Rosalba's Reviews > Istanbul

Istanbul by Orhan Pamuk
Rate this book
Clear rating

by
10166759
's review
Oct 13, 13


"Se la città ci sembra bella e magica, anche la nostra vita dev'essere tale."


Un Pamuk malinconico, piegato su stesso, ripercorre i ricordi della sua infanzia e adolescenza, la sua passione per la pittura che abbandonerà per diventare uno scrittore e racconta la sua città, che è anche la sua essenza, e guardandola con gli occhi della nostalgia la vede in bianco e nero e sfumature di grigio, le nebbie sul Bosforo, le ville e i vecchi palazzi anneriti dal tempo, che ricordano gli antichi fasti di un impero ormai decaduto. Il mio personale ricordo di Istanbul è fatto invece di colori e di suoni, di profumi di spezie e rumori, di folla e di musica e di bellissimi tramonti sul Bosforo. Ma io sono un occidentale e, come scrive Pamuk, “l'occidentale che arriva in città, spesso non percepisce questa tristezza, né la malinconia”. Un libro a tratti lento, proprio per la tristezza che lo impregna, ma colmo d'amore e di poesia per la sua amatissima città.
http://youtu.be/GazbLpUloi0
ASCOLTO ISTANBUL (Orhan Veli Kanik)
Ascolto Istanbul ad occhi chiusi, spira una leggera brezza, dapprima. Lentamente oscillano le foglie sugli alberi. Da lontano, molto lontano i perenni trilli degli acquaioli. Ascolto Istanbul ad occhi chiusi, e mentre passano gli uccelli a stormi e stridii dall'alto le reti si ritirano dalle chiuse e i piedi di una donna sfiorano l'acqua. Ascolto Istanbul ad occhi chiusi, sono freschi i bazar, allegro Mahmut pascià, pieni di colombi i cortili, pervengono battiti di martello dai bacini, dalla dolce brezza primaverile odori di sudore. Ascolto Istanbul ad occhi chiusi, ebbra di passati favori, una villa dalle darsene buie fra il mugghio dell'acquietato scirocco. Ascolto Istanbul ad occhi chiusi, passa una fraschetta sul marciapiede imprecazioni, motivetti, canzoni, frizzi dalla sua mano cade qualcosa sul selciato, dev'essere una rosa. Ascolto Istanbul ad occhi chiusi, ai suoi piedi si dibatte un uccello. non so se la tua fronte scotti o no. Dietro i pistacchi nasce una luna candida lo percepisco dai battiti del tuo cuore. Ascolto Istanbul.
4 likes · likeflag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Istanbul.
sign in »

Comments (showing 1-4 of 4) (4 new)

dateDown_arrow    newest »

Stefania T. Una recensione meravigliosamente poetica. :)


Rosalba Grazie :)


message 3: by Luca (new)

Luca Lesi veramente bella . vien voglia di leggere il libro .


message 4: by Io? (new) - added it

Io? concordo!


back to top