Rosenkavalier's Reviews > Il ladro e i cani

Il ladro e i cani by Naguib Mahfouz
Rate this book
Clear rating

by
4551695
's review
Mar 02, 12

Read from February 23 to 29, 2012

Sisifo al Cairo e il revenge movie

Delinquente finisce in galera per una soffiata, ne esce dopo quattro anni e scopre che il traditore gli ha pure rubato la donna. E la figlioletta, unica ragione di sopravvivenza durante la reclusione, non lo riconosce più.
Segue vendetta. Tremenda vendetta.
Questo è il soggetto di centinaia di film generalmente noti come "revenge movies" nonchè di "Il ladro e i cani".
Said Mahran è un ladro professionista, che ha lasciato dietro di sè gli ideali politici di gioventù, che immagino confusi, per dedicarsi ad una più lucrosa professione.
Dopo il tradimento e la detenzione, il ladro si fa giudice e boia dei cani, i traditori. Vuole vendicarsi di tutti, persino di se stesso, preferisce la vendetta alla salvezza.
Ignora l'offerta sincera d'amore di una vecchia fiamma (come il Roy Earle di "Una pallottola per Roy"), finisce in un vicolo cieco e, come di norma succede, va a sbattere.
La storia non è molto originale.
Lo stile è (per me) troppo fiammeggiante, troppo denso di immagini e metafore, con un sovrappiù di artifici letterari come il continuo cambio di persona del narratore, io-tu-egli, che mi è parso francamente posticcio e tremendamente impolverato (non so come suonasse nel 1961).
Sulle implicazioni storico-politiche del racconto non mi pronuncio, forse perchè irrimediabilmente euro-centrico, forse perchè anche qui non vedo molto di nuovo nella condanna del tradimento dei chierici (Rauf Aluan).
Quanto alla descrizione della vita dei bassifondi, continuo a preferire Chandler, Hammett e Scerbanenco.
La cosa più interessante mi è parsa il personaggio dello Shayk, che parla come la Sibilla Cumana, ogni risposta è un ibis-redibis che rende inutile anche l'ultimo tentativo di Said di trovare soccorso nella religione.
Said dice di se stesso "Hai sempre voluto scuotere il mondo dalle fondamenta, sebbeno tu fossi soltanto un acrobata".
Ecco, 140 pagine dedicate a un acrobata (della parola, del furto) mi sono sembrate fin troppe.
1 like · likeflag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Il ladro e i cani.
sign in »

Reading Progress

02/25/2012 page 24
17.0%
show 3 hidden updates…

No comments have been added yet.