Yupa's Reviews > Invasione: anno zero

Invasione by Harry Turtledove
Rate this book
Clear rating

by
4540116
's review
Dec 05, 10

Read on July 01, 2004, read count: 1

L'idea sarebbe stata grandiosa.
Gli alieni invadono la Terra nel bel mezzo della II Guerra Mondiale! Riusciranno i belligeranti a unirsi contro il nuovo nemico, superando quelle enormi differenze che li dividono e che avevano dato origine al conflitto?
Ma dopo poche pagine la domanda diventa: riuscirà l'autore a scrivere un libro decente, superando quelle enormi incapacità letterarie che appaiono ben evidenti?
E la risposta, purtroppo, è negativa. Intreccio debole e scrittura piattissima, e tutto ingabbiato in un descrittivismo povero, prolisso, estanuante e totalmente privo di qualunque guizzo d'originalità.
La caratterizzazione dei personaggi? Ah, certo! Dunque: i sovietici ragionano unicamente in termini di dialettica storica e materialismo, i nazisti sono tutti inquadrati, gli americani sono dei ragazzoni alla buona e spicci di maniere, gli Orientali... be', gli Orientali non possono che parlare tramite squisite metafore poetiche, frutto della loro millenaria tradizione!
Penoso.
Turdledove riesce a dimostrare (involontariamente) una sola cosa: che per scrivere un buon libro (non dico un libro strepitoso: un buon libro) non basta compulsare e/o imparare a memoria i manuali di Storia ed essersi nutrito unicamente e autisticamente sulla fantascienza dei pulp magazines. Magari serve anche altro.
Ovviamente i due volumi successivi (perché questa è una trilogia, altra tipica e discutibile mania della letteratura di un certo genere...) non migliorano d'un millimetro... e me li sono persino letti...
likeflag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Invasione.
sign in »

Comments (showing 1-3 of 3) (3 new)

dateDown_arrow    newest »

message 1: by Katalili (new)

Katalili Ciao! Hai letto forse "the man in the high castle" di phillip k dick? non so quale sarebbe il titolo in italiano, lo so che lo cambiate quasi sempre ;) pero vorrei sapere che ne pensi. quasi quasi mi compravo i worldwar libri, pero adesso ci ripenso, dopo aver letto il tuo commento.


message 2: by Yupa (new) - rated it 1 star

Yupa I titoli in Italia vengono cambiati spesso, e infatti quello che citi ne ha avuti addirittura due. :D
Prima è stato pubblicato come "La svastica sul Sole" e poi, più fedelmente, come "L'uomo nell'alto castello".
Si tratta di un libro interessante come idee, ma lo stile è quello di Dick, molto molto scarno, asciutto e poco sviluppato. E a me non piace molto.
Personalmente, l'unico libro di Dick tra quelli che ho letto che mi ha effettivamente soddisfatto è "Un oscuro scrutare" ("A scanner darkly"). Eventualmente puoi provare quello. :)


message 3: by Katalili (new)

Katalili Gia letto! ;) pero ho anche letto "La svastica sul Sole" e mi e piaciuto. :) A me piacciono molto i suoi racconti, sinceramente, i racconti brevi sono il mio "pane" preferito (Sturgeon, Ellison,W. S. Burroughs, Dick, Gombrowicz, Borges...). Sto guardando "sessanta racconti" di Buzzati, ne ho sentito parlare e credo che me lo leggero.
Grazie per la risposta, saluta da un aiutante bibliotecario di Pola
;)


back to top