Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “A Tale of Poor Lovers” as Want to Read:
A Tale of Poor Lovers
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

A Tale of Poor Lovers

by
4.03 of 5 stars 4.03  ·  rating details  ·  187 ratings  ·  9 reviews
Ha cantato il gallo del Nesi carbonaio, si è spenta la lanterna dell'Albergo Cervia. Il passaggio della vettura che riconduce i tranvieri del turno di notte ha fatto sussultare Oreste parrucchiere che dorme nella bottega di via dei Leoni, cinquanta metri da via del Corno. Domani, giorno di mercato, il suo primo cliente sarà il fattore di Calenzano che ogni venerdì mattina ...more
Paperback, 408 pages
Published January 1st 1988 by Monthly Review Press (first published April 28th 188)
more details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about A Tale of Poor Lovers, please sign up.

Be the first to ask a question about A Tale of Poor Lovers

This book is not yet featured on Listopia. Add this book to your favorite list »

Community Reviews

(showing 1-30 of 428)
filter  |  sort: default (?)  |  rating details
Simona
Perché, perché non ho mai letto nulla prima di questo scrittore? A questa domanda ho cercato di rispondere a lettura ultimata e posso dire di aver chiuso l'anno meravigliosamente.
Vasco Pratolini trascina il lettore in Via del Corno a Firenze, dove ha trascorso la sua adolescenza.
Via del Corno, che si trova a pochi passi da Palazzo Vecchio, è una via popolata da esseri straordinari, quali Nesi, il carbonaio, Maciste, prostitute, ecc., il tutto sullo sfondo del fascismo negli anni del 1925 - 192
...more
Arwen56
Veramente un buon romanzo. Di quelli di una volta, tanto per intenderci. Quelli in cui ti affezionavi ai personaggi, perché ti sembrava di vivere assieme a loro, di patire per le stesse ingiustizie o di godere per le medesime soddisfazioni. Uno di quei romanzi “onesti”, dove gli uomini sono sempre e solo uomini e mai creature eccezionali oppure scaraventate in situazioni inverosimili, al limite dell’assurdo, tanto per vedere cosa succede. Uno di quei romanzi in cui il coraggio finisce per essere ...more
Lodovico
Pratolini è un autore che andrebbe riscoperto, in questo testo non ho trovato particolari picchi narrativi, ma nel complesso è un gran bel libro! Gli abitanti di via del Corno, pur essendo una via piuttosto piccola (peccato che a Firenze non ci sia neanche una targa!), sono tanti e di tutti l'autore ci narra la storia in quegli anni '20 così turbolenti dal punto di vista politico e sociale. C'è lo squadrista, Carlino, il socialista, Maciste, una serie di ragazze che l'amore fa cambiare e maturar ...more
Asgoasgo
Pratolini è bravissimo a creare l'atmosfera, a farti vivere tra i personaggi; riesce naturale affezionarsi a loro ed alle loro abitudini.
La dignità che i suoi personaggi riescono a mantenere nella miseria è adorabile e i vari sentimenti che si incrociano rappresentano il succo del romanzo.
Francesco Bazzurri
È un libro talmente bello dal punto di vista descrittivo che ti viene voglia di viverci dentro. Riesci ad ascoltare persino il battito del cuore degli abitanti di via del Corno...
Giada
"Ma le mosche diventano elefanti, all'occorrenza, o jene, secondo le interpretazioni. Ed al rimorso gli uomini hanno trovato, come antidoto, l'Ideale. [...]
E dobbiamo tener presente questo: che pervenuto al limite dell'ascoltazione di se stesso, e dovendo ammettere di avere tutto sbagliato nella propria vita, un uomo vede due strade aperte davanti a sé: o suicidarsi o, come diceva Aurora, "cambiar pelle". Cambiar pelle non si può: occorre una volontà riservata a pochi. Solo i santi vi riescono,
...more
Ann
I definitely read this English, what with how I can't read Italian but I'm pretty good with English in general. It's probably worth more than two stars but given the age of the book, the age of the translation (not all strings of English words are created equal!), and the age of me, the reader, at the time, I wasn't feeling it. Sorry, Italians!
Claudia Frisoni
Un bel ritratto della società piccolo-borghese tra le due guerre, una toccante rappresentazione della fiera dei sentimenti, delle vanità e delle ipocrisie del genere umano.
Valentina Baffi
Per me é stato il romanzo di iniziazione al mondo della lettura degli adulti!è come fosse il mio primo amore....indimenticabile!!
Corvo
Corvo added it
Jun 18, 2015
Paola
Paola added it
Jun 01, 2015
Petra
Petra marked it as to-read
May 28, 2015
Mirela Radanovic
Mirela Radanovic marked it as to-read
May 26, 2015
Roberto Rho
Roberto Rho marked it as to-read
May 15, 2015
Erika
Erika marked it as to-read
May 12, 2015
Daniel Aimone Cat
Daniel Aimone Cat marked it as to-read
May 10, 2015
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 14 15 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • La casa in collina
  • La ragazza di Bube
  • Una questione privata
  • La donna della domenica
  • Uomini e no
  • Caro Michele
  • Il Male oscuro
  • A Violent Life
  • Sei personaggi in cerca d'autore / Enrico IV
  • Tempo di uccidere
  • That Awful Mess on the Via Merulana
  • Orlando Furioso di Ludovico Ariosto raccontato da Italo Calvino
  • Il sergente nella neve
  • Una storia semplice
  • Mastro-don Gesualdo: Edizione critica
  • L'Agnese va a morire
  • Le confessioni d'un Italiano
  • Menzogna e sortilegio
126511
Vasco Pratolini (October 19, 1913 - January 12, 1991) was one of the most noted Italian writers of the twentieth century.

Born in Florence, Pratolini worked at various jobs before entering the literary world thanks to his acquaintance with Elio Vittorini. In 1938 he founded, together with Alfonso Gatto, the magazine Campo di Marte. His work is based on firm political principles and much of it is ro
...more
More about Vasco Pratolini...
Le ragazze di Sanfrediano Metello Cronaca familiare Il quartiere Un eroe del nostro tempo

Share This Book