Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Il Giornalino di Gian Burrasca” as Want to Read:
Il Giornalino di Gian Burrasca
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Il Giornalino di Gian Burrasca

by
3.78  ·  Rating Details ·  1,407 Ratings  ·  50 Reviews
Le avventure travolgenti di Giannino Stoppani, il ragazzaccio più famoso d’Italia, protagonista di scherzi e guai a non finire, capace di mettere in luce le bugie e le contraddizioni degli adulti: un classico della letteratura per ragazzi che ancora oggi entusiasma i piccoli e i grandi lettori con pagine di straordinaria vivacità.
Paperback, 288 pages
Published 2007 by Giunti Junior (first published 1907)
More Details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Il Giornalino di Gian Burrasca, please sign up.

Be the first to ask a question about Il Giornalino di Gian Burrasca

Community Reviews

(showing 1-30)
filter  |  sort: default (?)  |  Rating Details
Aspho
Jul 07, 2011 Aspho rated it it was amazing  ·  review of another edition
Uno dei libri preferiti della mia infanzia - divertentisissimo anche quando lo si legge decenni dopo, anzi, forse apprezzandolo ancora di piu'. L'innocenza di un ragazzino dei primi '900 e' una sensazione di pura meraviglia - gia' la mia infanzia negli anni '70 sembra piu' avanti di anni luce.

Ma vi avverto: Giannino Stoppani, aka 'Gian Burrasca', non e' un personaggio uscito dalle pagine del De Amicis; non ci sono storie struggenti e strappalacrime, bensi' birbonata dopo birbonata. La verve e l
...more
arcobaleno
Avevo dodici anni quando l'ho letto e ora lo ricordo con nostalgia e piacere. Ai quei tempi le avventure di Gian Burrasca sono state interpretate in tv da Rita Pavone e penso che, per tutti i bambini di allora, sia stata un'occasione di doppio divertimento!
Oggi lo rileggerei volentieri; mi divertirei ancora?
Lupurk
Apr 28, 2011 Lupurk rated it liked it
Shelves: ebook, per-ragazzi, 2011
Che bello leggere, tanto per cambiare, un libro scritto in italiano corretto! Ok, si sente che ha 100 anni e che l'autore era toscano, ma è una gioia per la mente leggere tutti i verbi al loro posto, al modo e tempo che gli compete...e che bellezza pensare che all'epoca i bambini erano davvero istruiti a scrivere così...e che tristezza pensare che oggi non lo sono più.
Le tre stelline, però, sono dovute all'antipatia viscerale che ho provato da subito per Giovannino: l'avrei preso a schiaffi dall
...more
Roberta
Mi ha divertito molto da bambina, anche perché era un libro vecchissimo appartenuto a qualche generazione precedente e orrendamente protetto da una sovracopertina di plastica verde, messa a mano da chissà chi.
Da grande, letto da un altro punto di vista, è un racconto dell'orrore. Essere parente di Giannino è uno stress non indifferente. Oltretutto credo che le sue burle, nella Firenze del XXI secolo, avrebbero già causato una sfilza di denuncie civili e penali, con ingenti richieste di risarcime
...more
Vittoria Liant
Meraviglioso esempio letterario adatto a tutte le età. Come molti bambini ne avevo letti degli stralci a scuola, ma tutto il testo non mi era ancora capitato tra le mani. Sto riscoprendo in età adulta diversi classici "della letteratura per ragazzi" ma che riescono a colpire lettori di ogni età. Consigliatissima, come sempre, la versione audio offerta da Radio3 nel programma Ad Alta Voce, nella quale un toscanissimo Piero Baldini, regala con la sua voce ed i suoi accenti, tutto il colore scanzon ...more
Plch
Jan 13, 2015 Plch rated it liked it  ·  review of another edition
Shelves: children
I loved this book as a child, but thinking about it as a grow up I cannot help wondering if Giannino didn't end up being a fascist, and an active one too... the timing is right (Giannino would have been 25 in 1922) and all the elements are there: the 'distaste' and distrust regarding the poor/working class, a love for uniforms and military life, a certain disdain for science and culture (Collalto), a very evident abhorrence of socialists (Collalto has some reediming qualities, Maralli hasn't any ...more
