Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Dos Delitos e das Penas” as Want to Read:
Dos Delitos e das Penas
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Dos Delitos e das Penas

3.82 of 5 stars 3.82  ·  rating details  ·  326 ratings  ·  23 reviews
Beccaria foi a primeira voz a levantar-se, em nome da humanidade e da razão, contra a tradição jurídica e a legislação penal de seu tempo, denunciando os julgamentos secretos, as torturas empregadas como meio de se obter a prova do crime, a prática de confiscar os bens do condenado. Uma de suas teses é a igualdade, perante a lei, dos criminosos que cometem o mesmo delito. ...more
Published (first published 1763)
more details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Dos Delitos e das Penas, please sign up.

Be the first to ask a question about Dos Delitos e das Penas

This book is not yet featured on Listopia. Add this book to your favorite list »

Community Reviews

(showing 1-30 of 696)
filter  |  sort: default (?)  |  rating details
Cecilia
Se non stessi odiando Cesarotto (ormai siamo amici, capitemi) adesso nel prepararlo a fondo per un esame, vi direi che quello che ha scritto è un trattato/pamphlet che tutti dovrebbero leggere, a dispetto della sintassi ingarbugliata di alcuni punti. I temi trattati per la maggior parte sono, dopo più di duecento anni, ancora attuali ed è triste notarlo, e non mi riferisco solo alla pena di morte o alla tortura, ma anche alla "semplice" certezza della pena, tanto per dirne uno. Illuminante, e in ...more
Andre Soares
A gênese do livro remonta ao aceso debate da época que antecedeu a Revolução Francesa sobre a lei natural e sobre o direito positivo e sobre a relação existente entre os dois: a primeira é virtualmente imutável; o segundo é continuamente modificável para torná-lo o mais adequado possível às exigências da dinâmica social. A doutrina pactual do Estado baseia-se no pressuposto de que o indivíduo prefere à plena, mas virtual liberdade natural, a liberdade política, que é aquela parte da liberdade na ...more
Cristiano
Ovviamente con la professione che voglio fare questo è un libro che andava per forza letto. Per anni ho rimandato, ma alla fine mi sono deciso. Ovviamente è un libro di non facilissima lettura, sia per i temi trattati che per la modalità di scrittura, essendo un libro scritto nella seconda metà del 1700.

Non voglio annoiarvi nel raccontarvi chi fosse Cesare Beccaria, perché chiunque di voi, con una rapida occhiata su wikipedia, potrà farsi un’idea. Sicuramente questo libro è, per chi, come me, ve
...more
Ed
The hinge upon which the successful movement to outlaw state sponsored torture as a regular and legal part of criminal proceedings and ultimately to make it a crime against humanity which only the most barbaric, pariah-like governments would employ.

Beccaria was socially clumsy--he was a complete failure in the erudite salons of Paris where Voltaire sponsored him--and wrote very little besides this small book. However it took the world by storm, translated by the leading intellectuals of the day
...more
Floriel Maree
attualissimo ed interessante sia dal punto di vista letterario che da quello umanistico e politico
Procyon Lotor
utile a prescindere... ...delle proprie opinioni in materia. Cio potreste non condividere nulla ma come tutti i grandi libri imprescindibile. Scoprirete che: - molti che lo citano non lo hanno letto (anche solo per il fatto che danno ad intendere di averci passato sopra le notti quando un agile volumetto) - molti che lo hanno letto, non lo hanno capito (o fanno finta) infatti la parte "pro reo" dell'autore regge SE e SOLO SE tutte le condizioni socio-giuridiche che l'autore pone come correlati ...more
Paularfc
Genial. Certamente Beccaria estava anos-luz à frente de seu tempo. É intrigante como uma obra escrita no século XVIII possa continuar sendo tão atual. Recomendo a leitura a todos. Sua posição quanto à tortura, pena de morte, contrabando etc. são de aplaudir de pé. Sinto-me tão contente por ter lido o livro que não encontro palavras para exprimir!

