Ettore.bilbo's Reviews > Il gioco dell'angelo

Il gioco dell'angelo by Carlos Ruiz Zafón
Rate this book
Clear rating

by
M_50x66
's review
Nov 16, 10

bookshelves: romanzo

Commento a caldo pochi minuti dopo averlo finito anche se è probabile che tornerò a pensarci per un po' e scriverò qualcosa d'altro.
Questo libro non è l'ombra del vento anche se ne condivide l'universo del cimitero dei libri perduti e per la prima parte anche le atmosfere. Zafon è un abile narratore e trascina fino all'ultima pagina in un soffio eppure questo libro non contiene le stesse emozioni del primo, è più arido, crudelmente arido verrebbe da dire, come in fondo è anche giusto per il tema che tratta. L'impressione è di un libro che sarebbe stato un capolavoro se l'autore non si fosse lasciato trascinare nelle trappole della sua stessa narrativa così che il soprannaturale che aleggia per tutta l'opera non si risolve se non nei modi di tanta altra letteratura che per forza di cosa è più alta, non fosse che per il semplice fatto d'esser venuta prima.
La lunghezza della seconda metà ingarbuglia la trama e la presenza di alcuni personaggi diventa superflua cosi come il dulingarsi di certe scene e di certi avvenimenti.
Probabilmente questi son difettucci presenti anche nell'ombra del vento, fan parte dello stile di Zafon così abile nel creare una atmosfera, solo che nell'ombra del vento il lettore rimane accecato e li dimentica ancor prima d'essersene reso conto, in questo libro invece il miracolo non avviene o avviene solo a tratti.
Quel che so, per ora, è che rimarrà sempre impresso nella mia memoria uno tra i più bei personaggi di cui abbia mai letto: Isabella.
likeflag

Sign into Goodreads to see if any of your friends have read Il gioco dell'angelo.
sign in »

No comments have been added yet.