Martina
Mar 23, 2009 Martina rated it really liked it
Shelves: children-junior
This Italian classic book for children tells the adventures and tricks of Giannino Stoppani, better known as Gian Burrasca (John Storm), who breaks vases, floods his home, "fishes" the only teeth of Uncle Venanzio out of his mouth, paints his Aunt's dog red to have him look like a lion...
Finally, his parents put him in a boarding school, but even there he continues with his tricks and pranks, and he also leads a "revolution" of the students against the school's teachers.
A very funny read at all
...more
Piperitapitta
Oct 24, 2014 Piperitapitta rated it really liked it
Grazie a Grenouille che l'ha aggiunto nella sua libreria per avermelo ricordato!
Letto e consumato, nell'edizione d'epoca della mia mamma con la copertina morbida verde, visto e rivisto in tv e cantato a squarciagola con Rita Pavone che aveva una voce grandiosa e un figurino da monellaccio.
In uno slancio emotivo una volta ho persino provato a cucinarla, la pappa col pomodoro, ma non mi venuta un granch!
...more
Ham ‍Nobody
تموم رفت -_-
اما در مورد داستان
چ بد اقبالی ای داره این بنده خدا شخصیت اول
ب هر چی دست میزنه خاکستر میشه.
Martyspringsteen98
Jul 26, 2014 Martyspringsteen98 rated it it was amazing
Spettacolare! Il mio libro preferito da bambina.
Fabio Iannuccelli
Bellissimo penso che sia il più bel libro che io abbia mai letto
Francesca Ghiribelli
Oct 16, 2016 Francesca Ghiribelli rated it really liked it
Una storia romanzata, che è meglio riconosciuta come la goliardica avventura di una ‘peste’di ragazzino.
Un libro ironico, divertente ed esilarante che farà sorridere grandi e piccini.
Il protagonista, il cui vero nome è Giannino Stoppani, viene chiamato ‘Gian Burrasca’, proprio perché nel corso della sua vita ne combinerà di tutti i colori.
Unico maschio in una famiglia composta da mamma, babbo e tre sorelle, a nove anni inizierà a scrivere nel diario, meglio chiamarlo ‘giornalino’ , che la madre
...more
Roberto Rho
Dec 04, 2016 Roberto Rho rated it really liked it
Molto bello. Prima parte adatta ad un lettore adolescente, seconda parte incentrata anche, perché no, sulla politica, anche attuale, se ci pensiamo bene.
Isairon
Sep 19, 2013 Isairon rated it really liked it
Shelves: ebook, italiani, npl
Direi antipatico forte il ragazzino che solo per divertimento mette in difficoltà e soprattutto in pericolo chi gli sta vicino.
Poi quando viene "rinchiuso" in collegio cambia. Prima di tutto la motivazione dei suoi "scherzi" diventa eroica, smascherare la meschinità dei grandi e anche le sue malefatte hanno ben altra pericolosità, non mettono più a rischio l'incolumità delle persone.
Mi ricordavo un altro Gian Burrasca televisivo, più divertente e canzonatorio. Ma forse i miei ricordi sono anna
...more
Nonethousand Oberrhein
Diario di un monello
Figlio minore e unico maschio di una famiglia agiata al principio del XX secolo, Giannino Stoppani a soli nove anni è una “burrasca”: una tempesta capace di provocare disastri con inquietante efficienza. Attraverso le pagine del suo diario, il lettore è trascinato su di un ottovolante lungo poco più di cinque mesi, tra marachelle piccole e grandi e le conseguenze che il protagonista dovrà subire, fin quando il suo carattere ribelle servirà per una giusta “rivoluzione”... anch
...more
Ferruccio Fiordispini
Che divertimento leggerlo e rileggerlo!
“Mi garba proprio”! direbbe un lettore toscano, come l’autore che fa sprizzare tutta la “verve” comica tipicamente toscana dalle pagine di questo capolavoro della letteratura per ragazzi, ma non solo. Oggi come oggi è talmente difficile trovare della letteratura (e anche del cinema) efficacemente comica, che andare a rileggersi dei classici comici come questo non può che far bene all’umore e, in definitiva, alla salute.
L’arte comica, a mio avviso, è la più
...more
Dafne
Non fare come Gian Burrasca

