Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Delfini” as Want to Read:
Delfini
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Delfini

3.22  ·  Rating Details ·  318 Ratings  ·  36 Reviews
Negli ultimi tempi il binomio Giappone – delfini ha significato morte, perché la mafia nipponica alimenta un traffico da due miliardi di dollari all'anno attraverso la mattanza di questa specie. Un fenomeno denunciato dall’eco-documentario The Cove. I pescatori giapponesi ogni anno catturano illegalmente circa ventitre mila delfini. Invece nel nuovo romanzo della scrittric ...more
Paperback, I Canguri, 175 pages
Published January 2010 by Feltrinelli (first published 2006)
More Details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Delfini, please sign up.

Be the first to ask a question about Delfini

Community Reviews

(showing 1-30)
filter  |  sort: default (?)  |  Rating Details
Lisachan
Jan 27, 2017 Lisachan rated it it was ok
Dicevo giusto mentre leggevo alla mia donna che la Yoshimoto negli anni impari a conoscerla, e sai, quando apri un suo romanzo, che in realtà ci troverai dentro sempre la stessa storia, riveduta secondo caratteristiche diverse, magari, ma identica nel nocciolo. Anche Delfini non fa eccezione, naturalmente, le tematiche care a Banana sono sempre quelle: perdita, malinconia, nostalgia, forza dell'amore, spiritualità delle piccole cose, rinascita.
Alle volte, la Yoshimoto riesce a mixare le sue tem
...more
Haunt
Nov 06, 2011 Haunt rated it liked it
Nell'iniziare questo libro sapevo benissimo che avrei trovato nel passato della protagonista un parente venuto meno. Infatti Kimiko è orfana di madre. Aleggere il libro che sulla Yoshimoto realizzò il suo traduttore Giorgio Amitrano, è sconcertante leggere la tranquillità con cui la Yoshimoto spiega questa sua esigenza di creare dei personaggi orfani o orfani per metà. A leggere solo le quarte di copertina, questa sembra una conditio sine qua non senza cui la storia non potrebbe cominciare. Salv ...more
Kia76
Sep 19, 2012 Kia76 rated it it was ok
Shelves: giappone
La Yoshimoto non ha più niente da dire.... Le mancava un libro sulla maternità, eccolo qui. Un libro "femminile" ma che non ha niente da trasmettere ad una lettrice donna, figuriamoci ad un uomo! Banana, ti consiglio vivamente di riporre la penna e andare in pensione. Non hai più niente da dire. Ero partita ben disposta, dopo parecchi anni di "disintossicazione" dalla Yoshimoto (che ho ADORATO ai tempi di Kitchen, Tsugumi e Amrita!!!), e devo dire che per 1/3 del libro ho pensato che la storia n ...more
Nunzia Viceconte
Dec 03, 2014 Nunzia Viceconte rated it liked it
Niente da dire, oramai dopo 5 libri letti di questa autrice, sono arrivata a comprendere il suo stile. Ogni suo libro, per quanto possa essere significativo e per quanti spunti per riflettere offra, è sempre caratterizzato da una vena di tristezza. Questo è fino ad ora (tra i libri che ho letto) il suo romanzo di più difficile comprensione: il tema trattato è infatti delicato e dolce, ma al tempo stesso viene analizzato da punti di vista diversi e talvolta ambigui.
Inutile parlare dell'emozione
...more
Roberta
Sep 15, 2011 Roberta rated it it was ok
Shelves: 2010, oriente
Proprio non ci siamo

Già Il coperchio del mare non mi aveva entusiasmato, non parliamo poi di Chie-Chan e io che ho trovato semplicemente orribile.
Con questo Delfini la Yoshimoto mi dimostra che, se ho voglia di leggere un suo bel libro devo dedicarmi alle riletture dei suoi grandi classici e lasciare perdere le ultime uscite.
Una trama surreale e fastidiosa, una scrittura inconcludente, mi pare che nello stesso paragrafo la Yoshimoto riesca a scrivere una cosa, il suo contrario e poi un paio di
...more
MeMedesima
Apr 17, 2011 MeMedesima rated it liked it
Sul finire dell’inverno presi una brutta influenza.
Tutto ebbe inizio in quel momento, e credo che se non mi fossi ammalata, niente di quello che mi accadde in seguito sarebbe mai successo. Si trattò di un esperienza odiosa e insopportabile che proprio non avrei voluto vivere, ma anche di un punto di partenza fondamentale.
Di un vero e proprio mistero della vita, almeno così sospettavo.

