Jimbose's Reviews > 22/11/'63

22/11/'63 by Stephen King
Rate this book
Clear rating

by
9632756
's review
May 19, 2012

really liked it
bookshelves: mistery, sci-fi
Read in March, 2012

Be', volendo iniziare a leggere King e non sapendo da che parte cominciare, ho preso in prestito dalla biblioteca la sua ultima opera. Ecco quel che ne ho tratto.

Chiunque cerchi in questo romanzo un libro di fantascienza ha sbagliato indirizzo. Nonostante la trama, ad una prima occhiata, sembri condurci nel grande filone della letteratura fantascientifica che tratta i viaggi nel tempo, King usa questo escamotage essenzialmente perché vuol raccontare gli anni '60.

Ora, non voglio dire che di tutta la storia dei paradossi dei viaggi nel tempo o del cosiddetto effetto farfalla (quello per cui il battito d'ala di una farfalla può provocare una tempesta all'altro capo del mondo) non gli importi granché ma certo è che neppure ha posto questi argomenti al centro della sua storia. Anche il "ritorno al futuro" non mi è parso che abbia impegnato troppo le cellule nervose che King dedica alla creatività.

Eppure la teoria fantascientifica di King è molto interessante: il passato non "vuole" essere modificato, la storia è come un fiume il cui corso può essere deviato solo con enorme sforzo e dispendio di energia. Quindi, dice King, se hai intenzione di andare indietro nel tempo per cambiargli i connotati, sappi che Lui, il Tempo, farà di tutto per impedirtelo.
King stesso, però, nella postfazione confessa a riguardo il suo debito con Finney (il cui Indietro nel tempo cercherò di recuperare al più presto). Teoria fantascientifica interessante, quindi, ma non originale.

La descrizione degli anni che precedettero l'assassinio di Kennedy, invece, è magistrale. Ci sono momenti in cui vorresti che un modo per fare dei viaggi indietro nel tempo esistesse sul serio per poter vivere personalmente quel che King ti fa vivere con la mente. La facilità di scrittura di King mi ha molto impressionato. Ci sono alcune lungaggini (gli appostamenti a Lee Oswald sono così sfiancanti che ti pare di esserci stato tu a spiare da dietro le tendine), è vero, ma la lettura è sempre molto agevole ed appassionante. Sono riuscito persino a comprendere perché i libri di King sono spesso così voluminosi: semplicemente gli piace scrivere e raccontare storie, oltre al fatto non trascurabile che, queste storie, le racconta bene.

Indice Jimbose: 81%
flag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read 22/11/'63.
Sign In »

No comments have been added yet.