Kelanth, numquam risit ubi dracones vivunt's Reviews > L'appello

L'appello by John Grisham
Rate this book
Clear rating

by
4584197
's review
Mar 12, 12

bookshelves: legal-thriller
Read from May 01 to 14, 1994

Questo libro di Grisham mette a dura prova i lettori incalliti di Legal-thriller, o ne uscirete esaltati dalla lettura o non vorrete mai più leggerne un altro.

Siamo nel 1967 a Greenville, una cittadina come tante nel profondo sud americano: una bomba fa esplodere gli uffici di un avvocato impegnato nella difesa dei diritti civili, uccidendo i suoi due figli. Nessuno sembra dubitare della colpevolezza di Sam Cayhall, noto membro del locale Ku-klux-klan. A vent'anni di distanza l'azione si sposta a Chicago. Cayhall è ancora chiuso nel raggio della morte e ha esaurito tutte le possibilità di appello. Ma un giovane avvocato di un grande studio chiede esplicitamente di essere assegnato al suo caso.

Il libro è davvero un po'troppo lungo e tecnico, a volte si cade nella tediosità aspettando un vero colpo di scena (come dovrebbe essere nei thriller, dopotutto) che però non arriverà mai. Molto legal e poco thriller, dunque.

Il tema è quello della pena di morte americana che è trattato decisamente bene sotto tutti gli aspetti legali e alla fine ci si sente attaccati al personaggio e alla vita di Sam, malgrado la sua colpevolezza sia schiacciante.Un romanzo che con porta il lettore nella drammaticità che si respira nel braccio della morte.

Interessanti fino al punto tollerabile dell'aspetto "legal" il modo in cui viene descritta la crudeltà, freddezza e precisione burocratica con cui opera la macchina della morte americana.

Decisamente la lettura è strettamente consigliata agli amanti del genere e ai fan di Grisham.
likeflag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read L'appello.
sign in »

No comments have been added yet.