Mi venne la febbre talmente alta da non potermi alzare dal letto, nemmeno sforzandomi. Di solito sono un tipo for
...more
Frahorus
Dec 04, 2013 Frahorus rated it really liked it
Kimiko, giovane scrittrice di romanzi d'amore, esce con Goro. Una sera, dopo una visita all'acquario di Tokyo per vedere i delfini, fanno l'amore, ma Kimiko capisce subito che la loro storia non ha futuro; Goro convive infatti con un'altra donna, più grande di lui e dalla quale non vuole separarsi. Kimiko decide allora di abbandonare Tokyo per trovare rifugio in un tempio vicino al mare, dove conosce Mami, ragazza dalle doti soprannaturali. È da lei che viene a sapere di essere incinta. Le notti ...more
Elena
Oct 19, 2012 Elena rated it it was ok
Gneh. Kind of disappointed. This book was definitely not what I expected. (disappointing being the key word of the review, you'll see)

Don't get me wrong. I do realize this is from a Japanese author, so the style of writing is going to be different (which is something a lot of people don't understand when reading Asiatic novels), and I kept that into consideration, which is way I gave the book one extra star.
However, Dolphins was a disappointment through and through.

This felt more like a LONG sh
...more
Greta tra le righe
04.03.2012

Io l'ho trovato un romanzo piuttosto carino, anche se non certo particolarmente esaltante.
E' il secondo romanzo della Yoshimoto che leggo, quindi non sono ancora riuscita a farmi un'idea precisa della sua scrittura, ma diciamo che per ora mi sembra quel tipo di autrice che si lascia leggere senza difficoltà, piacevolmente, nei periodi in cui si cerca una lettura tranquilla e non particolarmente impegnativa.
Anche io l'ho trovato piuttosto condensato, più che altro leggendo ho come avuto
...more
comablack
Apr 11, 2015 comablack rated it did not like it
Shelves: ebook
Ci sono libri di 800 pagine che divori in una settimana, e libri che (come questo) in un pomeriggio dovresti finire ma due settimane non bastano... Dopo aver letto Kitchen che non mi aveva particolarmente colpita ma mi era piaciuto abbastanza, credevo di trovare in questo romanzo una svolta nella lettura della Yoshimoto, viste anche le recensioni positive: ma così non è stato, anzi!
Di "storia" c'è ben poco, i 3/4 del libro sono riflessioni della protagonista sull'esistenza, l'amore, la morte, ma
...more
Niklaus
Mar 24, 2016 Niklaus rated it really liked it
Kimiko si ammala. Niente di serio. Questa sosta forzata le dara' modo di pensare ed indurra' un cambiamento. La decisione di andare avanti rivalutando alcuni rapporti familiari assaporando la tolleranza spesso associata al venir meno dell'IO. Questa pausa che si sovrappone alla visita ad un acquario prima e al soggiorno ritonificante in un monastero poi le dara' la serenita' di affrontare una gravidanza inattesa che chiudera' il cerchio della sua nuova vita. Come forse i delfini sembravano avere ...more
Tumchenmamentumlein
Atmosfera di pace e di serenità natale