Questa è la dedica che ho trovato nelle pagine interne del libro, da parte dei miei zii che me lo avevano regalato per Natale. Ancora ricordo quanto ho riso per le avventure e le marachelle di Giannino Stoppani. Un libro troppo divertente che tutti, almeno una volta, dovrebbero leggere, sempre con l’esortazione di non emulare il protagonista.

Ps: stra-consigliata la divertentissima ed esilarante lettura fatta da Piero Baldini nel programma Ad Alta Voce su Radio3.
ele.bi
Dec 14, 2015 ele.bi rated it really liked it
Intere serate della mia infanzia passate a ridere (o a preoccuparmi) con le avventure di Giannino Stoppani, alias Gian Burrasca, e la società ipocrita e benpensante che le sue marachelle mettevano alla berlina. Come dimenticare il vaso di dittamo, Milordo, lo zio Venanzio, il dottor Collalto, le imprese del collegio? Un libro caldamente consigliato ai bambini, e ai grandi che non hanno dimenticato di essere stati bambini.
Elisa
Jul 16, 2014 Elisa rated it liked it
I liked this book. It talks about a little naughty boy and his adventures...Sometimes i felt sorry for him, 'couse, after all he had good intensions. He just couldn't stay more then a few days with out making pranks, escapes and investigations. Let's just say he had a lively childhood. Experiencing a little boy's point of view of the situation was really interesting...but no wonder he is colled Gian Burrasca !!
Sara1618
Aug 05, 2014 Sara1618 rated it liked it
Leí este libro hace años, cuando todavía era una niña, y lo recuerdo como uno de los libros con los que más me he reído. No es que me identificase con el protagonista, pero era fácil reírte de todas las grandes desgracias que según el sufrido protagonista tenía que padecer porque su familia no le comprendía. Unas desgracias que eran en su mayoría culpa de sus trastadas, porque si había algo que Gian Tormenta no sabía hacer era quedarse quieto.
Cristina
Aug 28, 2013 Cristina rated it it was amazing
Il secondo libro della mia vita, subito dopo Pippi Calzelunghe, e un'altra serie di bellissimi ricordi. Lo presi in prestito dalla mia migliore amica, che a differenza di me non era appassionata di lettura, e mi prese tantissimo, soprattutto per l'identificazione con il protagonista: pur essendo una ragazza ero una piccola Gian Burrasca e in fondo chi di noi non lo è almeno un po'?
Andrea
Sep 17, 2012 Andrea rated it it was amazing
Il giornalino è un capolavoro senza tempo della letteratura per l'infanzia. È pericolosissimo darlo da leggere a un bambino, perché contribuisce a minare quell'aura di autorevolezza che solitamente circonda il genitore, e che solitamente sparisce, ma più avanti.

I disegni di Vamba sono strabilianti e l'edizione che avevo tra le mani era una Giunti memorabile: tela verde e incisioni dorate.
Maurizio Codogno
Nov 15, 2010 Maurizio Codogno rated it it was amazing
Shelves: narrativa, finished
Troppo bello, anche senza i ricordi di Rita Pavone nello sceneggiato TV. Ma conviene rileggerlo da adulti, quando ti accorgi che Giovannino Stoppani, come un consumato politico dei giorni nostri, fa di quelle cose assurde e si convince da solo che è tutta colpa degli altri...
Matteo Botto
Sep 07, 2014 Matteo Botto rated it really liked it
Recommended to Matteo by: Luisa De Giorgis
Davvero non credevo di poter apprezzare così tanto questo libro.
Per quanto esagerato e senza cognizione, il piccolo Stoppani rimarrà uno dei miei personaggi preferiti di sempre.

Una lettura estremamente consigliata agli adulti, che spesso predicano bene e razzolano malissimo.
icaro
Sep 29, 2015 icaro rated it it was amazing  ·  review of another edition
Shelves: centuries-ago
Letto all'epoca bianca e nera della Rita Pavone e compagnia bella; regalato di terza mano, un po' sfasciato (è ancora così) da qualcuno che non ricordo. Era divertentissimo, ma la TV, allora, lo era ancora di più. Roba da non credere con quel che oggi passa il convento!
Plucino
Jul 25, 2016 Plucino rated it it was amazing
Delizioso! Mette solo il magone pensare a questo bambino seppur fittizio ormai morto di vecchiaia, se non ucciso sul fronte della Prima Guerra Mondiale.

Non entro nel merito della "trama", il libro oltre ad essere divertente è anche un interessante spaccato della società italiana di inizio '900.
Sbelenghete
Jul 26, 2014 Sbelenghete rated it it was ok
Riletto assieme a mio figlio. Non lo ricordavo più ed è stato un piacere rileggerlo con interesse. Devo dire che adesso lo trovo un certe parti un po' ripetitivo ma il finale è una chiara dimostrazione che il tempo passa ma certe cose rimangono immutate.
Maddalena
No. No.
Caro il mio Stoppani, sei il più insopportabile bambino letterario con cui mi sia mai trovata a che fare. Sei insopportabile tanto quanto (se non di più) Holden del giovane Holden, che è dire qualcosa.
Chiara Tinelli
Aug 18, 2015 Chiara Tinelli rated it it was amazing
Shelves: favorites
Questo irriverente e scanzonato diario si commenta da solo. Io l'ho adorato, letto e riletto fino alla nausea e posso solo dire che e' perfetto sotto ogni punto di vista. Altro che Harry Potter! :)
Alessandro
Jul 23, 2012 Alessandro rated it really liked it
Molto divertente, letto e riletto da bambino. Verso la fine il personaggio riesce anche a "crescere" un poco. Anche se resta uno scapestrato faccia-da-schiaffi.
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • Cuentos por teléfono
  • The Bears' Famous Invasion of Sicily
  • Clorofila del Cielo Azul
  • Bijna iedereen kon omvallen
  • La regina dei Caraibi
  • Brendon Chase
  • The Fairy Tales Of Madame d'Aulnoy
  • Reeds in the Wind
  • Il segreto di Luca
  • Ash Road
  • Mi Amigo El Pintor
  • Conrad: The Factory-Made Boy
  • A Kid for Two Farthings
  • La ragazza di Bube
  • The Cuckoo Clock
  • Halinka
  • Arizona (Lucky Luke #3)
  • Un anno sull'altipiano
Pen name of Luigi Bertelli, Italian journalist and writer.
More about Vamba...

Share This Book