Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “La chimera” as Want to Read:
La chimera
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

La chimera

3.54 of 5 stars 3.54  ·  rating details  ·  878 ratings  ·  45 reviews
In un villaggio padano del Seicento, cancellato dalla storia, si consuma la tragica vita di Antonia, strega di Zardino. Dalla nebbia del passato riemergono situazioni e personaggi a volte comici e persino grotteschi, a volte colmi di tristezza.
Paperback, Einaudi Tascabili. Letteratura #93, 308 pages
Published June 30th 1992 by Einaudi (first published 1990)
more details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about La chimera, please sign up.

Be the first to ask a question about La chimera

Diario by Anne FrankIl piccolo principe by Antoine de Saint-ExupéryKitchen by Banana YoshimotoBlindness by José Saramago84, Charing Cross Road by Helene Hanff
Libri dalla copertina bianca
20th out of 286 books — 46 voters
The Name of the Rose by Umberto EcoThe Divine Comedy by Dante AlighieriThe Leopard by Giuseppe Tomasi di LampedusaIf on a Winter's Night a Traveler by Italo CalvinoThe Decameron by Giovanni Boccaccio
Notable Novels by Italian Authors
178th out of 214 books — 157 voters


More lists with this book...

Community Reviews

(showing 1-30 of 1,522)
filter  |  sort: default (?)  |  rating details
Chiara Pagliochini
« Continuarono tutti a vivere nella gran confusione e nel frastuono di quel loro presente che a noi oggi appare così silenzioso, così morto, e che rispetto al nostro presente fu soltanto un po’ meno attrezzato per produrre rumore, e un po’ più esplicito in spietatezza… Infine, uno dopo l’altro, morirono: il tempo si chiuse su di loro, il nulla li riprese; e questa, sfrondata d’ogni romanzo, ed in gran sintesi, è la storia del mondo ».

Se La Chimera fosse il romanzo di Antonia, la giovanissima st
...more
Sandra
la strega

Romanzo ambientato in un paese, Zardino, che oggi non esiste più, nel novarese, nel 1600.Un fatto realmente accaduto, il processo a una strega concluso con la condanna al rogo: Antonia, una "esposta" adottata da due contadini, una bellissima ragazza dagli occhi e i capelli neri che suscita le invidie del paese.
La storia è solo il pretesto per un esame più approfondito di una società tanto lontana nel tempo da apparire quasi irreale, ma purtroppo vera, una società schiava della Chiesa,
...more
Francy
Ecco la mia recensione: http://neversaybook.blogspot.it/2014/...

Essere donna nel Seicento non sarebbe piaciuto a nessuno; vivere da vittime di un popolo sadico e ignorante che per giustificare la dura quotidianità è disposto a condannare al rogo una giovane attribuendole il titolo di Strega.
La chimera è un romanzo storico che ha l'intento di rivelarci i lati nascosti di una società apparentemente semplice e quieta. Vassalli l'ha fatto in un modo poco umano, vuoto di sentimento e di una vera e p
...more
Paola
Ottima la ricostruzione storica della "bassa novarese" del 1600.
Ogni tanto però troppo didascalico, "scolastico", e qualche clichés di troppo inerente la stregoneria, le streghe, l'inquisizione.
Claudia Sesto
In questo romanzo ci caliamo nell'Italia degli inizi del 1600, in una realtà difficile dove sporcizia, povertà, malattie, carestie, sono all'ordine del giorno, la gente è completamente ignorante (non conosce, non sà), il tempo dopo la giornata lavorativa nei campi lo passa nelle stalle a costruire storie, dicerie, pettegolezzi,leggende, il più delle volte infondate, le famiglie spesso per un non nulla discutono, bisticciano e portano rancore per vite intere da padre in figlio, poi a corollario d ...more
Carlo
Reinventando la breve e sfortunata vita dell’ultima donna bruciata per stregoneria a Novara, Vassalli ricostruisce un accurato ritratto della società che, agli inizi del Seicento, abitava una piccola città di provincia e il suo contado. Sono numerosissime le figure delineate nel romanzo, tanto che, a volte, si ha l’impressione che l’autore si disinteressi della storia principale: basta un accenno e via, ecco alcune pagine – o un intero capitolo - dedicato a questo o a quell’altro aspetto di un m ...more
Moloch
Da qualche tempo, l'ho già detto, cerco di acquistare solo libri usati, per quanto possibile. Si può fare benissimo, e spesso più comodamente, tramite Internet, ma poche cose, per l'amante dei libri, battono la soddisfazione e il piacere di trovare in modo insperato un libro che stavi proprio cercando in un mercatino dell'usato, visitato tanto per "dare un'occhiata". Immaginate quindi la mia gioia nel vedere in una bancarella assolutamente improvvisata per la strada questo romanzo di Vassalli, a ...more
Sakura87
"[...] nessun inquisitore del Sant'Uffizio, in nessuna città, avrebbe accettato di considerare come risolutiva, in un processo d'eresia, una verità così volgare e grossolana da coincidere con l'evidenza stessa delle cose; e a Novara meno che altrove."


