Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “La collina del vento” as Want to Read:
La collina del vento
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

La collina del vento

3.65 of 5 stars 3.65  ·  rating details  ·  115 ratings  ·  26 reviews
Impetuoso, lieve, sconvolgente: è il vento che soffia senza requie sulle pendici del Rossarco, leggendaria, enigmatica altura a pochi chilometri dal mar Jonio. Il vento scuote gli olivi secolari e gli arbusti odorosi, ulula nel buio, canta di un antico segreto sepolto e fa danzare le foglie come ricordi dimenticati.
Proprio i ricordi condivisi sulla "collina del vento" cost
...more
Paperback, Scrittori italiani e stranieri, 264 pages
Published 2012 by Mondadori
more details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about La collina del vento, please sign up.

Be the first to ask a question about La collina del vento

Il canto della rivolta by Suzanne CollinsStoria di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare by Luis SepúlvedaHarry Potter e l'Ordine della Fenice by J.K. RowlingL'insostenibile leggerezza dell'essere by Milan KunderaAlta fedeltà by Nick Hornby
Libri dalla copertina blu
100th out of 313 books — 53 voters
La tregua by Primo LeviIl Male oscuro by Giuseppe BertoQuesta specie d'amore by Alberto BevilacquaOrfeo in paradiso by Luigi SantucciL'avventura di un povero cristiano by Ignazio Silone
vincitori premio Campiello
45th out of 47 books — 1 voter


More lists with this book...

Community Reviews

(showing 1-30 of 220)
filter  |  sort: default (?)  |  rating details
Massimiliano Laviola
Un ottimo libro di narrativa, scorre perfettamente, la trama è ben costruita. Il limite sta nell'eccessiva schematizzazione: c'è il buono e il cattivo, quelli del nord e quelli del sud, persone oneste e farabutti. Nessuna zona o sentimento intermedi.
Credo ci sia troppa enfasi meridionalista, anzi mi sembra esageratamente calabrese.
Bliv
Ben scritto anche se ho trovato il finale un po' debole.
Per tutta la durata del racconto si attende di scoprire il segreto custodito nella collina di Rossarco e francamente non c'è niente di così strabiliante nello svelamento finale.
Raffaella
Bellissima storia di tre generazioni di uomini e donne aggrappati con unghie e denti ad una collina e alle loro terre.
★Loredana★
Ogni luogo ha una voce che racconta una storia, attraverso le parole e i ricordi di chi vi ha vissuto, di chi ci vive e LO vive giorno per giorno fino a carpirne, a estrarne l’anima che vi è racchiusa, a comprenderne il linguaggio, ad ascoltarne il grido o il sussurro, fino a farlo diventare parte di sé, a farlo entrare nelle proprie viscere, nella propria essenza, e a portarselo dentro anche dall’altra parte del mondo; perché, si sa, la vita spesso ci allontana da luoghi e persone, ci porta dov ...more
Simona
Il vento che soffia sul Rossarco, in una collina sulle pendici del Mar Ionio in Calabria ci racconta di una terra millenaria con le sue tradizioni.
Carmine Abate ci porta alla scoperta, non solo del Rossarco, una terra con i suoi profumi, i sui olivi secolari e arbusti, ma anche dell'Italia e della famiglia Arcuri.
L'Italia che si racconta è l'Italia degli anni cupi della Prima Guerra Mondiale, del fascismo, della liberazione e della rinascita, che si intersecano con la famiglia Arcuri. Una fami
...more
Vincenzo Tandoi
Il libro è di lettura veloce e piacevole che, a mio avviso, racconta la storia di molte famiglie del sud, anche della mia.
Il romanzo attraversa un secolo di storia, molto ben descritto, all'interno del quale tutti i personaggi sono perfettamente inseriti e ben caratterizzati. Mi è sembrato di rispolverare nella mia memoria persone che avevo già conosciuto nella mia vita.
La parte finale e l'epilogo a cui mira tutto il romanzo mi sono sembrati un po' staccati dal resto della narrazione e fini a se
...more
M.Eloisa
Che noia, che barba!
Un libro che parla di una famiglia, una saga all'ombra del Rossarco imponente collina calabrese testimone di un passato misterioso. Tanti elementi interessanti, ma non coltivati, lasciati diluire nell'acqua di rose di un non dire che non capisco.

