Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “A che punto è la notte” as Want to Read:
A che punto è la notte
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

A che punto è la notte

4.04 of 5 stars 4.04  ·  rating details  ·  146 ratings  ·  13 reviews
Torino, sera del 25 febbraio. Un'esplosione uccide don Pezza mentre è intento a una strana predica, molto più simile a una rappresentazione teatrale che a una funzione religiosa. E' proprio la tragica morte del sacerdote a dare avvio ad uno dei casi più avvincenti e delicati nella carriera del commissario Santamaria, deciso a fare luce sul legame che unisce i misteriosi af ...more
Paperback, Oscar Bestsellers, 602 pages
Published September 1st 1987 by A. Mondadori (first published 1979)
more details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about A che punto è la notte, please sign up.

Be the first to ask a question about A che punto è la notte

Lessico famigliare by Natalia GinzburgTorino è casa mia by Giuseppe CulicchiaQualcosa da tenere per sé by Margherita OggeroLa solitudine dei numeri primi by Paolo GiordanoLemures by Pier Virgilio Vassalli
Romanzi ambientati a Torino
11th out of 56 books — 12 voters
2666 by Roberto BolañoFicciones by Jorge Luis BorgesThe Devil's Eyes by Jennifer LorenThe Looking Glass Wars by Frank BeddorThe Devil's Revenge by Jennifer Loren
Books not many people know
32nd out of 50 books — 8 voters


More lists with this book...

Community Reviews

(showing 1-30 of 285)
filter  |  sort: default (?)  |  rating details
Paola
Perfetto per la spiaggia: c'e' un senso in cui il "mistero" e' una scusa per presentare vari tipi umani italiani, e soprattutto Torino. Non e' alta letteratura, ma ci sono molte immagini ben fatte, e la prosa scorre molto gradevolmente. Spesso la tecnica e' quella tipica delle commedie degli equivoci, in cui il lettore onnisciente vede l'errore sorgere dall'interazione di due personaggi con una visione molto parziale dei fatti. In altri punti, invece, siritorna al giallo "classico" in cui l'inve ...more
ΑνναΦ
Hmm...questa volta F&L fatto ver. centro, no salt. alc. pag. come invece succ.. x “La donna della Dom.”...

Qui ttt fila liscio e sempre un po' lento, ciò va dtt, per arr. epi. delittu. voglionci alm. 150 pg. +o-., epis. e pezzi stacc. qua e là, personaggi presi e lasc. sembr. pezzi mosaico tan. che pensommi spesso: ma dove caspt' vogln. andar a par.?

