Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Canale Mussolini” as Want to Read:
Canale Mussolini
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Canale Mussolini (Canale Mussolini #1)

3.95  ·  Rating Details ·  651 Ratings  ·  72 Reviews
Canale Mussolini è l'asse portante su cui si regge la bonifica delle Paludi Pontine. I suoi argini sono scanditi da eucalypti immensi che assorbono l'acqua e prosciugano i campi, alle sue cascatelle i ragazzini fanno il bagno e aironi bianchissimi trovano rifugio. Su questa terra nuova di zecca, bonificata dai progetti ambiziosi del Duce e punteggiata di città appena fonda ...more
Hardcover, 460 pages
Published February 2010 by Mondadori
More Details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Canale Mussolini, please sign up.

Be the first to ask a question about Canale Mussolini

Canale Mussolini by Antonio PennacchiIl fasciocomunista by Antonio PennacchiGomorrah by Roberto SavianoMilano criminale. Il romanzo by Paolo RoversiProgetto IO by David A.R. Spezia
New Italian Epic
1st out of 31 books — 5 voters
The Name of the Rose by Umberto EcoThe Leopard by Giuseppe Tomasi di LampedusaIf on a Winter's Night a Traveler by Italo CalvinoThe Decameron by Giovanni BoccaccioZeno's Conscience by Italo Svevo
Notable Novels by Italian Authors
104th out of 227 books — 190 voters


More lists with this book...

Community Reviews

(showing 1-30)
filter  |  sort: default (?)  |  Rating Details
Piperitapitta
Ognuno gà le só razón

Dice l'Adelchi: i cispadàn, i marocchini, i fascisti, i tedeschi, i abisìni, i mericàn, i calìps, anche la zanzara anofele: Ognuno gà le só razón.

Anche se il punto di vista dal quale questa storia ce la racconta Antonio Pennacchi, quello dei Peruzzi di Codigoro in provincia di Ferrara, sembra avere un po' più ragione degli altri.

Tra i primi coloni dell'Agro Pontino - "Venuti giù per la fame. E perché se no? Se non era per la fame restavamo là" - la famiglia dei Peruzzi parte
...more
S©aP
Jun 23, 2012 S©aP rated it really liked it
Mi ha divertito, intrattenuto e appassionato. E' un libro eccessivo. Si tiene distante dalla "feroce estetizzazione" della vita contadina, che ha inquinato tutto il nostro '900. Racconta come si faceva una volta e oggi non si fa più. Racconta con il piglio, il pregio, i limiti e le iperboli dei racconti da osteria. Racconta Storia, storie, amori, orrori, Vita e vite. Ma non ti prende in giro con la correttezza pelosa che oggi anestetizza, frustrandola, ogni conversazione. Si immedesima in un vis ...more
arcobaleno
Feb 08, 2013 arcobaleno rated it it was amazing
Io le racconto la verità dei Peruzzi, che i miei zii hanno raccontato a me, come l'avevano vissuta loro.

In maniera un po’ inconsueta, dopo averlo acquistato e prima di leggerlo io, l’ho prestato ben tre volte (in attesa di maggior tempo a disposizione per una lettura non frammentaria) e intanto ne posso esprimere tre giudizi assolutamente positivi.
E ora vengo al mio.

La prima parte del romanzo è di ambientazione sia alla Storia che alle storie particolari, ai personaggi. Utile, sì, anche per da
...more
Silvia Sirea
Jan 15, 2016 Silvia Sirea rated it really liked it  ·  review of another edition
Non posso - e non voglio - aspettare più di tanto per scrivere questa recensione perché voglio mantenere intatte e trasferire nero su bianco le emozioni che mi ha regalato la lettura di questo romanzo.