Se non fosse che era per una lettura collettiva lo avrei abbandonato presto.

Il resto della recensione nel mio blog:
http://amacadieuterpe.wordpress.com/2...
Giovie
Vincitore del Premio Campiello 2012.
Quella sera, come faccio ormai da un pò di anni sono rimasta sveglia a guardare uno dei Festival italiani più importanti che abbiamo nella nostra Italia. Sono rimasta subito colpita da questo titolo, probabilmente per l'atmosfera che questo libro si trascina dietro, per la storia che parla di una terra un pò anche mia. L'ho subito appuntato nella mia "lista desideri" e mi è stato regalatoil Natale successivo.
Ho aspettato diversi mesi prima di leggerlo perchè
...more
Bunny
Una completa e molto piacevole storia famigliare tutta italiana in cui, finalmente, la scrittura è buona e l'argomento interessante.
Cloudbuster
Seguo Abate da lungo tempo e ne ho sempre apprezzato la fiera passione con cui ha raccontato l’identità e la cultura arbaresh e la grande lucidità con cui ha descritto la situazione dei “germanesi”, quei meridionali emigrati al nord che oramai sono stranieri sia a casa che nel paese che li ospita.

Quest’ultimo romanzo, però, rappresenta una novità rispetto alle solite tematiche. La vicenda è sempre ambientata tra le colline dell’alto crotonese ed è profondamente legata a questa terra, ma non parl
...more
Babs
Der Rossarco, ein Hügel im Hinterland von Marina, ist der Schauplatz der Familiensaga die sich über 100 Jahre erstreckt, und unter dem sich vielleicht sogar eine historische Städte begraben befindet. Eine Stadt, die vom vortrefflichen Bogenschützen Philoktetes, einem der Argonauten und Kämpfer im trojanischen Krieg, gegründet wurde. "Immer wählte er Orte von betörendem Duft, der zehn Jahre lang den fauligen Todesodem geatmet hatte." Und dass der Rossarco einen besonderen, betörenden Duft hat, in ...more
Alfredo Scognamiglio
Questo romanzo, vincitore del Premio Campiello del 2012, è la gradita scoperta di un autore che non conoscevo ancora.
Si tratta di un racconto nella migliore tradizione delle saghe familiari, che si distende lungo tutto il novecento intrecciando le vicende della famiglia Arcuri con quelle della grande storia italiana, deliziando il lettore per la storia e le vicende narrate, ma ancor più per i luoghi, le atmosfere, "le storie" di una terra poco conosciuta come quella calabra.
Ci sono gli umili, i
...more
Finrod
Un affresco di storia familiare nella Calabria da inizio '900 ai “giorni nostri”, piacevole, veloce e poco impegnativo da leggere, ma comunque una libro “di qualità” e, in un certo senso, ricco dei profumi della macchia mediterranea. Come rilevato da altri, forse un po' troppo schematico nei personaggi e nella “morale”, ma che comunque non “eccede” mai ed è tutto fuorché un libro pedante o moralistico. Forse non il libro migliore e più strutturato di Carmine Abate (“Il ballo tondo” quando l'ho l ...more
Davide Floris
Libro comprato, devo ammetterlo, per caso, ed iniziato a leggere altrettanto per caso, però devo dire che mi è piaciuto veramente molto. Una bella saga famigliare che ha il suo fulcro nella collina del Rossarco, con i suoi profumi e i suoi segreti.
Bello, lo consiglio veramente. Ne vale la pena.
Manuela
It was an amazing read.
It deals with the story of a family of South Italian peasants who lived and honestly worked in he last century on a hill, named Rossarco, located in Calabria.
The hill was believed to hide udnerground the ruins of an ancient Greek town, Krimisa, so teams of archaelogists opened yeards to dig on that territory.
The local mafia members too tried to steal the properties of the land in the years, at various times, with this peasants' family, but until the end the book the Ross
...more
Appunti di una lettrice
