Michela's Reviews > Paesi tuoi

Paesi tuoi by Cesare Pavese
Rate this book
Clear rating

by
6197641
's review
Dec 16, 2011

it was amazing
Read from December 16 to 20, 2011

“Paesi Tuoi”
© Cesare Pavese


Pavese sa di campagna, sa di terra che ribolle dopo una pioggia estiva, sa di grano appena mietuto, sa di brezza d’agosto, sa di vita vera.

E’ la storia dei miei nonni quella che ho letto, è la storia della gente di campagna cresciuta tra trattori, animali, casolari di pietra da condividere con intere generazioni.
Erano i tempi in cui se volevi vedere il sorriso della tua innamorata dovevi aspettare la domenica dopo la messa, quella domenica che era una festa per tutti: dovevi metterti il vestito più bello, mangiare le pasta fatta in casa con il coniglio o il pollo arrosto, ti dovevi riposare a tutti i costi e passavi la giornata a giocare a carte al bar, a fumare, a bere, a ridere.
Si aspettava con ansia agosto: iniziava la battitura del grano, e non era come Natale, era di più. Arrivavano amici e parenti da tutto il vicinato, ognuno portava qualcosa, gli uomini tagliavano il grano e le donne cucinavano e a mezzogiorno, quando sentivi le campane della chiesa battere i rintocchi, posavi la falce, i buoi, scendevi dal trattore e ti mettevi a tavola che era una festa per lo stomaco, e per il cuore.
La sera poi, quando iniziava a far buio, e sentivi quel venticello fresco che ti rimetteva al mondo, allora spostavi le tavole e facevi posto per ballare; qualcuno tirava fuori una fisarmonica, una chitarra e tutto questo bastava per essere felici.

‘Paesi tuoi’ è tutto questo, è l’amore fatto su un prato tra l’erba alta, è la vita che è tutta li, tra quei gesti semplici.
Ci racconta le nostre origini, ci ricorda che veniamo dalla terra e che è li che dobbiamo rimanere ancorati.

“Un occasione cosi doverla perdere, e una ragazza che si sta rivoltando non poterla portare in un prato. Perché il bello in campagna è che tutto ha il suo odore e quello del fieno mi dava alla testa: un profumo che le donne, solo che abbiano un sangue un po’ sveglio, dovrebbero stendersi”
5 likes · flag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Paesi tuoi.
Sign In »

Reading Progress

12/16/2011 page 80
60.0%
05/24/2016 marked as: read

No comments have been added yet.