Un libro intenso di emozioni collegati alla gravidanza e alla nascita di una bambina. Scrittura personale, molto legata alla realtà, una scrittura fuori dal comune. Questo libro mi ha colpita perché per la prima volta ho potuto guardare la gravidanza come un evento da cui non si ci bisogna spaventare.
È puramente umano, amorevole ed a ciò si accompagna una relazione non del tutto stabile ma con l''arrivo di Akane si stabilizza.
Questo libro è l'amore per se st
...more
ApettaVale
Jul 23, 2014 ApettaVale rated it really liked it  ·  review of another edition
Ho letto diverse persone che pensano che lo stile di Banana Yoshimoto permette solo il bianco o il nero: o sei sulla sua stessa lunghezza d'onda, o non lo sei. Nessuna scala di grigi.
Mi sento fortunata a riuscire a capire la sua "sensibilità", il suo modo di vedere le cose lo trovo sempre illuminante. E credo che Kimiko sia il suo personaggio in cui mi sono identificata maggiormente. Da questo libro ho capito quale siano la maturità e lo spirito giusti per affrontare una gravidanza, e se/quando
...more
Sesi Vera
Jan 18, 2015 Sesi Vera rated it really liked it
Banana Yoshimoto ha la capacità di narrare le piccole cose di ogni giorno,come se fossero eventi importantissimi e fondamentali per il proprio percorso spirituale. La sua penna rende il racconto di una semplice influenza,un'esperienza profonda e catartica. Questo libro fa comprendere che ciò che crediamo di essere e di volere,spesso è soltanto un'illusione. Anche un evento inaspettato, come la gravidanza, si può rivelare un miracolo,pur avendo passato la vita nella speranza di non diventare mai ...more
Bsquared
Feb 18, 2015 Bsquared rated it liked it
Davvero leggero, ma ricchissimo di spunti intellettuali.
La Yoshimoto dipinge una convintissima donna emancipata, un ideal-tipo della figura femminile, che però è sempre minata dalla fragilità e dall'inadeguatezza. Non c'è proprio una dichiarazione o un evento che palesa la percezione della debolezza, ma si capisce che, attraverso il parto, la protagonista recupera qualcosa. Cresce.
La pazienza contraddistingue questo cambiamento. L'affetto. La leggerezza é nel tono onirico del racconto, nella p
...more
Ippino
May 16, 2014 Ippino rated it it was ok  ·  review of another edition
Shelves: giappone, narrativa
Mi piace leggere i romanzi della Yoshimoto anche quando, come in questo caso, non sono niente di che.
Il libro si lascia leggere, anche se non con così tanto piacere.
Per almeno un terzo del romanzo mi sono chiesto dove volesse andare a parare: comincia come uno spaccato di vita familiare, per poi trasformarsi in un Harmony in stile nipponico, e poi ancora racconta di una donna in crisi, che parte alla ricerca di se stessa e della direzione da dare alla sua vita.
Poi ingrana, anche se resta piuttos
...more
Phoebes
May 05, 2013 Phoebes rated it it was ok
Non so se è stato il cambio di tematiche, la poca simpatia per la protagonista, o forse solo il momento sbagliato per leggerlo, ma questo romanzo proprio non mi è piaciuto, ed è la prima volta che ricevo un’impressione così negativa da un romanzo di Yoshimoto. L’ho trovato noioso, e a tratti anche irritante. Non mi sono piaciuti i personaggi principali e non ho trovato la storia interessante, mi sono sforzata di leggere e l’ho finito presto solo perché era corto!

http://www.naufragio.it/iltempodi
...more
Elisa
Feb 10, 2015 Elisa rated it really liked it
Gi�� con altri libri di Banana Yoshimoto ho avuto questa sensazione: all'inizio la storia procede in modo lento e sempre uguale sia per le tematiche che per lo stile. Poi, ad un certo punto, succede qualcosa che mi fa affezionare ai personaggi e apprezzare l'ultimo lavoro di una delle mie scrittrici preferite. Ogni tanto arriva il momento di leggere un libro di Banana Yoshimoto: non mi accade con nessun altro autore.
Eia
Jul 30, 2015 Eia rated it liked it
Dunque,il libro è bello e profondo,non trovo particolarmente rilevante la storia quanto più la simbologia che c'è dientro e che a volte non sono riuscita completamente a comprendere. Il libro pur essendo molto breve mi è scorso molto lentamente; é stara tutt'altro che una lettura leggera . Nonostante questo non mi sento di dare un giudizio negativo a questo libro. Probabilmente non sono riuscita a comprenderlo completamente poiché secondo me ha molto da dire.
ilaria
Jan 29, 2013 ilaria rated it liked it
Shelves: fiction, japan
Be', tutte le volte sono curiosa di cosa possano dirmi questi giapponesi e tutte le volte mi lasciano basita. Non li capisco fino in fondo. In questo caso la protagonista che rimane incinta per sbaglio si fa un sacco di "pippe mentali" sul rapporto suo col bimbo che ha in grembo che io ne rimango perplessa. Forse sono poco sensibile, non so...
La Yoshimoto si poteva risparmiare l'uscita del "in gravidanza non si può far sesso": ormai siamo nel XXI secolo, c'è ancora chi ci crede?
Mari Yeung
Jun 15, 2015 Mari Yeung rated it it was ok
Shelves: japanese-lit
2.5

Non mi è piaciuto come mi sono piaciuti gli altri libri della Yoshimoto, purtroppo.
Le vicende erano un po' scollegate le une dalle altre; inoltre ho sopportato poco la protagonista per le sue decisioni e i suoi discorsi pseudo-filosofici assolutamente non-sense.
In ogni caso è stata una lettura carina e senza pretese che mi ha dato uno spunto di riflessione abbastanza interessante sulla gravidanza... ma nient'altro.
Luca Conti
Jul 18, 2015 Luca Conti rated it liked it
"Le persone determinate si attirano a vicenda, ma col passare del tempo, per colpa della tensione che si crea, si sentono come ebbri, al punto di decidere di isolarsi, di vivere senza interesse per chi gli sta vicino.