Leggere "Canale Mussolini" è come stare seduti vicino ai propri nonni e sentirli raccontare storie del loro passato, così diverso dal nostro che è impossibile non rimanerne tremendamente affascinati. E l'espediente che l'autore utilizza per raccontare le vicende del romanzo è il filò, una sorta di
...more
Klava reads
Jan 10, 2011 Klava reads rated it liked it
La Liberazione arriva alla fine di questo romanzo.
E "Liberazioneeeee!!" ho pensato io ieri sera dopo aver letto l'ultima pagina.
Uff, è stata una faticaccia.
Eppure io sono una patita di queste saghe familiari a sfondo storico, in cui le vicende dei protagonisti di mescolano con la Grande Storia.
Ma qui ho proprio fatto fatica, al punto di abbandonare del tutto per un paio di settimane intere la lettura.
Pennacchi si impantana in una ricostruzione a tratti davvero pesantissima del ventennio, sopratt
...more
Karenina
Nov 15, 2010 Karenina added it
Shelves: italiana
Il genere romanzo storico, al quale appartiene a buon diritto questo libro, non incontra il mio favore, non ne capisco l’esigenza; mi spiego: se ho dell’interesse per il periodo e i fatti narrati ho a disposizione migliaia di volumi, testimonianze e racconti di prima mano che seppur possano non rappresentare la “verità incontestabile” hanno la patente di saggi documentali o perlomeno se ne assumono gli oneri. Nel caso del romanzo non si può separare il fatto storico dalla finzione, l’escamotage ...more
Sergio
Sep 12, 2011 Sergio rated it really liked it
Un viaggio nel periodo del fascismo visto attraverso gli occhi di una famiglia fittizia, i Peruzzi di Codigoro. Pennacchi riesce a raccontare gli eventi dall'alto di una obbiettivita' che ci mostra come l'Italia e una buona parte degli italiani abbracciarono la causa fascista (almeno per un certo periodo). Scritto in uno stile agile e scorrevole, non manca di spunti divertenti e risulta facile da leggere. Interessante da un punto di vista storico, rivisita le circostanze in cui migliaia di Itali ...more
Natalie
Jun 24, 2016 Natalie rated it really liked it
Shelves: read-2016
Ovaj dio povijesti nisam znala. Raseljavanje sa sjevera na jug u močvarno područje-kanal. Zanimljiva obiteljska priča. Zadovoljna sam :)
Elalma
Jun 29, 2013 Elalma rated it really liked it
Tante volte abbiamo letto storie di famiglie travolte dalla Storia, tutte commoventi, appassionate, intriganti. Qui c'è un'originalità e una visione che può anche irritare, ma che la fa apparire meno epica e soprattutto la svuota dalla retorica. Già, perché se un vecchio ci racconta una storia con il suo modo di parlare e di vedere, difficilmente sarà quello politically correct a cui siamo abituati e che ci aspettiamo, ma regala al racconto una freschezza e una novità che rendono la lettura piac ...more
Paolo Ciampi
Jan 01, 2013 Paolo Ciampi rated it really liked it
"Bello o brutto che sia, questo è il libro per cui sono venuto al mondo. Fin da bambino ho sempre saputo di dover fermare questa storia - le storie difatti non le inventano gli autori, ma girano nell'aria cercando chi le colga - e raccontarla prima che svanisse. Nient'altro. Solo questo libro".

Tanto di cappello ad Antonio Pennacchi per questa dichiarazione di intenti, piazzata prima della prima riga di Canale Mussolini. Tanto di cappello perché quando ci si permette una dichiarazione tanto impeg
...more
Chiara
Nov 19, 2010 Chiara rated it really liked it
Shelves: ottimo, anche-ebook
A questo momento, il miglior libro letto nel 2010. Grande e suggestiva saga di una famiglia ma più ancora di una società in anni cruciali per la storia del nostro Paese. Un affresco reso con un linguaggio diretto e accattivante ma solo apparentemente elementare: in realtà frutto di una accorta tecnica manovrata con originale sensibilità. Personaggi memorabili, fondali grandiosi, profonda umanità, e in più l'ironia che evita a questa lunga e turgida vicenda di scadere nel melodramma. E non sfugge ...more
Laura
Jan 11, 2011 Laura rated it really liked it
Ce l'ho fatta! La prima metà libro, diciamo 200 pagine, ho faticato a digerirla, andavo lentissima, più di tanto non riuscivo ad andare avanti ogni sera, però volevo finirlo. La seconda, sorprendentemente, è volata via. O ci ho messo un po' ad abituarmi a stile, dialetto, ecc., oppure la seconda parte è migliore della prima. Adesso quasi mi manca! Poi per chi, come me, d'estate fa avanti e indietro in macchina sulla Pontina e gira tra Anzio, Sabaudia e il Circeo, sapere cosa c'era prima, come so ...more
Karsten Vestergaard
”Mussolini-kanalen” er en italiensk slægtsroman, som jeg samlede op efter at have fået den anbefalet af min far. Det er historien om Peruzzi-klanen som man følger i et halvt århundrede fra omkring år 1900 og frem til anden verdenskrigs afslutning.

Peruzzierne er fattige landarbejdere, der i begyndelsen af romanen hægter sig på det opstigende fascistparti. Det sker ikke som følge af nogen dybere ideologi, men mere en blanding af tilfældighedernes spil og håbet om at fascisterne vil gøre op med den
...more
Cristina
Jan 06, 2015 Cristina rated it really liked it
Malèdeti Zorzi-Vila!

