Tancredi's Reviews > La trilogia Steampunk

La trilogia Steampunk by Paul Di Filippo
Rate this book
Clear rating

by
4894181
's review
Mar 20, 12

bookshelves: statunitensi, sci-fi, storico
Read from March 03 to 19, 2012

Se vi aspettate aeronavi, tecnologie avanzatissime alimentate a vapore, protesi robotiche e quant'altro, questo libro non fa per voi.
Lo steampunk è un adorabile sottogenere che vede l'introduzione di una tecnologia avanzata in un contesto storico passato; un'ambientazione che si è arricchita di immagini e luoghi comuni grazie alla più recente narrativa occidentale, agli anime giapponesi e anche ai videogiochi.
Paul Di Filippo, che pure usa - per la prima volta - il termine inserendolo nel titolo di un'opera, mostra di intendere lo steampunk in modo completamente differente; secondo modalità del tutto simili alla redazione dell'antologia-manifesto del cyberpunk Mirrorshades, questo nuovo genere è innanzitutto un'operazione metaletteraria.
Con i suoi tre romanzi brevi, questa trilogia steampunk omaggia tre momenti letterari, artistici e culturali dell'epoca vittoriana, ricalcandone lo stile letterario, riproducendo la forma mentis dell'epoca, in un complesso di citazioni esibite e nascoste che arricchiscono la pagina e che non smettono mai di sorprendere.
Se in Vittoria l'ambientazione è quella classica, l'Inghilterra appunto vittoriana, e l'introduzione del fantastico si limita alla creazione di un ibrido umano-animale, secondo i gusti dell'epoca e con dosi abbondanti di ironia, nel lungo racconto successivo, Ottentotti, l'autore sapientemente mescola questioni allora scientifiche, come la superiorità razziale, con ambientazioni che si potrebbe definire "fantastoriche", con congiure di antichi ordini di cavalieri, feticci magici, e così via, spostando l'azione nell'America puritana, in un gioco di riflessi tra i nuovi Stati Uniti e la vecchia madre patria europea.
Il vero capolavoro è però l'ultimo racconto, Walt ed Emily, i cui protagonisti sono i poeti Walt Whitman ed Emily Dickinson: più delle avventure prettamente fantastiche che li vedono protagonisti, a sorprendere davvero il lettore è la plausibilità di un incontro che storicamente mai avvenne. Eppure è questo il racconto più visionario, in cui il presunto viaggio dei due poeti nelle vaste terre dell'Aldilà ha il sapore delle visioni più deliranti di Lovecraft.
2 likes · likeflag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read La trilogia Steampunk.
sign in »

Comments (showing 1-3 of 3) (3 new)

dateDown_arrow    newest »

message 1: by Marco (new)

Marco Tamborrino Oh, dove l'hai trovato? .-.


Tancredi Come dice sempre Timmy Turner (citazione proprio di classe): su Internet! XD


message 3: by Marco (new)

Marco Tamborrino Beato te XD


back to top