Destaco dois excertos dos quais gostei muito:
"Outro meio de prevenir os crimes é afastar do santuário da legislação a própria sombra da corrupção[...]"
"
...more
Valerie
Beccaria's words were lovely--poetic, even--but his flowery language was unnecessary for his purpose. The book was overdone. His often redundant wording actually detracted from the points he presented by serving as a distraction that begged the reader to give up on the book at many intervals throughout the process. This was a heavy read, and it really didn't have to be. His ideas, though thought-provoking, were quite basic--so much so that a section of the world he wasn't even writing to still u ...more
Je
Fa spavento quanto questo trattatello sia attuale, e quanto sia stato fondante delle riforme che di lì a poco avrebbero modificato i sistemi penali di alcuni importanti stati. Beccaria individua nella certezze delle pene più che nella crudeltà la vera origine dell'efficacia di queste, e confuta con una logica stringente la validità della pena di morte. Ci illudiamo che tortura e pena capitale siano ormai realtà lontane, ma se abbiamo perso la capacità di indignarci per queste, non aspettiamoci c ...more
Nilo Di Stefano
Come solitamente faccio, non posso dare una valutazione in stelle ad un'opera di così tale importanza. Posso sicuramente affermare che il Nonno è meglio del Nipote. Cesare Beccaria con la sua opera ha garantito a tutti noi un'eredità giuridico-liberale che ancora oggi è valida. Equilibrio della pena, dignità dell'uomo, pena di morte.
Incredibile che ancora oggi Dei delitti e delle pene sia così attuale soprattutto per ciò che concerne la pena di morte e la avversione che il Beccaria non rinuncia
...more
Ettore
Bellissimo. Letto in concomitanza con lo studio di Diritto Penale.
Il Diritto Penale moderno è già, per la prima volta, tutto in questo libro.
Un must anche per i non addetti ai lavori.
Adamo Lanna
E' interessante anche per chi come me di politica e di giurisprudenza capisce zero assoluto, è pieno di buonsenso nei modi e nelle forme che uno poteva avere 250 anni fa. Non ci sono particolari raccapriccianti ma neanche parti che capirebbero in 3. L'unica cosa l'ho letto in edizione feltrinelli di x pagine di cui il 10% introduzione, il 50% di note. Io poi le note se non accompagnano il testo a pie' pagina non le leggo perché sono scomodissime.
Pinaco
E' stato scritto quasi tre secoli fa e da allora non ha mai smesso di provocare e far riflettere, per rimanere tutt'oggi attualissimo. Che bellissima eredità ci ha lasciato Beccaria!
Daniel Hepworth
Classic book on crime (and punishment!). May seem like common sense now, but was revolutionary in his day. Be sure to read the introduction for a great background on the author.
Marcello La
A wonderful essay that confutes the utility of the death penalty, indipendently from etics considerations. The amazing thing is that it has been written 3 centuries ago!
Mateus Rocha
O professor de Direito Penal pediu um resumo do livro. Lembro que me fez pensar um pouco mais sobre penas e julgamentos antecipados...
Sympawtico
This book was incredibly influential in terms of the formation of this nation, and it was interesting from that perspective. Otherwise...
Maston
Must read for PoliSci majors!
Baci Bacigalupi
Good read from Italian 421.
Bree
Didnt actually finish
Fitsum
re-reading
Melanie
Read in Italian.
Alessandro Colleoni
Alessandro Colleoni marked it as to-read
Jul 27, 2015
Anónima
Anónima is currently reading it
Jul 15, 2015
Elisabetta Sellaroli
Elisabetta Sellaroli is currently reading it
Jul 14, 2015
Murillo Santana
Murillo Santana is currently reading it
Jul 04, 2015
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 23 24 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • The Iguana
  • Vested Interests: Cross-Dressing and Cultural Anxiety
  • L'amicizia
  • Ave Mary: E la Chiesa inventò la donna
  • A Woman
  • The City of the Sun
  • رسالة في التسامح
  • Storia vera
  • L'arte di trattare le donne
  • Italian Cinema: From Neorealism to the Present
  • Lettere dal carcere
  • The Conscience of the Eye: The Design and Social Life of Cities
  • Centuries of Childhood: A Social History of Family Life
  • Diceria dell'untore
  • Sidereus Nuncius, or The Sidereal Messenger
  • Sallust's Bellum Catilinae
  • Performance Theory
  • Operette Morali: Essays and Dialogues
4790
Cesare, Marquis of Beccaria-Bonesana was an Italian jurist, philosopher and politician best known for his treatise 'On Crimes and Punishments' (1764), which condemned torture and the death penalty, and was a founding work in the field of penology.
More about Cesare Beccaria...
Beccaria: 'on Crimes and Punishments' and Other Writings On Crimes and Punishments Dei delitti e delle pene A Discourse on Public Economy and Commerce I classici del Pensiero Italiano - Cesare Beccaria: Riformatori lombardi, piemontesi e toscani

Share This Book

“happy is the nation without a history” 4 likes
“  If every individual be bound to society, society is equally bound to him, by a contract which from its nature equally binds both parties. This obligation, which descends from the throne to the cottage, and equally binds the highest and lowest of mankind, signifies nothing more than that it is the interest of all, that conventions, which are useful to the greatest number, should be punctually observed. The violation of this compact by any individual is an introduction to anarchy.” 1 likes
More quotes…