Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “La vendetta” as Want to Read:
La vendetta
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

La vendetta

3.54  ·  Rating Details  ·  194 Ratings  ·  27 Reviews
L'autrice di "Trilogia della città di K." scrive in questi racconti essenziali da torcersi in apologhi - di emozioni paralizzate, di solitudini che anelano incontri che poi rifuggono, della crudeltà dei bambini che rispecchia quella degli adulti, di claustrofobiche e sadiche torture famigliari.
Paperback, ET Scrittori, 88 pages
Published 2009 by Einaudi (first published 2005)
More Details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about La vendetta, please sign up.

Be the first to ask a question about La vendetta

This book is not yet featured on Listopia. Add this book to your favorite list »

Community Reviews

(showing 1-30 of 353)
filter  |  sort: default (?)  |  Rating Details
Dhanaraj Rajan
Jun 13, 2014 Dhanaraj Rajan rated it really liked it
After A. Kristof's The Illiterate (a collection of autobiographical vignettes) and her novella Yesterday, this is my third book. It is a collection of short stories. There are 25 short stories and the total number of pages is just 84. That already conveys a lot.

A. Kristof is economical with words. She is reader friendly. She uses simple words and less words. The longest short story in this collection runs for 4 pages and the shortest ones are contained in one page or half a page. Though she is e
...more
Ubiqua
Mar 06, 2016 Ubiqua rated it really liked it  ·  review of another edition
Racconti di poche battute, alcuni sembrano poesie, altri sogni. I più riusciti sono quelli meno surreali, due su tutti: Numeri sbagliati e Mio padre.
Roberto
25 racconti brevissimi, quasi frammenti, che comunque colpiscono per l’angoscia e la brutalità che racchiudono in poche pagine. Non rimane nessuna speranza, nessuna possibilità di capire.

E’ un libro sulla vendetta, che deriva dal senso di abbandono, dal non sentirsi accettati, come se dovessimo sempre espiare qualche peccato.

“Credevi che bastasse tenere gli occhi aperti perché la morte non potesse colpirti. Li hai spalancati fino al limite delle tue forze, ma la notte è arrivata, ti ha preso tra
...more
Graziano
Dec 14, 2014 Graziano rated it really liked it  ·  review of another edition
Shelves: verona-library
Personaggi senza identita’, senza nessuna adesione al mondo in cui vivono, con una percezione distorta e allucinata che li induce a compiere gesti aberranti. (back cover)

Che cosa constati?
Che qualsiasi esterno circondato da un altro esterno diventa interno cosi’ come un interno che accolga un interno si tramuta indiscutibilmente in esterno.
Non capisco. (13)

Sono seduti la’, a un tavolino all’aperto di un bar. Guardano passare la gente. La gente passa, come sempre, come chiunque, come si convien
...more
Suni
Venticinque brevi racconti sul male di vivere, dipinto con toni che vanno dal tetro al rassegnato.
Alcuni bellissimi (i miei preferiti, o forse quelli che ho sentito di più: "Un treno per il Nord", "La campagna" e "Mio padre"), altri, se posso dirlo, un po' troppo surreali, almeno per i miei gusti.
4 stelline, ma abbondanti.
HannaSchygulla
Mar 22, 2016 HannaSchygulla rated it it was amazing
C'è la vita in questi racconti, colta dal suo lato più disperato e inquietante. Vite banali, lasciate trascorrere nell'attesa o nell'indifferenza. C'è il rimpianto per quello che è stato o per quello che non è mai accaduto. C'è la soluzione feroce di piccoli fastidi quotidiani. C'è il tempo implacabile, che passa troppo in fretta, che non basta o che non passa mai. E c'è un amore quasi morboso per le cose. Non vi è interazione tra i personaggi, ma solo tra i protagonisti e le case, le strade, il ...more
Frank
Jun 25, 2012 Frank rated it it was amazing
Shelves: acquisto
Agota Kristof è senza dubbio conosciuta dal grande pubblico per il fantastico e cupo romanzo Trilogia della città di K.

Ma la Kristof in questo piccolo libretto pieno di racconti molti brevi, dalle due alle quattro pagine in tutto, si rivela essere ancora più cupa.

