quote

Quotes About Morale

Quotes tagged as "morale" (showing 1-17 of 17)
Bauvard
“First people lose their hair, then their vices, then their motivation. Then a toupee brings it all flowing back.”
Bauvard, Some Inspiration for the Overenthusiastic

Xenophon
“You are well aware that it is not numbers or strength that bring the victories in war. No, it is when one side goes against the enemy with the gods' gift of a stronger morale that their adversaries, as a rule, cannot withstand them. I have noticed this point too, my friends, that in soldiering the people whose one aim is to keep alive usually find a wretched and dishonorable death, while the people who, realizing that death is the common lot of all men, make it their endeavour to die with honour, somehow seem more often to reach old age and to have a happier life when they are alive. These are facts which you too should realize (our situation demands it) and should show that you yourselves are brave men and should call on the rest to do likewise.”
Xenophon, The Persian Expedition

Rachel Caine
“Expendable was not the word I was looking to hear to boost my morale, but whatever.”
Rachel Caine, Fall of Night

Marcus Tullius Cicero
“Il y a encore de certains devoirs à remplir envers même de qui nous avons reçu une injure; car la vengeance et la punition ont aussi leurs bornes. Je ne sais même si repentir de celui qui a fait l'injure ne suffirait pas et pour l'empêcher d'en faire une semblable à l'avenir et pour retenir les autres dans le devoir.”
Marcus Tullius Cicero, On Duties
tags: morale

“Morale and attitude are fundamentals to success.”
Bud Wilkinson

Michael Bassey Johnson
“don't ever think that you're a single in total freedom,but think of combating the forces of lust.”
Michael Bassey Johnson

Paul Graham
“The most important thing is not to let fundraising get you down. Startups live or die on morale. If you let the difficulty of raising money destroy your morale, it will become a self-fulfilling prophecy.”
Paul Graham, Paul Graham Essays

Woody Allen
“Morale still seems reasonably high and, while the desertion rate has risen, it is still limited to those who can walk.”
Woody Allen

Tom Clancy
“There is no seamen in the world who prefers a slow ship to a fast one. The painters painted better, the cooks took a little more time with the meals, and the technicians tightened the bolts just a little more. Their ship was no longer a cripple, and pride broke out in the crew like a rainbow after a summer shower.”
Tom Clancy, Clear and Present Danger

“A bright smile has the strongest electrifying power to lift up the sagging morale and light up a depressed face effortlessly and immediately.”
Anuj Somany

“There may be something going on in your life right now, that seems like a giant, so big that you think it's impossible to conquer. But, remember no matter how gigantic your problems may be, you have everything in you to overcome. You have the power to say to that mountain move, get out my way. Activate your faith, and watch it happen. The victory is yours!”
Amaka Imani Nkosazana

George Friedman
“Presidents and other politicians manage the appearance of things, largely by manipulating the air and hope.”
George Friedman, The Next Decade: What the World Will Look Like

George Friedman
“Their job as leader was not to solve the problem – the president really has little control over the economy – but to convince the public not only that he has a plan but that he is altogether confident in the plan's success and that only a cynic or someone in different to the public's well-being would dare to question him on the details.”
George Friedman, The Next Decade: What the World Will Look Like

“Naturalmente la distinzione/congiunzione tra essere ed esistenza riguarda tutti gli esseri umani, e la potenziale priorità dell'essere concreto per vivere meglio concerne gli uomini non meno che le donne, seppure con diversi accenti. Nulla vieta a noi maschi - le lettrici e i lettori mi permetteranno questa riflessione di genere, in questo caso maschile - di poter riacquistare una giusta postura al riguardo. Nulla lo vieta se non la stessa terribile scelta millenaria di separazione, di oppressione nei confronti del genere femminile di cui siamo, anche inconsapevolmente protagonisti - e l'inconsapevolezza non è mai stata una scusa per un pensiero virtuoso. Allora, nessun senso di colpa: se proviamo a sentire, a pensare, a volere, a poter vivere diversamente la specie e quindi innanzitutto il genere femminile - per noi maschi significa capirne la positività, provare ad imparare da esso suscitandone gli insegnamenti e quindi, perché ne è un aspetto costitutivo, rispettandolo come genere primo -, se riusciremo in questo miglioreremo noi stessi, liberandoci da tare storiche acquisite, di cui non possiamo essere elettivamente responsabili in prima persona ma che tendiamo a riverberare e perpetuare. Conquistare una visione concreta della specie e dei generi, innanzitutto del genere femminile, vuol dire anche, e con crescente importanza, provare ad elaborare un'ontica e un'ontologia femminile (per ontica intendo il concreto dell'essere e per ontologia la potenzialità dell'essere). Elaborare un'ontica e un'ontologia del genere femminile significa andare alle radici di un'ontica e un'ontologia concretamente intese dell'umanità tutta, e concretamente vuol dire inseparabile dall'esistenza e dal vissuto, inseparabile dalle scelte che si operano, dai valori morali ed etici che si scelgono. E perciò stesso certamente è anche un problema filosofico, e non solo: è un problema di teoresi complessiva, un problema - e un bel problema - della vita.”
Dario Renzi, L'origine femminile dell'Umanità. Dialoghi, lezioni, articoli

“Per quanto riguarda l’attualità e il futuro: non si tratta di mutuare il modo di vivere e di pensare delle primitive e dei primitivi, tornando indietro a prima del patriarcato, ma di teorizzare e progettare l’essere migliori e vivere meglio anche capendo che l’intuizione elementare del prius femminile è stato parte dell’affermazione e dell’emersione della specie umana. Lo sfalso non spiega tutto. L’umanità ha tutt’altro che risolto il problema dell’oppressione patriarcale e affrontarlo è complicato. I maschi non devono far finta di non far parte del loro genere, devono provare a schierarsi attivamente contro le caratteristiche peggiori e poter riconoscere quelle più positive. Non è possibile omettere il passaggio di riconoscimento di appartenenza al genere maschile, e uso il termine appartenenza perché solitamente è proprio un’appartenenza di clan, di banda, dalla quale non ci si può dissociare passivamente. Lo si può fare solo in modo attivo, a partire dagli ambiti che si frequentano. Lo sfalso perenne può essere interpretato e immaginato dalle donne positivamente per il futuro, non come una dannazione al multi-tasking ma come potenzialità a vantaggio di una specie che è unitaria, che condivide una contemporaneità rispetto all’essere, rappresentare e agire. Una riflessione da impostare che qui accenno come tema da esplorare riguarda gli aspetti morali sottesi a questo sfalso, perché la preminenza nel genere femminile della preoccupazione per la vivibilità e per il bene, anche se intesa in maniera riduttiva o talvolta in maniera sbagliata, ritengo inerisca la morale, oltre che la capacità di percezione, di attenzione, di sguardo d’assieme.”
Sara Morace, L'origine femminile dell'Umanità. Dialoghi, lezioni, articoli

“Courage is the collective strength of heart, mind and soul, but the character plays the key role.”
Anuj Somany

All Quotes | My Quotes | Add A Quote


Browse By Tag

More...