Nicolas Eymerich, inkwizytor
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating

Nicolas Eymerich, inkwizytor (Ciclo di Eymerich #1)

by
3.55 of 5 stars 3.55  ·  rating details  ·  465 ratings  ·  37 reviews
Pubblicato nella collana Urania nel 1994, Nicolas Eymerich, inquisitore segna l'esordio nella narrativa italiana del protagonista di una delle saghe più amate, che ormai da anni ha conquistato un pubblico di lettori ben più ampio (e per certi versi esigente) rispetto a quello dei soli appassionati di fantascienza. Basata sulla vicenda di un inquisitore catalano realmente e...more
Paperback, 269 pages
Published 2007 by Wydawnictwo Znak (first published 1994)
more details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.
This book is not yet featured on Listopia. Add this book to your favorite list »

Community Reviews

(showing 1-30 of 801)
filter  |  sort: default (?)  |  rating details
Kelanth, numquam risit ubi dracones vivunt
Diciamo subito che solitamente Evangelisti o lo ami o lo odi. Io personalmente lo apprezzo moltissimo per la sua genialità delle trame, ma secondo me (adesso mi tirerò addosso non so quanti improperi) lascia un poco a desiderare nello scrivere. Questa è un po' la critica che viene mossa a questo autore da chi lo rifugge correndo. La nascita dell'Inquisitore Eymerich presente in questo libro a cui seguiranno molti altri a me è piaciuta. Non si può non rimanaere affascinati dalla sua "presenza" e...more
Sandra
Quase 4!!!

Peguei neste livro com uma ideia pré-concebida totalmente errada- a de que se tratava de um romance histórico com alguns pontos de mistério. ERRADO!

Devagarinho fui-me apercebendo que este é um livro de Ficção Científica com base em alguns factos históricos (como a Inquisição em Espanha no século XIV).

Até admito que o início é um pouco confuso,



mas é estranho como não consegui largá-lo até acabar e saber o que raio se andava a passar. Não consegui deslindar a verdade por detrás de tamanh...more
Veterini
Une histoire plutôt amusante d’un nouvel inquisiteur qui doit lutter contre des évènements étrange en Aragon tout en affirmant son autorité par rapport à la noblesse. Il y a aussi l’histoire d’une expédition spatiale dans le futur, mais sans être franchement inintéressant, c’est très accessoire ; et limite artificiel par rapport au récit central.
Récit bien joyeux, Eymerich est particulièremnt teigneux et peu regardant sur les méthodes pour mettre fin à l’hérétisme.
Giacomo Boccardo
Certo che ci vuole del coraggio per scrivere un romanzo "fanta-storico", non nel senso di ucronia, ma di tre trame* differenti collocate su piani spazio-temporali nettamente separati e che hanno per protagonisti l'inquisitore Nicolas Eymerich, che opera nel medioevo europeo alla metà del '300, il fisico Marcus Frullifer, che ai giorni nostri pone le basi dei viaggi interstellari tramite il pensiero, ed un anonimo del XXIII secolo, imbarcato sulla navicella Malpertuis, frutto del lavoro teorico d...more
Giuseppe
La pagella di Valerio Evangelisti, scrittore italiano dal talento cristallino ma un po' fuffaro a volte:

GEOMETRIA 3

I vari piani spaziali e temporali che si intersecano tra di loro (caratteristica di VE) non sono un problema nella comprensione della trama, anzi si completano abbastanza gradevolmente. Se non si subodorasse l'idea di una tesi preconcetta (la religione è fuffa, nda) che viene sbattuta alla fine del libro, il tutto sarebbe perfino più godibile.

PSICOLOGIA 4

Eymerich è disegnato benissi...more
melo
scorre, leggero ma non troppo, ma non convince.
un presente (ucronico?) raccontato male, e un legame forse troppo frettoloso tra il passato e il futuro.
c'è da dare una seconda possibilità sia all'inquisitore che all'idea del viaggio, ma con meno tentennamenti sugli inutili tentativi di flirt dell'inopportuno Frullifer (cavolo che nome scelto male!) si poteva sviluppare molto meglio tutto il resto. che c'è in potenza, ma non decolla.

