Rosel e la strana famiglia del signor Kreutzberg
Enlarge cover
Rate this book
Clear rating

Rosel e la strana famiglia del signor Kreutzberg

3.25 of 5 stars 3.25  ·  rating details  ·  20 ratings  ·  3 reviews
È una ragazzina bellissima. Purtroppo. Perché Rosel è figlia unica di madre vedova, nella Germania degli anni Trenta. La mamma lavora dal signor Kreutzberg, un uomo temuto dai dipendenti ma dolce e gentile con Rosel. Secondo la mamma, troppo gentile. Ed è anche un uomo molto potente: quando la donna cerca di allontanarlo dalla figlia, lui usa ogni mezzo pur di continuare a...more
Paperback, 181 pages
Published 2010 by Salani
more details... edit details

Friend Reviews

To see what your friends thought of this book, please sign up.

Reader Q&A

To ask other readers questions about Rosel e la strana famiglia del signor Kreutzberg, please sign up.

Be the first to ask a question about Rosel e la strana famiglia del signor Kreutzberg

This book is not yet featured on Listopia. Add this book to your favorite list »

Community Reviews

(showing 1-30 of 37)
filter  |  sort: default (?)  |  rating details
Sara
Sul risvolto di copertina lo danno come libro per ragazzi e in effetti è scritto con uno stile molto semplice e diretto, con tanti dialoghi e frasi brevi, la trama lineare. Però è interessante perché per una volta il nazismo è visto dalla parte dei tedeschi – non quelli esaltati, non un’SS, per intenderci. Qui si parla dell’arianizzazione forzata, un aspetto forse poco discusso nei documentari e raccontato da una bimba perfetta e “purosangue”, inizialmente lusingata da tante attenzioni, poi semp...more
Callie S.
Nazismo e pedofilia senza passare dal via?

Ammetto di avere un problema con le opere che Helga Schneider destina all’infanzia: le trovo, cioè, stucchevoli fin quasi alla ‘carie etica’. Poiché appartengo a una generazione che – per fortuna – non ha beneficiato di Battelli a vapore e di Harry Potter, cioè dell’idea che la letteratura dovesse adeguarsi (abbassarsi) alle presunte ‘capacità mentali’ di chi legge, non condivido la scelta stilistica di ricorrere alle morali dolciastre (le ultime pagine...more
Giada
tre stelle, fino alla prima metà ne avrei date 5 e di più. ma l'arrivo del corvo fa finire tutto un pò sul banale. La fine è affrettata, avrei voluto approfondire altre cose che leggere di un corvo "saggio". La storia è valida, mi è piaciuto leggere e la lettura è scorrevole, io avrei approfondito la vita della sua amica, la vita al "orfanotrofio", ma è andata così.
Praticamente Italiano
Praticamente Italiano marked it as to-read
Mar 27, 2014
Eccentrika
Eccentrika marked it as to-read
Mar 24, 2014
Miki
Miki added it
Mar 12, 2014
Phoebe
Phoebe added it
Feb 12, 2014
Euskal Srpski
Euskal Srpski marked it as to-read
Feb 01, 2014
Marang
Marang added it
May 28, 2013
PatriziaBi
PatriziaBi marked it as to-read
Apr 22, 2013
M.Grazia
M.Grazia marked it as to-read
Dec 03, 2012
Luigi
Luigi marked it as to-read
Nov 18, 2012
Owl
Owl added it
Jul 09, 2012
« previous 1 next »
There are no discussion topics on this book yet. Be the first to start one »
13241
Nasce nel 1937 in Slesia (territorio tedesco che dopo la seconda guerra mondiale sarà assegnato alla Polonia). Nel 1941 Helga e suo fratello Peter, rispettivamente di 4 anni e 19 mesi, con il padre già al fronte, vengono abbandonati a Berlino dalla madre, che arruolatasi come ausiliaria nelle SS diverrà guardiana al campo femminile di Ravensbruck e successivamente di Auschwitz-Bierkenau.
Helga e Pe...more
More about Helga Schneider...
Let Me Go Il rogo di Berlino La baracca dei tristi piaceri Stelle di cannella. L'ombra di Hitler sulla vita di David e del suo gatto Heike riprende a respirare

Share This Book