Ma lett. abbi fede, come e + di prete gnostico, alla fine lettura molto grad., pers. tutti azzecc.mi, Pietr.bono sptt.lare ma anche ambiente casa
...more
Luca
Giallo metropolitano, ironico e ben costruito ambientato in una Torino fine anni '70 che probabilmente non esiste più. La scrittura è raffinata e curata, magari un po' compiaciuta ma piacevole, il ritmo è piuttosto lento però si percepisce il piacere e l'amore per le parole, la voglia di giocarci quasi come enigmisti, di srotolarle sulla pagina come a dipanare un gomitolo. Giocano coi personaggi F e L, li fanno dialogare ed equivocare davanti ai tuoi occhi. Tu sai, loro no. Ti diverti e chissene ...more
Andrea
Un (quasi) requiem per il romanzo giallo.
La coincidenza curiosa è che mi sono trovato a leggere, uno dietro l'altro, due gialli apparentemente (ma anche sostanzialmente) opposti, in merito alla poetica dell'autore: in questo il commissario Santamaria fa quadrare ogni indizio, ricomponendo un mosaico di grande complessità, nell'altro (La promessa, di Durrenmatt) impazzisce per non esserci riuscito.
Eppure, eppure, anche a Fruttero & Lucentini è ben chiaro che non è sempre la logica a prevalere
...more
Procyon Lotor
V.S.O.P. Un vaso da riparare, una figlia da riparare, una casa editrice da riparare, una chiesa da riparare, una Chiesa da riparare, una societ da riparare, e anche una Societ da riparare: istanze desideri voglie speranze che gli anni '70 avevano logorato presentano il conto. Da un filo tenue, quasi al limite del colore locale, del misticismo da strapazzo prefigurante il ridicolo della niueig F&L ricreano un romanzo giallo con ampie ambizioni di descrivere la Grande Brodaglia, l'unico monume ...more
Clara Mazzi
Fruttero e Lucentini hanno scritto un grandissimo libro. Un giallo particolare (almeno, per chi, come me è abituato agli ultimi e potentissimi nordici, che hanno una scrittura filmica e che genera un tipo di lettura rapido e veloce), che sceglie di prendersi il tempo per di analizzare la società intera, con le sue macchiette, i suoi alti e bassi, le sue bellezze nelle piccolezze e le schifezze nelle cose grandi e che per tanto in toto è in qualche modo responsabile degli atti efferati commessi. ...more
Isabelle
Probably the funniest Fruttero and Lucentini, very colorful cast of characters, lots of zaniness flying around. Very entertaining, with some wonderful levity and of course, always, a semi-mystery feel to the story.
Tatiana
Fantastico! Un giallone magistrale!
Ilmatte
andava letto prima, nell'epoca in cui è stato scritto e in cui è ambientato. mi ha fatto rimpiangere (ancora una volta, come se ce ne fosse stato bisogno) di non essere nato prima, di non aver vissuto gli anni '70 con un'età più matura. forse anche per quella distanza ho faticato a iniziarlo, ma poi l'ho divorato. come giallo è complesso, cesellato, un giallo vero in cui bisogna tenere a mente tutti i particolari per capire gli intrighi un attimo prima che vengano svelati dal testo.
Roberta
Un romanzo bellissimo, un giallo ironico e intelligente che si srotola lungo le strade di Torino e periferia. I personaggi sono splendidamente tratteggiati: la Guidi, signora bene, sua figlia e il fidanzato mafioso, ma bravo ragazzo, il prete proletario ed ecologista che si da all'eresia gnostica trascinando co sé buona parte dei propri fedeli (ognuno di loro con un vizio caratteristico, eppure ognuno di loro così semplicemente normale!). Persino la prostituta ha una professionalità elevata e un ...more
Werehare
8,5/10

Non un capolavoro, ma davvero molto bello. Coinvolge sia quanto alla trama sia quanto ai personaggi (mi ha ricordato Pennac, con i suoi "tipi"), ci sono i colpi di scena, la scrittura è più che buona e le seicento pagine vanno giù lisce, tensione ben gestita e sottotrame fluide. Se vi piacciono i gialli, le storie romantiche, le indagini intellettuali, le storie torbide... per tutti i gusti, insomma.
Marco Cerbo
Altro che Dan Brown: in questo ben costruito giallo c'è un universo racchiuso a Torino.
Steven Chang
Steven Chang marked it as to-read
Jul 24, 2015
Oswaldo Valencia
Oswaldo Valencia marked it as to-read
Jul 17, 2015
Daniel Aimone Cat
Daniel Aimone Cat marked it as to-read
Jul 16, 2015
Donna Chisciotta
Donna Chisciotta marked it as to-read
Jul 09, 2015
Michaela Macháčková
Michaela Macháčková marked it as to-read
Jun 17, 2015
Stefano Onorato
Stefano Onorato marked it as to-read
May 27, 2015
Patty
Patty marked it as to-read
Apr 28, 2015
Paola
Paola added it
Apr 28, 2015
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 10 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • La paura di Montalbano
  • L'elenco telefonico di Atlantide
  • La briscola in cinque
  • I milanesi ammazzano al sabato (Duca Lamberti, #4)
  • Attenti al gorilla
  • Ad occhi chiusi
  • The Viceroys
  • Il viaggiatore notturno
  • La cognizione del dolore
  • La condanna del sangue: La primavera del commissario Ricciardi
  • Περαίωση (Η Τριλογία της Κρίσεως, #2 )
  • Sessanta racconti
La donna della domenica Donne informate sui fatti L'amante senza fissa dimora The D. Case or The Truth About The Mystery Of Edwin Drood Enigma in luogo di mare

Share This Book