Per la fame. Siamo venuti giù per la fame. E perché se no? Se non era per la fame restavamo là.
In poche frasi brevi e secche, pragmatiche, il riassunto di una tragedia che ha travolto generazioni di italiani. Che ci travolge ancora, perchè ora migriamo in modo diverso, e votiamo in modo diverso, ma le scelte che facciamo, i percorsi che seguiamo, non sono poi così dissimili.
Nella saga della famiglia Peruzzi, mezzadri padani migrati in Lazio per fame, c'è riassunta una bella f
...more
Claudia Sesto
May 02, 2014 Claudia Sesto rated it it was amazing
"Ognuno ha le sue ragioni."
Un bellissimo spaccato di storia, di una storia che su i libri scolastici non troviamo, la costruzione del Canale Mussolini, della bonifica delle Paludi Pontine e la creazione dal niente di una città come Latina chiamata al tempo Littoria sotto il dominio fascista dagli inizi, alla gloria e alla fine disastrosa terminata con l'uccisione del Duce durante la seconda guerra mondiale.
Ci è raccontata in maniera singolare, diretta, come essere davanti ad un bicchiere di vin
...more
Procyon Lotor
Jan 27, 2014 Procyon Lotor rated it really liked it
...la carne manca, poco ci rincresce...abbiam tre mari, abbiamo tanto pesce... E' un racconto d'osteria o fil (*) di svariati decenni della vita di una famiglia di contadini veneto-ferraresi dal novecento al dopoguerra, principalmente della loro migrazione interna verso la bonifica pontina, di come se la cavarono e a che prezzo. In osteria chiunque parla nella sua lingua, non importa di chi stia riferendo le parole, quindi il racconto spesso in veneto, perfino se parla Mussolini - infarcito ovv ...more
Arwen56
Mar 15, 2015 Arwen56 rated it liked it
Non era mia intenzione acquistare questo romanzo. Confesso che la spinta è venuta per il positivo parere espresso da un amico, che mi ha invogliato a farlo. Debbo proprio ringraziarlo per questo, perché se non l’avessi letto, mi sarei persa una delle storie meglio narrate che abbia incrociato sul mio cammino in questi ultimi anni.

Il punto di vista proposto è inusuale, ma ottimamente inquadrato e sostenuto. E’ quello di una famiglia fascista, i Peruzzi, che migrano dalla “bassa” Pianura Padana a
...more
Barbara
Jan 19, 2014 Barbara rated it it was ok
Ho finalmente terminato Canale Mussolini che, mi scuserete, sarà pure un premio Strega, ma a me ha lasciato alcuni dubbi. Io mi aspettavo una saga familiare inquadrata in un determinato periodo storico e luogo mentre, a mio avviso, è un resoconto storico (magari anche molto accurato) con una risicata parentesi su alcune vicende familiari di tal famiglia Peruzzi. Dettagli tecnici a non finire ed espressioni dialettali rallentano la narrazione. Alcuni tratti di una noia incredibile, si riprende co ...more
Francesca Barontini
May 25, 2013 Francesca Barontini rated it it was ok
Shelves: 2013
Sono restata a lungo sulla pagina bianca della recensione, indecisa su come scriverla. Il libro è ben scritto, inquadra una pagina della nostra storia attraverso una nostra famiglia, ben delineati i personaggi, originali in molti tratti. Ma resto dell'idea che o si fa un libro di storia o si fa un romanzo e qui le pagine storiche talvolta sono troppo invasive rispetto alla trama e la lettura ci rimette. Anche le descrizioni tecniche sono eccessive, quasi un trattato di tecnica agraria ed idrauli ...more
Makomai
Apr 15, 2015 Makomai rated it it was amazing
Guareschi reloaded

