Carlotta*'s Reviews > Of Mice and Men

Of Mice and Men by John Steinbeck
Rate this book
Clear rating

by
5868588
's review
Aug 30, 12

bookshelves: owned-in-english, challenge2012-babele, less-than-100-pp, challenge2012-reviews, nobel-prize
Read from August 20 to 22, 2012 — I own a copy

La seconda di copertina della mia bellissima Steinbeck Centennial Edition condensa "Of mice and men" in 4 concetti:
commitment, loneliness, hope and loss.

Tutto questo (a saperlo!) viene già preannunciato dal titolo del libro, che di per sé è tutto un programma... Viene dalla poesia "To a mouse" del poeta scozzese Robert Burns, più precisamente dal seguente verso:
"The best laid schemes o' mice an' men / Gang aft agley."
(The best laid schemes of mice and men / Often go awry.)
[I piani architettati da uomini e topi / Spesso falliscono miseramente.]

Steinbeck fa largo uso del foreshadowing , il presagio, per creare un senso di angosciosa attesa nel lettore. Quest’ultimo percepisce da diversi indizi - sapientemente distribuiti nel testo – che le cose stanno per andare storte. E allora abbiamo il parallelo tra (view spoiler).
E ancora le descrizioni dell’ambiente circostante sono insieme poetiche e profetiche, (view spoiler)

"Of mice and men" ha un rapporto controverso con il pubblico di lettori: è uno tra i libri più contestati/banditi, ma è anche tra le più frequenti compulsory readings nelle scuole superiori inglesi e americane.
Viene messo all’indice per il contenuto di violenza e un linguaggio che non si risparmia, e al tempo stesso apprezzato per il potere espressivo, uno stile conciso ma suggestivo e una storia che in poche pagine si imprime durevolmente nella memoria.


Infine, per quanto io difenda e difenderò sempre la lettura in versione originale, questa è la prima volta in cui ho un po’ di rispettosa curiosità per la traduzione italiana… abbiamo infatti il privilegio di avere come traduttore un certo signor Cesare Pavese, che nel 1938 si prese la briga di farlo uscire in Italia, a solo un anno di distanza dalla pubblicazione originale. La resa italiana rende? Fatemi sapere.
5 likes · likeflag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Of Mice and Men.
sign in »

Reading Progress

08/20/2012 page 31
29.0% "This was Slim, the jerkline skinner. His hatchet face was ageless. He might have been thirty-five or fifty. His ear heard more than was said to him, and his slow speech had overtones not of thought, but of understanding beyond thought. His hands, large and lean, were as delicate in their action as those of a temple dancer."
08/20/2012 page 32
30.0% "Slim looked through George and beyond him. “Ain’t many guys travel around together,” he mused. “I don’t know why. Maybe ever’body in the whole damn world is scared of each other.”"
08/22/2012 page 88
82.0% "As happens sometimes, a moment settled and hovered and remained for much more than a moment. And sound stopped and movement stopped for much, much more than a moment."
08/22/2012 page 98
92.0% "Lennie put his hands over his ears. “He ain’t, I tell ya he ain’t.” And he cried, “Oh! George—George—George!”
George came quietly out of the brush and the rabbit scuttled back into Lennie’s brain.
George said quietly, “What the hell you yellin’ about?”"
08/22/2012 page 100
93.0% "“But not us,” Lennie cried happily. “Tell about us now.”
George was quiet for a moment. “But not us,” he said.
“Because—”
“Because I got you an’—”
“An’ I got you. We got each other, that’s what, that gives a hoot in hell about us,” Lennie cried in triumph."

Comments (showing 1-2 of 2) (2 new)

dateDown_arrow    newest »

Anastasia Letto in traduzione pavesiana: non posso fare confronti, ma mi sembrava che rendesse l'idea, con la sua solita impronta "poetica" che io amo. :)


Carlotta* Anastasia wrote: "impronta "poetica" che io amo."
Veroooo?!!!!

Ahah sono contenta, Steinbeck si meritava una signora traduzione! =D


back to top