Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “The Legend of The Holy Drinker” as Want to Read:
The Legend of The Holy Drinker
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

The Legend of The Holy Drinker

by
3.75 of 5 stars 3.75  ·  rating details  ·  1,079 ratings  ·  79 reviews
This book, one of the most haunting things that Roth ever composed, was published in 1939, the year the author died. Like Andreas, the hero of the story, Roth drank himself to death in Paris, but this is not an autobiographical confession. It is a secular miracle-tale, in which the vagrant Andreas, after living under bridges, has a series of lucky breaks that lift him brie ...more
Paperback, 73 pages
Published October 16th 2001 by Granta Books (first published 1939)
more details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about The Legend of The Holy Drinker, please sign up.

Be the first to ask a question about The Legend of The Holy Drinker

Post Office by Charles BukowskiAre You There, Vodka? It's Me, Chelsea by Chelsea HandlerThe Rum Diary by Hunter S. ThompsonI Hope They Serve Beer in Hell by Tucker MaxTo Live and Drink in L.A. by Ben Peller
Drunken Masters
97th out of 209 books — 324 voters
To Kill a Mockingbird by Harper LeeThe Catcher in the Rye by J.D. SalingerBrave New World by Aldous Huxley1984 by George OrwellCharlotte's Web by E.B. White
Gilmore Girls: Season 7
37th out of 73 books — 15 voters


More lists with this book...

Community Reviews

(showing 1-30 of 1,851)
filter  |  sort: default (?)  |  rating details
Steve


[This book has been translated into English with the title The Legend of the Holy Drinker.]


Born on the outskirts of the Austro-Hungarian Empire in 1894, Joseph Roth became a star journalist in Vienna, Frankfurt and Berlin while publishing a fair amount of fiction on the side. But on January 30, 1933, the day before Adolf Hitler became Germany's Chancellor, Roth left all that for exile in Paris, where he spent most of the rest of his life. In a letter to Stefan Zweig written around this time he d
...more
Leka
Perché, ogni tanto, lo rileggo questo piccolo capolavoro.
Per ricordarmi che i miracoli cadono lievi sui cuori distratti e aspettano che uno sguardo smarrito s'accorga di loro.
Anche un semplice sorriso ha qualcosa di miracoloso, talvolta.
Fewlas
Questa breve novella (o forse sarebbe meglio chiamarla parabola) moraleggiante racconta la storia di Andreas, un vagabondo ubriacone, che un giorno incontra per caso un distinto signore prodigo di bontà e miracoli. Il distinto signore regala ad Andreas duecento franchi, chiedendo in cambio solo una promessa: che quando Andreas potrà, si recherà nella cappella dedicata alla piccola Santa Teresa e pagherà al prete il suo debito.

Ma, come Roth giustamente ricorda, gli uomini si abituano troppo facil
...more
Sandra
Questo racconto mi ha ricordato per certi versi la parabola dei talenti. Si nasce dotati già di una ricchezza, di una specie di dote che per chi è credente viene da Dio, per l’ateo dai geni del DNA trasmessi dai genitori, un investimento che vorremmo conservare, non solo, ma soprattutto far fruttare fino ad arrivare alla fine del cammino, quando saremo tenuti a restituirlo. Così capita che Andreas, il vagabondo ubriacone, che dorme sotto i ponti della Senna, per “miracolo” incontri uno sconosciu ...more
Simona
Non è difficile individuare nella figura di Andreas quella di Joseph Roth che morì di crisi etilica.
Andreas è un barbone dedito alle belle donne e al bere che, per tutta la sua vita, in seguito a un piccolo miracolo, cerca di mantenere fede a un promessa, un voto. Un voto che non riuscirà a portare a termine perché questa è la sua natura ed è difficile cambiarla.
Roth ci regala una visione alquanto pessimista di uomo che cerca di lottare contro i suoi istinti, istinti che lo porteranno alla der
...more
Guy Portman
The Legend of the Holy Drinker is a short novella written by the iconic Austrian-Jewish author and journalist Joseph Roth, best known for his seminal work, The Radetzky March. Set in Paris between the wars the story is about an alcoholic tramp by the name of Andreas, who lives under bridges of the river Seine. Andreas finds himself in luck when he is given two hundred francs by a stranger, which allows him to recapture something of his pre-tramp existence. Our generous spirited protagonist plans ...more
Dhanaraj Rajan
Three and half stars......

It is a lovely story.
And as some other reviewer said it is like a folktale.

It is a story of a poor, pitiful vagabond who has a liking for alcohols is visited by a Good Samaritan who all of a sudden appears and offers him money. In return when it is possible the 'holy drinker' is to restore the debt to the church close by and specially to make an offering of it to St. Therese of Child Jesus, also known as Little Flower after attending the mass on Sunday.

Initially the po
...more
Marina
Sono laureata in letteratura tedesca, con particolare focus sulla letteratura austriaca, e nonostante questo non avevo mai letto nulla di Joseph Roth. Una lacuna imperdonabile, che finalmente ho potuto in parte colmare grazie al bookcrossing, che ha messo sulla mia strada questo breve racconto di Roth. Dico in parte perché naturalmente ci vuole molto di più per conoscere un autore, ma un primo piccolo passo è stato fatto.