Novara, 1590: una neonata scura d’occhi e di capelli viene esposta sul torno della Casa di Carità di San Michele. La bambina, chiamata Antonia Renata Giuditta Spagnolini, viene cresciuta dalle suore e, anni dopo, adottata da una coppia di contadini
...more
La Stamberga dei Lettori
Novara, 1590: una neonata scura d’occhi e di capelli viene esposta sul torno della Casa di Carità di San Michele. La bambina, chiamata Antonia Renata Giuditta Spagnolini, viene cresciuta dalle suore e, anni dopo, adottata da una coppia di contadini della bassa (la campagna intorno a Novara) che la cresce come una figlia naturale.

Il mondo cristiano del Seicento si erge in tutta la sua brutalità: la bellezza di Antonia, le sue escursioni notturne per incontrarsi con il moroso, le maldicenze, la si
...more
Lorenzo Berardi
(Waiting for a longer, more meditated and well deserved review).

It still takes a few pages to finish this book and I've already read some opinions around the internet about it.
I couldn't wait.

"La Chimera" is like the perfect combination of "The Bethrothed" by Alessandro Manzoni, "Narcissus and Goldmund" by Herman Hesse and "The Moon and the Bonfire" by Cesare Pavese with a shade of Umberto Eco's erudite irony.

This book is an amazing fresco of faith and superstitions of a small poor corner of 1
...more
So92
Questo libro ci è stato assegnato come lettura estiva dalla professoressa di italiano tra la terza e la quarta superiore. L'ho approcciato con scetticismo, anche se ero stata proprio io a sceglierlo tra una lista di titoli possibili. E mi sono ricreduta quasi subito. L'autore ha uno stile non facile, quasi unico nel suo genere, con frasi molto lunghe e talvolta contorte, ma se ci prendi la mano poi ti sembra tutti naturale e scorrevole. Alcuni dei miei compagni non sono riusciti a finirlo propri ...more
Pat
«Bruciare vivi è la morte più orrenda che ci sia e io non credo di togliere nulla alla pena che i giudici hanno stabilito per la strega togliendole un poco di quella capacità di intendere che è anche capacità di soffrire. Che Dio mi perdoni se sto per commettere un errore, e che Dio ci aiuti!».

In quest’orgia macabra e folle, ha avuto più cuore il boia dell’intera comunità.

Anno domini 1610.
«Maledetta strega! Devi crepare! A morte! Al rogo!»
“Antonia non fu più. Esplose il giubilo della folla: i ta
...more
Romano A. Fiocchi
È una storia che parte dal nulla e al nulla finisce. Tra le due fasi – apparizione e scomparsa – è un crescendo coinvolgente della narrazione sino all’esplosione finale (il rogo della strega), per poi acquietarsi in un Congedo di una bellezza e di una profondità straordinarie così come pochi scrittori sanno concepire.
Il resto l'ho scritto qui: http://www.tuononews.it/2012/7/11/new...
Gaetano
L’autore prende lo spunto dalla storia (vera?) di un processo per stregoneria, dal finale già annunciato, che vede la giovane Antonia, una “esposta” del 1600, accusata ingiustamente (e come sarebbe potuto essere altrimenti) di essere una stria (strega) e di altre ignobili colpe, per mostrarci uno squarcio su un ampio periodo storico in Italia, nella cosiddetta bassa novarese; è proprio questo squarcio spazio-temporale la cosa migliore del libro, con descrizioni così dettagliate come se fossero s ...more
Manuel Gugole
L’umanità falsa e ingiusta di ieri, che è l'umanità falsa e ingiusta di oggi. Un tragicomico teatrino di violenze e ipocrisie, fanatismi ed egoismi, che attraversando le epoche ha saputo mantenere inalterate le sue infelici qualità.

