Kelanth's Reviews > Il deserto dei Tartari

Il deserto dei Tartari by Dino Buzzati
Rate this book
Clear rating

by
4584197
's review
Feb 04, 2015

it was amazing
bookshelves: narrativa, romanzi-repubblica, favorites
Read from October 13 to 29, 2013

Il romanzo "Il deserto dei Tartari" di Dino Buzzati è stato pubblicato nel 1940 e decisamente segnò la consacrazione di Buzzati tra i grandi scrittori del Novecento italiano. L'autore in un'intervista affermò che lo spunto per il romanzo, era nato dalla monotona routine redazionale notturna che faceva a quei tempi. Molto spesso avevo l'idea che quel tran tran dovesse andare avanti senza termine e che mi avrebbe consumato così inutilmente la vita; la trasposizione di questa idea in un mondo militare fantastico era stata per lui quasi istintiva.

Da questo libro è stato creato anche un film, molto bello e poetico, nel 1976 diretto da Valerio Zurlini connel cast Vittorio Gassman, Jacques Perrin, Philippe Noiret, Max Von Sydow e l'appena compianto Giuliano Gemma.

Il tema centrale del romanzo è quello della fuga del tempo, ed è un magistrale esempio della rappresentazione della vita come attesa, come sconfitta e rinuncia, forze ineluttabili guidano l’esistenza di ognuno, coincidenze assurde ed imprevedibili ne determinano il corso, e l’uomo, molto spesso in preda all'angoscia, solitario avventuriero sulla strada della vita, può essere liberato solo dalla morte.

La trama è questa: Giovanni Drogo è un giovane tenente ventunenne destinato ad un avamposto isolato, il Forte Bastiani, un’immensa fortezza gialla ai confini del deserto, un tempo regno dei mitici nemici, i Tartari. In un’atmosfera di mistero, sospesa nel tempo, in un clima eroico di gloria e speranza pietrificato, i soldati aspettano l’arrivo dei Tartari i misteriosi nemici del Nord. E’ un’attesa perenne e senza senso che contagia anche il protagonista che arrivato con l’idea di andarsene subito, deciderà di restare, anche lui motivato da quella vana, grandiosa aspettativa della guerra, e si rende conto del tempo che è passato solo dopo quindici anni, quando improvvisamente sente che la giovinezza se ne è andata e si rende conto di aver vissuto vanamente. Ed è proprio allora che i Tartari sbucano dal deserto e prendono d’assalto la Fortezza, ma ormai Drogo, vecchio soldato ormai incapace di combattere, dovrà andarsene prima di vivere quello che aveva aspettato per tutta la vita.

Lo stile del romanzo è meraviglioso, lo scrivere dell'autore sublime, la narrazione si adegua all’atmosfera surreale, dalla lentezza iniziale della vita monotona e ripetitiva che occupa i primi venti capitoli, al ritmo accelerato che la vicenda assume dal momento in cui il protagonista si rende conto che l’esistenza è fuggita via.

Un libro imprescindibile per ogni lettore, un’avventura che si fa riflessione profonda e lucida.


http://kelanthsblog.blogspot.it/

1 like · flag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Il deserto dei Tartari.
Sign In »

Reading Progress

10/13/2013 marked as: currently-reading
10/30/2013 marked as: read
show 1 hidden update…

No comments have been added yet.