Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Il diavolo, certamente” as Want to Read:
Il diavolo, certamente
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating

Il diavolo, certamente

3.14 of 5 stars 3.14  ·  rating details  ·  133 ratings  ·  20 reviews
Trentatré racconti di tre pagine ciascuno: 333 e non 666 perché questo, come tutti sanno, è il numero della Bestia, e non si discute sul fatto che mezzo diavolo è sempre meglio di uno intero... Ecco, in ciascuno di questi trentatré episodi il diavolo mette il suo inequivocabile zampino. Anche uno scrittore laico e non superstizioso come Camilleri deve riconoscere la presen...more
Paperback, Libellule, 176 pages
Published January 2012 by Mondadori
more details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Il diavolo, certamente, please sign up.

Be the first to ask a question about Il diavolo, certamente

This book is not yet featured on Listopia. Add this book to your favorite list »

Community Reviews

(showing 1-30 of 233)
filter  |  sort: default (?)  |  rating details
Donatella
Faccio pubblicamente il Mea Culpa e confesso che questo è il primo libro di Camilleri che leggo, nonostante la sua produzione letteraria sia tutt'altro che scarna non mi era ancora capitato di inciampare in un suo scritto.
Decisamente sorprendente questa raccolta di racconti brevi (all'incirca di 2,5-3 pagine ciascuno), uniti da un filo condutore nascosto che, se non fosse stato per il titolo, probabilmente non sarebbe stato tanto semplice da identificare. Tutte le storie infatti sono di situazio...more
Maria Grazia
Ora, si sa che i racconti per loro natura sono ondivaghi e discontinui, ma questi, che oltretutto vorrebbero essere esercizi di stile con finale a sorpresa, sono anche stucchevoli, in molti casi poi tremendamente prevedibili, perché il diavolo è per sua natura creatura noiosa, che fa andare male ciò che è indirizzato bene.
Mettiamoci anche che questi esercizietti sono scritti in modo pedante ma impreciso.
Insomma, se dei 33 ne fossero stati scelti solo dieci, si sarebbe fatto un gran piacere ai le...more
Andrea Aramu
Una delusione. Noioso, ripetitivo, Camilleri mostra molti limiti. Meglio il vecchio Montalbano.
Alessandra
Il diavolo, certamente, Andrea Camilleri

Ho aperto questo libro credendo di trovarci una storia, una storia sola, fatta di avversità e di sconfitte che il 'diavolo' (così come dice il titolo) non può non porre dinnanzi a tutti noi durante l'arco di questa nostra dolceamara esistenza, ma ne sono rimasta delusa. In compenso però, ho avuto per meno di ventiquattro ore una serie di storie l'una dietro l'altra per trentatre volte, ognuna di tre pagine ciascuna che mi hanno fatto dimenticare la delusio...more
Paola
Abbozzi, appunti forse, di sceneggiature possibili fatti passare per raccontini.
Darei il nobel per la prevedibilitá, la scontatezza, la povertá dei contenuti.
E poi é mai possibile oh Camilleri mio Camilleri, che mi ero ripromessa di leggerti solo quando scrivi montalbanese o storichese, che il femminile in questi racconti sia rappresentato sempre e solamente in modo cosí manicheo? Ecchediavolo, lui si, sicuramente, ha piú fantasia.
(Dal riciclo viene, al riciclo torna)
Mara
Un esercizio di stile e come tale freddo, freddo, freddo.
Adoro Camilleri e tutto quello che ha scritto ma questa raccolta di racconti non ha nulla da dirmi. Non ne capisco il senso, se non appunto come perfetto esercizio di stile (scrivere 33 racconti esattamente di 3 pagine manoscritte).

Un'altra utente ha scritto:
Divertenti, tristi, ironici, per lo più perfidi.