La storia è quella di Andreas, un bevitore, anzi un ubriacone, che vive sot
...more
Insania
Sfogliando le pagine di questo breve racconto si assiste ammirati a una sorta di miracolo letterario: la rara, quanto felice, unione tra una concisione che permette alla vicenda di assumere il carattere di una parabola religiosa e un linguaggio dal sapore profetico, che forse riesce a raggiungere la piena realizzazione solo nel piacevole stato di ebbrezza che, nei colti, si manifesta sotto una forma di particolare saggezza e conoscenza della vita.
Era difatti Roth un ubriacone, ma intelligente, c
...more
Cristina - Athenae Noctua
Questo racconto, pubblicato lo stesso anno della morte dell'autore, è fortemente autobiografico: nel clima spersonalizzato di una grande città come tante negli anni dell'ascesa dei totalitarismi e della società di massa, Andreas è un uomo vittima del vizio, dell'indifferenza e della debolezza, che cerca una forma di sollievo nell'alienazione, ma è anche una sorta di prefigurazione del destino di Roth, anch'egli affetto dal vizio dall'alcolismo.
Un racconto interessante, intenso, ma, per i miei gu
...more
(...)
Para los que somos abstemios (no por convicción ni por conservadurismos ridículos de los que Carlos Barral hace brula y referencia con tan digno sentido del humor y franqueza, sino porque simplemente nuestra paladar se quedó con sus dientecitos de leche y no aguantan ni un tramito de cerveza), este podría convertirse en uno de los relatos capitales de su miedo a la aventura, de su temor al vagabundeo, de su pavor a la prisión de lo establecido y hallar orgullo y honor en el simple hecho de no te ...more
Daken Howlett
LA legenda Del santo bevitore è uno straordinario esempio di letteratura così vicina alla realtà vissuta dall'autore da sembrare autobiografica e arriva persino quasi a predire i futuri eventi della sua morte.
Il racconto si inserisce nell'ambito del ciclo dedicato al nuovo mondo,ovvero al mondo che si è creato dopo la scomparsa dell'impero austro-ungarico alla fine della I guerra mondiale,evento che ha lasciato il nostro protagonista,come il nostro autore,solo in un mondo alieno,dove non ha più
...more
eStemporanea
Sinceramente pensavo che mi sarei ritrovata davanti a un raccontino didascalico e buonista sull'importanza della parola data e la redenzione derivante dall'impegno.
Invece mi sono ritrovata a leggere delle gozzoviglie di un imbecille procrastinatore che cazzeggia implacabilmente e senza remore grazie a ripetuti quanto immeritati colpi di fondello, e nonostante tutto se ne esce pure redento e "santificato".
Bah.
Magari - anzi, sicuramente - mi è mancata la giusta predisposizione mentale per legge
...more
Roberta
Nonostante conoscessi la storia per vie traverse, non avevo mai letto l'originale. E' bellissimo
Jandri
Novela muy cortita.
Entretenida, me quedo con ganas de más del autor.
Por cierto, nada moralista.
Sonia Argiolas
Infelicità in forma di poesia
Nessa [October Tune]
Read this review, and many more on my blog October Tune!

Near the end of March, I got an email from the publisher saying that I was one of the winners of their survey. I didn’t remember taking the survey, nor did I remember there being a giveaway, but I was still very happy. The only thing was that I had no idea what kind of book I’d won, so I was quite surprised when this little book was brought to me.

The Legend of the Holy Drinker (or De Legende van de Heilige Drinker, as it’s called in Dutch),
...more
Peregrino
Leo este libro esperando a despegar camino de Lisboa. Me lo he regalado el día de San Jorge, y sirve para volver a la novela después de meses interesado por la Historia y biografía novelada.

Al parecer el autor refleja en esta novela su visión de si mismo, a modo de autobiografía parcial, y que es publicada una vez ha muerto. Es el grito de un hombre atrapado por el vino, por el dolor. Nunca ha tenido suerte. En el declive de su vida la diosa fortuna le da una oportunidad. Como todos, su primera
...more
Dwight
http://bookcents.blogspot.com/2011/08...

