Chiara Pagliochini's Reviews > Rebecca la prima moglie

Rebecca la prima moglie by Daphne du Maurier
Rate this book
Clear rating

by
5277704
's review
Jul 11, 11

bookshelves: letteratura-inglese
Read from February 16 to 21, 2011

"Il signor De Winter, vedovo da poco più di un anno, incontra a Monte Carlo una ragazza giovane e inesperta, che decide di sposare. Dopo un matrimonio frettoloso e una breve luna di miele, i due fanno rientro a Manderley, la celeberrima tenuta di lui. La nuova signora De Winter, innamoratissima del marito, si trova però a dover combattere la propria inadeguatezza al ruolo che le viene imposto: non riesce a sentirsi autoritaria con la servitù, è intimorita dalla signora Danvers, governante della casa, e soprattutto deve combattere la terribile ombra di Rebecca, la prima signora De Winter, la donna che suo marito [così si dice] ha amato più di ogni altra cosa al mondo. Rebecca, con la sua bellezza e la sua disinvoltura, diventa per la giovane un'ossessione, un'enorme pietra di paragone. Ma di Rebecca in casa non si può parlare, la sua misteriosa morte in marte giace nel riserbo.
Eppure ci sono cose, segreti, passioni che non possono essere messi a tacere. Il signore e la signora De Winter scopriranno insieme tutto questo: il loro legame sarà duramente messo alla prova".

Nonostante la trama sembri quella di uno stupido romanzetto rosa, vi assicuro che non è così: avendola imbastita in questo momento e non potendo rivelare certi particolari, è normale che appaia insulsa. Colpa mia, non certo della Du Maurier.
Fantastico su questo libro da anni, dopo aver visto il film di Hitchcock, e finalmente la genialità di un'amica l'ha condotto da me.
Rebecca non è una storia d'amore. Non è neanche il romanzo gotico dipinto nella quarta di copertina. Senso di inadeguatezza, gelosia, forza dell'immaginazione, rimorso, paura, ricordo: sono questi i suoi temi. Cosa siamo disposti a fare, quale orrore sappiamo accettare nella persona che amiamo? Buoni e cattivi si confondono, i valori morali si rovesciano: ed ecco che ci si ritrova a parteggiare per il torto, e si è persino ignari. Perchè dov'è il torto, dove la ragione, quando in ballo ci sono la nostra felicità, anche a scapito di quella altrui?

P.S. = altra cosa intrigante è il fatto che la protagonista, ovvero la seconda signora De Winter, non abbia un nome. Questo mi ha fatto pensare all'inconsistenza della sua identità effettiva. Si definisce in opposizione a un'altra, a Rebecca, ed effettivamente solo nella contrapposizione esiste. Il che spiegherebbe anche il calcare la mano sul titolo.

4 likes · likeflag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Rebecca la prima moglie.
sign in »

Quotes Chiara Liked

Daphne du Maurier
“I wish I was a woman of about thirty-six dressed in black satin with a string of pearls.”
Daphne du Maurier, Rebecca


No comments have been added yet.