Grazia Omicini
Si, sono tutto questo eccetto divertenti, per me erano solamente tristi, certamente perfidi, volendo ironici :)
Un grand...more
Charlotte
Des droles petites histoires amusantes qui prennent des tournures inattendues. Apres plusieurs, ils deviennent un peu previsible en suivant les memes schemas et themes, mais ils sont des histoires intelligentes et vite a lire. Good fun!
Martina
Trentatré brevi scene dove il diavolo... ci mette la coda. Trentatré racconti di tre - quattro paginette che presentano una situazione che viene rovesciata nelle ultime righe. Penso di averlo già detto, ma mi ripeterò: Camilleri è un mago nel creare un piccolo mondo in poche pagine. Ogni racconto presenta dei personaggi con i loro vizi, le loro virtù e le loro debolezze, che spesso cambiano il proprio destino.
Tra l'altro raccontini così brevi che si leggono in pochi minuti... Ammesso che, letto...more
Luisa
Da Camilleri, che mi aveva appassionato con Montalbano, mi aspettavo di più. L'idea di base è interessante ed il suo sviluppo appassiona nei primi capitoli ... per creare vero e proprio tedio con i restanti.
I primi racconti si ripetono in quelli successivi con poche modifiche. Le storie di fondo sono quasi tutte uguali. I meccanismi innescati dal "diavolo" sono sempre gli stessi. Niente di appassionante, niente di originale. Libro noioso, banale e ripetitivo. A tratti misogino. Insomma, una del...more
Lucia
Premetto che non sono una fan di Montalbano e non ho mai letto altro di Camilleri.
Ho apprezzato molto alcuni racconti che, oltre ad essere effettivamente brevi come piacciono a me, riescono a stupire. Cinici e tragici questi 33 episodi sono accomunati dal fatto di essere completamente stravolti da dettagli apparentemente insignificanti.
Unico neo, su cui però non riesco a soprassedere, è il linguaggio esageratamente informale e gretto. Troppo diretto e poco fine.
Sarvaegu
Trentatre raccontini che hanno il pregio della brevità molti dei quali , più che teorizzare la presenza del Maligno in alcuni fatti della nostra vita quotidiana ,richiamano alla mente gli enunciati delle ben note leggi di Murphy.
Lettura tipicamente “estiva” , leggera e divertente , ma da Camilleri ci si può aspettare di più , molto di più .
Tre stelline solo per rispetto all’età ed in considerazione della simpatia che nutro per l’autore.
Vi
Non amo particolarmente i racconti eppure questi di Camilleri sono gustosi. In uno stile e con un lessico diverso da quello "Montalbaniano" a cui sono abituata, questi brevissimi racconti si fanno leggere con piacere, lasciando lo spazio alla riflessione sui "casi" a volte capricciosi della vita, nei quali credendoci, si può riconoscere, perchè no, lo zampino del diavolo....
GONZA
Il miglior Camilleri, a mio modo di vedere, costruisce trame, allarga orizzonti e tesse storie che arrivano ad un finale corale. Questi racconti non sono male, ma è come leggere i libri della Litizzetto, tutti di seguito non mantengono la verve a cui ci ha abituato questo scrittore.
In trepidante attesa per Montalbano, avanti il prossimo.
Baldurian
Alzate la pensione a Camilleri... non posso credere che abbia così bisogno di soldi da pubblicare questo insulto di libro. Non si salva niente, una serie di raccontini di tre pagine con finale a sorpresa (sorpresa?) di una pochezza quasi imbarazzante. Una caduta di stile inspiegabile e, spero, temporanea.
Grazia Omicini
Una serie di brevissimi racconti, che si possono leggere nel tempo in cui ci si lavano i denti, o in una pubblicità televisiva, con la sorpresa finale (a volte un vero e proprio ribaltamento di prospettiva). Divertenti, tristi, ironici, per lo più perfidi. Da leggere.
Luisella
Orribile. Un libro scontato...33 racconti, di 4/5 pagine, banalissimi...Camilleri si perde tra insulsi tradimenti,suicidi e omicidi che di originale non hanno assolutamente niente. Una lettura inutile. Non lo consiglio...
Theut
Non il miglior Camilleri... i racconti si somigliano, e il tema delle corna è soverchiante rispetto a tutti gli altri. Leggibile in piccole dosi.
Alice
Favoloso per chi è appassionato di racconti!
Pietro Nencioni
Non adatto a chi è un pó depresso
Auntie Pam
Auntie Pam marked it as to-read
Oct 22, 2014
Matilda
Matilda marked it as to-read
Sep 28, 2014
Blindo
Blindo added it
Sep 25, 2014
Riccardo
Riccardo marked it as to-read
Sep 23, 2014
Deborah
Deborah marked it as to-read
Aug 31, 2014
R&M
R&M added it
Aug 31, 2014
« previous 1 3 4 5 6 7 8 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
17350
Andrea Camilleri (born september 6, 1925 in Porto Empedocle) is an Italian writer. He is considered one of the greatest Italian writers of both 20th and 21st centuries.

Originally from Porto Empedocle, Sicily, Camilleri began studies at the Faculty of Literature in 1944, without concluding them, meanwhile publishing poems and short stories. Around this time he joined the Italian Communist Party.

Fro...more
More about Andrea Camilleri...
The Shape of Water (Inspector Montalbano, #1) The Terra-Cotta Dog (Inspector Montalbano, #2) Voice of the Violin (Inspector Montalbano, #4) The Snack Thief (Inspector Montalbano, #3) Excursion to Tindari (Inspector Montalbano, #5)

Share This Book