in più ho avuto l'impressione che evangelisti si prenda un po' tr...more
Elly Elly
Ho scoperto questo libro per caso e l'ho iniziato per curiosità. La storia di dipana su tre piani narrativi distinti che convergono nella figura del protagonista, Nicholas Eymerich. Devo dire che mi ero fatta un'idea un pochino diversa prima di cominciarlo, ovvero pensavo di avere di fronte un libro un po' più tenebroso e soprattutto più horror. Questo perché mi sono lasciata prendere dalla descrizione del libro.
L'unica cosa che mi ha un po' deluso è stata la fine e l'idea di queste "divinità" c...more
GONZA
Non so chi abbia letto Evangelisti, ma diciamo che quello che scrive, a parte i due suoi ultimi libri che riguardano gli anni '20 in America (Noi siamo tutti) e il passaggio del Messico dal Texas a stato indipendente (Il collare di fuoco), la sua produzione letteraria più conosciuta si snodava su tre filoni fondamentali, una schifezza che si chiama Magus (Nostradamus) in tre volumi, un serie di tre libri su un pistolero magico che si chiama Pantera (moooolto carina) e il top che è la saga sull'i...more
Ippino
Che delusione.
Scritto male e con una soluzione finale decisamente ridicola.
Carina l'idea di avere tre piani temporali in cui si dipanano tre vicende che solo alla fine si intrecciano, ma tutte sono raccontate maluccio, senza troppo mordente. Quella più interessante, seppur di poco, è naturalmente la parte relativa all'inquisitore che dà il titolo al romanzo, che però ha il difetto di essere costellata di personaggi monodimensionali, che agiscono in modo innaturale e senza coerenza. Inoltre, quan...more
Alice Bridgwater
Tre stelle per la trama. Due stelle per lo stile. Il racconto mi sembra originale. Si svolge su tre piani temporali differenti:
1) il passato: l'anno 1352, anno in cui Nicolas Eymerich, inquisitore spagnolo, si trova ad affrontare episodi mostruosi e inesplicabili, imputabili a potenze demoniache.
2) il presente: anno simil contemporaneo, in cui uno studioso ha per primo la geniale intuizione dell'esitenza degli psitroni e del loro utilizzo per viaggiare nello spazio e nel tempo.
3) il futuro: l...more
Rita Monticelli
Perplessità e noia

La prima cosa che ho detto nel finire di leggere questo romanzo è stata: “Che brutto libro!” Non sono riuscita a impedirmelo.
All’inizio ero perplessa, ma continuavo a leggere convinta che prima o poi la storia sarebbe decollata o che alla fine tutto avrebbe avuto un senso. Nessuna delle due cose è accaduta.
Sicuramente pregevole la ricostruzione storica e anche lo stile dell’autore in quella parte rende bene l’idea di un ambientazione ai tempi dell’Inquisizione. Il personaggio d...more
Sakura87
Che cos’hanno in comune un giovane scienziato dalle teorie bizzarre, un austero inquisitore del milletrecento e un uomo impiegato su una nave psitronica?
Probabilmente il fatto di far venire il mal di testa al lettore.

Nicolas Eymerich, inquisitore è il primo volume di una strana saga storico-fantascientifica in grado di assassinare rapidamente aspettative e neuroni del lettore.
La narrazione inizia ai giorni nostri, con il giovane fisico Frullifer impegnato ad assediare un influente scienziato a...more
Coligne
Un inquisitore del '300 alle prese con una misteriosa eresia che rischia di sconvolgere l'intera cristianità,
un fisico che tenta di convincere la comunità scientifica delle sue fantascientifiche teorie,
e astronavi che utilizzano come forma di propulsione... l'immaginazione.

Questo è il quadro che si presenta a chi si appresta a leggere questo primo romanzo di Valerio Evangelisti, pubblicato per la prima volta nel 1994, all'interno della collana Urania (fu vincitore del premio Urania di quell'ann

...more
Ileen
Presente. Futuro. Passato.

Voi non mi vedete ma, a me, stanno brillano gli occhi! Io un libro così, lo avevo giusto immaginato, mai avrei osato sperare esistesse… è evidente che se sei una fan scatenata di Star Trek (e di quel genere di mondo) e lo sei altrettanto del medioevo, hai poche speranze di vedere riunite le tue preferenze. Anche perché la domanda scatterebbe in automatico: oh Signore, che roba è?

Invece esiste, è bellissimo, e attacca così:

Presente. Giorni nostri. Texas. Marcus Frullifer...more
Klytia
Il romanzo ricalca molto la struttura de La sala dei Giganti con i tre tre diversi piani temporali:
- il passato: la Spagna del 1300 in cui si muove il neo-inquisitore Nicolas Eymerich alle prese con un'indagine che va oltre la semplice stregoneria ma che riguarda strani poteri della mente, strane creature trovate nel castello del re e antiche divinità. Pagine che per la loro cupezza, il senso di incubo e di orrore talvolta mi ricordavano Lovecraft.
- il presente: del genio incompreso Frullifer...more
Maurizio Vicedomini
Nicolas Eymerich, Inquisitore è l’esordio letterario di Valerio Evangelisti, pubblicato nella collana Urania della Mondadori nel 1994. Primo di una lunga saga, questo libro si ispira a un personaggio realmente esistito – Nicolas o Nicolau Eymerich -, inquisitore di spagna del XIV secolo. Prima di proseguire, però, vediamo la trama:

“Nicolas Eymerich, inquisitore racconta tre storie intrecciate. La prima, e più importante, è la vicenda della nomina del frate domenicano Nicolas (o Nicolau) Eymerich...more
Lilyth
Un inquisitore del 1300 e l'astrofisica ma cosa c'entrano? Forse hanno sbagliato a mettere insieme copertina e pagine interne!
Questa è stata la mia prima reazione, piuttosto perplessa, di fronte a questo libro ma qualcuno mi ha suggerito di aver fiducia e andare avanti che avrei capito tutto e così è stato perchè mi sono innamorata di questo inquisitore duro, intransigente e spietato ma anche così intelligente e affascinante che alla fine ti convince di essere nel giusto e di avere tutti i dirit...more
Damiano Battaglia
E la forma?
Discreti contenuti; intrippanti teorie para-fisiche che lasciano a bocca aperta; una protagonista dalle mille potenzialità. Ma...
Una scrittura dilettantesca, a mio avviso. Povera la caratterizzazione dei personaggi (tutti in balia del protagonista), annacquata l'ambientazione (geografia semplificata all'osso), lineare lo sviluppo degli eventi (pare di essere in Monkey Island).
Tutto accade alla velocità della luce come in un telefilm tedesco, senza troppi impedimenti o spiegazioni.
Pers...more
Michele
Eymerich... che carisma!!
Voss
Bella lettura
bella storia
personaggio bellissimo.
La Stamberga dei Lettori
Che cos’hanno in comune un giovane scienziato dalle teorie bizzarre, un austero inquisitore del milletrecento e un uomo impiegato su una nave psitronica?

Probabilmente il fatto di far venire il mal di testa.



Nicolas Eymerich, inquisitore è il primo volume di una strana saga storico-fantascientifica in grado di assassinare rapidamente aspettative e neuroni del lettore.



http://ghettodeilettori.blogspot.com/...
Redax
Il presupposto fantascientifico, oltre che improbabile e' anche vagamente ridicolo: se pensiamo ad una cosa, questa si avvera. E non se ne era mai accorto nessuno fino all'arrivo di questo scienziato!!
Il finale e' completamente campato in aria.
Come libro di fantascienza e' pessimo, pero' merita comunque due stellette perch�� il protagonista medievale, seppure spietato ed un po' inquietante, e' comunque un ottimo personaggio.
Marco
La prima storia fantastica di Eymeric, personaggio singolare che non si sa bene se amare o esecrare. Come sempre i libri di Evangelisti sono intricati e in alcuni momenti difficili da seguire.
Simpatica la teoria di fisica delle particelle con alla base gli psitroni. Non mi �� piaciuta l'ultima pagina, che non svelo, per non togliere la suspance.
Elerwen
Ho comprato questo libro 4 anni fa. Finalmente l'ho letto.. mi incuriosiva il fatto che avesse una trama storica, ma che fosse stato pubblicato su Urania. Non è un libro facile da classificare come genere. Una storia (o meglio tre collegate) particolare ma avvincente, con un personaggio, Eymerich, veramente ben studiato. Lettura consigliata.
Alessio Premoli
Un libro in cui fisica (declinata secondo un modello tutto personale, ma coerente), storia e fantascienza si fondono creando una trama avvincente e coinvolgente, in cui le immonde mostruosità lovecraftiane, la mitologia steam punk e l'oscurità dell'inquisizione riescono a convivere. Forse uno dei più riusciti della saga di Eymerich.
Giampaolo
Il Primo libro sull'inquisitore Eymerich ha in nuce tutte le premesse che hanno reso famosa la saga dell'inquisitore d'Aragona. Solita ottima trama anche se a livello di scrittura Evangelisti non è il massimo.
Cmq un libro da consigliare.
Diego
Increible historia que une la edad media con un futuro no muy lejano de nuestra epoca, y la actualidad. En el fondo es como decir que nuestra imaginación no tiene limites y que la unica forma de volar que existe es con la mente!!
Tijana Kovačević
An excellent fiction novel. I particularly like how you can't guess what is going to happen next. One amazingly creative story which keeps you want to continue reading until you finish the book.
Giulia
Another proof to Evangelisti's genius. Can't wait to read the rest of the saga!
« previous 1 3 4 5 6 7 8 9 26 27 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
  • Hyperversum. Il falco e il leone
  • What Mad Universe
  • Il portale delle tenebre (Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, #7)
  • Altai
  • Almost Blue
  • Triste, solitario y final
  • The Last Legion
  • Terra!
  • Il partigiano Johnny
  • Untouched By Human Hands
  • Niente di vero tranne gli occhi
  • The Viceroys
  • Romanzo criminale
  • The Misplaced Legion (The Videssos Cycle, #1)
  • The Ganymede Takeover
34990
Evangelisti earned his degree in Political Science in 1976 with a historical-political thesis. He was born in Bologna, where he currently lives; he spends some time each year in Puerto Escondido, Oaxaca, Mexico, where he owns a house.
Until 1990 his career was mainly academic. He also worked for the Italian Ministero delle Finanze (Treasury Department). His first written works were historical essay...more
More about Valerio Evangelisti...
Le catene di Eymerich Il corpo e il sangue di Eymerich Cherudek Il mistero dell'inquisitore Eymerich Mater terribilis

Share This Book