La quarta di copertina, seppur esplicativa, non rende pienamente l’idea del clima che si respira leggendo le storie raccontate nel libro:

“Solitudini, alienazioni, fratture, perdite: venticinque brevissimi e fulminanti racconti in cui Ag
...more
Alberto Jacobo Baruqui
Un estupendo libro de cuentos que rayan siempre en lo extraño y surrealista.
Es un libro importante y leerlo será un gusto. Es sencillo en el manejo del idioma, rebuscado en los temas y especial en la selección de su prosa. Ese hombre que se convierte en estatua tras abrazar por última vez a su perro, o la invitación del marido a la esposa en su cumpleaños, o el cinismo de la esposa tras ver muerto a su marido son un verdadero gozo.
No sé porque tiene un precio tan alto el libro, pero al final va
...more
Rafael Carreón
Aug 18, 2014 Rafael Carreón rated it it was amazing  ·  review of another edition
Me pareció muy bueno. Historias breves donde transitan personajes olvidados, que parecen insignificantes. Una multitud de personas que han abandonado el hogar, que han olvidado prestar atención a la vida misma. Son historias llenas de nostalgia, olvido, desapego. La rutina es la enfermedad de muchos de los personajes, que deambulan como fantasmas por la vida, sin sentir. Vale mucho la pena.
Eustachio
Alienazione, inquietudine, disagio. Pochi autori comunicano sensazioni simili con così poche parole come la Kristof.
Non che tutti i racconti sono degni di nota, eh. I miei preferiti: I professori (anticipato sulla quarta di copertina: non leggetela!), La casa e Numeri sbagliati.
Mimonni
Feb 16, 2015 Mimonni rated it it was ok  ·  review of another edition
Shelves: kindle, ebook
un libro composto da racconti molto brevi e brevissimi, alcuni forse solo degli abbozzi. ci ho ritrovato il cinismo e la spietatezza tipiche della Kristof. bello ma non fondamentale, per quel che mi riguarda.
incipit mania
Incipit
Entri, dottore. Sí, è qui. Sí, l’ho chiamata io......

La vendetta incipitmania.com
Lucia
Nov 24, 2015 Lucia rated it it was amazing  ·  review of another edition
Pochi riescono a mettere su carta le inquietudini e le amarezze, la Kristof e' tra essi.

"L'unica cosa che puo' far paura, che puo' fare male e' la vita, e quella la conosci gia'".
Alisea
Apr 29, 2013 Alisea rated it it was amazing
Venticinque brevissimi racconti in cui Agota Kristof esprime in modo grottesco e surreale situazioni di disagio profondo.
I racconti hanno in comune personaggi distrutti, perdenti, hanno anche come comun denominatore i temi della perdita, della separazione, della solitudine, ma anche un sentimento di attesa, spesso allucinata. Vite alla deriva che tentano comunque di tornare a un punto fermo, a casa.
Lo stile è scarno, tagliente ed essenziale, i toni sono duri, i racconti un pugno nello stomaco.
...more
Rebecca Alessi
Molto breve ma le storie sono molto potenti.
David Ramirer
Sep 05, 2014 David Ramirer rated it it was amazing  ·  review of another edition
ágota kristóf versteht es, mit ganz wenigen worten ganz viel zu sagen. sie berichtet ohne firlefanz von den dingen des herzens, der seele, des lebens.
die trennung zwischen lyrik und prosa verschwimmt hier, diese kurzen geschichten befinden sich in einem eigenen raum, den nur frau kristóf und ihre leser betreten; dadurch ist es eine besonders intime literatur, die wie eine berührung im gedächtnis bleibt.
Pečivo
May 05, 2016 Pečivo rated it liked it  ·  review of another edition
Shelves: wurst
Příjemná sbírka povídek na záchod. Autorka neni zdaleka tak hutná jako u Velkého sešitu a jeho dvou pokračování a tak hutnost vyvažovala povětšinou moje stolice.