E tra una giustizia sommaria e l'altra, i secoli passano, mentre siamo qui e non sappiamo il perché, gridiamo e non sappiamo il perché. Ci agitiamo, percorsi da quell'energia insensata chiamata vita, ingannando il tempo e noi stessi raccontandoci vane storie più fragi
...more
William L.
Actual rating: .5 ...more
Davide
La Chimera è un romanzo di Sebastiano Vassalli che racconta la storia di Antonia, strega di Zardino, sullo sfondo della bassa di Novara. O meglio: descrive la vita nella bassa di Novara raccontando la storia di Antonia.
Il racconto della vicenda è solamente un pretesto per rievocare la vita di campagna a fine '600 nei pressi di Novara. La storia, infatti, passa subito in secondo piano visto che, fin dalle prime pagine, o addirittura dalla prefazione, si sa già come andrà a finire.
Nella prefazi
...more
Aurora
Nov 13, 2010 Aurora added it
E' il secondo Vassalli che leggo.
E mi è piaciuto da morire. Mi è piaciuto il taglio storico, il lavoro di studio e di documentazione che c'è sotto e che si vede perché l'autore entra spesso a più pari nella narrazione, difendendo il suo ruolo di autore.
La storia si svolge a cavallo fra il 1590 e il 1610 e non si fa problemi di dare un quadro molto chiaro e lampante di quella che era la realtà di paese, ma non solo, allora.
Per poi scivolare, grazie a una precisa "realtà dei fatti", in quella che
...more
Saji Connor
Sebastiano Vassalli è uno scrittore Italiano nato a Genova nel 1941.

"La Chimera" di Sebastiano Vassalli è ambientato in un paesino della bassa, nella zona di Novara ed è la storia di Antonia.
In tutto questo romanzo c'è una grande e profonda ricerca storica che Vassalli riporta in ogni tratto del suo raccontare, dalle tradizioni alle leggende, dalle abitudini alla psicologia delle persone, dalla cultura ai modi di vivere, e quant'altro...
E' l'inizio del 1600.
Antonia è orfana e viene adottata da u
...more
Kia76
Bel romanzo storico ambientato a Novara all'inizio del 1600. Storia della vita di Antonia "la strega", dalla nascita e l'infanzia in un istituto per orfani, fino all'"adozione" e all'accusa di stregoneria. Il racconto è il pretesto per descrivere il contesto storico e prendersi gioco dei personaggi relmente vissuti nell'epoca (papi, vescovi, nobili, paesani). Bellissimi i paralleli con la società moderna che ogni tanto vengono infilati qua e là nella narrazione.
Echoskopos
Il libro merita davvero di essere letto: per la freschezza non comune con cui l'autore presenta una storia lontana nel tempo e nella cultura, in modo sempre storicamente attento e interessante per noi (come spiegato dall'autore stesso nella prefazione). Nota di demerito: forse un eccesso di spirito anticristiano fuori luogo da parte dell'autore (come nel paragrafo finale).
ilaria
La storia di un villaggio, qui dietro casa mia. La storia di Antonia, una ragazza realmente esistita nel 1600. Vassalli racconta la vita del popolo e quella dei religiosi in un'epoca diversa (ma forse neanche così diversa) dal ventesimo secolo il cui filo conduttore è la vicenda di una bambina sfortunata, nata esposta, "adottata" e portata a vivere a Zardino, troppo bella per essere completamente accettata, accusata di essere una "stria".
Ho assaporato fino in fondo la descrizione dei luoghi e d
...more
Antonella
I've just heard that Sebastiano Vassalli died and I noticed that I hadn't added to my book this, which is of my favorite books. This is an excellent historical fiction story, incredibly well researched and believable.
Roberto Rho
Una bellissima cronaca moderna di un dramma del 1600. Il periodo è manzoniano, e se ne sentono gli echi, ma questo "processo" risulta attualissimo come una delle ultime serie televisive...
Alessio Fabbri
Un libro scelto per caso. Mi interessava la tematica e l'idea di leggere una storia ambientata nel Seicento. Poco si sa e poco si scrive su quel secolo, ed è stato un vero viaggio nel tempo, ricco di suggestioni e di aneddoti. Il testo narrativo è scorrevole e, a tratti, si concentra su dettagli apparentemente slegati dalla trama principale, ma che rendono certamente un quadro più completo dell'azione. Ho pianto per il destino crudele riservato ad Antonia, ma mi è capitato di pensare che le sue ...more
Jaqueline
Jul 21, 2014 Jaqueline marked it as to-read
Odio i libri che mi danno da leggere a scuola. Li odio.
Ovviamente questo non vale se ce li assegna la mia superfiga prof di filosofia.
Ecco, La chimera me l'ha lasciato quella di italiano. Sì esatto, proprio quella che ogni tanto mi guarda come se fossi un cucciolo ferito durante le interrogazioni ma che poi mi mette sette. Quella prof mi confonde, okay?
Non l'ho mai finito, il libro dico. Io ci ho provato a leggerlo sul serio. Ma il fatto è che penso di averlo perso per casa. O molto più probabil
...more
Antonella Sacco
la storia è deprimente, ancora di più perché le cose stavano proprio così

