Sonia's Reviews > Un segno invisibile e mio

Un segno invisibile e mio by Aimee Bender
Rate this book
Clear rating

by
3414021
's review
Jan 28, 12

Read from January 02 to 03, 2012

Ho inaugurato il 2012 con un romanzo che merita davvero.
Buon segno per me, per le mie letture, per i miei libri.
Un romanzo che fin dalle prime pagine mi aveva già convinta ad attribuirgli le 4 stelline anobiane.
Aimée Bender sa scrivere, sa raccontare, sa spiazzare, sa confondere, deludere, rallegrare, inorridire... tiene costantemente il nostro bagaglio di emozioni in movimento.
Inizia la sua storia con una fiaba dal retrogusto amaro ma dal lieto fine, ed è a quella fiaba che tutto ritorna.
Protagonista è un'adolescente di vent'anni (non me ne vogliano le ventenni, ma a quell'età si ancora del tutto immersi nel pieno dell'adolescenza!) che si ritrova con un padre improvvisamente vittima di un male senza nome (depressione), messa fuori casa dalla madre non per cattiveria ma per ricevere la possibilità di iniziare a vivere la sua vita.
A vent'anni Mona ha già rinunciato ai suoi sogni, all'amore, a un futuro. Le resta un'ossessione per i numeri e un rassicurante tamburellare con le dita su ogni superficie a portata di nocche. Senza averlo cercato si ritrova insegnante di matematica in una scuola elementare, i cui studenti sembrano essere tutti normalmente problematici, quanto o più di lei.
Non continuo nella narrazione: la Bender ha saputo immergere un racconto originale e difficile in una storia quotidiana.
Non avremo a che fare con una giovane adolescente (la tipica americana dei romanzi contemporanei) ma un personaggio nuovo, diverso, unico. Una ragazza che deve affrontare un mondo adulto senza averne apparentemente la voglia, ma che in realtà ha a disposizione tutti i mezzi possibili per poterlo vivere al meglio.
Tutte le persone che incontrerà sarebbero sembrate fuori dagli schemi in qualsiasi altro romanzo: il vicino di casa che si appende ogni giorno al collo un numero diverso a seconda del suo umore, l'insegnante di scienze che fa impersonare ai bambini le malattie più terribili, i bambini stessi che ci appaiono come dei piccoli terroristi... siamo capitati in un mondo dove la parola "normale" non rispecchia assolutamente il nostro criterio di normalità (e questo dovrebbe farci porre dei dubbi su cosa possa essere davvero normale...).
Personaggi usciti da un manicomio? Certamente no, ma dalla sapiente penna della Bender che non vuole assolutamente seguire la scia dei suoi colleghi. Spiazza e soddisfa allo stesso tempo.
E' un piacere leggere queste pagine, da qualcuno definite una fiaba per adulti.
Come ogni fiaba che si rispetti, anche questa ha il suo lieto fine ce l'ha, anche se non come ce lo si aspetterebbe.

http://cuoredinchiostro.blogspot.com/...
1 like · likeflag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Un segno invisibile e mio.
sign in »

No comments have been added yet.