le persone deboli invece, anche se a prima vista sembrano esistere e basta, alla fine si rivelano forti compensandosi a vicenda."
Elena
May 10, 2015 Elena rated it liked it
Primo libro che leggo della Yoshimoto!
Carino, scorrevole.... però non è possibile che tutto quello che fa Goro, TUTTO quello che fa sto ragazzo, è PERFETTO!
Bella la sua storia e del rapporto che stringe con Mami, ma troppo melensa la parte che è la più importante del libro, cioè quella di come vede questo Goro ovvero il padre della sua figlia.
Comunque scorrevole.
Laura
May 01, 2014 Laura rated it it was ok
Cosa posso dire di questo libro...proprio non sono riuscita ad appassionarmi...non capisco se sia la mentalità e la cultura cosi diversa dalla nostra che mi fa sembrare questa donna cosi lontana dalla realtà..mi sembra che si preoccupi esattamente delle cose opposte per cui mi preoccuperei io..no,neanche il modo di scrivere mi ha entusiasmato..
Deb
Aug 11, 2016 Deb rated it it was ok  ·  review of another edition
Shelves: contemporary
Sono rimasta delusa, sinceramente ho trovato la lettura, sebbene fluida, insipida. Dice tutto e dice niente.
Non mi ha lasciato niente.
Trovo la protagonista insipida e "finta", una di quelle persone che non è, ma fa si che sia come pensi sia giusto.
Callie S.
Jul 19, 2012 Callie S. rated it did not like it
Ero convinta - lo giuro - che alla cultura giapponese fosse estranea qualunque grevità linguistica, invece ho trovato questo libro di una bruttezza quasi pornografica e volgare in modo insopportabile.
Jess
Aug 15, 2016 Jess rated it liked it
Libro molto intimo e introspettivo, la gravidanza di Kimiko è descritta con una sensibilità davvero toccante. Un libro scritto per le donne ma che, per mia personale opinione, non credo riesca a pieno a raggiungere il cuore di ogni lettrice.
Marco Cerbo
Apr 19, 2013 Marco Cerbo rated it really liked it
Relazioni complicate e sentimenti soffusi attorno a una maternità. La quintessenza di Banana Yoshimoto.
Marika Bonuccelli
Mar 12, 2014 Marika Bonuccelli rated it really liked it
Letto tutto di un fiato :)
Un libricino unico e a dir poco emotivamente forte :)
Mi è piaciuto molto.
Valentina
Apr 25, 2015 Valentina rated it liked it
Diciamola tutta 3 stelle sono regalate, sarebbe una via di mezzo fra le 2,5 e le 3.
Ne parlo su Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=aLmAB...
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 10 11 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • The Eighth Day
  • L'isola dei naufraghi
  • Il silenzio dei chiostri
  • Poema del Cante  Jondo / Romancero Gitano
  • Musica. Un'interpretazione psicoanalitica di un caso di frigidità
  • El desorden de tu nombre
  • ناراياما
  • Amore
  • En el bosque, bajo los cerezos en flor
  • Treatises on Friendship and Old Age
  • غرفة مثالية لرجل مريض
  • Almost There
  • The Japanese Chronicles
  • Somersault
  • My Neighbor Totoro
  • Achille piè veloce
  • And Then
  • The Diary of Lady Murasaki
28229
Banana Yoshimoto (よしもと ばなな or 吉本 ばなな) is the pen name of Mahoko Yoshimoto (吉本 真秀子), a Japanese contemporary writer. She writes her name in hiragana. (See also 吉本芭娜娜 (Chinese).)

Along with having a famous father, poet Takaaki Yoshimoto, Banana's sister, Haruno Yoiko, is a well-known cartoonist in Japan. Growing up in a liberal family, she learned the value of independence from a young age.

She gradua
...more
More about Banana Yoshimoto...

Share This Book



No trivia or quizzes yet. Add some now »

“Era proprio vero che gli amici dei disgraziati sono dei disgraziati, mentre chi piace a chi ci piace di solito è una persona a posto. Una regola che quando fa eccezione genera sempre pasticci.” 1 likes
More quotes…