La storia come avrebbero potuto scriverla Don Camillo e Peppone: ingenua e superficiale, ma dotata della verita’ del popolo.
Non che vi siano svarioni storici, ma l’analisi e’ volutamente folcloristica ed uno storico non potra’ che storcere il naso, sollevare le sopracciglia e compiere tutti quei movimenti facciali e corporei che denotano disprezzo per il ciabattino che sia andato ultra crepidam.
Ma chi ha amato Guareschi amera’ anche Pennacchi.
Cinque stelle sentimentali e nos
...more
Callie S.
Jul 10, 2012 Callie S. rated it it was amazing
Racconto irresistibile, poiché unisce a una trama (finalmente!) corposa e ben strutturata, l'autentico gusto per la narrazione.
E' un 'narratore' da bar, Pennacchi: una di quelle figure tipiche e topiche di un'Italia di provincia, fatta di mille epiche familiari.
Privo delle pastoie dell'emodramma che va per la maggiore (e dire che di eventi luttuosi e terribili ve ne sono!), intriso anzi di un venefico umorismo, Canale Mussolini è un classico moderno, perché parla alla memoria, ma guarda al futur
...more
Laura Costantini
Jan 19, 2016 Laura Costantini rated it really liked it
Questo è un grande libro, un'operazione letteraria giusta. Ha ragione Pennacchi nel dire che si tratta del suo libro definitivo, che tutto quanto fatto in precedenza puntava a questo. L'ho letto solo ora, dopo parecchio che ce l'avevo e quando ormai tutta la cagnara post premio Strega si era finalmente esaurita.
L'ho letto con sommo piacere. Amo il lavoro di ricerca storica, un lavoro paziente, certosino, evidente eppure mai didascalico. Pennacchi ci ha restituito un'epoca difficile e controversa
...more
Auntie Pam
Jul 06, 2016 Auntie Pam rated it liked it
Shelves: scaffale, 2016
Questa è la storia della famiglia Peruzzi, una famiglia molto numerosa e abituata a lavorare la terra. Sono contadini e sanno fare quello da generazioni. Sono sempre stati sotto un padrone, hanno avuto più o meno fortuna ma poi si ritrovano a fare i conti con la fame, ed è proprio per cercare una nuova occupazione che dal nord Italia si trasferiscono al centro nelle paludi Pontine, per risanarle e costruire un canale, il canale voluto da Musssolini. La politica è l'altro tema fondamentale, prima ...more
Ræven
Jul 23, 2016 Ræven rated it it was amazing
Se ho iniziato a leggere questo libro è stato solo perché mi è stato caldeggiato da tutti i miei vicini di casa, nientemeno che a Sabaudia. Non sapevo assolutamente cosa aspettarmi ma, amando follemente questo posto dove passo le mie estati da più di vent'anni, alla fine ho dato ascolto ai miei vicini e ho preso Canale Mussolini in prestito.
E come sono felice di averlo fatto!
Questo è un libro che ha davvero tante doti: è scritto col cuore ma anche col cervello, per dirne una (o, in verità, due).
...more
Victoria Owens
Aug 15, 2014 Victoria Owens rated it it was amazing
By golly, Goodreads makes it difficult to find where you can write a review. Having re-rated this wonderful, hard-hitting book about four times - on each occasion I gave it 5 stars, and would have offered more if there'd been a chance - I've at last found the right place. It's a brilliant expose of the influence political history has on family life - a searching, shrewd book of immense compassion and wisdom. The indomitable Peruzzis make inspirational companions; the references to Il Duce's rema ...more
Maria Beltrami
Un vero e proprio racconto epico, una narrazione continua, senza sbavature, senza contraddizioni, piena di humour e di umanità.
Tre generazioni di una famiglia patriarcale del delta del Po, emigrata sulla bonifica dell'Agro Pontino per non "puzzarsi di fame". Sanguigni, violenti, dolcissimi, e si, fascisti, ma non per la politica: per la terra e per la fame. La terra soprattutto, la terra e le bestie, con un feroce istinto di conservazione.
Un libro molto ben scritto, che si legge tutto di un fiat
...more
Raffaella
Aug 07, 2012 Raffaella rated it liked it
Sapore di paese, delle cose che furno e qualche cenno storico a volte rivisitato. Piacevole e fluido.
Ma niente a che vedere con il capolavoro di cui la critica ha tanto parlato.
pierpaolo
Jan 28, 2014 pierpaolo rated it it was amazing
Saga familiare narrata in modo molto particolare. I personaggi sono tutti godibilisimi e insegna la storia molto meglio di quanto non facciano i libri scolastici.
Erika
Feb 08, 2016 Erika rated it liked it
Vorrei che qualcuno informasse l'autore che non è affatto carino nominare, di diciassette (o quello che è) fratelli e sorelle, soltanto i maschi, a meno che dette sorelle/cognate non siano di moralità dubbia o perlomeno antipatiche. Di tutti i personaggi femminili, a quasi nessuna viene assegnato un nome, e nessuna fa azioni degne di nota, come se la storia l'avessero scritta soltanto gli uomini. In questo libro, i maschi vanno in guerra, fanno politica e lavorano, le donne, tuttalpiù, fanno fig ...more
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • Un anno sull'altipiano
  • Spingendo la notte più in là
  • Accabadora
  • Tempo di uccidere
  • Stella del mattino
  • L'inattesa piega degli eventi
  • La presa di Macallè
  • Il contrario di uno
  • L'Agnese va a morire
  • Romanzo criminale
  • I vecchi e i giovani
  • Fontamara
  • Inseparabili (Il fuoco amico dei ricordi, #2)
  • La zia marchesa
  • Il gioco delle tre carte
  • Uomini e no

Other Books in the Series

Canale Mussolini (2 books)
  • Canale Mussolini. Parte seconda

Share This Book



“... il dramma della condizione umana è proprio questo: sei quasi perennemente condannato a vivere nel torto, pensando peraltro d‘avere pure ragione.” 0 likes
More quotes…