Non so nemmeno come spiegarvi quanto io ami le saghe familiari. Avete presente quei libroni giganteschi, pesanti, pieni di pagine, in cui è racchiusa la storia di una famiglia (o più), una storia che ripercorre anni, decenni, o anche secoli, dove gli avvenimenti storici sono legati a doppio filo con i personaggi? Ecco, io adoro quei romanzi, mi affascinano e appassionano immensamente.
Tutto questo per dire che "La collina del vento" sembrava un libro così, come vi ho descritto, prometteva una sag
...more
Karina
Vier generaties van dezelfde familie in Calabria komen aan de beurt en met hen de geschiedenis van Italië in de 20ste eeuw. Leuk geschreven en prettig te lezen. Een chronologische vertellijn zou volgens mij beter geweest zijn en identificatie met de hoofdpersonen vergemakkelijkt hebben.
Lella52
Un buon libro, ben scritto. Forse un po' idealizzati i personaggi, ma la storia m'è piaciuta.
Sergio Brancaleone
La verità è che i luoghi esigono fedeltà assoluta come degli amanti gelosi: se li abbandoni, prima o poi si fanno vivi per ricattarti con la storia segreta che ti lega a loro; se li tradisci, la liberano nel vento, sicuri che ti raggiungerà ovunque, anche in capo al mondo.
GONZA
La storia di 4 generazioni di una famiglia e dell'amore che li lega alla loro terra, rappresentata da una collina, il Rossarco. 4 uomini e 4 donne che la vita ha trattato con durezza le cui storie si intrecciano strettamente con quella di un secolo di Italia, di lotte contadine e antifasciste, e con delle indimenticabili storie d'amore. Un Abate al meglio.
Cris
La terra è nel sangue. E' un libro che attraversa la storia d'Italia narrnada dell'attaccamento alla terra d'origine, a come questa faccia parte dei protagonisti nel profondo.
A mio avviso i personaggi maschili della famiglia sono molto ben caratterizzati, li si conosce un po' per volta, ognuno ha una personalità ben definita.
Elaine
Interessante una finestra sulla vita contadina calabrese di una volta, e molto facile 'a leggere...pero' la narrativa non era molto, la grande colpa di scena del finale, non e' ne' grande ne' colpa di scena.
Camillo  Sirianni
Anche se finito di leggere un po' di tempo fa, mi è piaciuto molto, ho apprezzato sopratutto gli ultimi capitoli e poi il finale (per me) inaspettato (lo immaginavo tragico).
Elalma
Nonostante il tema che cattura, la storia di una famiglia legata alla sua terra, l'ho trovato un po' retorico e noioso; ripetitivo e poco originale.
61pat
Un libro pulito, una bella storia, uno spaccato di storia italiana. Molto convenzionale.
Rossana
i libri che vincono i premi mi lasciano sempre un pó perplessa
Cla
Cla marked it as to-read
Aug 14, 2015
Allissia
Allissia marked it as to-read
Aug 03, 2015
« previous 1 3 4 5 6 7 8 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • Il dolore perfetto
  • Marina Bellezza
  • Il silenzio dell'onda
  • Sei come sei
  • È una vita che ti aspetto
  • Almeno il cappello
  • La famiglia Karnowski
  • Roderick Duddle
  • Il desiderio di essere come tutti
  • Non ora, non qui
  • Orlando Furioso di Ludovico Ariosto raccontato da Italo Calvino
  • The Viceroys
  • Argento vivo
  • La piramide del caffè
  • La ferocia
  • Il diavolo, certamente
  • Viaggi e altri viaggi
  • Lacci
472844
Carmine Abate was born in Calabria, southern Italy. He immigrated to Germany at a young age and now lives in Trentino, northern Italy, where he teaches university. His first book, a collection of short stories, was published in 1984. He has since published numerous prize-winning novels including Between Two Seas and a collection of poetry.
More about Carmine Abate...
The Homecoming Party Between Two Seas Il bacio del pane La moto di Scanderbeg Gli anni veloci

Share This Book