Georgiana 1792's Reviews > La bambina che salvava i libri

La bambina che salvava i libri by Markus Zusak
Rate this book
Clear rating

by
4581563
's review
May 14, 11

Read from April 26 to May 14, 2011


La Morte spoilera troppo!

Ci sono storie (una manciata, come ho già detto) alle quali consento di distrarmi dalla fatica, come faccio con i colori. Le raccolgo nei luoghi più disparati e improbabili, e mi assicuro di non dimenticarmene mai, mentre lavoro. La ladra di libri è una di queste storie.


Allora, mettiamo in chiaro una cosa: la Morte come Narratrice fa pena!
Io non sono necessariamente per le narrazioni in ordine rigorosamente cronologico, mi sta bene che il narratore faccia digressioni, flashback, flashfuture, che lasci cadere qua e là indizi, ma la Morte fa troppa confusione!
Sarà la sua Immortalità che la porta ad avere un senso dilatato del tempo, per cui non si rende nemmeno conto dell’ordine in cui gli avvenimenti si sono svolti.
Sarà la fretta, la sua insofferenza verso di noi uomini, che le fa uscire di bocca anticipazioni che ci guastano il gusto di leggere come andrà a finire – anche se, dato l’argomento del libro, le sorprese non saranno mai belle, per cui forse è meglio sapere in anticipo quel che accadrà.
Sarà che la Morte, invocatissima in questa storia, prova un po’ di invidia nei confronti di noi mortali e, con un gusto un po’ macabro (dopo tutto si tratta proprio di Lei) ci avverte in anticipo di come tutto andrà a finire.
Comunque la paragonerei ad un'adolescente che tiene un diario, con tutti i suoi paragrafetti grassettati, gli asterischi, gli elenchi fra un paragrafo e l’altro... Ci mancherebbero solo i pennarelli colorati e poi la somiglianza sarebbe completa; perché la Morte ama i colori e sono certa che, se avesse potuto, li avrebbe utilizzati anche materialmente, come li ha utilizzati nel raccontarci questa storia.
Perché la Morte, come un'adolescente è affascinata dalla Ladra di Libri; e quando dice di Hans Hubermann:

Difficile non amare un uomo che non soltanto nota i colori, ma ne parla,

si vede che per lei la storia della Ladra di libri e di coloro che la circondano rappresenta proprio questo: un'oasi di colore in mezzo al grigio della Germania Nazista.
Ma nello stesso tempo, con la sua esperienza di milioni di anni, la Morte è di una saggezza quasi rassegnata.

Io, inoltre, ho un'illimitata capacità di essere al posto giusto nel momento giusto. La conseguenza è che negli uomini trovo sempre il meglio e il peggio: vedo la loro bruttezza e la loro bellezza, e mi domando come la medesima cosa possa essere entrambe. Eppure, hanno la sola cosa che invidio: se non altro, gli uomini hanno il buon senso di morire.

A volte Sua Signoria si atteggia a giudice imparziale, o ad esecutore muto, ma sotto sotto lei ci giudica, ci disprezza, ha pietà di noi!

Quando leggevo i racconti della ladra di libri, provavo pietà per gli esseri umani che ne erano protagonisti, anche se mai tanta quanta ne provavo per coloro che in quel periodo rastrellavo nei campi di concentramento. I tedeschi nel sotterraneo erano disperati, certo, ma quella stanza non era un locale docce di un campo. Non erano stati mandati lì a fare la doccia di gas. Per loro, c'era ancora una possibilità di vivere.


Questa è una storia è semplice nella sua drammaticità, l'unica cosa che rende questa storia diversa dalle altre è Liesel Meminger, la Ladra di Libri, la ragazzina che la Morte ha notato più di una volta quando è andata a prendere un'anima, colei che è riuscita a distrarla dal suo Compito Eterno. Tanto da spingerla a narrarci la sua storia, rendendola Unica.

La Ladra a cui la Morte rubò un Libro .

Avrei voluto dire tante cose alla ladra di libri, parlarle della bellezza e della brutalità. Ma che cos'altro avrei potuto dire, che lei già non sapesse? Volevo spiegarle che da sempre mi capita di sovrastimare o sottostimare il genere umano... di rado mi limito a stimarlo. Volevo domandarle come potesse una medesima cosa essere terribile e splendida allo stesso tempo, e le sue parole dure e sublimi insieme.

Ma nonostante le pecche della Narratrice, è una storia da 5 stelle!
1 like · likeflag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read La bambina che salvava i libri.
sign in »

Reading Progress

04/30/2011 page 75
13.0%
show 3 hidden updates…

No comments have been added yet.