Kelanth's Reviews > Ninna nanna

Ninna nanna by Chuck Palahniuk
Rate this book
Clear rating

by
4584197
's review
Mar 09, 11

really liked it
bookshelves: narrativa
Read from March 01 to 09, 2011

Palahniuk si conferma un grande scrittore, un gran narratore, uno che inventa storie e incanta con le sue parole.
Chi leggerà questo libro troverà tutte le tematiche care all'autore: i personaggi strampalati e costantemente "sopra le righe", malinconia, scrittura priva di avverbi e altre particelle che rallentano il ritmo del periodo, stile crudo e interrotto, ripetizioni ad effetto. Troverà la critica verso la società moderna, i mass-media ossessivi, troverà come sempre il finale a sorpresa.
Troverà colpi di genio come una parola che classifica un'intera categoria di persone: "silenziofobi", "questi suonodipendenti".
Questo libro è spiazzante, grottesco, disegnato a tinte horror, ma incredibilmente spiritoso e critico; all'interno personaggi come Nash di una cruenza e cattiveria inaudita o come Mona, essere fragile e perduto o come il personaggio principale Carl di una malinconia spiazzante e difficile da sopportare.
Non si capisce bene cosa sia più azzeccata, se la storia o i personaggi, o cosa rende questo libro così bruciante e anestetizzante.
Leggere un libro così diverso dallo spettro narrativo che soffoca le librerie dei nostri giorni, fa piacere e un gran bene. Ogni tanto bisogna cambiare aria nelle stanze della mente.

http://kelanthsblog.blogspot.com/
1 like · flag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Ninna nanna.
Sign In »

Reading Progress

03/02/2011 page 27
10.0% "Ah... Tornare a Palahniuk... acqua fresca per i miei occhi... "Questa gente che ha bisogno di tenere accesa la televisione o la radio sempre e comunque. Questa gente terrorizzata dal silenzio. Eccoli, sono i miei vicini. Questi suonodipendenti. Questi silenziofobi.""
show 5 hidden updates…

No comments have been added yet.