Goodreads helps you keep track of books you want to read.
Start by marking “Il piccolo almanacco di Radetzky ” as Want to Read:
Il piccolo almanacco di Radetzky
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating
Open Preview

Il piccolo almanacco di Radetzky

0.0  ·  Rating Details ·  0 Ratings  ·  0 Reviews
«Non abbiate timore. A prima vista / può sembrare poesia, ma sono storie / di due guerre, raccolte da un cronista / che si è perduto fra vecchie memorie. / Il testo, anche se ha righe disuguali, / non differisce in nulla da una prosa, / con nomi, date e luoghi ben reali – / sia documento o cronaca o altra cosa». Questo cronista ha sfogliato a lungo gli «annali dispersi» ...more
Paperback, Piccola biblioteca #143, 212 pages
Published January 1st 1983 by Adelphi
More Details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Il piccolo almanacco di Radetzky, please sign up.

Be the first to ask a question about Il piccolo almanacco di Radetzky

This book is not yet featured on Listopia. Add this book to your favorite list »

Community Reviews

(showing 1-9)
filter  |  sort: default (?)  |  Rating Details
Rosenkavalier
Jun 08, 2014 Rosenkavalier rated it it was amazing
Shelves: ebook
Nella grande bufera

Gilberto Forti era un apprezzato traduttore di poeti. Non ho mai letto nulla di tradotto da lui, ma sono ragionevolmente sicuro che conoscesse molto bene l'arte di mimetizzarsi dietro i suoi autori.

Con un estro che sarebbe riduttivo definire elegante, l'autore ricama un florilegio di citazioni del miglior campionario del Mondo di ieri, l'Europa centrale (con le sue propaggini balcaniche, italiane, polacche, tedesche).
Era il mondo precariamente appoggiato sulla faglia più inst
...more
Biblioteca
Biblioteca rated it it was amazing
Jan 27, 2014
Giacomo Verh
Giacomo Verh rated it really liked it
Apr 10, 2013
Luca
Luca rated it really liked it
Sep 20, 2014
Astrid Virili
Astrid Virili marked it as to-read
Jun 16, 2012
Lucrezia
Lucrezia marked it as to-read
Feb 20, 2014
Letizia
Letizia is currently reading it
Feb 23, 2016
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
4624797
Gilberto Forti nasce il 12 aprile 1922 a Roma. Di famiglia ebraica, è costretto ad abbandonare gli studi in seguito alla promulgazione delle leggi razziali nel 1938. Giovanissimo milita come partigiano nella guerra di Resistenza, un’esperienza descritta con vibrante asciuttezza e un’esemplare attitudine riflessiva in numerose pagine della raccolta postuma di racconti dal titolo I latitanti. Nel ...more
More about Gilberto Forti...

Share This Book



“Georg Trakl cadde in guerra. Di sua mano. Sulla terra era solo. A me era caro. (Else Lasker-Schüler)” 1 likes
“Non esito dunque a dichiarare che reputo Tolstòj (eppure è un russo!) un ingegno creativo tra i più grandi che siano mai apparsi sulla terra; che onoro Anatole France (un francese!) come uno degli spiriti più alti del nostro tempo e come un narratore di primissimo ordine; che Maeterlinck (questo belga!) per me non ha perduto nulla della sua grazia e del suo incanto anche se veramente avesse scritto sulla Germania quelle strane cose che i giornali hanno fatto circolare sotto il suo nome. E dovrei ancora, seriamente, esprimermi su Shakespeare (questo inglese, giacché è nato a Stratford!) e dire che per me Shakespeare rimane sempre Shakespeare, dovesse questa guerra durare altri trent’anni? Un giorno, quando ritornerà la pace, noi dovremo pur ricordare, con stupore e angoscia, che vi fu un tempo in cui eravamo costretti a far sapere oltre i confini che ciascuno di noi ha sì amato la propria patria, ma non ha per questo dimenticato la giustizia, il senno, la gratitudine; né ha mai perduto, neppure in questa epoca mostruosa di confusione, un po’ d’intelligenza. (Arthur Schnitzler)” 1 likes
More quotes…