Equipaje's Reviews > Il corriere colombiano

Il corriere colombiano by Massimo Carlotto
Rate this book
Clear rating

by
6230936

Quarto Alligatore, e questa volta la narrazione prevale sull'inchiesta. Inchiesta anzi che quasi non c'è: qualche aggiornamento in tema di spaccio nel Nordest post mala del Brenta, qualche generica denuncia e poco altro. Quanto alla figura della narco colombiana, ignoro se abbia un riferimento reale.

Prevalentemente narrazione, dunque. Che gira intorno a un unico improbabile Kg di coca: un po' poco per giustificare Tia, GOA, spioni-infiltrati e svariati personaggi minori (bidelle, marescialli, chimici croati, entraîneuse goccia di caffè etc.).

E che dire del nostro terzetto (che non riesce a farmi alcuna simpatia)? Un alligatore morto di paura e quasi costretto a indagare malgré lui, un Rossini più sobrio del solito con le ammazzatine ma sempre meno credibile (giocarsi un'onorata reputazione di malavitoso serio con due soci così? ma via), un Max sempre più spione/ricattatore e obeso (memoria delle bulimie carlottiane?) e complessivamente a me odioso -lui e le sue pastissade de cavàl.

Il "povero Nazzareno" (vittima predestinata già dal nome) come emblema del Carlotto che non parla? C'è un vivace scambio di battute Buratti-Rossini sull'opportunità di questi silenzi (p. 192).

Tre stellette scarse, di più nun se po' (non so che farci).
flag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Il corriere colombiano.
Sign In »

No comments have been added yet.