Oproti výše zmíněným dílům se autorka na podzim svého života více zaměřila na city. Manchester city nemůžu vystát. Horší už je snad jen Barcelona. A rozinky.
Giangian
Nov 14, 2010 Giangian rated it really liked it
Indeciso tra le due e le tre stelle, alla fine opto per tre perchè alcune pagine di questo libro sono bellissime
Sono racconti brevissimi, schegge dolorose di esistenze tormentate, in cui emerge più volte il tema dell'assenza, della mancanza di qualcosa.
Em
Nov 11, 2014 Em rated it liked it  ·  review of another edition
"Le matin, quand vous vous réveillerez, comptez votre argent, vos bijoux, rien ne manquera.
Rien qu’un jour de votre vie."

Ses retournements de situation étaient vraiment perfects! Des nouvelles étonnement extraordinaires.
Vera
Nov 28, 2010 Vera rated it liked it  ·  review of another edition
Shelves: narrativa
Mah, non saprei commentare.....non mi sono piaciuti tantissimo i racconti....E trovo ripetitivi i temi della Kristof.
Maria Beltrami
Apr 06, 2016 Maria Beltrami rated it really liked it
Una serie di brevissimi, fulminanti racconti che contengono tutte le possibili varianti della cattiveria umana.
Carlo Andrea
Jan 08, 2011 Carlo Andrea rated it liked it
una serie di piccole storie feroci, non vale "Trilogia della città di K." ma comunque un libro interessante.
Viva
Jul 28, 2009 Viva rated it really liked it  ·  review of another edition
en del knjige mi je precej mimo, ena zgodba pa prav dobra, hudo odbita in zelo filmična.
treeghosts
Jul 18, 2012 treeghosts rated it liked it  ·  review of another edition
Shelves: 2012
Very unusual.
Nazzarena
Nazzarena marked it as to-read
Jul 23, 2016
Nadine
Nadine rated it liked it
Jul 17, 2016
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • Opium and Other Stories
  • عاهرات مقدسات
  •          مذكرات الفريق أول محمد فوزي، وزير الحرب الأسبق، حرب الثلاث سنوات 1967 - 1970
  • Mussolini
  • العرب وإيران
  • Katalin Street
  • Palestine Betrayed
  • Yalo
  • موسوليني: أسطورة لا تريد أن تموت
  • الضيوف
  • اليهود فى عقل هؤلاء
  • This Time We Went Too Far: Truth & Consequences of the Gaza Invasion
  • Contes cruels
  • الحياة بين يدي
  • Una storia semplice
  • تاريخ الأندلس من الفتح الإسلامي حتى سقوط الخلافة في قرطبة
  • The King of the Fields
  • The Games of Night (Quartet Encounters)
134770
Ágota Kristóf was a Hungarian writer, who lived in Switzerland and wrote in French. Kristof received the European prize for French literature for The Notebook (1986). She won the 2001 Gottfried Keller Award in Switzerland and the Austrian State Prize for European Literature in 2008.

Kristof's first steps as a writer were in the realm of poetry and theater (John et Joe, Un rat qui passe), which is
...more
More about Ágota Kristóf...

Share This Book



No trivia or quizzes yet. Add some now »

“Chiudete bene la porta. Io arrivo senza rumore, con le mani guantate di nero.
Non sono il tipo brutale. E neppure vorace e stupido.
Sulle mie tempie e sui polsi potreste ammirare il disegno delicato delle vene, se ne aveste l'occasione.
Ma io entro nelle vostre stanze soltanto a tarda notte, quando l'ultimo degli invitati è andato via, quando i vostri orrendi lampadari si sono spenti, quando dormono tutti.
Chiudete bene la porta. Io arrivo senza rumore, con le mani guantate di nero.
Vengo solo per alcuni istanti, ma sette sere su sette e in tutte le case senza eccezione.
Non sono il tipo brutale. E neppure vorace e stupido.
La mattina, quando vi svegliate, contate i vostri soldi, i gioielli, non mancherà niente.
Nient'altro che un giorno della vostra vita.”
1 likes
“È lì, accanto al letto , sul tappeto. Ha una scure piantata nella testa. Vuole visitarlo? Sì, lo visiti pure. Un incidente davvero stupido, non trova? È caduto dal letto nel sonno, ed è caduto su quella scure.” 0 likes
More quotes…