però il libro è ben scritto
Paola Bersi
Ognuno è libero di interpretare come vuole, ma per me è un libro sull'ignoranza di massa e di come la ricerca del capro rimanga un'usanza, orchestrata da chi ha il potere.
Non è sicuramente un libro leggero, e forse lo stile di Vassalli non è tra i più sofisticati e migliori di sempre, ma è in grado di trascinarti nella storia.
L'impotenza di poter reagire cresce col progredire della storia, ed è difficile non calarsi nel personaggio: il lettore, come Antonia non ha voce in capitolo. E' un racco
...more
Stefano
Un libro che ho odiato... Ma scritto così bene...
Mercurial
Sicuramente interessante, per il quadro che ritrae del novarese del '600. Ricco di aneddoti e curiosità storiche, ben documentato. Non è che apprezzi particolarmente i romanzi storici però, non avendo un vero e proprio svolgimento l'ho trovato un pò piatto.
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 50 51 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • La cognizione del dolore
  • La vita agra
  • La boutique del mistero
  • Uomini e no
  • Il birraio di Preston
  • La variante di Lüneburg
  • Il coraggio del pettirosso
  • Romanzo criminale
  • Il partigiano Johnny
  • Libera nos a malo
  • Canale Mussolini
  • Diceria dell'untore
  • L'isola di Arturo
  • Almost Blue
  • Due di due
  • Todo modo
  • La ragazza di Bube
  • Camere separate
68658
Born in 1941, he was a well known Italian novelist.
Sebastiano Vassalli nasce a Genova nel 1941 da madre toscana e padre lombardo, ma vive a Novara sin da bambino. Dopo il liceo si iscrive alla facoltà di lettere dell’Università di Milano, dove si laurea con Cesare Musatti con una tesi su “La psicanalisi e l’arte contemporanea”. Dal 1965 al 1979 si dedica all’insegnamento in parallelo ad un’intensa
...more
More about Sebastiano Vassalli...
Un infinito numero. Virgilio e Mecenate nel paese dei Rasna La notte della cometa Marco e Mattio Il Cigno Terre selvagge

Share This Book

No trivia or quizzes yet. Add some now »

“Il mondo è un gomitolo di strade e seguendole trovi tutto: vita e morte, miseria e felicità, lacrime e consolazione, avventura e amore.” 0 likes
More quotes…