The Legend of the Holy Drinker by Joseph Roth is a sparkling novella about Andreas, a drunkard (translator Michael Hofmann uses the wonderful term 'clochard') living under the bridges of Paris. Andreas experiences a host of minor miracles, starting with a generous gift from a devotee of St Thérèse de Lisieux. Andreas promises to repay this gift to the chapel of the devotee’s choosing. The only things as consistent as Andreas’ lucky breaks are the obstructi
...more
Rui Alves de Sousa
A Lenda do Santo Bebedor» é uma pequena novela de Joseph Roth, que vive do seu protagonista e dos símbolos (alguns com um certo toque divino) e significados que a ele ficam associados, e que fascinam o leitor porque, nas primeiras impressões que tiramos do bebedor Andreas, não nos parece ser uma figura que tenha muito para dizer, ou coisas tão relevantes para serem exploradas na sua personalidade. Da sua boca ouvimos proferir regularmente: "Que Deus nos dê a todos nós, a nós os bebedores, uma mo ...more
Gustl
Libro molto scorrevole e conciso; i continui tentativi falliti dal protagonista nel tentativo di consegnare i soldi presso la statua di S.Teresa, e i continui ed irritanti ostacoli che gli impediscono di realizzare il suo proposito, mi han ricordato, l'impossibilità dei convitati alla cena, di uscire dalla casa de: "L'angelo Sterminatore", film di Bunuel. Probabilmente l'ultima opera scritta da Roth, nella quale sono, tra l'altro, riconoscibili elementi autobiografici davvero inquietanti.
Ghilimei
This review has been hidden because it contains spoilers. To view it, click here.
Mighelon
La leggenda del santo bevitore Si tifa per il protagonista, un clochard che incontra un benefattore, riceve del denaro e promette di impegnarsi a restituire i soldi alla piccola santa Teresa. Si rende conto della sua condizione e cerca di rendersi più presentabile... ma quando, dopo una settimana, sta per rendere onore alla sua promessa ecco che capita un imprevisto.. ed è solo l'inizio delle sue avventure, accompagnate da diversi bicchierini di pernod.. Fuga senza fine Franz Tunda è un militare ...more
Phoebes
La leggenda del santo bevitore
Non posso dire che questo racconto mi sia piaciuto tanto, ma neanche mi è dispiaciuto. Non ho vere critiche da fargli, forse è solo la troppa brevità che non mi ha permesso di farmi coinvolgere. Resta comunque uno scritto interessante, che incuriosisce, fa riflettere, e risulta ancora molto attuale.
http://www.naufragio.it/iltempodilegg...

Fuga senza fine
Il romanzo m’è piaciuto. Non tantissimo, ma m’è piaciuto. S’è fatto leggere con facilità, e anche se la trama è sec
...more
Zoli
For some time I've been thinking about picking up one of Joseph Roth's novels, and I decided to begin with this short story (less than 100 pages short). Upon completing it, I bought some more of his novels, and I think it will make an interesting addition to the other Mr. Roth I think very highly of, Philip Roth.
Marilena Amato
"Perché non c'è nulla a cui gli uomini si abituino più facilmente dei miracoli,quando accadono una,due,tre volte. Si,la natura degli uomini è tale che arrivano addirittura ad arrabbiarsi se non ottengono in continuazione ciò che un destino casuale e passeggero sembra aver loro promesso."
Stefania
Lettura breve ma ricca di simbolici riferimenti all'uomo in cerca di redenzione, il cui cammino è costelato di tentazioni e dirottamenti. Sembra di leggere una parabola di una vita che come a volte succede sembra prenderti in giro fino alla fine.
Kuroko
Descrivere questo libro difficilissimo; la dimostrazione che non il numero di pagine a fare di una storia una buona storia. Qui non c' n una parola di pi, n una di meno del giusto. ...more
Elisa Bianchedi
Una favoletta carina, fatta di piccoli gesti.
Leggendo le varie recensioni mi aspettavo qualcosa di più, ma forse sono io che non l'ho capito bene. In ogni caso, il libretto è una lettura piacevole.
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 61 62 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • La morte a Venezia/Tristano/Tonio Kröger
  • By Night Under the Stone Bridge
  • La cura
  • Canone Inverso
  • Die gerettete Zunge: Geschichte einer Jugend
  • Der Keller: Eine Entziehung
  • The Missing Head of Damasceno Monteiro
  • Casanova's Return to Venice
  • Alcatraz: Jack Folla un DJ nel braccio della morte
  • Una questione privata - I ventitre giorni della città di Alba
  • The Grotesque
  • L'isola dell'angelo caduto
  • The Drive-In: A Double-Feature Omnibus
  • La Compagnia dei Celestini
  • Dialogues with Leuco
  • Resurrection Man
  • As rosas de Atacama
  • Madame de Treymes
30681
Joseph Roth was born and grew up in Brody, a small town near Lemberg in East Galicia, part of the easternmost reaches of what was then Austro-Hungarian empire and is nowadays Ukraine. Roth was born into a Jewish family. He died in Paris, France.

http://josephroth.net/discover.htm

http://www.josephroth.de/
More about Joseph Roth...
The Radetzky March  (Von Trotta Family #1) Job The Emperor's Tomb Hotel Savoy What I Saw: Reports from Berlin 1920-1933

Share This Book

“So they bring our poor Andreas into the vestry, and unfortunately he's no longer capable of speech, all he can do is reach for the left inside pocket of his jacket where he has the money he owes the little creditress, and he says: 'Miss Thérèse!' - and he sighs once, and he dies.
May God grant us all, all of us drinkers, such a good and easy death!”
1 likes
“Voglia Dio concedere a tutti noi,a noi bevitori,una morte così lieve e bella” 0 likes
More quotes…