claudio pagani's Reviews > Bad Blood

Bad Blood by John Sandford
Rate this book
Clear rating

by
9366966
's review
May 09, 12

Read in January, 2012

Uno dei vantaggi del mio mestiere sono i posti che ci capita di visitare grazie ai vari meeting e conferenze. Negli ultimi anni sono stato ad esempio a San Vito lo Capo, con la sua bella spiaggia ed il mare pieno di meduse (ne ha fatto le spese un mio collega, auch!), a Pantelleria con i suoi voli cancellati per il vento che costringono ad un prolungamento “forzato” della visita, a Roma, che non vedevo da bambino e che non mi ricordavo cosi’ straordinaria, a Bormio con le sue piste e i fantastici pizzoccheri. Negli Stati Uniti dopo il perido Pennsylvano ci sono tornato 2 volte, a Woods Hole, dove siamo rimasti bloccati per diversi giorni causa l’eruzione del vulcano Islandese e dove ho visto in streaming l’Inter battere il Barca 3-1 e a Clemnson, una piccola cittadina universitaria nel north carolina (o forse il sud? si’, probabilmente sud) dove se non fosse stato per la conferenza mai mi sarebbe passato per la mente di andare. Clemnson non e’ certo la destinazione imperdibile di un tour negli US, e non c’e’ niente veramente da visitare, pero’ e’ caratteristica della nuova provincia americana e secondo me puo’ far intuire dell’american way of life piu’ di una vacanza a NY. Per arrivarci si percorrono le highways che tagliano in mezzo al nulla, fiancheggiate per miglia da boschi e prati interrotti solo da qualche capannone e alcuni motel. Poi si attraversano i paesini ai confini della citta’, con piu’ chiese dagli annunci stravaganti che case e con mall dopo mall di supermarket e negozi dove i locali coi loro suv e pickup trucks fanno la spesa.
Clemnson e’ una cittadina cresciuta con l’universita’, in centro c’e’ qualche bar, qualche negozio che vende cappellini e giacche della squadra di football, i ristoranti di tutte le catene americane (da Wendy’s a Ruby Tuesday, da Red Lobster a Taco Bell) riempiti da compagnie di studenti (ecco, le studentesse americane durante il weekend sono effettivamente una molto valida ragione per una visita ad una cittadina universitaria come Clemnson). La conferenza e l’hotel erano in un edificio universitario di fianco al campo da golf (dell’universita’ anche quello), era Ottobre (o Novembre?) ed ancora andave a palla l’aria condizionata, si stava al bar all’aperto con una birra ed il laptop, e il City batteva il Man U 6-1. Al ritorno in aereoporto mi accorgevo di non avere nulla da leggere durante il volo, e al negozietto delle “Hudsons news” sceglievo fra i paperbacks “Bad Blood”, di un autore a me sconosciuto ma lodato dal re dell’horror sul retro della copertina.

Bad Blood e’ una storia di detective nella provincia rurale (quindi davvero provincia, non come Clemnson) del Minnesota, dove una serie di morti sospette indirizza le indagini su una setta cristiana locale. La trama non e’ terribilmente originale ma solida, scritta bene, il puzzle si compone poco alla volta e porta a galla una verita’ traumatizzante. Mi e’ piacituo il detective Virgilio, un tipo interessante, e ho trovato anche verosimili gli altri personaggi di contorno che ben disegnano la realta’ della piccola comunita’. La lettura e’ adatta ad un viaggio in aereo o in treno e per gli appassionati di detective stories.
likeflag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Bad Blood.
sign in »

No comments have been added yet.